Lv 42.807 points

Jay

Risposte preferite18%
Risposte667
  • Solo amici o qualcosa di più?

    Ciao! Vi spiego la mia situazione: a marzo scorso ho conosciuto tramite amici un ragazzo che ha cominciato a corteggiarmi fin da subito, da me ricambiato. Mi scriveva sempre, mi chiedeva di vederci (anche se in gruppo)... Dopo un mesetto però di punto in bianco ha perso interesse ed è sparito.

    Per tutta l'estate non ci siamo né visti, né sentiti, finché a fine agosto per caso siamo tornati in contatto. Abbiamo cominciato a sentirci tutti i giorni e lui sembrava di nuovo presissimo, ma per contrattempi vari non ci vedevamo mai (anche se lui mi chiedeva uscite di gruppo e non soli).

    Una sera gli ho dato involontariamente buca e lì lui ha fatto lo scazzato per un po', finché non ci siamo incontrati per strada e allora è ritornato entusiasta come all'inizio. Sono passati quasi due mesi e continuiamo a sentirci ogni giorno, a parlare e lanciarci frecciatine. A volte stiamo ore a chattare e lui mi chiede spesso se al sabato sera mi vedrà in giro, ma tra contrattempi/impegni/distanza (40 km) non ci vediamo mai.

    Però non capisco: siamo solo amici? Se gli piacessi mi avrebbe chiesto di vederci da soli, no?

    Premetto che è un tipo serio; inoltre spesso mi ha detto di trovarsi un po' in soggezione con me. Io vorrei quasi proporgli di vederci tipo per un caffè, ma ho paura che rifiuti... anche perché sono insicurissima e penso sempre che potrebbe avere di meglio.

    Che si fa?

    2 risposteFidanzamento e matrimonio6 anni fa
  • A quale personaggio dei telefilm assomigliate?

    Ciao!

    In quale personaggio dei telefilm vi rivedete?

    Possono anche essere più di uno, ad esempio: io assomiglio tantissimo a JD di Scrubs, ma ho anche una parte più tenebrosa che mi fa venire in mente Roman Godfrey di Hemlock Grove.

    E sono anche un pochino Sherlock Holmes (ovviamente di Sherlock).

    E voi?

  • Mi manca troppo!?

    Ciao! Ho quasi 20 anni e ho avuto una sola relazione che ho troncato dopo due mesi, quattro anni fa. Da allora più niente.

    Single.

    Per un po' non mi ha pesato molto, perché amo la mia libertà. Ci sono stati vari ragazzi che ci hanno provato, poco seri, altri davvero presi. Ma non ricambiavo.

    Poi qualche mese fa ho conosciuto questo ragazzo meraviglioso; ci siamo piaciuti fin da subito. E' la persona che aspettavo da tutto questo tempo: maturo, intelligente, colto; stesso umorismo, stesso modo di pensare, gusti simili, stessi ideali. Anche se non siamo uguali, bensì complementari.

    Il problema è che la sera in cui sembrava che stesse finalmente per accadere qualcosa di serio, dei nostri amici ubriachi hanno rovinato la serata, lui si è arrabbiato e deve avermi associato a quella serata guasta, perché da allora ha perso interesse all'improvviso.

    E' passato un mese e ormai ci sentiamo molto raramente.

    E' finita prima di cominciare.

    Io però sono davvero innamorata di lui perché è la prima persona con cui c'era in ballo qualcosa di reciproco e che poteva diventare serio. Sono depressa perché so che tra noi due a questo punto non ci sarà mai niente e mi sento sola come non mai.

    Ci sono momenti in cui mi rendo proprio conto che lui - che per un po', anche se non stavamo insieme, mi dava tante attenzioni - mi manca. Mi manca avere la persona che amo al mio fianco, mi manca condividere tutto con lui senza paure e lasciare che lui mi faccia entrare nella sua vita.

    2 risposteSingle e appuntamenti6 anni fa
  • Perché la mia amica mi sostituisce sempre?

    Siamo migliori amiche da 17 anni e io le voglio davvero bene, ma allo stesso tempo la odio.

    Abbiamo sempre condviso tante cose, parlato di tutto e avuto un rapporto esclusivo. Solo che lei appena fa amicizia con qualcun'altro mi sostituisce! Salvo alla fine litigare sempr con tutti e quindi tornare da me.

    Lo so che mi vuole bene perché da ubriaca mi ha fatto un discorso bellissimo, ma poi a fatti si dimostra egoista. Esempio: abbiamo cominciato a uscire con un nuovo gruppo e lei è sempre in giro con loro, a volte senza nemmeno invitarmi. Tanto lo so che ci esce solo perché ci sono 2 che ci provano... Usa le persone. E il bello è che mi chiede chi dovrebbe scegliere, senza neanche pensare al fatto che io sono appena stata mollata e ci sto malissimo.

    Si lamenta che io non le parlo dei miei problemi, ma appena lo faccio mi dice che dovrei andare da uno psicologo e parlarne con lui.

    Io a lei ci tengo e non voglio che la nostra amicizia finisca, ma questi suoi comportamenti non li sopporto. Anche perché pur di piacere a tutti cambia e io me ne accorgo che è falsa.

    Solo che se glielo dicessi lei si arrabbierebbe un sacco e sarebbe la fine.

    Che faccio?

    5 risposteAmici6 anni fa
  • Mi sento sola :(?

    Ciao! Ho quasi 20 anni e ho avuto una sola relazione che ho troncato dopo due mesi, quattro anni fa. Da allora più niente.

    Single.

    Per un po' non mi ha pesato molto, perché amo la mia libertà. Ci sono stati vari ragazzi che ci hanno provato, poco seri, altri davvero presi. Ma non ricambiavo.

    Poi qualche mese fa ho conosciuto questo ragazzo meraviglioso; ci siamo piaciuti fin da subito. E' la persona che aspettavo da tutto questo tempo: maturo, intelligente, colto; stesso umorismo, stesso modo di pensare, gusti simili, stessi ideali. Anche se non siamo uguali, bensì complementari.

    Il problema è che la sera in cui sembrava che stesse finalmente per accadere qualcosa di serio, dei nostri amici ubriachi hanno rovinato la serata, lui si è arrabbiato e deve avermi associato a quella serata guasta, perché da allora ha perso interesse all'improvviso.

    E' passato un mese e ormai ci sentiamo molto raramente.

    E' finita prima di cominciare.

    Io però sono davvero innamorata di lui perché è la prima persona con cui c'era in ballo qualcosa di reciproco e che poteva diventare serio. Sono depressa perché so che tra noi due a questo punto non ci sarà mai niente e mi sento sola come non mai.

    Ci sono momenti in cui mi rendo proprio conto che lui - che per un po', anche se non stavamo insieme, mi dava tante attenzioni - mi manca. Mi manca avere la persona che amo al mio fianco, mi manca condividere tutto con lui senza paure e lasciare che lui mi faccia entrare nella sua vita.

    2 risposteSingle e appuntamenti6 anni fa
  • Stufa di essere single&sola?

    Ciao! Ho quasi 20 anni e ho avuto una sola relazione che ho troncato dopo due mesi, quattro anni fa. Da allora più niente.

    Single.

    Per un po' non mi ha pesato molto, perché amo la mia libertà. Ci sono stati vari ragazzi che ci hanno provato, poco seri, altri davvero presi. Ma non ricambiavo.

    Poi qualche mese fa ho conosciuto questo ragazzo meraviglioso; ci siamo piaciuti fin da subito. E' la persona che aspettavo da tutto questo tempo: maturo, intelligente, colto; stesso umorismo, stesso modo di pensare, gusti simili, stessi ideali. Anche se non siamo uguali, bensì complementari.

    Il problema è che la sera in cui sembrava che stesse finalmente per accadere qualcosa di serio, dei nostri amici ubriachi hanno rovinato la serata, lui si è arrabbiato e deve avermi associato a quella serata guasta, perché da allora ha perso interesse all'improvviso.

    E' passato un mese e ormai ci sentiamo molto raramente.

    E' finita prima di cominciare.

    Io però sono davvero innamorata di lui perché è la prima persona con cui c'era in ballo qualcosa di reciproco e che poteva diventare serio. Sono depressa perché so che tra noi due a questo punto non ci sarà mai niente e mi sento sola come non mai.

    Ci sono momenti in cui mi rendo proprio conto che lui - che per un po', anche se non stavamo insieme, mi dava tante attenzioni - mi manca. Mi manca avere la persona che amo al mio fianco, mi manca condividere tutto con lui senza paure e lasciare che lui mi faccia entrare nella sua vita.

    2 risposteSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Preferiscono la mia amica a me?

    Ciao a tutti!

    C'è questa mia amica che conosco da 17 anni e con cui ho un rapporto bellissimo; non siamo le classiche ragazze che si riempiono di melensaggini e a volte è un po' dura (perché è quel genere di persona che si mostra dura a tutti i costi), però molto spesso mi dice che sono una sorella per lei, la persona alla quale tiene di più, la sua unica vera amica, e per me è la stessa cosa.

    Il problema è che mi ritrovo a invidiarla moltissimo perché lei è molto socievole, quindi quando usciamo in gruppo tutti vogliono lei e mi lasciano da parte! Abbiamo girato in vari gruppi ed è SEMPRE stato così.

    Io sono introversa e un po' timida, faccio fatica ad aprirmi subito con le persone, ma se mi sento a mio agio scherzo volentieri. Cioè, se esco con una compagnia di persone che non conosco magari me ne sto silenziosa ad osservare prima di buttarmi, ma quando prendo confidenza poi vado d'accordo con tutti e vengo reputata simpatica.

    La mia amica invece riesce fin da subito a catalizzare l'attenzione di tutti su di lei, parla e scherza anche con chi conosce poco, anche con i ragazzi. Non è il tipo che ci prova con tutti, assolutamente, però le viene così naturale prendere subito confidenza che sembra sempre stia flirtando, e tutti i ragazzi le cadono ai piedi. Ma anche le ragazze preferiscono lei a me.

    Così tutte le volte finisco sempre per diventare "l'amica di ...", invece che essere me stessa, e vivo nella sua ombra.

    Io sono stufa e ci resto sempre malissimo!

    4 risposteAmici7 anni fa
  • Dichiararsi a lui o no?

    Un mese fa ho conosciuto un ragazzo che ci provava, al punto da dirmi che durante la serata aveva provato a cercarmi su fb ma senza trovarmi e cose simili.

    Alla fine l'ho cercato e lui mi ha scritto. Poi per qualche giorno non ci siamo più sentiti, finché non ho deciso di farmi coraggio e cercarlo io. Mi ha chiesto di vederci (in gruppo) il giorno seguente. La serata è andata abbastanza bene, lui è stato tutto il tempo con me anche se era un po' scazzato, e infatti il giorno dopo si è scusato. Ci sentivamo sempre più spesso, quasi ogni giorno, era sempre lui a scrivermi, oltre a chiedermi di vederci ogni sabato.

    Così dovevamo vederci due sabati fa, ma mi ha dato buca perché malato; per tutta la settimana ci siamo sentiti e lui continuava a dirmi di vederci questo sabato, di non dargli buca, ecc.

    Ci siamo visti e all'inizio tutto bene, ma poi è stato abbastanza distaccato e mi ha presentato un suo amico; quando gli ho chiesto perché, ha detto "perché è un tipo simpatico, un bel ragazzo" come se volesse sbolognarmelo. Io ci sono rimasta male e gli ho detto che dovevo parlargli, ma non ne ho avuto il coraggio perché era scazzato. Intanto mi sono sfogata con un suo amico che mi ha promesso di indagare. L'amico gli ha chiesto se gli interesso, ma lui me l'ha riferito dicendomi che probabilmente il suo amico voleva provarci con me. Io gli ho detto che so il vero motivo della domanda, ma di lasciar perdere.

    Vorrei dichiararmi ma ho paura di ricevere un rifiuto. Che faccio?

    1 rispostaSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Che faccio, mi dichiaro?

    Un mese fa ho conosciuto un ragazzo che ci provava, al punto da dirmi che durante la serata aveva provato a cercarmi su fb ma senza trovarmi e cose simili.

    Alla fine l'ho cercato e lui mi ha scritto. Poi per qualche giorno non ci siamo più sentiti, finché non ho deciso di farmi coraggio e cercarlo io. Mi ha chiesto di vederci (in gruppo) il giorno seguente. La serata è andata abbastanza bene, lui è stato tutto il tempo con me anche se era un po' scazzato, e infatti il giorno dopo si è scusato. Ci sentivamo sempre più spesso, quasi ogni giorno, era sempre lui a scrivermi, oltre a chiedermi di vederci ogni sabato.

    Così dovevamo vederci due sabati fa, ma mi ha dato buca perché malato; per tutta la settimana ci siamo sentiti e lui continuava a dirmi di vederci questo sabato, di non dargli buca, ecc.

    Ci siamo visti e all'inizio tutto bene, ma poi è stato abbastanza distaccato e mi ha presentato un suo amico; quando gli ho chiesto perché, ha detto "perché è un tipo simpatico, un bel ragazzo" come se volesse sbolognarmelo. Io ci sono rimasta male e gli ho detto che dovevo parlargli, ma non ne ho avuto il coraggio perché era scazzato. Intanto mi sono sfogata con un suo amico che mi ha promesso di indagare. L'amico gli ha chiesto se gli interesso, ma lui me l'ha riferito dicendomi che probabilmente il suo amico voleva provarci con me. Io gli ho detto che so il vero motivo della domanda, ma di lasciar perdere.

    Vorrei dichiararmi ma ho paura di ricevere un rifiuto. Che faccio?

    1 rispostaSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Gli scrivo o lascio perdere?

    Ciao a tutti!

    Sono preda di un dilemma: sabato scorso ho conosciuto un ragazzo; mi è piaciuto fin dall'inizio, e stranamente, gli sono piaciuta pure io (ci provava spudoratamente). Siamo rimasti con la promessa di sentirci, e effettivamente lunedì è successo. Lui mi ha scritto e abbiamo chattato per due ore e mezza, parlando del più e del meno e scherzando anche.

    Dopo lunedì, però, non si è più fatto vivo, nonostante mi abbia detto "ci sentiamo". Oggi è giovedì e non so cosa fare.

    Dovrei scrivergli io (non dico proprio oggi, ma magari domani, così lascio passare un altro giorno senza sembrare appiccicosa)? Oppure lascio perdere?

    Vorrei vedere se mi scrive ancora lui, ma ho paura che senza sentirmi per un po' possa perdere l'interesse - sempre che non l'abbia già perso - e poi dopodomani e sabato e so che andrà ad una festa... Il che significa che potrebbe conoscere un'altra.

    Insomma: cosa mi consigliate?

    4 risposteSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Perché mi innamoro di chi non conosco?

    Ciao a tutti!

    Ho quasi 20 anni e alle spalle solo una relazione di due mesi. La cosda mi preoccupa molto. Non è che mi manchino i pretendenti, cioè, non ne ho a migliaia ma qualcuno c'è; il problema è che non è mai chi mi interessa. Tutti mi dicono che dovrei sempre dare una possibilità a chi è interessato a me, e qualche volta ci ho provato (il mio fidanzamento di due mesi è stata una di queste volte), ma non sono in grado di mentire né a me, né agli altri: se uno non mi piace, non mi piace.

    Ad ogni modo il mio problema è che tendo ad innamorarmi di chi neanche conosco. Mi capita spessissimo di incontrare qualcuno (magari qualche collega universitario che frequenta i miei corsi) e "innamorarmene". So che non si tratta di amore, certo, eppure continuo a perdere il mio tempo così. Mi fisso per mesi su qualcuno, faccio milioni di viaggi mentali per ogni sguardo che mi rivolge, cerco delle occasioni per conoscerlo, ma più ne cerco, meno ne trovo; poi giustamente questo qualcuno conosce un'altra ragazza, ci fa amicizia, e poi magari si mettono insieme. E nel frattempo tutto ciò mi passa sotto gli occhi e io mi trovo a rodere dall'invidia. E ogni volta mi sento sempre più sola.

    Oltretutto c'è anche da dire che sono molto timida e abito in un paese piccolo, quindi è difficile per me conoscere tanti ragazzi nuovi.

    Perché?!

  • Ma secondo voi gli interesso almeno un po'?

    Ciao a tutti!

    Vi spiego il mio "problema": sono al primo anno di università, ed esattamente alla fine del primo semestre. Frequento le lezioni tutti i giorni, ormai i miei compagni di corso li conosco.

    Ma, circa un mesetto fa, ne è comparso uno nuovo.

    Per tutta la lezione ho avuto l'impressione che mi guardasse, e non era solo un'impressione, cioè, lo vedevo proprio che mi fissava in continuazione; e se cominciavo io a guardarlo, certe volte non distoglieva nemmeno lo sguardo.

    Comunque sia, quella volta mi ha incuriosito, ma poi tra le vacanze di natale, una cosa e l'altra non l'ho più visto e mi è completamente passato di mente.

    Da due settimane però mi capita di vederlo quasi quotidianamente, e la mia impressione è stata confermata, perché continua a guardarmi. Quando entra in aula, durante le lezioni, per i corridoi... Anzi, una volta mi ha pure mezzo sorriso.

    Non ci siamo mai parlati, ma del resto non parla mai con nessuno. E' sempre solo.

    Inutile dire che mi ero ormai persa in castelli mentali di ogni tipo, mi ero convinta di potergli piacere, così ho indagato un po' su di lui e...

    ... ho scoperto che ha la ragazza, e anche da un paio d'anni.

    E non solo, ma la sua ragazza frequenta la nostra stessa facoltà (anche se evidentemente non è una frequentante perché non l'ho mai vista, e non è mai con lui).

    Ma allora che significa tutto ciò?

    Mi sono illusa come al solito, vero?

    2 risposteSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Voglio farla finita.?

    Ho 19 anni e sto male.

    Non ho mai avuto un carattere facile, faccio fatica a socializzare con le persone e tendo sempre ad estraniarmi nel mio mondo. Sto male in mezzo a tanta gente, ma anche in solitudine. Sto sempre male.

    Da quando ho 16 anni sono emotivamente instabile, passo periodi di depressione più o meno lunghi e ogni volta è sempre peggio. L'anno scorso sono stata autolesionista e anche adesso resistere alla tentazione di farsi del male è difficile. Penso spesso al suicidio.

    Odio i cambiamenti. Ho appena cominciato l'università ma mi sembra di andare alla deriva, non mi ci trovo, e soprattutto so che anche dopo aver finito la laurea (sempre si ci arriverò) non avrò un futuro. La mia vita mi sembra un grande punto interrogativo in mezzo alla nebbia e non riesco a trovare la strada. Sogni ne ho, ma so che non riuscirò a realizzarli perché sogno troppo, ma in realtà non ho abbastanza carattere per fare qualcosa di sensato.

    Ogni sera prego Dio (anche se di norma sono atea, ma la disperazione mi porta a tentare anche questo) perché mi faccia morire durante la notte, e lascio una lettera d'addio sul comodino. Eppure continuo a svegliarmi. Vorrei davvero morire, così tutti i miei problemi finirebbero. Vorrei farla finita, ma non ne ho il coraggio.

    Vorrei non svegliarmi più.

    Tutti dicono che la vita è bella, ma non è così. O almeno, la mia non lo è per niente.

    8 risposteSalute mentale7 anni fa
  • Come cambiare il piercing helix?

    Ciao a tutti!

    Circa due mesi e mezzo fa ho fatto un piercing all'helix, l'ho sempre curato, disinfettandolo e tutto.

    oggi ho comprato un piercing curvo, di quelli con le due palline che si svitano, e volevo metterlo.

    Appena ho tolto però il piercing vecchio (non l'avevo mai tolto prima perchè temevo non si fosse ancora cicatrizzato), con un po' di fatica, mi è uscita qualche goccia di sangue.

    Dopo aver pulito tutto e disinfettato il piercing, ho provato a infilarlo, però non riesco a farlo uscire dietro e fa abbastanza male!

    Come faccio? E' normale? Il piercing è leggermente più spesso dell'orecchino che ho ora, secondo me, ma non molto!

    Grazie :)

    1 rispostaPelle e corpo - Altro8 anni fa
  • Curare piercing helix?

    Ciao a tutti!

    Due settimane fa ho fatto il mio primo piercing, all'helix. Purtroppo l'ho fatto con la pistola (so che non si dovrebbe fare ma non esistono piercer o gente che lo fa con l'ago dalle mie parti -.-); la prima settimana è andato tutto bene, non mi ha mai fatto male anche se andando dalla parrucchiera me l'hanno strapazzato un po'.

    Poi però ci ho dormito sopra per sbaglio e da quel giorno si è gonfiato un po' e fa delle specie di crosticine beige chiare attorno al buco. L'ho sempre disinfettato con l'acqua ossigenata anche se molto delicatamente perché non osavo toccarlo, poi ieri nel tentativo di farlo sgonfiare l'ho spinto indietro e ho fatto cadere una goccia di acqua ossigenata tra l'orecchio e la parte dietro. Risultato? Si è formata una specie di schiumetta giallina (ma non dolorosa).

    Oggi comunque era molto meno gonfio e quasi per niente rosso, non mi faceva nemmeno male. Però se lo tocco fa un po' male e sento che c'è ancora un po' di gonfiore.

    E' normale? Cosa devo fare? Devo girarlo o no? E le crosticine?

    Grazie!

    1 rispostaModa e accessori8 anni fa
  • Disastro dalla parrucchiera?!?

    Ciao a tutti! Stamattina sono andata dalla parrucchiera e me ne sono pentita infinitamente.

    Tolto il fatto che me li ha tagliati troppo corti, il vero problema è il colore. Vi spiego.

    Al naturale ho i capelli castani con riflessi dorati, né troppo scuri, né troppo chiari.

    Un paio di mesi fa dal parrucchiere (un altro) ho fatto delle mèches biondissime, e sono venute bene, di un colore quasi platinato ma comunque molto lucido e senza aver rovinato il capello.

    Oggi ho detto "Dai, proviamo quest'altra parrucchiera com'è!".

    Ho deciso di farli tutti di quel bel biondo chiaro (fate conto che ho i capelli molto corti, tipo taglio punk). La parrucchiera però aveva altro in mente, si è rifiutata di farmi quel colore e me ne ha fatto uno più scuro, una specie di color caramello-arancione che mi stava malissimo. Oltretutto alcuni capelli erano pure rimasti castani.

    Rendendosi conto dell'errore, ha usato pure un decolorante (che tra l'altro bruciava da morire la cute). I capelli ai lati e dietro, che sono rasati, sono diventati biondo platino... quelli sopra sono rimasti arancioni. Vedendo la situazione mi ha fatto UN'ALTRA TINTA, una specie di biondo cenere freddo, che però non ha preso.

    Risultato? Ora ho i capelli troppo corti, sotto platinati e sopra sul color polenta e con la stessa consistenza della paglia. Alè, rovinati.

    Il bello è che invece dei 30 euro previsti me ne ha chiesti 60 per tutte le tinte che ha fatto... ma se è lei che ha sbagliato!!! Secondo voi mi sarei dovuta rifiutare di pagare il sovrapprezzo di 30 euro?!

    4 risposteAcconciature8 anni fa
  • Non mi riconosco con questi capelli! :(?

    Ciao!

    Stamattina sono andata dal parrucchiere tutta estasiata perché volevo provare delle mèches di colori strani; purtroppo non le avevano, così all'ultimo momento mi sono lasciata tentare dal biondo, e le ho fatte bionde abbastanza chiare (ma non platino, eh).

    Io al naturale ho i capelli castani non troppo scuri, ma li ho tinti molte volte, ad esempio di nero o rosso. E sono sempre stata soddisfatta.

    Invece appena ho visto i miei nuovi capelli quasi completamente biondi (mi hanno fatto davvero tante meches), ho pensato: "Ma chi è quella nello specchio?".

    Il colore non è brutto, è fatto bene, e non sto nemmeno male... eppure non mi ci vedo molto, non mi rispecchia! :(

    Ora aspetterò mi ricrescano i capelli (avendoli cortissimi in pochi mesi dovrei farcela), poi se continuo a non piacermi farò una tinta più scura.

    A voi è mai capitato qualcosa di simile (non necessariamente colore, anche taglio)?

    4 risposteAcconciature8 anni fa
  • Meches verdine o rosa?

    Ciao!

    Domani vado dal parrucchiere e pensavo di fare delle meches strane, tipo verde o verde acqua o un bel rosa acceso. Però sono ancora indecisa!

    Potete aiutarmi?

    1) Quale dei due colori mi consigliate? (considerando che io ho i capelli castani né troppo scuri, né troppo chiari)

    - http://resources3.news.com.au/images/2011/12/18/12...

    - http://media-cache-ec4.pinterest.com/upload/125256...

    O avete qualche altro colore da propormi (però non blu o viola scuro perché avevo già provato delle tinte e non mi stavano particolarmente bene). Tenete conto che ho i capelli cortissimi tipo P!nk, quindi anche i colori accesi non diventano troppo volgari.

    2) Quanti lavaggi durano dei colori simili?

    3) Una volta sbiadite, le meches diventano platino o bianche perché i capelli sono decolorati, vero?

    Grazie mille!

    4 risposteAcconciature8 anni fa
  • Meches verdine/verdi acqua?

    Ciao! ^^

    Nei prossimi giorni andrò dal parrucchiere e volevo provare a fare delle mèches di qualche colore particolare... mi piace da morire questo verdino/verde acqua: http://www.donnaclick.it/images/fotogallery/201210...

    O questo azzurro: http://www.dyou.it/it/sites/www.dyou.it.it/files/k...

    O anche questo fucsia: http://media-cache-ec4.pinterest.com/upload/125256...

    Anche se in generale sono più per il primo colore (o uno molto simile, comunque sul verde acqua).

    La mia domanda è: quanto dura un colore simile? Perché ho sentito dire che dura veramente pochissimi lavaggi, anche solo uno o due. E' vero? E quali colori (di quelli così strani, non quelli naturali intendo) durano di più? In media quanti lavaggi?

    Grazie mille! ^^

    3 risposteAcconciature8 anni fa
  • La mia voce non c'è più... rimedi?

    Salve popolo di Answers!

    Da martedì mi sono presa un brutto maldigola :( Di solito mi si abbassa la voce poco e dura un paio di giorni, ma adesso sono già al terzo giorno di "malattia" e la mia voce è ancora bassissima! Faccio davvero fatica a parlare fin dal primo giorno, i toni acuti non esistono più e la voce continua ad andare su e giù. Per il resto non ho tosse e ogni tanto mi fa male deglutire.

    Sto provando di tutto; medicine, latte caldo con miele, bastoncini di liquirizia, caramelle varie per la gola, propoli, sciarpe... ma la situazione non è migliorata per niente, anzi!

    E' normale? Cosa posso fare ancora?

    Quanto tempo ci vuole prima che mi torni almeno un minimo di voce?

    Grazie! :)

    3 risposteSalute - Altro8 anni fa