Lv 2270 points

Presta A Tutti Il Tuo Orecchio A Pochi La Tua Voce

Risposte preferite33%
Risposte92
  • Giochi simili a World of Warcraft?

    Buongiorno a tutti ragazzi! So già di aver scritto una "bestemmia" perché forse WoW è uno dei giochi più belli di sempre per PC, ma io credo che ce ne siano tanti altri di discreto livello gratuiti! In particolar modo qualche anno fa giocai a 4 Story, un bel gioco che condivideva alcuni aspetti di World of Warcraft sebbene non garantendo la stessa qualità. In ogni caso c'era la classica scelta della "Classe" con cui si decide di intraprendere l'avventura, e la meno classica (ad esempio in Diablo III non esiste) possibilità di personalizzare e caratterizzare il proprio personaggio modificandone i tratti somatici (cosa che ho sempre apprezzato in questo genere di videogame). Oltretutto il mondo fantasy in cui si svolgeva la storia era ben strutturato e sebbene le quest riguardavano quasi sempre il "Uccidi quei mostri e riportami l'oggetto", l'avventura non diventava mai banale proprio per la perlustrazione delle fantastiche e gigantesche ambientazioni (mai quanto quelle di WoW). Oltretutto era gratis e bastava registrarsi per partire subito col gioco!

    Voi avete mai fatto o state tutt'ora facendo qualche gioco del genere? Che sia simile a World of Warcraft od allo stesso 4 Story? Cerco un gioco Fantasy gratuito (meglio se in ITA) nel quale si possano personalizzare i personaggi e, con l'avanzare dei livelli, attribuirgli nuove caratteristiche, tecniche, e nuove armi ed armature, unirsi ad altri giocatori on-line ecc. Aspetto qualche vostro suggerimento! Grazie infinite =)

    1 rispostaVideogiochi6 anni fa
  • Per voi cos'è l'amore e come e quando nasce?

    Buongiorno a tutti =)

    Stamattina vi propongo una domanda che mi sta ballando in testa da un sacco!

    Si riferisce all'Amore il sentimento SEMPLICE quanto COMPLESSO per eccellenza!

    Dovete sapere che sono single e ancora alla ricerca di una persona giusta per me!

    Credo nel colpo di fulmine perché l'ho provato un paio di volte anche io senza dargli troppa importanza...

    Proprio in ragione di questa considerazione vi chiedo (da ignorante in materia): Secondo voi un bel rapporto o addirittura un rapporto di vero amore può nascere anche in assenza del cosiddetto "Colpo di fulmine"?

    Vedo che ogni anno molti miei amici riescono a stare anche con 3,4, addirittura 5 ragazze diverse (non contemporaneamente xD) , verso alcune delle quali sostengono di aver provato "forti sentimenti" o anche "Amore".

    Io non ho ancora incontrato "quella giusta per me"... ma mi chiedo se quest'attesa sia giustificata o il motivo per la quale sussiste sia solo frutto di una mia suggestione...

    Mi spiego meglio! I miei amici vedono una ragazza carina le se avvicinano, ci provano e se lei ci sta, magari dopo 2 anni stanno ancora insieme... io invece aspetto che scatti qualcosa in me e non mi avvicino solo perché quella che vedo è una bella ragazza, perché mi sembra di sforzarmi... Questa sensazione è normale? L'avete mai provata? Quel "qualcosa" che ho cercato di spiegare può scattare anche dopo la conoscenza? In poche parole io do un certo valore ad un rapporto e ancor di più a quello sessuale (non sono un santarellino ma credo che abbiano ancora una certa importanza queste cose nella vita di una persona) per questo, quando sto con una ragazza, non mi viene spontaneo avvicinarmi per darle un bacio o non penso immediatamente a come sarebbe se me la portassi a letto... Queste cose nascono dopo? Cioè può anche non scattare il colpo di fulmine? Trovarsi bene con una persona che può piacere esteticamente può essere sufficiente per far nascere qualcosa di importante in futuro? La voglia di abbracciare, baciare, amare in generale un'altra persona nasce col tempo o l'attrazione è immediata e senza essa è difficile cercare di costruire un rapporto che vada oltre l'amicizia? E infine, che differenza c'è tra un'amica/o e una persona con la quale si vuole stare? Se il colpo di fulmine non esiste sempre allora anche un'amica/o di bell'aspetto e che ci piace come ragiona può essere una potenziale partner... cosa ci frena dal provarci con quest'ultima? E cosa ci spinge a provarci con un'altra?

    Mi sono dilungato troppo e vi chiedo scusa, ma vedo spesso una ragazza che non conosco, è carina e sembra essere una ragazza a modo... però ho paura di provarci, di "riuscire" a sedurla (magari), e in futuro di illuderla... Mi è capitato più volte di provare ad uscire con ragazze carine che però non mi dicevano niente le prime volte che le avevo viste ed è sempre andata a finire che dopo un'uscita massimo due mi allontanavo perché capivo di essermi messo in qualcosa più grande di me... di non poter andare oltre la conoscenza... voi che dite? Se avessi continuato ad uscire con loro poteva nascere qualcosa? Se ci provassi con questa ragazza, anche se non è scoccata la "freccia di cupido" potrebbe nascere anche una bella relazione?

    Fatemi sapere un po' che ne pensate =) Buon fine settimana a tutti!

    2 risposteSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Per voi cos'è l'amore e come nasce?

    Buongiorno a tutti =)

    Stamattina vi propongo una domanda che mi sta ballando in testa da un sacco!

    Si riferisce all'Amore il sentimento SEMPLICE quanto COMPLESSO per eccellenza!

    Dovete sapere che sono single e ancora alla ricerca di una persona giusta per me!

    Credo nel colpo di fulmine perché l'ho provato un paio di volte anche io senza dargli troppa importanza...

    Proprio in ragione di questa considerazione vi chiedo (da ignorante in materia): Secondo voi un bel rapporto o addirittura un rapporto di vero amore può nascere anche in assenza del cosiddetto "Colpo di fulmine"?

    Vedo che ogni anno molti miei amici riescono a stare anche con 3,4, addirittura 5 ragazze diverse (non contemporaneamente xD) , verso alcune delle quali sostengono di aver provato "forti sentimenti" o anche "Amore".

    Io non ho ancora incontrato "quella giusta per me"... ma mi chiedo se quest'attesa sia giustificata o il motivo per la quale sussiste sia solo frutto di una mia suggestione...

    Mi spiego meglio! I miei amici vedono una ragazza carina le se avvicinano, ci provano e se lei ci sta, magari dopo 2 anni stanno ancora insieme... io invece aspetto che scatti qualcosa in me e non mi avvicino solo perché quella che vedo è una bella ragazza, perché mi sembra di sforzarmi... Questa sensazione è normale? L'avete mai provata? Quel "qualcosa" che ho cercato di spiegare può scattare anche dopo la conoscenza? In poche parole io do un certo valore ad un rapporto e ancor di più a quello sessuale (non sono un santarellino ma credo che abbiano ancora una certa importanza queste cose nella vita di una persona) per questo, quando sto con una ragazza, non mi viene spontaneo avvicinarmi per darle un bacio o non penso immediatamente a come sarebbe se me la portassi a letto... Queste cose nascono dopo? Cioè può anche non scattare il colpo di fulmine? Trovarsi bene con una persona che può piacere esteticamente può essere sufficiente per far nascere qualcosa di importante in futuro? La voglia di abbracciare, baciare, amare in generale un'altra persona nasce col tempo o l'attrazione è immediata e senza essa è difficile cercare di costruire un rapporto che vada oltre l'amicizia? E infine, che differenza c'è tra un'amica/o e una persona con la quale si vuole stare? Se il colpo di fulmine non esiste sempre allora anche un'amica/o di bell'aspetto e che ci piace come ragiona può essere una potenziale partner... cosa ci frena dal provarci con quest'ultima? E cosa ci spinge a provarci con un'altra?

    Mi sono dilungato troppo e vi chiedo scusa, ma vedo spesso una ragazza che non conosco, è carina e sembra essere una ragazza a modo... però ho paura di provarci, di "riuscire" a sedurla (magari), e in futuro di illuderla... Mi è capitato più volte di provare ad uscire con ragazze carine che però non mi dicevano niente le prime volte che le avevo viste ed è sempre andata a finire che dopo un'uscita massimo due mi allontanavo perché capivo di essermi messo in qualcosa più grande di me... di non poter andare oltre la conoscenza... voi che dite? Se avessi continuato ad uscire con loro poteva nascere qualcosa? Se ci provassi con questa ragazza, anche se non è scoccata la "freccia di cupido" potrebbe nascere anche una bella relazione?

    Fatemi sapere un po' che ne pensate =) Buon fine settimana a tutti!

    1 rispostaSociologia7 anni fa
  • Come approcciare una ragazza sconosciuta?

    Buongiorno a tutti ragazzi =D Questa domanda vi sarà capitata più e più volte e probabilmente molti di voi condividono il mio dubbio, ma spero che qualcuno abbia più esperienza di me a riguardo e mi possa indicare qualche "trucco" vincente!

    Dovete sapere che sono alcuni giorni che accompagnando in moto mia madre dal panettiere mi fermo davanti ad un parrucchiere. All'interno ci sono solo ragazze (più o meno giovani) ma una in particolare (forse la più giovane di tutte 16/19 anni) mi ha colpito molto =) C'è stato più volte uno scambio di sguardi che non durano più di qualche istante... forse mi sbaglio, ma a giudicare dal tipo di sguardo, sono quasi certo che si tratti di un segnale di "interesse" o quantomeno di intesa. Troppo impegnato a non fare la figura del goffo e dell'impacciato, quale sono, non ho mai ricambiato lo sguardo con un sorriso (cosa che farò la prossima volta), ma anche ammesso che risponda con un sorriso, quale potrebbe essere il passo successivo? Io l'ho vista solo per pochi attimi da dietro una vetrina... lei lavora da un parrucchiere quindi non mi va di entrare o peggio ancora di chiedere di farmi tagliare i capelli... sarei troppo in imbarazzo xD Vedete... questa ragazza mi ha dato qualcosa... che va al di là del carattere e dell'aspetto... non so se si tratti della classica "scintilla" ma di qualcosa del genere sì!

    Non sono un ragazzo molto stravagante e solo in determinate situazioni ho preso l'iniziativa anche con delle sconosciute... ma si sa che quando una ragazza piace la posta in gioco è alta e la paura spesso ci frena... oltretutto non saprei come fare o cosa dire... d'altra parte io la guardo solo attraverso una vetrina =( Non c'è una situazione che posso sfruttare a mio favore...

    Come potrei fare? Cominciare da un bel sorriso credo sia la mossa giusta, ma dopo (sempre ammesso che lei ricambi) che "tattica" (scusate la parola squallidissima non so come definirla xD) potrei adottare semplicemente per attaccare bottone? Qualora la vedessi sola all'uscita dal lavoro potrei proporle un passaggio e con l'occasione parlarle o sembra una cosa da maniaci (in fin dei conti ogni mossa "azzardata" può essere interpretata allo stesso modo) E di cosa si può parlare con una perfetta sconosciuta di cui sai solo che lavora da un parrucchiere?! Insomma datemi più consigli possibili, mi è capitato troppe volte di lasciar perdere... questa ragazza potrebbe essere in prova dal parrucchiere e già domani potrei non rivederla... e non vorrei che il timore di fare una prima mossa possa lasciare il posto ad un'ennesima delusione! Grazie a tutti in anticipo e buon fine settimana =)

    2 risposteSociologia7 anni fa
  • Come approcciare una ragazza sconosciuta?

    Buongiorno a tutti ragazzi =D Questa domanda vi sarà capitata più e più volte e probabilmente molti di voi condividono il mio dubbio, ma spero che qualcuno abbia più esperienza di me a riguardo e mi possa indicare qualche "trucco" vincente!

    Dovete sapere che sono alcuni giorni che accompagnando in moto mia madre dal panettiere mi fermo davanti ad un parrucchiere. All'interno ci sono solo ragazze (più o meno giovani) ma una in particolare (forse la più giovane di tutte 16/19 anni) mi ha colpito molto =) C'è stato più volte uno scambio di sguardi che non durano più di qualche istante... forse mi sbaglio, ma a giudicare dal tipo di sguardo, sono quasi certo che si tratti di un segnale di "interesse" o quantomeno di intesa. Troppo impegnato a non fare la figura del goffo e dell'impacciato, quale sono, non ho mai ricambiato lo sguardo con un sorriso (cosa che farò la prossima volta), ma anche ammesso che risponda con un sorriso, quale potrebbe essere il passo successivo? Io l'ho vista solo per pochi attimi da dietro una vetrina... lei lavora da un parrucchiere quindi non mi va di entrare o peggio ancora di chiedere di farmi tagliare i capelli... sarei troppo in imbarazzo xD Vedete... questa ragazza mi ha dato qualcosa... che va al di là del carattere e dell'aspetto... non so se si tratti della classica "scintilla" ma di qualcosa del genere sì!

    Non sono un ragazzo molto stravagante e solo in determinate situazioni ho preso l'iniziativa anche con delle sconosciute... ma si sa che quando una ragazza piace la posta in gioco è alta e la paura spesso ci frena... oltretutto non saprei come fare o cosa dire... d'altra parte io la guardo solo attraverso una vetrina =( Non c'è una situazione che posso sfruttare a mio favore...

    Come potrei fare? Cominciare da un bel sorriso credo sia la mossa giusta, ma dopo (sempre ammesso che lei ricambi) che "tattica" (scusate la parola squallidissima non so come definirla xD) potrei adottare semplicemente per attaccare bottone? Qualora la vedessi sola all'uscita dal lavoro potrei proporle un passaggio e con l'occasione parlarle o sembra una cosa da maniaci (in fin dei conti ogni mossa "azzardata" può essere interpretata allo stesso modo) E di cosa si può parlare con una perfetta sconosciuta di cui sai solo che lavora da un parrucchiere?! Insomma datemi più consigli possibili, mi è capitato troppe volte di lasciar perdere... questa ragazza potrebbe essere in prova dal parrucchiere e già domani potrei non rivederla... e non vorrei che il timore di fare una prima mossa possa lasciare il posto ad un'ennesima delusione! Grazie a tutti in anticipo e buon fine settimana =)

    3 risposteSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Qual è il nome di questo film?

    Buongiorno a tutti ragazzi!

    E' da diverso tempo che cerco di ricordare il nome di un film che ho visto qualche anno fa (anche 7 o 8).

    Purtroppo ricordo pochi particolari ma cercherò di darvi più indizi possibili!

    Innanzi tutto lo collocherei nel genere fantasy! Ricordo un'ambientazione molto scura, priva di colori vivaci, quasi monocromatica! Per quanto riguarda la trama ricordo solo che il film mostrava questa ragazza intenta a disegnare, se non ricordo male su di un terrazzo o un tetto di un palazzo. Non vorrei sbagliarmi, ma ricordo anche che questa ragazza aveva problemi con i genitori o qualcosa del genere e si rifugiava appunto su di un tetto o un terrazzo per disegnare e allontanarsi dai suoi problemi.

    Dopo questa scena ho un vuoto e quindi non riesco a dare una sequenzialità ai vari avvenimenti, però ricordo perfettamente che la ragazza si ritrova in un mondo incantato (frutto della sua immaginazione) dove incontra le creature (più o meno strane) dei suoi disegni. Se non ricordo male gli avvenimenti si svolgono in stile "Alice nel paese delle meraviglie", il film ricorda molto quelli di Tim Burton: Stesso genere, stessi colori (spesso cupi), stesse ambientazioni lugubri, e personaggi molto particolari e caratteristici! Se non erro il finale mostra la ragazza che torna nel mondo reale (probabilmente dopo un sogno)... ma più di questo non so dirvi purtroppo... Spero che qualcuno di voi abbia visto questo film (a quanto pare non popolarissimo) e riesca a ricollegarlo alla mia descrizione povera di particolari....

    Grazie a tutti per l'attenzione! =)

    1 rispostaCinema7 anni fa
  • Trasmissione dei debiti per spese condominiali.?

    Buongiorno! =) Come si intuisce dal titolo, la mia domanda riguarda le spese per un appartamento, più in particolare un conguaglio per le spese di riscaldamento, ma è necessario che io entri nei particolari affinché voi possiate sfatare i miei dubbi.

    Sono il titolare di una nuda proprietà avuta in donazione nel 2005.

    L'usufruttuario è deceduto a Giugno del 2013.

    Oggi, l'amministratore del condominio, vorrebbe addebitarmi il conguaglio delle spese di riscaldamento degli anni dal 2007 al 2012 deliberate dall'assemblea di Novembre 2013.

    Le spese sopracitate chiaramente sarebbero a carico dell'usufruttuario, ma poiché deceduto, l'amministratore ha pensato bene di addebitarle a me che ripeto e sottolineo sono il beneficiario della DONAZIONE da parte dei precedenti proprietari dell'appartamento, e NON un EREDE dell'usufruttuario con il quale non avevo alcun rapporto o legame.

    Queste spese non si trasmettono agli eredi dell'ormai deceduto usufruttuario i quali chiaramente entrano in possesso dei beni di quest'ultimo ma sono anche responsabili per le sue obbligazioni?

    Gli eredi dell'usufruttuario ci sono ma le spese sono state addebitate a me... ho ragione a pensare che l'amministratore sia in errore o mi sbaglio?

    2 risposteFinanza personale7 anni fa
  • Trasmissione dei debiti per spese condominiali.?

    Buongiorno! =) Come si intuisce dal titolo, la mia domanda riguarda le spese per un appartamento, più in particolare un conguaglio per le spese di riscaldamento, ma è necessario che io entri nei particolari affinché voi possiate sfatare i miei dubbi.

    Sono il titolare di una nuda proprietà avuta in donazione nel 2005.

    L'usufruttuario è deceduto a Giugno del 2013.

    Oggi, l'amministratore del condominio, vorrebbe addebitarmi il conguaglio delle spese di riscaldamento degli anni dal 2007 al 2012 deliberate dall'assemblea di Novembre 2013.

    Le spese sopracitate chiaramente sarebbero a carico dell'usufruttuario, ma poiché deceduto, l'amministratore ha pensato bene di addebitarle a me che ripeto e sottolineo sono il beneficiario della DONAZIONE da parte dei precedenti proprietari dell'appartamento, e NON un EREDE dell'usufruttuario con il quale non avevo alcun rapporto o legame.

    Queste spese non si trasmettono agli eredi dell'ormai deceduto usufruttuario i quali chiaramente entrano in possesso dei beni di quest'ultimo ma sono anche responsabili per le sue obbligazioni?

    Gli eredi dell'usufruttuario ci sono ma le spese sono state addebitate a me... ho ragione a pensare che l'amministratore sia in errore o mi sbaglio?

    1 rispostaImmobiliare7 anni fa
  • Spot pubblicitario Mediaset?

    Buonasera a tutti! =) Chi segue i programmi delle reti Mediaset avrà sicuramente visto almeno una volta uno dei nuovi spot mediaset ( http://youtu.be/8V79momrGxw

    Youtube thumbnail

    ) che da qualche settimana a questa parte irrompono sullo schermo durante ogni interruzione pubblicitaria! Nello spot si descrivono le qualità di Mediaset, si elogia il lavoro, anche dei piccoli contributori magari con contratto a progetto, si sottolinea il fatto che ci regalano spettacoli completamente gratis e che sono stati investiti più di 20 miliardi di euro qui in italia... Ecco, ora arrivo alla domanda: Perché? Perché mostrarci tutte queste cose e fare questi spot strappalacrime con il muratore che dice:"Io lavoro in televisione"? E' forse una manovra per far ottenere consensi al direttore storico di Mediaset per le prossime elezioni e per mantenere la fiducia di chi magari il voto glielo ha già dato e glielo ridarebbe incondizionatamente? Che senso hanno questi spot? Trattano chiaramente dei temi di interesse pubblico al centro di molte discussioni politiche: La delocalizzazione delle aziende, i finanziamenti pubblici, il mercato del lavoro, i disoccupati, e infine si fanno belli con lo scrittone bello in evidenza ABBIAMO INVESTITO PIU' DI 20 MILIARDI DI EURO IN ITALIA per offrirvi un servizio gratuitamente... Non riesco a trovare una spiegazione logica se non quella sopracitata, d'altra parte nemmeno loro danno una spiegazione del "perché", infatti, questi spot terminano sempre con la voce calda e accattivante che dice:"Ve lo diciamo così... tanto per ricordarvelo"... o.O Così? Tu spendi qualche migliaio di euro per realizzare sti spot e lo fai... "così tanto per". Ecco ho esposto le mie sciocche e opinabili idee a proposito, ora vorrei conoscere le vostre! Secondo voi:Perché??

    5 rispostePolitica e governo - Altro7 anni fa
  • Come trovare lavoro? Meglio studiare o lavorare?

    Buongiorno ragazzi, scusate la stupidità del titolo della domanda, ma non sapevo come semplificare il concetto che cercherò di esprimervi un pò meglio qui. Sappiamo tutti che non è un periodo di gioia ed allegria quello che sta vivendo l'Italia, soprattutto per quanto concerne "la ricerca del lavoro"... Io ho 20 anni compiuti da poco, ed ho abbandonato l'idea di iscrivermi all'università per due motivi: 1) Non c'era un indirizzo che realmente mi interessava. 2) Se anche ce ne fosse stato uno si sarebbe trattato di discipline poco utili in ambito lavorativo. Infatti, mi piace molto scrivere, ho sempre disegnato in maniera quantomeno discreta e le materie tecniche (economia, matematica ecc.) non sono mai state il mio forte! Nonostante tutto mi sono diplomato con 70 in un istituto commerciale. Non è mia intenzione, però, proseguire su questo cammino, poiché in materia di finanze e amministrazione aziendale posso solo dare qualche parere, ma non certamente essere parte attiva di un'impresa date le mie scarse conoscenze, e "l'odio" provato verso questo mondo xD Non sono un perfetto imbecille, e come vedete riesco ad esprimermi "decentemente", non ho paura di sporcarmi le mani, ed a contatto con mio padre (un tutto fare) ho imparato a destreggiarmi in diversi ambienti. Mi è capitato di sostituire un sifone (collegamenti inclusi) per la cucina, ho costruito un mobiletto per un amico di mio padre, ho la passione per gli scooter e benchè non conosca benissimo il funzionamento di tutti i componenti della moto, aiuto sempre mio padre a smontarlo se ce n'è bisogno, e ormai per me smontare e rimontare ammortizzatori o marmitte è un operazione quasi istintiva xD Insomma non guardo con disprezzo nessun tipo di lavoro, non ho voglia di rimanere con le mani in mano, voglio mettermi in gioco, ma non so da dove partire. Il mercato del lavoro chiede spesso giovani con l'esperienza degli anziani, disposti a guadagnare un misero stipendio, spesso passato "sotto banco". Se devo essere onesto, comincerei a lavorare anche per nulla, anche semplicemente per apprendere nozioni e informazioni utili a diventare professionista in un determinato settore. Però vorrei sapere da voi, se è meglio fare qualche corso (se si quale) per non partire proprio da 0, e per ottenere qualche attestato da inserire anche nel curriculum, o presentarmi direttamente, magari anche da un gommista, un'officina/meccanica ecc. per cominciare ad apprendere le basi di questi lavori, forse gli unici che possono insegnarti qualcosa velocemente e darti anche qualche soddisfazione in più rispetto ad un call-center (con tutto il rispetto per chi lavora presso i call-center). Vi ripeto non ho un sogno, ne particolari conoscenze o abilità, ma posso imparare e se devo fare un lavoro lo faccio bene, sono un ragazzo educato e anche se un po' timido so colloquiare con la gente (clienti e colleghi). Voi cosa mi suggerite?? Quali corsi potrei fare (tutti tranne quelli di economia)? Quali sono quelli più utili per trovare lavoro? Se mi conviene cominciare subito, sembra strano presentarsi da un (possibile futuro) datore di lavoro e chiedergli di prendermi in prova anche senza retribuzione solo per avere l'occasione di imparare qualcosa e di poter dare il mio contributo all'impresa del caso? E se mi conviene presentarmi direttamente, da che tipo di azienda mi consigliate di andare? ... Mi sono dilungato molto, ma era indispensabile spiegare al meglio la mia situazione/condizione per chiedervi questi consigli! Spero che nemmeno voi vi risparmiate per rispondermi! Grazie di tutto in anticipo! =)

    6 risposteSociologia7 anni fa
  • Come trovare lavoro? Meglio studiare o lavorare?

    Buongiorno ragazzi, scusate la stupidità del titolo della domanda, ma non sapevo come semplificare il concetto che cercherò di esprimervi un pò meglio qui. Sappiamo tutti che non è un periodo di gioia ed allegria quello che sta vivendo l'Italia, soprattutto per quanto concerne "la ricerca del lavoro"... Io ho 20 anni compiuti da poco, ed ho abbandonato l'idea di iscrivermi all'università per due motivi: 1) Non c'era un indirizzo che realmente mi interessava. 2) Se anche ce ne fosse stato uno si sarebbe trattato di discipline poco utili in ambito lavorativo. Infatti, mi piace molto scrivere, ho sempre disegnato in maniera quantomeno discreta e le materie tecniche (economia, matematica ecc.) non sono mai state il mio forte! Nonostante tutto mi sono diplomato con 70 in un istituto commerciale. Non è mia intenzione, però, proseguire su questo cammino, poiché in materia di finanze e amministrazione aziendale posso solo dare qualche parere, ma non certamente essere parte attiva di un'impresa date le mie scarse conoscenze, e "l'odio" provato verso questo mondo xD Non sono un perfetto imbecille, e come vedete riesco ad esprimermi "decentemente", non ho paura di sporcarmi le mani, ed a contatto con mio padre (un tutto fare) ho imparato a destreggiarmi in diversi ambienti. Mi è capitato di sostituire un sifone (collegamenti inclusi) per la cucina, ho costruito un mobiletto per un amico di mio padre, ho la passione per gli scooter e benchè non conosca benissimo il funzionamento di tutti i componenti della moto, aiuto sempre mio padre a smontarlo se ce n'è bisogno, e ormai per me smontare e rimontare ammortizzatori o marmitte è un operazione quasi istintiva xD Insomma non guardo con disprezzo nessun tipo di lavoro, non ho voglia di rimanere con le mani in mano, voglio mettermi in gioco, ma non so da dove partire. Il mercato del lavoro chiede spesso giovani con l'esperienza degli anziani, disposti a guadagnare un misero stipendio, spesso passato "sotto banco". Se devo essere onesto, comincerei a lavorare anche per nulla, anche semplicemente per apprendere nozioni e informazioni utili a diventare professionista in un determinato settore. Però vorrei sapere da voi, se è meglio fare qualche corso (se si quale) per non partire proprio da 0, e per ottenere qualche attestato da inserire anche nel curriculum, o presentarmi direttamente, magari anche da un gommista, un'officina/meccanica ecc. per cominciare ad apprendere le basi di questi lavori, forse gli unici che possono insegnarti qualcosa velocemente e darti anche qualche soddisfazione in più rispetto ad un call-center (con tutto il rispetto per chi lavora presso i call-center). Vi ripeto non ho un sogno, ne particolari conoscenze o abilità, ma posso imparare e se devo fare un lavoro lo faccio bene, sono un ragazzo educato e anche se un po' timido so colloquiare con la gente (clienti e colleghi). Voi cosa mi suggerite?? Quali corsi potrei fare (tutti tranne quelli di economia)? Quali sono quelli più utili per trovare lavoro? Se mi conviene cominciare subito, sembra strano presentarsi da un (possibile futuro) datore di lavoro e chiedergli di prendermi in prova anche senza retribuzione solo per avere l'occasione di imparare qualcosa e di poter dare il mio contributo all'impresa del caso? E se mi conviene presentarmi direttamente, da che tipo di azienda mi consigliate di andare? ... Mi sono dilungato molto, ma era indispensabile spiegare al meglio la mia situazione/condizione per chiedervi questi consigli! Spero che nemmeno voi vi risparmiate per rispondermi! Grazie di tutto in anticipo! =)

    3 risposteLavoro e carriera - Altro7 anni fa
  • Ragazze e ragazzi entrate ho bisogno di un vostro consiglio!?

    Buonasera a tutti =) La mia non è una domanda molto comune, ma spero mi possiate dare tutti qualche consiglio! Oggi sono andato a comprare del mangime per canarini al negozio di animali sotto casa, c'era tra i dipendenti una ragazza molto carina (credo avesse proprio la mia età 20 anni)... Non so come spiegarmi, ma sarà capitato anche a voi di incontrare un/a ragazzo/a che per quanto non fosse bellissimo/a vi intrigava, suscitava in voi interesse magari anche solo per il sorriso! Beh a me è capitato oggi con questa ragazza =) Io sono un timidone, se me ne si da l'occasione sono spiritoso, divertente e anche abbastanza socievole, ma quando si tratta di ragazze (soprattutto di quelle che mi piacciono) mi si appanna il cervello e non so far altro che guardare per terra e spiccicare qualche parola, in questo caso: "Mi servirebbero i semini per canarini". So che non è semplicissimo approcciare con un estraneo, ma vi chiedo dei consigli per cercare di argomentare, di dire qualche parola in più, magari per catturare l'interesse di questa ragazza, o semplicemente farla ridere. Il problema è proprio che non riesco a superare quello stato di trance... e mi blocco. Qualcuno mi sa dare qualche consiglio per cercare di non apparire sempre così impacciato e per far uscire il meglio di me e non solo quel sorrisetto demente che probabilmente mi si stampa sul volto in tali occasioni? xD Grazie in anticipo a tutti =)

    1 rispostaAmici7 anni fa
  • Ragazze e ragazzi entrate ho bisogno di un vostro consiglio!?

    Buonasera a tutti =) La mia non è una domanda molto comune, ma spero mi possiate dare tutti qualche consiglio! Oggi sono andato a comprare del mangime per canarini al negozio di animali sotto casa, c'era tra i dipendenti una ragazza molto carina (credo avesse proprio la mia età 20 anni)... Non so come spiegarmi, ma sarà capitato anche a voi di incontrare un/a ragazzo/a che per quanto non fosse bellissimo/a vi intrigava, suscitava in voi interesse magari anche solo per il sorriso! Beh a me è capitato oggi con questa ragazza =) Io sono un timidone, se me ne si da l'occasione sono spiritoso, divertente e anche abbastanza socievole, ma quando si tratta di ragazze (soprattutto di quelle che mi piacciono) mi si appanna il cervello e non so far altro che guardare per terra e spiccicare qualche parola, in questo caso: "Mi servirebbero i semini per canarini". So che non è semplicissimo approcciare con un estraneo, ma vi chiedo dei consigli per cercare di argomentare, di dire qualche parola in più, magari per catturare l'interesse di questa ragazza, o semplicemente farla ridere. Il problema è proprio che non riesco a superare quello stato di trance... e mi blocco. Qualcuno mi sa dare qualche consiglio per cercare di non apparire sempre così impacciato e per far uscire il meglio di me e non solo quel sorrisetto demente che probabilmente mi si stampa sul volto in tali occasioni? xD Grazie in anticipo a tutti =)

    1 rispostaSingle e appuntamenti7 anni fa
  • Entrate tutti 10 punti facili!?

    Ciao a tutti ragazzi, quella che vi pongo è una domanda semplice alla quale tutti potete rispondere. Mi rendo conto che molti locali, e più in particolare le discoteche, sono centri di ritrovo per moltissimi ragazze e ragazzi. In discoteca si incontrano un sacco di nuove persone ed è facile per molti/e rimorchiare. Perchè vi dico questo? Quest'estate, dei miei compagni di scuola sono andati in vacanza e hanno frequentato ogni sera una disco diversa, e hanno pubblicato su facebook molte foto di loro in "poco romantiche" pose con altre ragazze incontrate nei vari locali! Sempre più mi convinco che per molta gente non è importante con chi si sta, ma con quanti/e si sta. E' vero siamo giovani, ma un bacio, e ancor più un rapporto sessuale vero e proprio non hanno più alcun valore, e più se ne fa e meglio è, non importa con chi o... cosa... basta che si faccia! Io non condiviso quest'idea! Quando sono alla ricerca di una ragazza con cui stare, cerco principalmente una "complice", qualcuno che stia bene con me e con cui io possa stare bene, qualcuno con cui divertirmi e con cui possa scherzare, prima di tutto un'amica e poi un'amante. Non riesco a vedere il sesso come un semplice sfogo o un motivo di vanto, un occasione per sbandierare ai quattro venti la mia virilità. Purtroppo è difficile incontrare persone che la pensino come me, e mi chiedo:"Dove si trovano??". Ritornando al discorso della discoteca, è un luogo principalmente (non esclusivamente) frequentato da ragazzi/e poco seri/e, che non sanno pensare ad altro che a ballare come imbecilli con la bavetta alla bocca e la fronte lucida, o scattarsi foto con il cellulare di turno (per lo più i-phone) nel bagno del locale frequentato. Io non condanno questa categoria di ragazzi, anzi ho molti amici che frequentano questi locali e hanno questi comportamenti, ma la ragazza per bene, simpatica, alla quale non interessa solo l'apparire, alla quale facciano ridere le persone che si scattano le foto con la bocca a papere dove si trova?? Oggi è più intrigante vedere una ragazza vestita che non una nuda per quanto siamo bombardati da spot pubblicitari, veline e vallette di ogni sorta, e anche nei locali sopraelencati è difficile trovare qualcuno che cerchi di mascherare le proprie forme... Sono sicuro che molte ragazze simpatiche, ma "controcorrente" si nascondono, un pò come faccio io! Non si tratta di essere belli o brutti, intelligenti o cretini, ma a volte andare controcorrente, da un punto di vista sociale, sembra addirittura sbagliato... Bisogna conformarsi alla massa, se sei diverso o hai idee diverse sei emarginato o poco apprezzato. Dopo questo tema vi faccio la domanda e vediamo se qualcuno sa rispondere xD Come i ragazzi muscolosi e tatuati hanno come punto di riferimento le discoteche per rimorchiare, i ragazzi più "genuini" e meno montati, più semplici insomma dove dovrebbero cercare? E' difficile trovare un occasione per incontrare il tipo di ragazza che i ho descritto, voi ne conoscete qualcuna? Ormai per me la scuola è finita e non lavoro ancora, quindi la ricerca diventa ostica dato che il 100% dei miei "amici" è del genere di cui vi ho parlato... Ecco questo è tutto, scusate per il saggio breve ma era importante spiegare la situazione e vedere se c'è qualcuno che condivide le mie idee! Grazie a tutti in anticipo =D

    1 rispostaAmici7 anni fa
  • Ragazzi vi prego datemi una mano è urgente!?

    4 giorni da ho trovato un piccolo di piccione, avrà tra i 15 e i 20 giorni. All'inizio ho capito come fare per dargli da mangiare. bastava avvicinargli un cilindretto di plastica stretto e lungo pieno di una cremina che poteva essere di biscotti misti ad acqua o ad omogenizzato al manzo. Quando glielo avvicinavo alla testolina era lui stesso ad allungarsi per raggiungerlo e una volta raggiunto, con grande voracità mangiava tutto il suo pasto! Ma è da ieri che purtroppo appena sente la pappetta sul becco sbatte la testa e non la vuole più, ho provato a cambiare più e più volte cibo, ma non ne vuole sapere, si è messo in testa che deve beccare, quindi sto provando a mettergli dei semini per terra, ma lui ne individua solo alcuni e li becca, ma senza riuscire a prenderli in bocca, solo raramente ne prende un paio e riesce ad inghiottirli, le molliche più grosse non riesce a prenderlo perchè non spalanca il becco, e oltretutto non va con grande energia verso i semini, a volte non capisce nemmeno cosa sono! Io non so come fare, non vuole mangiare come faceva fino a ieri, ma non riesce a mangiare beccando i semini, sto pensando di fargli delle minuscole polpettine di carne tritata magari molto diluite con una pappetta per fargli beccare quelle, ma a vedo dura! Il bello è che già qualche anno fa allevai un piccione, ma giunto a un certo punto riusciva a beccare tutto da solo! Come devo fare? Dove posso trovare del mangime adatto che possa riuscire a beccare? Per fargli capire che i semini sono li e sono da mangiare come posso fare? Vi prego datemi più consigli possibile, è da stamattina che non riesce a mangiare niente e ieri sera ha mangiato pochissimo. p.s. si vede che ha fame, chiama spessissimo e cerca di beccare il dito sperando di mangiare qualcosa, e prova anche con i semini ma non riesce a raccoglierli, quindi non c'è un problema di appetito, anzi... Grazie in anticipo a tutti!

    3 risposteUccelli7 anni fa
  • Piccolo di piccione... Mi date una mano?!?

    Ciao a tutti, ieri i miei vicini mi hanno portato un piccolo di piccione (sapendo che ne avevo già allevato uno) pensando che mi potessi prendere cura anche di questo. Non è, infatti, la prima volta, qualche anno fa già ne crebbi un altro che oggi ancora svolazza qui nei dintorni e volte torna a trovarmi. Purtroppo mi sono dimenticato molte delle pratiche e dei metodi che adottavo per accudirlo. Il piccione in questione ha poche meno piume di questo nella foto http://www.lipupadova.it/images/DSCN4957.jpg

    Già gli ho dato dei biscottini miscelati con un pò d'acqua (stile omogenizzato) tramite una siringa (5 ml) dalla quale lui stesso "ciuccia" la pappetta xD Basta imitare un pò il verso dei piccioni e automaticamente si sbevazza il suo pasto. Così facevo anche con l'altro, ma ho letto sul web che il piccione dovrebbe mangiare fino a che non gli si gonfia quella piccola "palla" alla base del collo (non vorrei dire cacchiate ma credo sia lo stomaco), e in effetti, il piccolo anche dopo una siringa intera di peppetta continua a cinguettare... è perchè ha ancora fame? O mangerebbe anche 3 litri di pappetta tutti insieme?! Mi ricordo infatti che anche il vecchio piccione continuava all'infinito, ma dopo un pò (come questo) lasciandolo un pò in pace si acquietava. La domanda è, il piccolino (che avrà tra i 15 e i 20 giorni) avrà già sviluppato i succhi gastrici per digerire in autonomia quel cibo? Seconda domanda, dovrei continuare a dargli da mangiare finchè non si ferma o è meglio aspettare un oretta e ripresentargli il pasto? Terza domanda, stamattina devo andare al supermercato e non so cosa comprargli, pensavo a qualche omogenizzato visto il modo in cui mangia, ma a che cosa glielo compro? Insomma se ne capite qualcosa di piccioni datemi più consigli possibili, io ne ho già allevato uno e ho ancora 1000 dubbi come vedete xD Grazie in anticipo! Ah il piccolino è qui da un giorno e non gli ho ancora trovato un nome, magari potete darmi una mano anche per quello =D Buona giornata a tutti!

    2 risposteUccelli7 anni fa
  • Mi sapete dire il nome di questa canzone?

    Ciao ragazzi mi potreste dire il nome della canzone che comincia poco prima del 17° minuto di questa puntata di WakeBroters http://ondemand.mtv.it/serie-tv/wakebrothers-frate... mi dispiace dovrete sorbirvi anche due pubblicità da 20 secondi ma il primo che risponde si prende i 10 punti! =) Grazie a tutti!

    1 rispostaMusica - Altro7 anni fa
  • Gli indiani d'america non soffrono di vertigini?

    Ciao ragazzi! =) C'è una convinzione abbastanza diffusa, cioè quella che riguarda gli Indiani d'America e il loro rapporto con le altezze. Si dice che si tratta di una caratteristica genetica, ma io nutro dei dubbi a riguardo... Non c'è dubbio, gli Indiani vengono spesso impiegati come operai per la costruzione di fabbricati altissimi, ma qual'è il vero motivo di questo impiego?! Non metto in dubbio che molte tribù insegnino ai loro membri a non avere paura di certe altezze fin da piccolini, ma mi sembra un pò strano che si possa trattare di caratteristiche genetiche... Gli Indiani possono vantare numeroso tribù, che probabilmente hanno usi e costumi diversi, come si può generalizzare in questo modo?! Sarebbe come dire "Tutti i Watussi sono alti" o che "Tutti i nordici hanno capelli biondi e occhi chiari". Si tratta di caratteristiche comuni ad un certo numero di persone che possono appartenere ad una, come ad un'altra popolazione. I Watussi conteranno di certo tra i propri membri qualcuno più basso, e in Nord Europa ci sono anche persone con i capelli Neri, Castani, Rossi, e gli occhi Marroni, verdi, e così via. Io credo che l'impiego degli indiani sia legato anche ad un altro fattore: Porto come esempio quello degli stranieri (in particolare Africani) che emigrano verso il nostro paese e occupano posti di lavoro che molti italiani ripudiano o semplicemente non preferiscono, perchè pericolosi o mal retribuiti. Perchè non si dovrebbe trattare di questo anche per gli indiani? Il fatto che su quelle travi a 100 metri d'altezza ci siano molti indiani non esclude a prescindere che ci siano operai di altre nazionalità e dell'america stessa che non hanno paura delle altezze o di cadere! Io credo che la convinzione che "GLI INDIANI NON SOFFRONO DI VERTIGINI" sia riconducibile ad un luogo comune, anche se con un fondo di verità. Ma voglio raccogliere dei pareri, e quindi vi chiedo: Si tratta di caratteristiche genetiche, o semplicemente di "addestramento" e quindi di abitudine a certe condizioni?? Grazie a tutti!!!

    1 rispostaSalute - Altro7 anni fa
  • Vi piace Pepe Reina come portiere?

    Ciao ragazzi, dopo l'illusione di Julio Cesar si parla di Pepe Reina al Napoli. Vi piace come portiere, e rispetto a De Sanctis sarebbe un passo in avanti e non uno indietro? E' forse ancora considerato tra i 10 portieri più forti al mondo! La fiorentina (che sta facendo una grande campagna acquisti) sta trattando per Sorrentino, perchè i tifosi del Napoli si dovrebbero lamentare dell'arrivo di Reina. E' davvero così scarso?!

    14 risposteCalcio Italiano7 anni fa
  • Julio Cesar è ancora il portiere di una volta?

    Ciao ragazzi! =) In questi giorni si sono fatte più insistenti le voci di mercato che vorrebbero il portiere del QPR al Napoli, fino al punto di dare quasi per certo il suo arrivo. Volevo sapere, anche dai tifosi dell'inter, da chi comunque lo ha visto giocare per tanto tempo, anche nel qpr, se ha lo stesso valore di un tempo. Io non l'ho mai seguito costantemente, se lo vedevo era solo in qualche partita di champions o nelle partite tra Napoli e Inter xD Nel 2009 e nel 2010 era sul podio dei tre portieri più forti del mondo, ma ultimamente se n'è sentito parlare molto meno. Non so nemmeno perchè se ne andò dall'Inter... Qualcuno mi può parlare un pò di Julione elencando le caratteristiche positive e negative del portiere e spiegando se e perchè può essere considerato (attualmente) più forte di De Sanctis (oltre ad essere più giovane). Grazie a tutti =)

    6 risposteCalcio Italiano7 anni fa