Lv 2506 points

A.J.

Risposte preferite20%
Risposte75
  • Dieta e fame nervosa improvvisa?

    Dieta e fame nervosa improvvisa?

    Ciao a tutti. è un anno e mezzo che ho iniziato un percorso di dieta e di attività fisica per dimagrire e tornare in forma. Avevo 18 anni ed ero in sovrappeso , alta 1.80 e pesavo 79. In un anno e mezzo sono riuscita ad arrivare a pesare 71 ( e vorrei arrivare a 67) modificando il mio stile di vita. Vado in palestra 3 volte a settimana, corro, frequento corsi di Body Vive e faccio addominali. Non mangio dolci, cerco di mangiare sano.. Di solito non mangio pasta, a pranzo mangio proteine combinate con pane integrale o piadine e verdura. Faccio spuntini di frutta e a cena evito carboidrati. Ogni tanto faccio qualche piccolo sgarro ma mi regolo sempre. L'altro giorno ho mangiato una minestra e poi sono andata ad una festa e ho assaggiato un pezzo di torta moretta. Non so se la cosa sia legata, ma da quel giorno è come se avessi una sorta di fame nervosa. Oggi, al posto del mio solito spuntino pomeridiano di frutta o di biscotti allo yogurt di Vitasnella, ho mangiato uno yogurt ai frutti di bosco , due fette biscottate e ho addirittura assaggiato metà fagottino con crema di mela. Ho sgarrato molto? Cosa posso mangiare a cena? Non so perchè, sento una fame davvero snervante, mai avvertita così forte in un anno e mezzo di dieta e sacrifici!

    3 risposteDieta e fitness7 anni fa
  • How to have a body like his one and dance like him?

    Hi, I am a girl. I'm 1.78 and my weight is 76. I'm trying to lose weight cause I want to be more comfortable with my body. I have a curvy body, I have huge breasts but I don't feel feminine at all. I feel like... clumsy? Today I saw this guy http://www.youtube.com/watch?v=qhtxkAZrxh4

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=9ihi-_H9RDY

    Youtube thumbnail

    dancing and I really would like to have a body like his one... and be able to move like him. I know it is complicated cause he 's very short and I'm way taller than him... and I am a girl... but What exercises could I do? He's a guy but still manages to have a feminine body and feminine moves..

    p.s.= I'm having dance classes twice a week, 3 hours a week

    3 risposteDiet & Fitness8 anni fa
  • Sogni/ incubi molto lunghi?

    Ho l'influenza da una settimana e di notte, con la tosse, ho veramente dormito poco. Quel poco tempo che sono riuscita a dormire però, è stato pieno di incubi. Una notte ho fatto un sogno lunghissimo, in cui io mi identificavo con una bambina di 5,6 anni che assisteva all'omicidio di sua madre da parte della propria sorella e del proprio fratello. Era tutto così realistico e nel sogno mi sentivo male perchè conoscevo un segreto che non potevo rivelare. Sapevo che mia sorella e mio fratello avevano compiuto un omicidio, ma non potevo dirlo.Mi ricordo addirittura i particolari della casa, com'era fatta, le stanze da letto, i vestiti che vi erano. Poi nel sogno scappavo anche, ma questa parte mi appare vaga, l'unica cosa che ricordo è che ad un certo punto scrivevo delle cose su un foglio per rassicurarmi, tutte in in lingua inglese ( non so perchè) erano tutte frasi tipo " It's gonna be all right" e poi mi ricordo il numero 90 ma non riesco a ricordare bene perchè.Mi ricordo una sensazione di paura, mistero, mi sentivo strana. La notte seguente, ovvero stanotte, ho sognato di trovarmi in una stanza con un ragazzo, uno sconosciuto, di bell'aspetto, una bellezza quasi eterea ( sembrava una statua) , anche se in realtà non provo attrazioni per tipi del genere: Biondo, corpo perfetto, viso regolare. Nella stanza d'un tratto mi trova nuda con questo ragazzo e lui inizia a baciarmi il corpo, ma poi il sogno si ferma, non c'è nessuna scena di sesso. C'è solo una scena un pò strana, ovvero mentre mi trovavo nella stanza con questo ragazzo entrano due signore che iniziano ad osservarci, in particolare lui,facendo apprezzamenti. Nel sogno non mi sentivo per niente imbarazzata, più che altro mi sentivo molto timida per quanto riguarda il mio corpo e mi sentiva scoperta.

    Che ne pensate? Cosa potrebbero significare!?

    3 risposteInterpretazione dei sogni8 anni fa
  • How to have a body like his one?

    Hi, I am a girl. I'm 1.78 and my weight is 75. I'm trying to lose weight cause I want to be more comfortable with my body. Today I saw this guy https://www.youtube.com/watch?v=499r8CXE

    Youtube thumbnail

    dancing and I really would like to have a body like his one... and be able to move like him. I know it is complicated cause he 's very short and I'm way taller than him... and I am a girl... but What exercises could I do?

    1 rispostaDiet & Fitness8 anni fa
  • I'm a girl but I feel like a gay boy?

    Hi everyone! I've been thinking about it for 2 years I think... I never liked my body since I started becoming a woman. I have huge breasts and a very female body but I never felt feminine internally. For me,infacts, feminility is not related only to curves but it is something really complicated. As I never felt very comfortable about my breasts and my curves I've started a diet few months ago and now I'm losing some weight( 3 kilos...) and I feel more confident about my body of course. But I still feel that I would like to be more feminine... but not as a woman, but as a guy... Let me explain it better. Last year I felt in love with a guy... It was strange because I liked him but I couldn't imagine myself with him as a woman ( he was very feminine, it was easy to think he was gay.. infact now I know he is really homosexual).. and I never understood if I loved him because I wanted to be like him ( a gay guy) or just because I liked him..That's why I think that I could be a gay man in a female body. I don't feel comfortable with men looking at me as a woman. As it concerns my sexual orientation I don't consider myself heterosexual but neither homosexual. I don't care about sexual labels and I do not believe in them. I've always liked feminine guys of course, I'm interested in mtf people and ftm people cuz feel like ... they're similar to me, I can relate to them...maybe this is not enough to consider the idea of me being a transgender, cuz I know that sexual orientation is something different from genders. but I just... think that I can't love anyone as a woman. I just don't feel good. I would like to have a penis and no breasts. And I would like to be like my gay feminine friends... ( I have several homosexual friends and I love being with them more than anyone, cuz I feel like..... I would like to be like them...). as it concerns sex, I've never had sex with anyone, never had experiences at all, because I never felt like doing it, even though I've been attracted to several boys ( which were, most of them, gay guys o very feminine heterosexual guys. I never had the chance to meet personally a mTf but I find them really hot of course. ) and girls too. I am a bit confused because... I don't know if I want to be a guy because it could be more easier to get the guys I want ( feminine guys mtF ) or because I really don't feel comfortable with my body. One of my friends, the one who knows a lot of things about me, always says that mentally, I'm a gay guy " locked" in a female body. What do you think about it?

  • Sono una ragazza e potrei innamorarmi di chiunque, non mi importa niente del sesso delle persone?

    Ciao a tutti. Sono una ragazza, ho 18 anni e volevo parlarvi di quello che sento.Sono stata attratta ,fin ora, sia da maschi, che da femmine...Per un periodo ho pensato di essere lesbica, poi bisessuale.... poi ho scoperto ultimamente di essere fortemente attratta anche da persone androgine e da FtM e MtF ( soprattutto da questi ultimi). Ho iniziato a studiare la differenza tra identità di genere, espressione di genere e orientamento sessuale e ho visto che esistono molti MfT attratti da donne e che si considerano lesbiche o bisessuali. Mi viene spontaneo sentirmi attratta da loro, molto più di quanto io sia attratta da uomini bioligicamente uomini e da donne biologicamente donne. Sono arrivata alla conclusione che non mi innamoro del sesso, ma della personalità di una persona e che potrei innamorarmi di chiunque, uomo donna trans genderqueer che sia. Molte persone provano ribrezzo solo al pensiero, io ASSOLUTAMENTE NO...Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, conoscere qualcuno che prova le stesse cose, sapere qualcosa sulle vostre esperienze in riguardo. :)

  • Lo studio è fondamentale, ma la scuola...?

    Lo studio è fondamentale, ma la scuola...?

    Lo studio è fondamentale, ma la scuola...?

    Sono completamente convinta che studiare sia una delle cose più nobili al mondo: la mia passione per lo studio è forte, adoro conoscere nuove cose, riflettere e scrivere: studiare mi garantisce una libertà che, purtroppo, a molti bambini viene negata. La libertà di pensiero, la libertà di opinione. Lo studio ci rende liberi di pensare, di avere le nostre opinioni, lo studio è vita. Ma in questo caso sto parlando di studio e non di scuola. Infatti sono arrivata ad un punto in cui le regole scolastiche mi sembrano convenzionali, fredde ed inutili. Le interrogazioni, gli esami, i test.. Capisco la loro utilità fino ad un certo punto. Credo, anche se so di dover crescere ancora moltissimo, di aver raggiunto una certa indipendenza nel campo dello studio ed essere costretta a studiare continuamente per prepararmi ad un’interrogazione, studiare fino a tardi, sacrificare le mie passioni, per prendere un voto alto e dimostrare qualcosa a qualcuno, sinceramente, non mi garba più. Non so se il mio discorso sia infantile o no, ma questo è ciò in cui credo. Il mio carattere insicuro e fragile ha fatto sì che negli anni passati la scuola mi portasse ad una vera e propria depressione, volevo sempre essere perfetta, sacrificavo tutto per poter studiare e prendere tutti quei 10 e mi sentivo realizzata, sentivo di essere GIUSTA, di essere INTELLIGENTE, e quel voto che i professori scrivevano nel registro, era il voto che davo anche a me stessa. Mi sentivo accettata, sentivo di avere forza. Se prendevo voti più bassi, automaticamente quel voto faceva cambiare l’opinione che avevo di me stessa, mandando in frantumi ogni mia sicurezza. Mi sentivo uno schifo, perché non avevo nient’altro per giudicarmi al di fuori della scuola. Pensavo di essere brava solo a studiare e mi odiavo ogni volta che non ero a casa a farlo. Mi sentivo in colpa. Ora è tutto cambiato, ci ho messo molto per crescere e scardinarmi da tutto questo. Sono all’ultimo anno e mi sento un po’ chiusa all’interno di una prigione. Quando i professori ci trattano ancora come dei bambini, ai quali bisogna dare delle scadenze, dei voti e rimproverarli affinchè studino e vengano alle interrogazioni, sento un sentimento di ribellione che mi spinge a non fare niente. Alcuni professori si comportano come se il valore di una persona sia legato al voto scolastico che riescono a prendere. E io la pensavo così, anni fa…sento dentro di me un rifiuto. Come ho già detto, mi piace studiare, ma non sopporto più, per esempio, dover studiare 4 materie lo stesso giorno, per le interrogazioni del giorno successivo… Non voglio più cadere nell’ansia. L’anno scorso mi venivano addirittura degli attacchi di panico… Non so se potete capire come mi sento. Non studio per un fottuto voto, studio per me stessa.. Dovrei trovare una via di mezzo, per finire quest’anno senza ansie. Che mi consigliate di fare? Volevo sfogarmi...

    25 minuti fa - 4 giorni rimanenti per rispondere.

    4 rispostePsicologia8 anni fa
  • Sono razzista nei confronti degli omofobi?

    Sì, esatto. Non sono gay ( ma non escludo niente, visto che considero l'amore come qualcosa di indipendente dal sesso di appartenenza) ma odio le persone omofobe, con tutto il cuore.

    Sì ok, a volte molte persone hanno dei pensieri omofobi o comunque non sono molto gay friendly ( nel senso che non approvano ma li rispettano ugualmente) solo perchè legati ad una cultura oramai passata, di una società ancora più passata ( per fortuna).

    Ma parlando delle persone veramente omofobe, non riesco a capirle, non capisco come si possa non capire che dinanzi all'amore, sparisce qualsiasi cosa. Sto parlando dell'omosessualità vera, ovvero quando due uomini o due donne SI AMANO VERAMENTE e non solo come un capriccio sessuale. (Forse spesso le persone collegano l'omosessualità ad un vero capriccio sessuale ( mentre invece il capriccio sessuale o il sesso senza amore c'è anche nell'eterosessualità ) e quando si configura in questo modo, è ovvio non essere d'accordo.. ma di certo come ho già detto anche gli etero fanno sesso senza amare una persona e questo è sbagliato a prescindere. Come non si fa a capire che può esistere l'amore fra due persone dello stesso sesso? Io ci rifletto tanto e tutti mi chiedono il perchè... Io lo so, non sopporto le ingiustizie e quando vedo due persone che si amano veramente, uomo e donna, uomo e uomo, donna e donna vedo il vero piano di Dio: Dio ha creato l'amore e niente più. Non credo che Dio , se come spero esiste, sia omofoba.

  • Adoro i maschi omosessuali?

    Bè, non che sia razzista nei confronti degli etero, ma quasi sempre, adoro i ragazzi omosessuali: molto spesso siete gentili, sinceri e sapete essere buoni amici. Non sarà sempre così, di certo non collego la sessualità con la simpatia o la capacità di essere un amico, però... la maggiorparte delle volte quando sto con un ragazzo gay, mi sento a mio agio ed estremamente sicura di me ( soprattutto quando sto con ragazzi gay che lo dichiarano senza tanti scrupoli: non volgari, ma semplicemente consapevoli di quello che sono.. Li trovo... fantastici)

    Faccio un appello: siete belli così come siete... Non pensate mai di essere sbagliati e mandate a fanculo tutte le persone che non vi capiscono.

    Una vostra potenziale amica :)

  • Aiuto come si trova l'equilibrio tra dovere e piacere, studio e svago?

    Ciao a tutti...

    Ho 17 anni e... ho un problema che mi sta "sconvolgendo" la vita. Sono sempre stata una ragazza dedita allo studio, mi piace molto studiare, sentire di aumentare la mia conoscenza, lo adoro.. Ho sempre avuto uno scopo... quello di diventare una ragazza intelligente, di migliorarmi sempre, di non sbagliare mai e di crescere. Studiare è sempre stata una cosa bella, mi sono sempre sacrificata.. senza pensarci. Uscivo pochissimo nei primi anni di superiori, pensavo solo a studiare e spesso mia madre mi rimproverava. Non che non avessi altri interessi. Sono piena di interessi, musica, lingue straniere, scrittura... canto... è solo che... Sono sempre stata esagerata. Non so perchè ma dopo 3 anni di liceo passati in questo modo tutto un tratto non ce l'ho fatta più. Lo studio non era più piacere, è diventato sempre stress... Piangevo quasi tutti i giorni, fino a farmi del male anche fisicamente, visto che ero piena di tensioni. Ogni volta che mi allontanavo dai doveri, mi punivo un pò da sola, piangendo fino a sfinirmi... E tutto questo tutta da me, perchè davvero in casa nessuno mi ha mai costretto a studiare... Sono sempre stati contenti che io studiassi molto ma prima mettono sempre la mia salute. è passato un anno da quando ho cominciato a stare male così ed ora non so più dove sono arrivata, davvero. Ne ho parlato con tutti... mi sono venuti anche gli attacchi di panico, una cosa che non voglio mai più provare... vado da una psicologa a scuola. Nonostante per un anno io sia stata male così, i miei voti non ne hanno risentito. Ho sempre il massimo, nei voti. Ma... ora capisco che prima sbagliavo... vedevo i voti di scuola come una valutazione su di me, valutavo me stessa a seconda dei voti e se prendevo un brutto voto piangevo e anche tanto perchè sentivo di non essere più abbastanza. Non sono mai abbastanza.

    Ora... Non so più chi sono. ho un problema con lo studio. All'inizio i prof se ne sono accorti... A scuola non ero più la stessa, stavo sempre male e sempre triste... per questo mi hanno cominciato a parlare e mi hanno rassicurata. I miei stessi prof mi hanno detti di setterla di studiare così tanto, che avrei raggiunto gli stessi risultati anche studiando un pò di meno... E io piangevo, piangevo... E mi sentivo stupida e tutt'ora mi sento stupida quando penso a queste cose, perchè so che ci sono problemi peggiori.. Però davvero non so come uscirne, perchè ora sono diventata il contrario.

    Non riesco più ad avvicinarmi al libro. Quando riesco a studiare, ho sempre i miei ottimi risultati... Ma ora ho paura, ogni volta che devo mettermi vicino a quel libro. mi ricorda solo dolore... ultimamente lo studio è stato solo dolore. Dolore, attacchi di panico e dolore. Ho iniziato a fregarmene un pò... ogni volta che me ne fregavo un pò era come farmi del male, è stato difficile staccarmi da quell'ossessione ad essere sempre perfetta.... Ho iniziato ad uscire un pò più.. sembrava che andasse bene. Ma ora sto sempre peggio. Odio ogni minuto che sto dentro quella scuola, complice la mia classe e l'ambiente che si crea là dentro. Sono tutti infantili...Io... ho quasi come un ribrezzo per il dovere... e sono rimasta così indietro con lo studio che non riesco più a reagire. Non... lo faccio più.. non faccio più tutti quei giorni dentro a casa studiare.. non riesco neanche a fare mezz'ora. Ci sono dei periodi in cui stranamente riesco a stare più tranquilla... ma ora mi rimangono le materie che ho sempre considerato più importanti e sono così indietro che mi viene da piangere solo a pensarci. Anzi.. la mia vecchia me piange, la mia nuova me se ne fotte. E non so più se odiare più lo studio o me stessa. Non so se odiare più la vecchia me stessa o la mia nuova me. Non sono più... LA psicologa dice che faccio così per punirmi sempre più e ho capito che è vero. Ogni volta che mi butto giù e lascio andare, sento morire qualcosa in me... Mi sento così infantile... se mi metto a studiare ci riesco, è proprio la volontà che mi manca? Più che la volontà è-.. che io oramai lo collego a brutte sensazioni e... non voglio sia così. Lo studio è bellezza.. e perchè io non riesco a trovare un equilibrio!? Pensavo che cercare di cambiare mi avrebbe aiutata, sono dovuta cambiare, mi stavo uccidendo nell'altro modo.. ma ora mi uccido più nel profondo perchè non sono più io. L'avete mai provato? Ho così tante cose da dire che in un solo intervento non c'entrano... è solo che mi sento completamente... fuori dalle righe. Ribelle, potrei dire?! Mi sforzo a fare cose che non farei mai... poi una parte di me si sente in colpa, l'altra inizia a ridacchiare. è come se fossi divisa. E ora sto deludendo tutti.Faccio del male a tutti, così. Ma sento la necessità di fare altre cose.... ma ora esagero. esagero sempre in tutti i versi. Mi fa paura perchè so di dover risolvere questa cosa da sola... sto rovinando tutto

    1 rispostaEducazione - Altro9 anni fa
  • Sono una ragazza e mi attraggono i ragazzi effeminati?

    All'inizio mi sono fatta tanti problemi, ho iniziato a pensare anche di essere lesbica.

    In realtà, per ora, accetto e adoro questa cosa :) Sì, non so perchè, ma mi innamoro molto facilmente di ragazzi dai tratti e movenze femminili. Non tutti e non è sempre così, sia chiaro, ma in generale, quando vedo un ragazzo con i pantaloni stretti, la borsa, con dei vestiti un pò stravaganti o estremamente alla moda, ( di solito considerato gay, anche se magari non lo è) impazzisco completamente! Almeno a primo impatto, fisicamente, non mi attirano i ragazzi che sprizzano mascolinità da tutti i pori.Per esempio a scuola c'è un ragazzo che purtroppo per me è gay dichiarato: è estremamente femminile,porta i capelli lunghi e lisci davanti agli occhi, una voce abbastanza femminile, si veste sempre con pantaloni stretti e se lo vedeste da dietro, bè... direste che è una donna. Insomma, ha un sedere più bello del mio! Oltre ad essere una cosa fisica però, ho notato che è qualcosa di mentale. Mi piace l'idea di dominare un pò... per questo adorerei avere un ragazzo così. Mi piace anche l'uomo maschile, ma quando l'uomo effeminato sa essere entrambi.... bè, allora è fatta! Sono davvero cotta di un amico, molti pensano sia gay per la tonalità di voce e la sua attenzione nel vestire. Ma oramai lo conosco da tanto e.. ciò che mi piace di lui è proprio quella sua capacità di essere a volte più femminile di me e a volte estremamente maschile. Non so perchè ma la cosa mi fa morire. Capita anche a qualcuno di voi?

    Ho sentito molte persone dirmi che ho dei problemi, ma sinceramente sapete cosa la penso? Che l'amore è una cosa davvero complicata.. e anche la sessualità.. Insomma, il sentimento deriva da così tanti elementi, ma soprattutto a livello mentale rimane una delle cose più misteriose che esista, per questo non giudico i gusti sentimentali/ sessuali di nessuno. Non necessariamente tutte le donne devono essere"sottomesse" all'uomo, non necessariamente l'uomo deve essere quello autoritario, maschile, forte.. penso che la cosa più intrigante sia una relazione in cui entrambi i partner hanno entrambi i ruoli a seconda delle situazioni.

  • Equazione omogenea di secondo grado?

    Ciao a tutti, sono mancata molti giorni a scuola per malattia e mi trovo in un pasticcio.

    Come si fa questa equazione?

    senxcosx- cos^2x= 0

    So che è facile ma proprio mi sono persa alcun spiegazioni e nonostante abbia letto nel libro non riesco a capire.

    Qualcuno può risolvermela? E magari darmi qualche trucco o qualche procedimento per imparare a risolvere questo tipo di equazioni?

    1 rispostaMatematica9 anni fa
  • Come trovare la secante e la cosecante di un angolo?

    So che la cosecante è uguale a 1/ sen

    e la secante = 1/ cos.

    Se mi danno sec 60°, come calcolarla??

    3 risposteMatematica9 anni fa
  • Disequazione AIUTO DUBBI?

    Ciao, se mi trovo una disequazione del tipo:

    (-x2 + 3x) >_ ( maggiore uguale) 0

    Come devo procedere?

    Io avrei subito cambiato il segno ovvero

    x2-x <_ 0

    e poi l'avrei trasformata in equazione associata

    X2- 3x=0

    Poi avrei raccolto

    x ( x-3) =0

    E poi avrei fatto il grafico.

    è corretto?

    1 rispostaMatematica9 anni fa
  • Collegamento VGA PC- TV?

    Allora, non ho mai collegato un televisore al pc e ho appena comprato un Televisore Hannspree SJ19DMAB. Ho un attaco VGA che ho già provveduto ad attaccare. Però, quando seleziono la voce "PC" nell "Imput" della televisione, mi dice " Nessun Segnale" . Non so davvero che fare e le guide generali non mi stanno aiutando. Potete aiutarmi?

    2 risposteComputer - Altro9 anni fa
  • Devo esibirmi in un concorso di canto e?

    Ciao a tutti... Stranamente quest'anno ho deciso di esibirmi per un concorso di canto... Sono stati scelti alcuni cantanti e questa è la fase finale... Non ho mai fatto concorsi del genere perchè sono sempre stata molto ansiosa, e mi vergogno molto.. Stavolta però ho voluto provare, me lo ha consigliato il mio insegnante di canto. Purtroppo quest'anno il problema è un altro: ho avuto un anno molto stressante, mi è peggiorato il reflusso e ho la voce molto debole. Il mio insegnante dice che nonostante la mia voce sia almeno la metà più debole del solito, le canzoni mi vengono benissimo ugualmente. Dice che lo devo prendere come un divertimento e non devo agitarmi perchè ciò non fa altro che peggiorare il reflusso... Io non ho mai fatto qualcosa senza sapere perfettamente di essere al massimo delle mie possibilità.. sono una perfezionista e spessissimo lo riconosco come un difetto. Ma stavolta non dipende da me, non posso far niente con il reflusso oltre a prendere medicine che ultimamente non sono efficaci... Ditemi qualcosa perchè mi sto agitando.

    6 risposteCanto10 anni fa
  • Petrarca CANZONIERE: DOMANDA?

    Sapete il perchè si chiama " Canzoniere"? E sapete che collegamento c'è tra Il Canzoniere e le Novelle Per un Anno di Pirandello?

    1 rispostaPoesia10 anni fa
  • Come si risolve questo problema di fisica?

    Due fratelli, Stefano E Giuseppe, frequentano la stessa palestra. Un pomeriggio Stefano decide di andare in palestra senza aspettare l fratello, che deve terminare di fare i compiti. Sono le 17,00 quando stefano esce di casa e si dirige verso la palestra , tenendo una velocità di 1m/s. Dopo 10 minuti anche Giuseppe esce di casa per recarsi in palestra. Raggiunge Stefano mentre quest'ultimo sta arrivando davanti alla porta della palestra alle 17.20. Assumendo che il moto di entrambi i fratelli sia rettilineo uniforme, stabilisci con quale velocità si è mosso Giuseppe e quanto dista la palestra dall'abitazione dei due ragazzi.

    2 risposteFisica10 anni fa
  • Problema di Fisica che non riesco a risolvere?

    Due automobili viaggiano di moto uniforme lungo due strade rettilinee formanti fra loro un angolo retto. Calcola a quale distanza, in linea d'aria, si trovano dopo 10 min, supponendo che le automobili siano partite nelle stesso istante dall'incrocio delle due strade con velocità rispettivamente di 30,0 km/h e 144 km/ h.

    Ci sto provando da un pò ma credo di sbagliare procedimento! Me lo potreste spiegare? Sono mancata a due spiegazioni causa malattie e nessun compagno segue la lezione di fisica. -_-

    GRAZIE

    2 risposteFisica10 anni fa
  • Problema di Fisica, dubbio?

    Semplice, ma ho un dubbio. Dite cosa ne pensate voi.

    Due automobili che sono partite nello stesso istante dalla stessa posizione iniziale e che trascorso un certo intervallo di tempo hanno percorso distanze uguali, devono necessariamente trovarsi nella stessa posizione finale. Questa frase è sbagliata, perchè?

    4 risposteFisica10 anni fa