Lv 56.494 points

Stefanob

Risposte preferite56%
Risposte478

http://www.budoblog.it

  • L'arte marziale/sport da combattimento che pratichi è come...?

    Buongiorno e buon 2016 a tutti.

    Voglio semplicemente chiederti a quale oggetto assoceresti la disciplina che ti appassiona e perché ti è venuto in mente. Quali sono le caratteristiche, il significato che accomuna quell'oggetto con l'arte che pratichi?

    Grazie in anticipo.

    P.S: ad esempio io associo l'Aikido stile Tendoryu al bambù, per una serie di motivi... tipo flessibilità, adattamento e forza interiore.

    9 risposteArti marziali5 anni fa
  • SSS2: quali sono i pro e contro dell'arte marziale o sport da combattimento che pratichi e/o insegni?

    Sondaggio di Santo Stefano n°2: è da alcuni mesi che non bazzico su queste pagine, fonte di grande riflessione e ispirazione in passato, e avrei piacere di conoscere chi pratica cosa, oltre magari a indicarmi cortesemente i pro (punti di forza/vantaggi) ed eventuali contro (limiti/mancanze) che hai riscontrato in questi mesi/anni di pratica/insegnamento.

    Anche qui avrei cortesemente bisogno (anche) del tuo aiuto per raccogliere quante più idee, spunti, pareri diversi relativi alle diverse discipline tradizionali marziali e sport da combattimento.

    Grazie sin da ora per la collaborazione.

    7 risposteArti marziali5 anni fa
  • SSS1: quale parola ti viene in mente per prima pensando/spiegando l'arte marziale che pratichi o insegni?

    Sondaggio di Santo Stefano n° 1: avrei cortesemente bisogno (anche) del tuo aiuto per raccogliere quante più idee, spunti, pareri diversi relativi alle diverse discipline tradizionali marziali e sport da combattimento.

    Quindi ti chiedo se, istintivamente, puoi rispondere alla domanda indicando qual è la prima parola che assoceresti spiegando a un ignorante ciò che pratichi/insegni. Potrebbe essere un aggettivo, un beneficio che hai ricevuto, una caratteristica, un pregio, ecc. ecc. scegli tu.. ma senza pensarci troppo!

    Grazie sin da ora per la collaborazione.

    5 risposteArti marziali5 anni fa
  • Arti marziali tradizionali e moderne: passatempo, sport o "via"?

    Dai vari stili di gong-fu alla muay-thai, dalla boxe al karate-do, dall' MMA al penjat silat e mille altre ancora ne vorrei citare (ma è quasi pronta la cena, non vogliatemene), per quale motivo hai intrapreso e continui praticare la disciplina da te scelta (potrebbero essere anche diversi...)?

    Grazie e buona serata a tutti

    1 rispostaArti marziali5 anni fa
  • Anche tu sei alle prime armi... e con quali armi?

    Buongiorno a tutti, oggi mi sono svegliato presto con l'adrenalina e la gioia di un bambino negli occhi, spinto dall'impazienza di partecipare a un seminario dalle mie parti che verterà sull'uso del tessen/ogi (ventagli), armi che ho sempre sognato di utilizzare non solo per rinfrescarmi nella calda stagione :-)

    Inoltre avrò la possibilità di cogliere dall'esperienza di un grande Maestro di Bugei le basi tecniche e i principi di altre armi quali "jutte" (usato una sola volta), "hishigi" (bastoni corti) e infine "nawa" (corda), mai usati... e non vedo l'ora!

    A te è mai capitato, di ritrovare quel mix di paura ed entusiasmo che ti ha probabilmente accompagnato il primo giorno nel dojo? Magari anche tu con l'utilizzo di qualche "nuova arma" da combattimento?

    Racconta, racconta... oppure puoi benissimo condividere qui quali armi conosci e quali invece ti piacerebbe marzialmente approfondire.

    Grazie in anticipo e buona domenica!!

    6 risposteArti marziali6 anni fa
  • I no naka no kawazu, taikai wo shirazu?

    Una rana in un pozzo non può concepire l’oceano.

    Cosa significa? è solo una metafora sulla visione ristretta del mondo data da un’esperienza limitata.

    Ognuno di noi pensa di sapere molto - che può essere rivolto al proprio campo lavorativo, personale o marziale - ma quanto non sappiamo della grandezza del mondo situato al di fuori della nostra conoscenza?

    Scrivi ciò che vuoi sottoforma di esperienza personale limitata a uno o più stili o arti marziali, oppure un tuo semplice pensiero al riguardo di questa metafora. Buona riflessione e buona serata

    4 risposteArti marziali6 anni fa
  • Aikido & Uin Ciù... hai mai provato anche tu?

    Venerdì sera ho invitato un maestro di Ving Tsun (o Wing Chun dipende dalla scuola) a tenere una lezione introduttiva/di confronto per gli aikidoka del mio dojo... ed è stato un bell'esperimento! Tante diversità com'è giusto che sia (non solo sul piano tecnico) ma anche tanti punti in comune sui cui riflettere e lavorare insieme.

    La mia domanda è: hai mai provato ad accostare/confrontare sul campo due discipline all'apparenza così distanti? E com'è andata? Racconta racconta... e buona settimana

    1 rispostaArti marziali6 anni fa
  • Anche tu usi molto le anche? Quanto è importante il ruolo di questa parte del corpo per un marzialista o combattente... e come la alleni?

    Ieri ho studiato qualche esercizio col fidanzato di mia sorella, praticante di MMA e ho notato molta affinità del lavoro con le anche che sto facendo agli aikidoka del mio dojo, con i colpitori. Sembrerà paradossale ma non lo è affatto, per come lo intendo io l'Aikido è tutt'altro che un balletto o una collaborazione tra partner: uno attacca e l'altro si difende, seriamente ma con il sensato autocontrollo. Il mio è solo un esempio e potrei portarvene molti altri, ma gradirei un vs parere e magari sprazzo di esperienza sul campo su come allenate l'uso delle anche nella vs disciplina.

    Grazie e buona settimana.

    10 risposteArti marziali6 anni fa
  • Iniziato bene l'anno, colleghi?

    Ciao marzialisti, spero sia iniziato bene questo nuovo anno!!! Molte persone ti avranno già fatto gli auguri e probabilmente tutti più o meno uguali: "buon anno", "buon 2014", "tanti auguri...." ecc. ecc.

    Io invece voglio augurarti qualcosa di diverso, qualcosa di speciale così come l'ho pensato in questa prima (faticosa ma positiva) giornata di rientro al lavoro. In genere quando finisce un periodo di vacanza, quando si stacca la famosa spina dalla routine, quando si torna sui banchi di scuola oppure al lavoro, emerge la celebre sindrome o stress da "rientro". Mi è capitato molte volte in passato... ma non oggi! Vuoi sapere perché?

    Io penso a vivere al meglio ogni singolo giorno di questo 2014 e sono certo che sarà un bellissimo anno!!! A cominciare dall'operazione che poco fa mi hanno confermato per il 27 gennaio e che mi terrà fermo dalle attività marziali per un paio di mesi. Nulla di grave, un menisco che ha deciso di rompersi (quasi inaspettatamente) alla vigilia delle feste... Prenderò come al solito l'occasione per migliorare qualcosa, perché sono convinto che ci sia sempre da lavorare su se stessi, sei d'accordo?

    Buona ripresa delle attività marziali (qualora vi sia stata una pausa), con l'augurio che anche questo nuovo anno continui a darti soddisfazioni o farti trovare ciò che stai cercando...

    7 risposteArti marziali7 anni fa
  • Domanda di fine anno: i tuoi passi nel "do" per il 2014?

    Ciao a tutti e a tutte,

    con questa domanda chiudo il mio personale contributo per questo 2013 a mio avviso cruciale in cui ho scavato dei veri solchi nel cammino intrapreso nelle AM: dal consolidamento della "via" del Tendoryu nella pratica dell'Aikido all'efficacia della sperimentazione nel gruppo di studio Iaido, passando per il crescente e soddisfacente impegno in BudoBlog, il portale che gestisco inerente le arti marziali sulla via della pace. Mi auguro di tutto cuore che anche il tuo 2013 sia stato un ennesimo anno da incorniciare, marzialmente parlando.

    E per il 2014, cosa aspettarsi? Quali obiettivi, quali passi compiere nel "do" o "tao" che hai iniziato? Io i miei li conosco già e con estrema gioia abbinata ad assoluta calma non vedo l'ora di compierli…

    Quali sono i tuoi passi, cosa speri (o meglio credi) di ottenere nell'arco dell'imminente prossimo anno? Quali migliorie tecniche, fisiche, mentali o spirituali vuoi ottenere?

    A te la parola, nel frattempo un semplice ma sincero BUON ANNO NUOVO!!!

    6 risposteArti marziali7 anni fa
  • Test: chi è il tuo Maestro...?

    ...spirituale, fonte di inestimabile saggezza, che ti ha dato e ti sta dando molto con le sue parole, il suo esempio di vita, la sua grande forza interiore?

    Tale persona (che personalmente non definirei "idolo") potrebbe benissimo coincidere col tuo Maestro di arti marziali: nel mio caso non lo è... e nel tuo?

    Intendo un personaggio del nostro tempo o di qualunque altra epoca che per te è un simbolo di Grande saggezza (altro che qui su Answer, noi siamo talmente piccoli a confronto :-) Una saggezza che è patrimonio dell'umanità molto più di qualsiasi riconoscimento dell'Unesco. Una saggezza che "volendo" possiamo fare nostra e applicarla nel vissuto quotidiano, nel nostro "do" (e qui includo anche il percorso marziale).

    Di esempi ve ne sono a decine, giusto per citarne alcuni: da Mahatma Gandhi a Siddharta Gautama, da Tenzin Gyatso a Papa Francesco, da Khrisnamurti a Nelson Mandela, da Bruce Lee a Pinco Pallino.

    Grazie in anticipo e buona settimana a tutti!!

    11 risposteArti marziali7 anni fa
  • Cintura nera: anche tu sognavi di ottenerla...?

    .. o ancora stai sognando che un giorno sarà tua?

    Quando iniziai karate nel 1994 sinceramente io la desideravo ardentemente, per poi scoprire che... ?!? Non voglio raccontarti la mia storia, mi interessa sapere quanta importanza dai a uno dei simboli delle arti marziali, l'ambita cintura nera.

    Semplice sondaggio:

    1) quanti anni hai impiegato per ottenerla (o quanti ne stai impiegando)?

    2) quando hai iniziato in quanto tempo speravi (o stai sperando) di ottenerla?

    3) quali ostacoli hai dovuto superare, ci sono stati alti e bassi oppure tutto è filato (o sta filando) liscio come l'olio?

    Grazie mille, puoi aggiungere ciò che vuoi per rendere più completa e chiara la tua risposta.

    15 risposteArti marziali7 anni fa
  • Caro utente, anche tu pratichi coi piedi o...?

    ... non te ne frega niente?

    Non è una provocazione anche se qualcuno saprà intuire la sottigliezza del doppio senso.. ora mi spiego.

    Nelle arti marziali giapponesi esiste un lavoro, spesso poco approfondito, relativo al corretto uso dei piedi. Mi riferisco a ciò che conosco dopo anni di studio e pratica - karatedo, aikido e iaido - ma credo vi sia un lavoro simile anche nel kendo e nello judo. Idem mi riferisco anche al "footwork", che di certo alcuni di voi conosceranno molto meglio del sottoscritto.

    Ashi-sabaki (spostamenti/movimenti dei piedi) e i più noti tai-sabaki (relativi al corpo) sono qualcosa che sorge dal contatto con la terra, grazie alla sensibilità e abilità del budoka nell'utilizzare le proprie estremità inferiori. Un corretto e consapevole spostamento dei piedi ci permette maggior libertà di movimento, equilibrio e stabilità, sia esso un kihon, un kata o un combattimento.

    Quanto ritieni importante e in che modo studi nel dojo (o "kwoon" per amor di precisione :-) questo aspetto? Pratichi con i piedi, o non te ne frega alcunché?

    Grazie in anticipo, sono proprio in vena di domande facili facili...

    12 risposteArti marziali7 anni fa
  • Sondaggio: quali sono le 7 NON-virtù del Samurai moderno?

    Nel codice del Bushido vi sono 7 principi morali o virtù che il bushi (o samurai) doveva seguire/avere:

    1) Gi: onestà e giustizia

    2) Yu: eroico coraggio

    3) Jin: compassione

    4) Rei: gentile cortesia

    5) Makoto o Shin: completa sincerità

    6) Meyo: onore

    7) Chugi: dovere e lealtà

    Al giorno d'oggi è assai difficile (ma non impossibile) seguire questo codice comportamentale però mai come in questi ultimi anni sto riscontrando sempre più persone, nel web e soprattutto off-line, compresi praticanti e maestri (o presunti tali) di arti marziali, che sembrano sposare il contrario di queste virtù :-(

    Dall'ipocrisia alla violenza (non per forza fisica), dalla superbia all'invidia, dall'odio alla bramosia, molte possono essere le NON-virtù del moderno Samurai (o presunto tale). Sono solo le prime che mi sono venute in mente, in realtà ne puoi trovare molte altre.

    In questo sondaggio ti chiedo cortesemente di menzionarne 7, magari spiegando il perché alla luce di esperienze e conoscenze. Grazie e buona giornata!

    7 risposteArti marziali7 anni fa
  • Quanto è importante per te il fondatore...?

    .. dell'arte marziale che pratichi? E perché, ovvero cosa hai trovato in lui/lei?

    Ammesso che ve ne sia uno, in caso contrario puoi benissimo disquisire della persona ritenuta fondamentale per la crescita e la diffusione dell'arte marziale da te studiata. Molto semplicemente senza tale illustre persona non saresti qui a parlarne...

    Giusto per citare qualche esempio di fondatore o riconducibile ad esso:

    - Morihei Ueshiba fondatore dell'Aikido

    - Jigoro Kano fondatore del Kodokan Judo

    - Gichin Funakoshi considerato il padre del Karate moderno (fondatore stile Shotokan)

    - Bruce Lee ideatore del Jeet Kune Do

    - Ng Mui secondo la leggenda creatrice del Wing Chun (mentre Walter del Uin Ciù :-)

    - Choe Hong-hui considerato il padre del Tae-Kwon-Do moderno (giusto Rocket man?)

    - Miyamoto Musashi figura ispiratrice dell'arte della spada, anche se ogni stile di Iaido e Ken-Jutsu ha il proprio fondatore

    Sarei altresì curioso di sapere se nel tuo dojo, kwon o dojang che dir si voglia esiste il lato d'onore che nel budo è detto "kamiza".

    Grazie.

    8 risposteArti marziali7 anni fa
  • Siete pronti al nuovo leader? Complimenti Rocket man!?

    Mi congratulo in anticipo con rocket man che ha saputo scalare la classifica grazie a una presenza costante in questa sezione e che tra poco ne sarà il nuovo leader.

    Complimenti, oltre a essere un abile praticante di Tae-kwon-do (da quel che ho dedotto lo pratica da molti anni e immagino sia bravo, mi piacerebbe magari vedere il video di un incontro o una lezione, che sono certo confermerebbe questa mia ipotesi :) è anche un tuttologo nelle arti marziali.

    Oltre a essere un esperto ricercatore su Google di palestre, corsi e orari "sembra" anche un esperto praticante di tutte le discipline orientali (magari le ha praticate tutte, aikido compreso), peccato però che nessuno si sia mai preso la briga di opinare le sue millanterie.

    Non pensate male, sono serissimo nel dire che non ce l'ho affatto con rocket man, sono a ribadire che è stato bravo a farsi spazio (per quel che può contare un 1° posto) in uno spazio web di questo tipo. Però che tristezza, che delusione il mondo delle arti marziali propinato nel web, il problema è che le persone che vi stanno dietro sono reali e sto sempre più perdendo fiducia nel genere umano.. certi aikidoka compresi...

    Io sono pronto al nuovo leader.. e tu?

    10 risposteArti marziali7 anni fa
  • Question of Sunday: che problemi hai risolto?

    (ndr: "Domanda della Domenica" usurpata al leader della sezione, in attesa che riprenda a farle :-)

    C'è chi inizia per semplice curiosità, chi per imparare a difendersi, chi immagina di poter fare un giorno tecniche acrobatiche alla Matrix, chi per spirito di competizione... ma c'è una buona fetta di persone, riscontrata dalle sempre più numerose richieste degli ultimi anni, che vuole iniziate Arti marziali (ma anche sport da combattimento io credo) per RISOLVERE UN PROBLEMA.

    Nel mio caso ho iniziato aikido spinto dalla necessità di stare meglio fisicamente (protrusioni discali lombo-sacrali) e nel proseguo della pratica ho risolto anche problemi di altra natura... nel tuo caso invece? Ti chiedo gentilmente di fare un semplice elenco oppure citare ciò che principalmente hai risolto, senza sentirti in obbligo (o per guadagnare 10 miseri punti) di entrare in dettagli troppo personali, grazie.... e buona domenica!

    8 risposteArti marziali7 anni fa
  • Domanda NON per tutti: hai imparato a difenderti?

    La domanda è semplicissima ma se la leggi attentamente forse ti sarà difficile trovare una risposta... Grazie all'arte marziale o sport da combattimento che stai praticando/studiando hai imparato a difenderti... NON in senso fisico?

    Puoi storcere il naso e pensare "che cacchio stai dicendo?" oppure prendere spunto dal mio ultimo articolo incentrato sull'autodifesa donatami dall'aikido (budoblog.it).. e poi storcere comunque il naso e pensare cose assai peggiori :-)

    Grazie in anticipo per il tempo dedicato alla risposta.

    14 risposteArti marziali7 anni fa