Lv 44.145 points

saltalacordasloty

Risposte preferite21%
Risposte841
  • Traduzione Portishead All Mine?

    Il testo non è complicato, tranne una strofa della quale proprio non riesco a venire a capo:

    From that cloud, number nine

    Danger starts the sharp incline

    And such sad regrets

    Ohh as those starry skies

    As they swiftly fall

    Qualcuno è in grado di metterlo in italiano e in prosa ? Cioè, fare una traduzione letterale riesce anche a me, ma che vuole dire? HELP

    2 risposteLingue9 anni fa
  • Traduzione Portishead All Mine?

    Il testo non è complicato, tranne una strofa della quale proprio non riesco a venire a capo:

    From that cloud, number nine

    Danger starts the sharp incline

    And such sad regrets

    Ohh as those starry skies

    As they swiftly fall

    Qualcuno è in grado di metterlo in italiano e in prosa ? Cioè, fare una traduzione letterale riesce anche a me, ma che vuole dire? HELP

    1 rispostaTesti9 anni fa
  • Velocità dei proiettili in base alla distanza?

    Mi sono già fatto un'infarinatura su internet ma soltanto per capire che l'argomento è molto più complesso di quel che sembra (resistenza dell'aria non lineare alle alte velocità, peso, forma e baricentro del proiettile... UN CASINO). A me però basterebbe una formula o una tabella semplificate, almeno per i calibri principali più comuni. C'è qualche anima pìa che mi aiuta?

    2 risposteEsercito9 anni fa
  • I frugivori o fruttariani che dir si voglia...?

    ... Possono assumere mescalina e fumare maria ? No, perché se non sbaglio sono fatte distruggendo la pianta... Ugualmente, come si pongono col centerbe e la sambuca ? Se è vero che i lacto.ovo.vegetariani si fanno un goccio di chianti ogni tanto e i vegani sono alcolizzati, i frugivori sono tutti viaggiatori della mente strafatti di LSD?

    Si vede tanto che non ho voglia di lavorare?

    E' vero che non è mai stato visto un fruttariano vivo?

    2 risposteVegetariani e vegani9 anni fa
  • vegani si vegani no (la terra dei cachi)?

    prima di continuare voglio sottolineare che questo NON E' TROLLING ma una domanda che deriva da una reale (anche se forse futile) voglia di sapere.

    Ultimamente mi sto appassionando all'argomento vegetariani-vegani ed ho trovato questo articolo che smentisce parzialmente in modo almeno apparentemente scientifico la salubrità di una dieta vegana (personalmente non ho una cultura scientifica adeguata a capire la veridicità di quanto riportato)... Fra l'altro come commento personale e non scientifico, quando l'autore fa il discorso sulla "transitività" vien voglia di sparargli...

    http://www.albanesi.it/Alimentazione/vegana.htm

    Insomma ecco la domanda: sapete se esiste un contro-articolo a questo? Oppure, siete in grado di ribattere direttamente voi?

    13 risposteVegetariani e vegani9 anni fa
  • chi è più ladro fra...?

    ...quello che prende i gioielli dalla vetrina, quello che gli regge il sacco, o quello che fa da palo? No, lo chiedo perché qui mi sembra che quando uno dice "B. ladro!", tutti si incaz_zino a dimostrare che l'altro è PIU' ladro. Forse sono scemo io, ma invece a me sembra che se ci sono diversi ladri debbano finire in galera tutti... Sbaglio qualcosa ?

    2 risposteGoverno9 anni fa
  • insetti negli alimenti?

    non sto parlando dei famosi coloranti derivati dalle cocciniglie, ma di quelli che finiscono accidentalmente nelle numerose macchine trita-strappa-separa-macina-frulla. La legislazione europea non prevede niente in merito, mentre negli USA il limite è di 50 parti di insetto per 50 grammi di prodotto, limite che suppongo sia stato messo intenzionalmente alto per la difficoltà di controllare preventivamente la cosa.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Cocciniglia_(colorant...

    fra l'altro mi toccherà smettere di bere il Camparino soda... Peccato, è così buono...

    Esatto, non è una domanda. Allora vi faccio questa: chi se ne frega?

    1 rispostaMangiare e bere - Altro9 anni fa
  • Una proposta (quasi) seria?

    Questa mia idea semiseria nasce dall'osservazione delle persone che mi circondano quotidianamente e di questo Answers.

    In buona sostanza sono giunto alla conclusione che le persone scelgono una fazione (destra/sinistra/ecc.), e dopo cominciano ad ascoltare in modo selettivo gli argomenti in modo da dimostrare di avere ragione; quelli più attivi si danno persino da fare per raccogliere questi argomenti, ignorando tutti quelli che potrebbero dargli torto.

    E' un comportamento troppo strano perché il mio neurone solitario arrivi a comprenderlo, ma che ho visto troppe volte per sbagliarmi sulla sua esistenza.

    Allo stesso modo vedo tantissima gente che si lamenta in mille modi che i politici rubano, quando per anni hanno votato la DC e hanno continuato votando altri ladri. Io mi stupisco, loro no. Mah?!

    Quindi: è mai giusto che tutti questi caproni abbiano il diritto di voto? Finché rimanessero autolesionisti potrebbe anche non fregarmene, ma con la loro idiozia fanno male anche a me. Sarebbe così impossibile fare un pass indietro dal suffragio universale e stabilire che so, un esame di cultura base per accedere al voto (possibilmente non scritto dalla Gelmini) ? Già solo la presenza di un impedimento penso che allontanerebbe una prima grossa fetta di bimbiminkia troppo cresciuti dalle urne.

    Che dite ?

    5 rispostePartecipazione civica9 anni fa
  • Nel deserto è Chuck Norris che sorvola gli avvoltoi?

    lo ammetto, l'ho rubata (e lo so che non c'entra niente, ma sono così rintronato dal lavoro che volevo kazzeggiare un po')

    5 rispostePolitica e governo - Altro9 anni fa
  • camicie con maniche a sbuffo?

    la domanda è un po' strana... In che epoca si usavano ? Intendo quelle camicie molto "vaporose" con sbuffi alle maniche enormi

    1 rispostaModa e accessori9 anni fa
  • Differenza di potenza fra casse attive e passive ? Domanda difficile?

    Considerate che sono totalmente a zero nella vasta materia dell'Hi-Fi... Che differenza di potenza "percepita" c'è fra un diffusore attivo ed uno passivo ?

    Voglio dire: se prendo una cassa 6W RMS attiva mi offre una potenza sonora nettamente superiore ad una pari potenza tradizionale

    E' possibile stabilire, anche grossolanamente, a quanto equivalgono i wattaggi dei due sistemi ? Oppure la mia è una domanda che non ha senso ?

    4 risposteMusica e riproduttori musicali1 decennio fa
  • Perchè è necessaria la crescita economica (domanda facile solo in apparenza, almeno per me)?

    Spiegatemi plz come se fossi un bimbo scemo.

    Ci insegnano che si sta bene se c'è crescita economica e si sta male se c'è stagnazione. Fin qui tutto ok e niente da dire, anche perché se ne ha la dimostrazione pratica tutti i giorni. Però mi sorge il dubbio:

    un modello di economia basato sulla continua crescita, non dovrà prima o poi trovare un limite costituito dalla capacità di produzione globale dell'essere umano ?

    Voglio dire: penso che sia lecito attendersi il giorno (fra secoli) in cui tutti gli esseri umani godranno di istruzione e mezzi di produzione tali da poter produrre ognuno secondo la propria massima capacità naturale, così come del massimo sfruttamento possibile delle risorse naturali; un po' come avviene per le nuove tecnologie che partono, "esplodono", e poi rallentano nello sviluppo man mano che ci si avvicina alla loro massima evoluzione (penso ai PC).

    A questo punto l'unico accrescimento verrà dai progressi tecnologici che permetteranno di ottimizzare l'esistente, ma che saranno inevitabilmente di piccola scala. Quindi crescita zero o quasi.

    E di qui la domanda:

    Un modello economico perfetto, non dovrebbe essere a crescita zero o quasi ? Perché c'è bisogno di consumare sempre di più ? E' una semplice risposta alla naturale esigenza dell'uomo di accrescere costantemente il proprio benessere (che poi il benessere non è un valore assoluto, ma è sempre in rapporto a chi ci circonda), o c'è qualcosa di più ? O forse sono io che mischio argomenti non mischiabili facendo un gran casino ?

    1 rispostaAffari e finanza - Altro1 decennio fa
  • Perchè è necessaria la crescita economica (domanda facile solo in apparenza, almeno per me)?

    Spiegatemi plz come se fossi un bimbo scemo.

    Ci insegnano che si sta bene se c'è crescita economica e si sta male se c'è stagnazione. Fin qui tutto ok e niente da dire, anche perché se ne ha la dimostrazione pratica tutti i giorni. Però mi sorge il dubbio:

    un modello di economia basato sulla continua crescita, non dovrà prima o poi trovare un limite costituito dalla capacità di produzione globale dell'essere umano ?

    Voglio dire: penso che sia lecito attendersi il giorno (fra secoli) in cui tutti gli esseri umani godranno di istruzione e mezzi di produzione tali da poter produrre ognuno secondo la propria massima capacità naturale, così come del massimo sfruttamento possibile delle risorse naturali; un po' come avviene per le nuove tecnologie che partono, "esplodono", e poi rallentano nello sviluppo man mano che ci si avvicina alla loro massima evoluzione (penso ai PC).

    A questo punto l'unico accrescimento verrà dai progressi tecnologici che permetteranno di ottimizzare l'esistente, ma che saranno inevitabilmente di piccola scala. Quindi crescita zero o quasi.

    E di qui la domanda:

    Un modello economico perfetto, non dovrebbe essere a crescita zero o quasi ? Perché c'è bisogno di consumare sempre di più ? E' una semplice risposta alla naturale esigenza dell'uomo di accrescere costantemente il proprio benessere (che poi il benessere non è un valore assoluto, ma è sempre in rapporto a chi ci circonda), o c'è qualcosa di più ? O forse sono io che mischio argomenti non mischiabili facendo un gran casino ?

    2 risposteScienze sociali - Altro1 decennio fa
  • Buttiamo i soldi pubblici... Nelle fogne?

    Riporto per intero un articolo tratto da www.radicali.it

    "Dichiarazione di Giulio Manfredi (Comitato nazionale Radicali Italiani) e di Domenico Massano (giunta segreteria Associazione Radicale Adelaide Aglietta):

    La fantasia della tecno-burocrazia proibizionista, che escogita sempre nuove iniziative per legittimare se stessa, ci sorprende ogni volta. Il sottosegretario Giovanardi aveva appena risposto, giovedì scorso, in Senato, a un’interpellanza (vedi link in calce) che avevamo fatto presentare ai senatori radicali sul sedicente “Sistema nazionale di Allerta precoce” che dovrebbe monitorare in tempo reale la presenza sul mercato nero di stupefacenti particolarmente pericolosi; l’estate scorsa a Torino ci furono 27 overdosi mortali e i tecnoburocrati del Dipartimento antidroga se ne accorsero due mesi dopo! Naturalmente, visto che lo sport nazionale preferito non è il calcio ma lo scaricabarile, Giovanardi ha riversato tutte le colpe sulla Regione Piemonte!

    Oggi apprendiamo dalla stampa che, non contento di sprecare così i soldi dei contribuenti, Giovanardi ora vuole sperimentare in otto città (Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Palermo) l’esame degli scarichi delle fogne di una scuola “campione” (top secret ... ma tanto ora tutti sono avvertiti!), per verificare quali e quanti stupefacenti consumano nei bagni gli studenti (forse, perchè nelle scuole ci risultano essere anche presidi, professori e bidelli)

    La domanda sorge spontanea: a cosa servono e quanto costano queste stronzate? Una volta che si appurasse che la scuola in questione ospita schiere di consumatori di sostanze illegali, cosa si fa? La si addita al pubblico ludibrio? La si chiude? La si presidia ogni giorno con i cani poliziotto?

    Diciamolo: il proibizionismo su alcune droghe è alla frutta, è solo servito a riempire le carceri di poveracci e a far ricche le mafie, e ora tenta di giustificare la sua esistenza in ogni modo ... tanto paga Pantalone!"

    Commento personale: 20 anni fa' quando andavo alle medie c'era già chi si drogava... Mi unisco all'autore dell'articolo "a cosa servono e quanto costano queste stronzate?"

    2 rispostePolitica e governo - Altro1 decennio fa
  • La scienza è una fede?

    Domanda che feci molto tempo fa' e che mi fece avere un sacco di belle risposte, quindi replico a distanza di anni:

    Solitamente chi è ateo, agnostico e varie sfumature di scetticismo (passatemi l'espressione non correttissima, è solo per intendersi) dà per scontata la correttezza, anzichè dell'esistenza di Dio, delle leggi e teorie fisiche, tramite l'assunto che "è tutto verificabile".

    All'atto pratico però quasi nessuno ha capacità, e meno che mai tempo, per verificare se è davvero tutto verificabile, e si finisce per credere all'esistenza dei buchi neri come da piccoli si credeva a Babbo Natale.

    Attenzione che non voglio dire che la scienza si arroghi diritto di infallibilità (altrimenti non si chiamerebbero teorie), ma che l'uomo "ateo-comune" ne faccia un atto di fede del tutto pari a quello che fa un credente nei confronti di Dio.

    Che ne pensate? Forse l'uomo ha davvero bisogno di credere in qualcosa di superiore per vivere bene? O forse sono solo masturbazioni mentali mie?

    13 risposteReligione e spiritualità1 decennio fa
  • Sconvolgente ! I primi statiunitensi erano COMUNISTI !!!?

    "Se gli Americani consentiranno mai a banche privati di emettere il proprio denaro, prima con l'inflazione e poi con la deflazione, le banche e le grandi imprese che ne cresceranno attorno, priveranno la gente delle loro proprietà finché i loro figli si sveglieranno senza tetto nel continente conquistato dai loro padri. Il potere di emissione va tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale esso appartiene propriamente". 1776, Thomas Jefferson, 3° presidente degli USA e co-autore della dichiarazione d'indipendenza.

    6 rispostePolitica e governo - Altro1 decennio fa
  • Where I can eat in Dublin?

    We're going to go in Dublin next may 7-10 and i wish to know where we could eat some tipical food (and beverages, of course), even at good price :)

    Could you also tell me where i can go if i want to see the true Irish green ? Where there's only green earth touching blue skies ?

    Forgive my "absolute beginner" english please :)

    4 risposteDublin1 decennio fa
  • Stampanti per grandi formati e Autocad?

    Devo comprare un plotter x la ditta, che verrà utilizzato soprattutto x tampe con AutoCad. Ai miei tempi l'unica che raggiungesse una precisione sufficiente era la HP (spessori di linea e scale di stampa), sapete dirmi se questo è ancora valido?

    Kekkakkio è il formato A1+ ?

    Stampanti1 decennio fa
  • E' finito il capitalismo?

    Un sacco di banche in crisi e tutti i governi che corrono ad elargire soldi. Così, "en passant", mi fa venire in mente:

    - è finito il liberismo economico, il capitalismo ? Come predetto da qualcuno, il capitalismo arriverà a collassare su sé stesso: che questi siano i primi segnali?

    - l'aiuto statalizzato e regolarizzato in passato ha ridotto l'Italia a non reggere la concorrenza, perché anche se scavavi una buca ci pensava papà stato a riempirtela; adesso non rischiamo di ritornare a quei bei fasti? Con gioia dei grandi imprenditori e tristezza di noi poveracci ?

    - Magari l'aiuto di stato ad Alitalia adesso passerà inosservato

    - Come l'aiuto di stato ad Alitalia lo paghiamo noi, chi paga gli aiuti alle banche?

    4 rispostePolitica e governo - Altro1 decennio fa