Lv 728.019 points

Albarajek

Risposte preferite47%
Risposte3.116

Ci sono spiriti sufficientemente solitari da comunicare a se stessi, nel loro silenzio interiore, il frutto delle loro esperienze, io però non appartengo a quest’ordine d’intelligenze così ruvide; ho bisogno del discorso che accompagna il tenue rumore della penna che scivola sul foglio immacolato NICOLAS GOMEZ DAVILA, Il più grande della letteratura Ispano-Americana nostro contemporaneo, ma, come al solito il Nobel alla letteratura va invece al suo conterraneo Garzia Marquez nel 1982, che dirà onestamente di Davila”se non fossi comunista, penserei in tutto e per tutto come lui”. vi è da crederci. “La solitudine,l’agghiacciante pessimismo, il reale rapportarsi senza ipocrisie, l’istintivo patteggiare soluzioni con la propria coscienza, fa, di NICOLAS GOMEZ DAVILA, un “Grande” destinato a rimanere nei cuori di coloro i quali determinati ed insolenti, caparbi ed irrispettosi, peculiari e fulminanti, traggono dai suoi scritti elementari perle di saggezza”Albarajek

Spiacente, qui non c’è niente da vedere! L'attività dell'utente è privata.