Lv 2500 points

cleopatra -the best- g&g

Risposte preferite21%
Risposte81
  • ragazzi/e, vi è mai capitato di immedesimarvi nella scena di un film tanto da...?

    stare male, non nel senso che state male per quello k vivono i personaggi o commuoversi, ma stare male proprio a livello psicosomatico. l'altro giorno abbiamo visto un film a scuola un film francese, il cui nome della protagonista richiamava il soprannome del ragazzo che mi piace....e tt le volte k la prof pronunciava il nome, io vedevo l'immagine di questo ragazzo e mi sentivo come drogata, come invasata....trasportata in un altra realtà, cm quando sei a letto, malato e rincògliònito, cm quando hai la febbre e non capisci più cosa è reale e cosa nn lo è....ultimamente ho ritmi di vita impossibili, dormo tardi e se dormo presto soffro di insonnia...per questo a volte sono poco lucida ma arrivare a stare male, ad avere quasi la nausea dal sentire il ripetersi di questo nome perchè lui mi piace ma sono una delle tante amiche, nn sarò mai "la" sua ragazza e quando le vedo ho le farfalle nello stomaco....e ora mi sembra pure di avere un deja vu mentre scrivo questa domanda! mi sembra di aver completamente perso il senso del reale tanto che a volte mi giro credendo di essere chiamata, ma nessuno mi sta chiamando...cosa mi sta succedendo???

    4 rispostePsicologia9 anni fa
  • I miei genitori pensano k se vado in vacanza con i miei amici li "tradisco" xkè loro nn partono e...?

    nn vogliono k io parta solo perchè loro nn partono....dicono k sn un egoista k pensa solo a se stessa e al suo divertimento e k se mi comporto così solo per una vacanza allora quando ci saranno problemi seri io lascerò la famiglia....ma io sn sempre stata accanto alla mia famiglia e l'unico motivo per il quale me ne andrei sarebbe se li facessi vergognare con i loro amici perchè nn rispetto le tradizioni di famiglia....e questo alla fine sarebbe meglio anke per loro....cmq tornando alla questione della vacanza loro dicono k se dei ragazzi vogliono partire da soli è solo perchè vogliono fare di tutto senza il controllo dei genitori....per alcuni sarà anke così ma io voglio avere una bella vacanza e se l'unico modo è andare con i miei amici xkè no??? poi c'è da dire k loro sn anke influenzati da quello k sentono al telegiornale.....il punto è k ho paura k nn mi lascino libera nemmeno a 18 anni visto k secondo la tradizione egiziana diventare maggiorenni o no nn cambia + di tnt........AIUTO!!! voglio vivere la mia vita!

    7 risposteFamiglia9 anni fa
  • voi cosa fareste se..............?

    foste un attore che ha vinto un premio di riconoscimento molto importante (anche se non come l'oscar) e chiamaste il vostro premio "premietto" perchè non avete fiducia in voi stessi pure se ottenete risultati che non sono da tt??? a me è capitata una cosa simile ma in un altro campo artistico e le persone pensano che io abbia falsa modestia ma non capiscono (e non hanno tt i torti) che io non ho autostima ed è x questo che mi comporto così. adesso verò premiata per un'altra vittoria e nn so come rimediare al mio precedente errore di autocommiserazione. come mi devo comportare???

    2 risposteLingue10 anni fa
  • se incontraste un sosia di un personaggio di una delle vostre serie preferite cosa provereste?

    frequentando un nuovo giro di amici mi sta capitando di vedere il sosia di niccolo centioni (rudi nei cesaroni) e la cosa che mi stupisce è che anche lui è un tipo scherzoso, romantico (al punto giusto).....insomma al di là della somiglianza a livello fisico, voi come vi sentireste? inoltre tanto per aggiungere qualche somiglianza in più facciamo un corso di teatro (non so se centioni fa un corso però è un attore!) quindi interpretando situazioni e personaggi diversi non ho nemmeno la possibilità di capire com'è questa persona senza sovrapporre la sua immagine a quella dell'attore. pensieri, idee.....esprimetevi però rispettate le mie scelte in merito a preferenze soggettive!! grazie.

    1 rispostaAmici10 anni fa
  • ho sentito che alessandro d'avenia ha fatto un corso di scenografia mentre scriveva il libro....?

    e io sto scrivendo la trama di un libro e ho buttato giù il primo capitolo. anche se non sono sicura del proseguimento, so che voglio scrivere per comunicare qualcosa e poi perchè cmq mi sento motivata (finalmente potrò esprimermi liberamente sotto la veste di personaggio e non sentirò il peso del giudizio altrui riguardo ad alcune cose)......il punto è k organizzare un libro è difficile e per i contenuti un po' scandalosi (libro stile dan brown) che espongo non voglio chiedere l'aiuto di nessuno. penso che fare un corso di teatro mi possa aiutare ad immaginare le scene e i dialoghi......sapreste dire cos'è la scenografia in rapporto ad un libro e la vostra opinione su quest'idea?

    1 rispostaLibri ed autori10 anni fa
  • sbagliare a cercare parole sul dizionario o invertire le lettere e le parole mentre si parla ?

    è sintomo di dislessia? aiutatemi. ho 17 anni e non ho mai pensato di avere questo problema: alle elementari leggevo bene e invece ora forse perchè mi esercito poco e non studio a voce alta sono poco brava ma quello che mi spaventa è la quantità di errori che faccio mentre parlo e scrivo oppure scrivo giusto e poi lo dico sbagliato e viceversa.....sono stufa! poi tutte le volte che cerco le parole sul dizionario faccio fatica a ricordare quale lettera precede o segue una determinata lettera. per me questo è molto problematico visto che faccio il linguistico. UN CONSIGLIO?

    2 risposteCompiti10 anni fa
  • perchè non riesco a dormire di notte anche se sbadiglio tt il giorno?

    non capisco come mai non riesco a dormire di notte: ho un malditesta fortissimo come se qualcuno ci saltasse dentro e riesco ad addormentarmi solo verso le 5 del mattino. un consiglio??

    il mal di testa mi viene anche quando salgo le scale. c'entra qualcosa?

    1 rispostaSalute - Altro10 anni fa
  • devo fare il delf b1 a febbraio.....in classe lo faccio solo io e la prof non mi sta affatto preparando!!?

    le ho proposto di insegnarmi a fare le lettere formali (nn so se servono x il b1) e subito in classe tutti si sono domandati perchè e cose varie....loro lo sanno che devo fare l'esame ma a loro nn importa....la prof mi ha detto k mi avrebbe dato un libro di esercizi stile delf ma poi nn si è fatta sentire.....io nn so come prepararmi, nn voglio fallire questo esame, ci tengo moltissimo......che faccio? cosa devo studiare precisamente????

    2 risposteLingue10 anni fa
  • come si fa a diventare ironici? vorrei imparare a rispondere alle frecciatine?? un aiuto!?

    un esempio di frase ironica, magari la vostra esperienza personale in una conversazione??

    5 risposteCompiti10 anni fa
  • raga aiuto....secondo voi cos'ho????

    quest'anno ho mal di testa spesso accompagnati da nausea, perdita di memoria, lapsus frequentissimi, perdita di equilibrio.......faccio il liceo linguistico, la quarta è un anno pesante e i lapsus in un linguistico non aiutano. la mia vita sociale non è al massimo. l'anno scorso ho sofferto di depressione e quest'anno soffro ancora di somatizzazione dell'ansia. farò una visita dal neurologo (perchè dallo psicologo ci vado già) ma nel frattempo ho bisogno di rassicurazioni e consigli. aiutatemi!!!!!!

    6 risposteCompiti1 decennio fa
  • provate a fare identikit, aspetto e carattere dei nomi laura e giulia!!!!!?

    non voglio che mi scriviate risposte che non riguardino la domanda come per esempio" che ne so io del vostro aspetto?" UN PO' DI FANTASIA!!!!!!!!!!

    3 risposteAmici1 decennio fa
  • cosa ne pensate di questa mia teoria sulle lingue?

    da piccola (quando nn sapevo ancora che esistessero i doppiatori) pensavo che gli attori fossero dei miti perchè conoscono tutte le lingue del mondo per promuovere i film ovunque!!!!

    il fatto è che a me piace molto recitare ma in italiano non mi sento a mio agio, certoe volte sento il bisogno di esprimere le cose in diverse lingue in base alla situazione. es: l'inglese lo vedo come la lingua dei sentimenti, lo spagnolo è per me la lingua della passione, il francese quello dell'eleganza, il tedesco dipende........sarà perchè faccio il liceo linguistico o perchè sono di origini egiziane ma sente che per quanto tu possa tradurre una frase, essa può avere una sfumatura di significato che può appartenere in modo diverso alle altre lingue.......non so se mi sono spiegata......cosa ne pensate? avete mai fatto sogni o sognato di dire qualcosa in una lingua straniera? e per la recitazione??

    7 risposteLingue1 decennio fa
  • secondo voi ha senso?

    come mai sono una persona che vuole conoscere gente nuova e poi alla prima occasione più banale soffro di fobia sociale. mi sento inferiore agli altri anche se le occasioni che dimostrano il contrario non mancano. io l'autostima non ce l'ho, questo lo so e per riottenerla mi servirebbe molto tempo......non avete consigli utili e pratici per non arrivare a chiudermi nella solitudine??? le poche persone che mi sono intorno non fanno altro che criticarmi e io comincio ad aver paura dell'opinione degli altri, sopratutto quando mi vedono andare spesso in bagno o tremare senza un motivo apparente. AIUTO. da disperata 93.

    1 rispostaCompiti1 decennio fa
  • ha senso questa cosa? un aiutino......?

    dopo una anno tormentato da delusioni da parte di molti di quelli che credevo fossero miei amici sono diventata molto introversa e ho difficoltà a relazionarmi con gli altri. e cerco di evitare la più banale delle situazioni perchè mi sento sempre a disagio. su suggerimento di mia madre ho deciso di uscire a teatro una sera di queste, ora che ho pagato il biglietto però ho paura, nnn so bene di cosa ma forse del disagio che sono certa di provare con gli altri. un consiglio?

    3 risposteAmici1 decennio fa
  • Perchè è più facile vedere i nostri difetti piuttosto che i nostri pregi?

    quando sono in una situazione di difficoltà penso subito che non riuscirò ad affrontarla, mi capita soprattutto nei compiti classe (lo so k questo può sembrare banale ma per uno studente fallire una verifica vuol dire doversi giustificare con l'insegnante per le proprie insicurezze nell'affrontare una prova, il quale penserà sicuramente che non hai studiato bene e la fatica di studiare non sarà servita a niente (anche se uno impara + cose alla fine formalmente conta di più passare l'anno). capire le mie insicurezze in questi episodi mi sembra più impossibile se penso che ho superato altri momenti decisamente più critici come essermi persa a londra e aver girato sola senza cartina per ritrovare il gruppo.....perchè allora è facile che una persona si abbatti piuttosto che si rimbocchi le maniche visto che almeno in fondo sa di valere un po'?

    3 rispostePsicologia1 decennio fa
  • perchè dopo un momento di ansia mi sento un idiota?

    oggi avevo una verifica e mi sono agitata. un senso di vuoto e un ansia incontrollabile: sentivo il bisogno di uscire immediatamente dalla classe. ora se penso a quel momento così vivido mi sembra una cosa che avrei potuto benissimo evitare e mi sento ancora più triste. una parola di conforto?

    2 risposteCompiti1 decennio fa
  • secondo voi non piangere per una persona cara vuol dire che non ci tengo abbastanza?

    quando parto e saluto dei parenti mi sento in colpa quando non piango perchè io a loro ci tengo e glielo vorrei dimostrare, quando ho una verifica vorrei non essere agitata ma so k esserlo significa che mi importa davvero. cm fare x fermare questo circolo vizioso a livello di coscienza??

    4 risposteAmici1 decennio fa
  • Secondo voi come si fa ad insegnare a qualcuno l'accettazione delle differenze tra le persone?

    umberto eco sostiene che bisogna dire ai bimbi, non che siamo tutti uguali, ma che gli esseri umani sono molto diversi tra loro e spiegare bene in che cosa sono diversi per poi dimostrare che queste diversità possono essere fonte di ricchezza.

    voi cosa ne pensate? cm fareste ad insegnare ad un bimbo delle elementari che non è giusto rifiutare alcuni suoi compagni di classe perchè diversi? e in generale come lo si può spiegare a tutti gli altri? io credo che partire dai + giovani sia un modo x migliorare la società.....

    2 risposteSociologia1 decennio fa
  • Perchè c'è un tipo di prosciutto k si chiama gran biscotto?

    vi immaginate se un tipo di biscotto si chiamasse gran prosciutto??!

    5 risposteCucina e ricette1 decennio fa