Scopri

  • 142
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
  • 148
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
  • 48
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Vi piacerebbe vestirvi come nel 1800?

    Trovo affascinante quel modo di vestire. Sempre molto elegante e con tessuti pregiati di bellissimi colori e fantasie. Ma quand'è che abbiamo barattato questi bellissimi vestiti con le robette di Zara e H&M. Vi piacerebbe tornare ad indossare vestiti in quel modo se tutti lo facessero?

    32 risposteSociologia2 giorni fa
  • 77
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    perché Conte non se ne va a casa?

    farebbe più bella figura a dimettersi. Il suo governo non rispecchia più la maggioranza del paese, gli Italiani vogliono la destra al potere. Lega e Fratelli d'Italia hanno tutti i numeri per governare

    16 rispostePolitica e governo - Altro21 ore fa
  • 32
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    È giusto giustificare tutto dicendo "è il suo carattere"?

    Se una persona ha frequenti attacchi d'ira che non bisogna far partire poiché sono molto facili, violenti e distruttivi nei confronti degli altri... lo si può giustificare dicendo che è "il suo carattere"?

    26 rispostePsicologia2 giorni fa
  • 18
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Qual è la vostra riflessione?

    Questi giorni ho riflettuto moltissimo su una cosa:

    Attualmente la "società" vuole che tutti siamo uguali. Quindi avere la stessa opinione. Essere tutti favorevoli alle idee che una volta erano uno scandalo. Quindi che la diversità non esiste più. Più nessuno può credere o avere un'opinione diversa da un gruppo di persone perchè se no ti discriminano. È ingiusto. Hanno tanto lottato per l'uguaglianza (il che è giustissimo) ma hanno dimenticato che ognuno di noi siamo diversi. Che abbiamo una personalità, che abbiamo un'opinione che varia da persona a persona. Cioè , sì siamo tutti uguali. Tutti siamo degli umani! Ma siamo anche diversi perchè ognuno ha una particolarità che lo differenzia da un'altra. Come una persona pensa una cosa un'altra ne può pensare un'altra ancora. E perchè non accettarla? 

    Dovremo un po' tutti accettare e rispettare l'idea del prossimo. Ovviamente deve essere reciproca come cosa.

    Io penso questo. Voi come la pensate?

    11 risposteSociologia22 ore fa
  • 28
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
  • 13
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
  • 21
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
    Attachment image

    Conosci il valore di un'opera d'arte?

    Il quadro nella foto qui sotto, opera del pittore russo, è stato venduto nel novembre 2015. Sapreste indovinare quanto ha speso il tizio che l'ha acquistato?

    Vince chi si avvicina di più alla cifra.

    (il titolo dell'opera e quello dell'artista li rivelerò dopo,

    non barate eh, che sennò non c'è gusto, dai)

    9 risposteSociologia2 giorni fa
  • 17
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Se vengo nella tua città e vado in una trattoria tipica cosa devo assolutamente assaggiare?

    Risposta preferita:

    Risotto con il radicchio e salsiccia, musetto e polenta, speack , Asiago e sopressa e un buon bicchiere di Merlot

    Se passi verso Venezia invece, spaghetti al nero di seppia, frittura mista, canocce, vongole. Tutto accompagnato con del buon prosecco

    15 risposteSociologia2 giorni fa
  • 21
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Qual’è il senso di vivere?

    Probabilmente questa è una domanda molto sciocca e banale per molti, ma io veramente non riesco a vedere il vero significato di vivere..

    Perché viviamo se alla fine moriamo tutti? Perché vivere se si ha una vita schifosa? Perché continuare a vivere se nella propria vita non si raggiungono i propri obiettivi e si continua a fallire in tutto? 

    Perché le persone hanno così paura della morte? E se la morte desse una seconda possibilità alle persone che hanno avuto solo fallimenti nella loro vita? Se dopo la morte la tua anima finisse in un corpo più fortunato? 

    14 rispostePsicologia3 giorni fa
  • 6
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
  • 60
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    perché dopo i 37-38 anni un uomo non piace più tanto alle donne?

    Risposta preferita:

    Perché la vita funziona così

    25 rispostePolitica e governo - Altro3 giorni fa
  • 2
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Voi ci pensate alle esperienze negative che avete avuto ?

    Risposta preferita:

    Mi è passata la voglia di pensare sia a quelle negative che a quelle positive, già da un bel po' di tempo.

    8 rispostePsicologia19 ore fa
  • 18
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Secondo voi é peggio l'indifferenza o la rassegnazione?quale temete di piu'?

    Risposta preferita:

    Sia l'indifferenza che la rassegnazione, potrebbero rappresentare delle forme di difesa nei confronti di un qualcosa che arriva dall'esterno e procura disagio. Si può essere indifferenti alla sofferenza degli altri se si è persa la sensibilità o se ci si chiude in sé stessi.

    Potrebbe esserci una condizione di indifferenza temporanea, giustificata, dovuta a un dolore, a una  delusione subita, ma l'indifferenza potrebbe anche essere la modalità corrente con cui un individuo si pone di fronte a tutto ciò che lo circonda, di fronte alla vita stessa, solo perché è apatico. Neanche la rassegnazione si può dire che sia un atteggiamento positivo, perché  oltre a non permettere di reagire, è associato alla perdita della speranza. Ma anche nella rassegnazione esistono diversi livelli, perché si può essere rassegnati a priori, ovvero ancora prima di avere affrontato il problema, oppure dopo avere lottato a lungo, con tutte le forze e con tutti i mezzi. Tra i due atteggiamenti (indifferenza e rassegnazione) non sarebbe tanto facile stabilire quale sia il peggiore, per cui credo che la differenza risieda nello spirito, nelle intenzioni  e nelle giustificazioni che l'individuo può portare a propria discolpa, nell'uno o nell'altro atteggiamento.

    Buon pomeriggio

    11 rispostePsicologia2 giorni fa
  • 7
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Meglio un rimorso o un rimpianto?

    Risposta preferita:

    rimorso e' aver fatto del male a qualcuno, rimpianto e' averlo fatto a noi stessi...dipende dal soggetto cosa prova .......non siamo tutti uguali 

    6 rispostePsicologia15 ore fa
  • 9
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Non vi sembra strano che ora ci sono le Varianti Covid ma il vaccino è sempre lo stesso?

    Ogni giorno ho sempre la conferma che tutto quello che sta succedendo nel mondo è stato studiato a tavolino da poteri forti.

    9 rispostePolitica e governo - Altro2 giorni fa
  • 0
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Donne, la vita è bella per voi?

    Siete belle, furbe, intelligenti e scaltre.

    Io sono maschio brutto, non ho la vostra avveneza fisica, non sono sveglio come voi e sono solo come un cane.

    Voi avete tutto su un piatto d'argento...

    Tutti vi vogliono bene e vi stimano e difendono...

    Vi farei provare cosa significhi essere maschi. :(

    4 rispostePsicologia17 ore fa
  • 43
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Riesci a percepire il male di vivere che sta lì accovacciato dentro qualcuno?

    Risposta preferita:

    Questa cosa capita spesso, nel senso che tante persone che si suicidano lasciano completamente spiazzate le persone intorno a sé.. che non se lo sarebbero mai aspettate, che non avevano mai visto tutto quel dolore perché non c'erano segni o qualunque cosa potesse far anche solo immaginare quel gesto. ho conosciuto 2 persone che si sono tolte la vita, una era una mia cara amica e no, non lo avevo capito... il senso di colpa penso che non si supera mai, perché è vero che poi dicono che difficilmente uno che ha davvero intenzione di togliersi la vita lo manifesta, o lo fa capire, proprio perché non vuole aiuto, non lo cerca l'aiuto per cambiare idea.. se ha già deciso, ha deciso.. ma nonostante questo, rimangono i "magari se" ... forse qualcosa sarebbe cambiato..

    Cmq, ogni tanto a me con certe persone si, mi capita di intuire che dietro a tutto, soffrono o che sono tormentate, ovviamente non posso sapere fino a che punto perché alla fine nessuno può capire davvero il dolore altrui

    15 rispostePsicologia3 giorni fa
  • 15
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
Chiedi