Lv 2714 points

Adry

Risposte preferite19%
Risposte171
  • Questo è il mio sogno...?

    Apro una parentesi, il protagonista di questa storia è il mio migliore amico. Trattasi di un sogno che ho fatto stanotte.

    E'una caldo pomeriggio d'estate. Il sole è bello, l'aria piacevole e noi due decidiamo di fare un giro in bici. Gira che ti rigira saliamo per le strade di una collina in periferia della città, su,su sempre più su. Mano a mano che saliamo le stradine si fanno più strette, gli alberi più fitti e camminare con la bici diventa un'impresa. Ci perdiamo, rimaniamo bloccati e scende la notte. Nessuna luce, non un lampione, non si vedeva nulla. Ad un certo punto mi impiglio con la ruota in un cespuglio, cado e finisco nella stradina di sotto ( immaginatele tipo tante terrazze una sopra l'altra ). Ho paurissima, non vedo nulla e ora non siamo neanche più insieme. Comincio a chiedere aiuto. Nel frattempo mio padre aveva iniziato a cercarci. Vedo da lontano i fari della sua macchina e mi avvicino, lasciandolo solo, non sapendo dove era, pensavo a mettermi in salvo solo io, a raggiungere mio padre, a non avere più paura. Raggiungo mio padre. Dobbiamo cercare lui adesso. E' ancora buio, ma lui ( il mio amico) non dai segni di vita: lo chiamo ma non risponde, lo cerchiamo ma non lo troviamo. Dov'eri marco, che ti era successo, che fine avevi fatto.. e io come avevo potuto lasciarti solo e pensare solo a me stessa? Che vigliacca. Piano piano mi sentivo morire, ero paralizzata dalla sensazione di non trovarti più. Come avrei fatto senza di te? e la responsabile ero solo io, io e la mia codardia, che schifo. Mi disperavo,piangevo, urlavo, ma non rispondevi. Ma dov'eri? Come sarebbe stata la mia vita senza di te? Con questa domanda mi sono svegliata, il cuore batteva fortissimo, sudata, piangevo pure forse, ero stravolta. Questo sogno mi ha fatto vivere delle emozioni grandissime, e ha portato alla luce quanto bene provo per lui, gli voglio bene veramente, Quel sogno pareva reale. Ormai è troppo parte della mia vita, c'è un legame fortissimo tra noi, forse alimentato anche dalla distanza. Se lui scomparissi non so come farei. E a questa cosa non ci avevo mai pensato. Con lui mi confido, dico le mie debolezze, esprimo i mie timori e non devo preoccuparmi del suo giudizio perchè è sempre sincero e mi dice ciò che pensi. E' bene fare questi sogni a volte, perchè ti fanno vivere e capire quanto tieni a una persona, quanto bene le vuoi, e quanto costerebbe perderla.

    Che significato gli dareste? Grazie a tutti gli utenti che risponderanno.

    3 risposteAmici9 anni fa
  • Questo è il mio sogno...?

    Apro una parentesi, il protagonista di questa storia è il mio migliore amico. Trattasi di un sogno che ho fatto stanotte.

    E'una caldo pomeriggio d'estate. Il sole è bello, l'aria piacevole e noi due decidiamo di fare un giro in bici. Gira che ti rigira saliamo per le strade di una collina in periferia della città, su,su sempre più su. Mano a mano che saliamo le stradine si fanno più strette, gli alberi più fitti e camminare con la bici diventa un'impresa. Ci perdiamo, rimaniamo bloccati e scende la notte. Nessuna luce, non un lampione, non si vedeva nulla. Ad un certo punto mi impiglio con la ruota in un cespuglio, cado e finisco nella stradina di sotto ( immaginatele tipo tante terrazze una sopra l'altra ). Ho paurissima, non vedo nulla e ora non siamo neanche più insieme. Comincio a chiedere aiuto. Nel frattempo mio padre aveva iniziato a cercarci. Vedo da lontano i fari della sua macchina e mi avvicino, lasciandolo solo, non sapendo dove era, pensavo a mettermi in salvo solo io, a raggiungere mio padre, a non avere più paura. Raggiungo mio padre. Dobbiamo cercare lui adesso. E' ancora buio, ma lui ( il mio amico) non dai segni di vita: lo chiamo ma non risponde, lo cerchiamo ma non lo troviamo. Dov'eri marco, che ti era successo, che fine avevi fatto.. e io come avevo potuto lasciarti solo e pensare solo a me stessa? Che vigliacca. Piano piano mi sentivo morire, ero paralizzata dalla sensazione di non trovarti più. Come avrei fatto senza di te? e la responsabile ero solo io, io e la mia codardia, che schifo. Mi disperavo,piangevo, urlavo, ma non rispondevi. Ma dov'eri? Come sarebbe stata la mia vita senza di te? Con questa domanda mi sono svegliata, il cuore batteva fortissimo, sudata, piangevo pure forse, ero stravolta. Questo sogno mi ha fatto vivere delle emozioni grandissime, e ha portato alla luce quanto bene provo per lui, gli voglio bene veramente, Quel sogno pareva reale. Ormai è troppo parte della mia vita, c'è un legame fortissimo tra noi, forse alimentato anche dalla distanza. Se lui scomparissi non so come farei. E a questa cosa non ci avevo mai pensato. Con lui mi confido, dico le mie debolezze, esprimo i mie timori e non devo preoccuparmi del suo giudizio perchè è sempre sincero e mi dice ciò che pensi. E' bene fare questi sogni a volte, perchè ti fanno vivere e capire quanto tieni a una persona, quanto bene le vuoi, e quanto costerebbe perderla.

    Che significato gli dareste? Grazie a tutti gli utenti che risponderanno.

    2 rispostePsicologia9 anni fa
  • Fisiologia... AIUTO!?

    1) Quali sostanze vengono rilasciate durante il sonno REM?

    2) Qual'è la differenza tra encefalo e cervello?

    3) Le cellule ciliate sono cellule appartenenti all'organo del Corti?

    1 rispostaBiologia10 anni fa
  • Un consiglio, un aiuto, una parola....?

    A tutti capita almeno una volta di soffrire per amore. C'è a chi passa presto e a chi no. Certi amori finiscono, altri invece fanno giri immensi e poi ritornano. La mia storia è finita un anno e mezzo fa, ma non mai del tutto, un legame ci ha sempre tenuto vicini vicini, ci chiamavamo, litigavamo .. io cercavo di dimenticarlo, lui mi rinfacciava che lo avevo lasciato troppe volte con leggerezza, ma mi cercava sempre. Adesso sono io a non poter fare più a meno di lui, vorrei dirgli che mi manca e che lo amo davvero tanto. Ma lui adesso ha una storia, che gran paura che ho! Vorrei riconquistarlo, so che lui mi ama, lo ha ammesso ma preferisce per ora la sua attuale ragazza che non lo lascerebbe ( perchè ancora non la conosce bene, secondo me ) Aiutatemi per favore... è il cuore di una donna a pezzi che implora aiuto..

    4 risposteAdolescenza10 anni fa
  • Un consiglio, un aiuto, una parola....?

    A tutti capita almeno una volta di soffrire per amore. C'è a chi passa presto e a chi no. Certi amori finiscono, altri invece fanno giri immensi e poi ritornano. La mia storia è finita un anno e mezzo fa, ma non mai del tutto, un legame ci ha sempre tenuto vicini vicini, ci chiamavamo, litigavamo .. io cercavo di dimenticarlo, lui mi rinfacciava che lo avevo lasciato troppe volte con leggerezza, ma mi cercava sempre. Adesso sono io a non poter fare più a meno di lui, vorrei dirgli che mi manca e che lo amo davvero tanto. Ma lui adesso ha una storia, che gran paura che ho! Vorrei riconquistarlo, so che lui mi ama, lo ha ammesso ma preferisce per ora la sua attuale ragazza che non lo lascerebbe ( perchè ancora non la conosce bene, secondo me ) Aiutatemi per favore... è il cuore di una donna a pezzi che implora aiuto..

    6 rispostePsicologia10 anni fa
  • Un consiglio, un aiuto, una parola....?

    A tutti capita almeno una volta di soffrire per amore. C'è a chi passa presto e a chi no. Certi amori finiscono, altri invece fanno giri immensi e poi ritornano. La mia storia è finita un anno e mezzo fa, ma non mai del tutto, un legame ci ha sempre tenuto vicini vicini, ci chiamavamo, litigavamo .. io cercavo di dimenticarlo, lui mi rinfacciava che lo avevo lasciato troppe volte con leggerezza, ma mi cercava sempre. Adesso sono io a non poter fare più a meno di lui, vorrei dirgli che mi manca e che lo amo davvero tanto. Ma lui adesso ha una storia, che gran paura che ho! Vorrei riconquistarlo, so che lui mi ama, lo ha ammesso ma preferisce per ora la sua attuale ragazza che non lo lascerebbe ( perchè ancora non la conosce bene, secondo me ) Aiutatemi per favore... è il cuore di una donna a pezzi che implora aiuto..

    4 risposteSalute della donna10 anni fa
  • Un consiglio, un aiuto, una parola....?

    tutti capita almeno una volta di soffrire per amore. C'è a chi passa presto e a chi no. Certi amori finiscono, altri invece fanno giri immensi e poi ritornano. La mia storia è finita un anno e mezzo fa, ma non mai del tutto, un legame ci ha sempre tenuto vicini vicini, ci chiamavamo, litigavamo .. io cercavo di dimenticarlo, lui mi rinfacciava che lo avevo lasciato troppe volte con leggerezza, ma mi cercava sempre. Adesso sono io a non poter fare più a meno di lui, vorrei dirgli che mi manca e che lo amo davvero tanto. Ma lui adesso ha una storia, che gran paura che ho! Vorrei riconquistarlo, so che lui mi ama, lo ha ammesso ma preferisce per ora la sua attuale ragazza che non lo lascerebbe ( perchè ancora non la conosce bene, secondo me ) Aiutatemi per favore... è il cuore di una donna a pezzi che implora aiuto..

    4 risposteFidanzamento e matrimonio10 anni fa
  • Un consiglio, un aiuto, una parola....?

    A tutti capita almeno una volta di soffrire per amore. C'è a chi passa presto e a chi no. Certi amori finiscono, altri invece fanno giri immensi e poi ritornano. La mia storia è finita un anno e mezzo fa, ma non mai del tutto, un legame ci ha sempre tenuto vicini vicini, ci chiamavamo, litigavamo .. io cercavo di dimenticarlo, lui mi rinfacciava che lo avevo lasciato troppe volte con leggerezza, ma mi cercava sempre. Adesso sono io a non poter fare più a meno di lui, vorrei dirgli che mi manca e che lo amo davvero tanto. Ma lui adesso ha una storia, che gran paura che ho! Vorrei riconquistarlo, so che lui mi ama, lo ha ammesso ma preferisce per ora la sua attuale ragazza che non lo lascerebbe ( perchè ancora non la conosce bene, secondo me ) Aiutatemi per favore... è il cuore di una donna a pezzi che implora aiuto..

    2 risposteFilosofia10 anni fa
  • Come diventare neuropsicologo?

    Ciao a tutti, sono una studentessa di psicologia dell'università di Palermo. Vorrei sapere quale percorso di studi devo intraprendere per diventare neuropsicologo. Terminata la laurea di primo livello, denominata con il nuovo ordinamento " scienze e tecniche psicologiche ", per quella di secondo livello è consigliabile "psicologia clinica"? Terminata anche la laurea di secondo livello, devo poi iscrivermi in una scuola per neuropsicologia? Dove si trovano? Aspetto presto vostre risposte.... grazie mille... Adriana

    1 rispostaPsicologia1 decennio fa
  • Come diventare neuropsicologo?

    Ciao a tutti, sono una studentessa di psicologia dell'università di Palermo. Vorrei sapere quale percorso di studi devo intraprendere per diventare neuropsicologo. Terminata la laurea di primo livello, denominata con il nuovo ordinamento " scienze e tecniche psicologiche ", per quella di secondo livello è consigliabile "psicologia clinica"? Terminata anche la laurea di secondo livello, devo poi iscrivermi in una scuola per neuropsicologia? Dove si trovano? Aspetto presto vostre risposte.... grazie mille... Adriana

    1 rispostaSalute mentale1 decennio fa
  • Pressione oculare alta.... a 20 anni?

    Oggi ho fatto la visita oculistica... il medico mi ha detto che va tutto bene, tranne la pressione oculare elevata. 20,8 a sx e 21,1 a dx con soglia limite di 21

    Ho 20 anni e la cosa ha preoccupato un pò l'oculista che mi ha detto essere una patologia che si sviluppa molto più avanti negli anni, al che mi prescritto l'esame del campo visivo...

    Cosa provoca la pressione oculare alta? Quali sviluppi può avere? Che relazione ha con l'età?

    4 risposteOculistica1 decennio fa
  • Datemi, se potete, una spiegazione alla mia storia...?

    Ciao a tutti, questa è la mia storia. Sono una ragazza di 19 anni e da un anno è finita una storia molto importante che è durata tre anni. Definisco questa storia non importante per la sua durata, ma per il tipo di rapporto. Il mio ex era diventato ormai parte integrante della mia vita, indispensabile, qualcosa che andava al di la del semplice fidanzato: amico, confidente, compagno. Nonostante la mia giovane età posso affermare davvero di avere trovato in lui un grande amore.

    Questo grande amore però un anno fa è finito, tra incomprensioni e per il fatto che non curavamo come dovevamo il nostro piccolo amore, che come un seme va curato, monitorato, tenuto sotto controllo, affinchp cresca ne migliore dei modi... ma noi eravamo ( e siamo ) piccoli e il nostro sentimento grande, tanto che a volte ci faceva paura. Comunque sia è finita, ma non del tutto. Dopo un anno non ci siamo distaccati del tutto... tante volte ci siamo cercati, per scaricarci parole a vicenda e per sentire come stava l'altro... alcune volte ci mandavamo a quel paese, altre volte eravamo sul punto di uscire insieme... Abbiamo passato questo anno in modo diverso... Lui è passato da una storia a un'altra, ma durante queste sue storie ha sempre continuato a cercarmi, fino a dichiare che la nostra storia era la nostra storia, nessuna è stata ed è come me e che gli unici attimi di pura felicità erano gli attimi insieme. Io al contrario suo, non ho voluto infilarmi in storie-gioco. Così dopo un anno abbiamo fatto un bilancio... io gli ho detto che non è più possibile continuare in questa situazione e che o ci riproviamo ( magari alla luce del fatto che siamo più grandi, maturi e che ci capiamo e amiamo di più) oppure non dobbiamo mai più sentirci. Lui non ha voluto prendere una decisione... vorrebbe avere sempre la possibilità di chiamarmi e sentirmi, ma io non voglio essere un qualcosa di occasionale. Lui adesso sta insieme a una delle tante ragazze, ma ogni volta che ci incontriamo colgo nei suoi sguardi verso di me qualcosa di veramente intenso, il profumo della nostra storia. Mi ama, ma ha paura... ma chi ama non ha mai paura... e allora cosa dovrei pensare? Come dovrei comportarmi?

    3 risposteAdolescenza1 decennio fa
  • Datemi, se potete, una spiegazione alla mia storia?

    Ciao a tutti, questa è la mia storia. Sono una ragazza di 19 anni e da un anno è finita una storia molto importante che è durata tre anni. Definisco questa storia non importante per la sua durata, ma per il tipo di rapporto. Il mio ex era diventato ormai parte integrante della mia vita, indispensabile, qualcosa che andava al di la del semplice fidanzato: amico, confidente, compagno. Nonostante la mia giovane età posso affermare davvero di avere trovato in lui un grande amore.

    Questo grande amore però un anno fa è finito, tra incomprensioni e per il fatto che non curavamo come dovevamo il nostro piccolo amore, che come un seme va curato, monitorato, tenuto sotto controllo, affinchp cresca ne migliore dei modi... ma noi eravamo ( e siamo ) piccoli e il nostro sentimento grande, tanto che a volte ci faceva paura. Comunque sia è finita, ma non del tutto. Dopo un anno non ci siamo distaccati del tutto... tante volte ci siamo cercati, per scaricarci parole a vicenda e per sentire come stava l'altro... alcune volte ci mandavamo a quel paese, altre volte eravamo sul punto di uscire insieme... Abbiamo passato questo anno in modo diverso... Lui è passato da una storia a un'altra, ma durante queste sue storie ha sempre continuato a cercarmi, fino a dichiare che la nostra storia era la nostra storia, nessuna è stata ed è come me e che gli unici attimi di pura felicità erano gli attimi insieme. Io al contrario suo, non ho voluto infilarmi in storie-gioco. Così dopo un anno abbiamo fatto un bilancio... io gli ho detto che non è più possibile continuare in questa situazione e che o ci riproviamo ( magari alla luce del fatto che siamo più grandi, maturi e che ci capiamo e amiamo di più) oppure non dobbiamo mai più sentirci. Lui non ha voluto prendere una decisione... vorrebbe avere sempre la possibilità di chiamarmi e sentirmi, ma io non voglio essere un qualcosa di occasionale. Lui adesso sta insieme a una delle tante ragazze, ma ogni volta che ci incontriamo colgo nei suoi sguardi verso di me qualcosa di veramente intenso, il profumo della nostra storia. Mi ama, ma ha paura... ma chi ama non ha mai paura... e allora cosa dovrei pensare? Come dovrei comportarmi?

    4 rispostePsicologia1 decennio fa
  • Datemi, se potete, una spiegazione a questa storia?

    Ciao a tutti, questa è la mia storia. Sono una ragazza di 19 anni e da un anno è finita una storia molto importante che è durata tre anni. Definisco questa storia non importante per la sua durata, ma per il tipo di rapporto. Il mio ex era diventato ormai parte integrante della mia vita, indispensabile, qualcosa che andava al di la del semplice fidanzato: amico, confidente, compagno. Nonostante la mia giovane età posso affermare davvero di avere trovato in lui un grande amore.

    Questo grande amore però un anno fa è finito, tra incomprensioni e per il fatto che non curavamo come dovevamo il nostro piccolo amore, che come un seme va curato, monitorato, tenuto sotto controllo, affinchp cresca ne migliore dei modi... ma noi eravamo ( e siamo ) piccoli e il nostro sentimento grande, tanto che a volte ci faceva paura. Comunque sia è finita, ma non del tutto. Dopo un anno non ci siamo distaccati del tutto... tante volte ci siamo cercati, per scaricarci parole a vicenda e per sentire come stava l'altro... alcune volte ci mandavamo a quel paese, altre volte eravamo sul punto di uscire insieme... Abbiamo passato questo anno in modo diverso... Lui è passato da una storia a un'altra, ma durante queste sue storie ha sempre continuato a cercarmi, fino a dichiare che la nostra storia era la nostra storia, nessuna è stata ed è come me e che gli unici attimi di pura felicità erano gli attimi insieme. Io al contrario suo, non ho voluto infilarmi in storie-gioco. Così dopo un anno abbiamo fatto un bilancio... io gli ho detto che non è più possibile continuare in questa situazione e che o ci riproviamo ( magari alla luce del fatto che siamo più grandi, maturi e che ci capiamo e amiamo di più) oppure non dobbiamo mai più sentirci. Lui non ha voluto prendere una decisione... vorrebbe avere sempre la possibilità di chiamarmi e sentirmi, ma io non voglio essere un qualcosa di occasionale. Lui adesso sta insieme a una delle tante ragazze, ma ogni volta che ci incontriamo colgo nei suoi sguardi verso di me qualcosa di veramente intenso, il profumo della nostra storia. Mi ama, ma ha paura... ma chi ama non ha mai paura... e allora cosa dovrei pensare? Come dovrei comportarmi?

    7 risposteSalute mentale1 decennio fa