Lv 1105 points

valentina

Risposte preferite0%
Risposte0
  • l'ateismo è un peccato?

    Sono una persona che è sempre stata credente, ma onestamente è perché la mia famiglia è molto cattolica e non mi permetterebbero mai di diventare atea. ci sto pensando spesso ultimamente e mi chiedo: "ma Dio esiste davvero?" effettivamente, chi ci garantisce che lui esista davvero. mi viene anche da pensare: "ci sono persone che hanno dedicato tutta la loro vita alla chiesa, ma per quale motivo?" quest'anno dovrei farmi la cresima e più volte ho chiesto a mia madre: "perché devo farmi la cresima?" e lei mi ha risposto: "per essere più vicina a Dio" ma in realtà ho sempre pensato che io dovessi fare battesimo, comunione e cresima perché era come un obbligo. A causa di queste ragioni penso spesso di diventare atea ma mi preoccupo che sia un peccato, non capisco che cosa devo fare aiutatemi per favore, grazie.

    10 risposteReligione e spiritualità7 mesi fa
  • litigo spesso con i miei genitori ma non credo di essere io quella maleducata e che sbaglia?

    è da quando ho iniziato le superiori (due anni) che litigo molto spesso con i miei genitori, specialmente con mia madre, mio padre invece mi insulta oppure fa delle specie di minacce "io ti uccido".

    ogni volta mia madre deve criticare come mi vesto oppure dice che non l'aiuto con le faccende domestiche quando in realtà solo quando mi ordina di fare una cosa la faccio, a volte non proprio subito ma la faccio. 

    ogni volta ha sempre da lamentarsi di un mio comportamento e deve paragonarmi a mia sorella maggiore (laureata e che lavora lontano) e dice sempre "tua sorella non ha mai fatto le cose che hai fatto tu, prendi esempio da lei, sii come lei, lei si è sempre vestita bene, le ho sempre consigliato il meglio e ora è andata lontano, pure tu devi fare la stessa cosa" e questo mi da estremamente fastidio, ma nei litigi lei mi urla praticamente addosso che un altro po' si sente a chilometri e chilometri di distanza. 

    il fatto è che ogni volta provo a parlare per cercare di difendermi, dato che mi fa passare come quella che sta sempre sul telefono e sdraiata sul divano, lei mi parla sopra, alzando anche la voce e allora finisco davvero per perdere la pazienza e inizio a urlare anch'io per farmi sentire, quindi lei poi dice che io non devo urlare e inizia a picchiarmi.

     mi dispiace perché è comunque mia madre ma davvero mi fa arrabbiare. Ho provato anche a dirle di abbassare la voce ma ogni volta è la stessa storia.

    consigli o pensieri al riguardo?

    Famiglia7 mesi fa
  • aspirapolvere alle dieci di sera NON in un condominio?

    Partiamo con il fatto che avevo trovato tanta di quella polvere che potevi riempirci una vasca da bagno, ma veramente. Tuttavia dato che la zona in cui questa polvere/ragnatela si trovava era abbastanza piccola ci avrei voluto minimo 5 minuti, se vogliamo esagerare dieci, ho deciso di fare un'aspirata veloce con l'aspirapolvere, anche per stare più tranquilla, dato che la zona dove c'era la polvere si trova nella mia stanza (il problema comunque non era tanto per la polvere ma per le ragnatele perché sono aracnofobica). Nemmeno due minuti che sto pulendo (erano passate le dieci ma era un po' prima delle dieci e mezza) mia mamma inizia a darmi calci, tirarmi capelli, pugni e anche schiaffi. Mi ha anche spinto. Onestamente non so dove sia il problema dato che ormai la nostra casa è un condominio dove abitiamo solo noi e comunque le dieci di sera non è così tardi. Secondo me ha esagerato. Consigli o pensieri a riguardo?

    4 risposteStudi di genere7 mesi fa