Lv 32.019 points

?

Risposte preferite15%
Risposte352
  • età per le arti marziali?

    Ciao a tutti vorrei avere la vostra opinione su questo discorso.

    Vi dico come la penso io e accetto ogni tipo di critica in risposta.

    Secondo me per ogni cosa c'è un tempo. Anche per le arti marziali.

    Spesso ho letto frasi come "puoi iniziare quando vuoi"; "per le am. l'età non conta" ecc... beh non sono del tutto d'accordo.

    Escludo dalla lista arti marziali interne come il tai chi (anche se non dovrei farlo, visto che a certi livelli sono anche peggiori di quelle esterne)

    Faccio riferimento allo shaolin che è l'am che pratico, ho visto spesso gente sui 40 anni fare la prima lezione e abbandonare per il troppo sforzo. Nel mio corso ci sono alcuni ragazzi che praticano da piccoli, 5/6/7 anni, e la differenza è enorme rispetto a me che ho iniziato a 20 anni. In molte scuole cinesi e non, è la prassi iniziare da bambini. Perché? beh perché il fisico più passa il tempo più invecchia. Sembra una banalità ma è un'illusione dire che a qualsiasi età si può inziare a fare am. Ci si può provare certo, e con un po di testardaggine si può arrivare anche ad un buon livello, ma dopo una certa età, i legamenti, le ossa e i muscoli non si adattano più come prima.

    In conclusione, nessuno vieta a nessuno di iniziare a 50 anni, ma, a meno che non si sia già un atleta, ci sono limiti fisici che sono insormontabili e bisogna farci i conti al momento di scegliere la propria am.

    Comunque esistono sempre le eccezioni che confermano la regola ;)

    7 risposteArti marziali7 anni fa
  • P.iva e contratto a progetto?

    Ciao a tutti, volevo sapere se con la mia attuale p.iva (come agente immobiliare) è possibile stipulare un contratto a progetto di tutt'altra natura.

    Penso anche che ci sia la possibilità di non chiudere la p.iva (quindi mantenere il numero) ma congelarla in modo da non pagare inps e spese varie.

    2 risposteAziende e imprese8 anni fa
  • Perché c'è cosi tanta gente presuntuosa?

    Di qualsiasi argomento si parti su questo sito di domande c'è sempre quello che crede di avere la verità assoluta. Su qualsiasi argomento.

    Ho letto persone che fanno un discorso che logicamente fila ma poi offende e denigra grandi pensatori credendo di essere superiori.

    Non dico che bisogni adularli ma per lo meno rispettarli se non si condividono le loro idee.

    Non cito nomi ne occasioni, ma credo che dire ogni tanto "io penso che..." sia abbastanza saggio.

    A voi la parola.

    4 risposteFilosofia9 anni fa