• Amor, ch' a nullo amato amar perdona 📚📄?

    Prendo spunto dal verso 103 dell' Inferno per una riflessione. Dedicato alla celebre Francesca e il suo amore impossibile per il suo Paolo,si evince: da un lato la forza dell' amore passionale che travolge i sensi,dall' altra il legame matrimoniale che non le perdona e non le consente di amare nessun... visualizza altro
    Prendo spunto dal verso 103 dell' Inferno per una riflessione. Dedicato alla celebre Francesca e il suo amore impossibile per il suo Paolo,si evince: da un lato la forza dell' amore passionale che travolge i sensi,dall' altra il legame matrimoniale che non le perdona e non le consente di amare nessun altro. Per Dante l' amore e' pieno di contraddizioni ,spesso con esiti tragici. Cio' che vi chiedo e' questo: A quale contraddizione dell' anima applichereste questo verso famoso? Venditti ad esempio,cito' questo verso nella sua canzone ' Ci vorrebbe un amico' Buongiorno😆
    9 risposte · 6 giorni fa
  • Avete una poesia preferita? grazie?

    Migliore risposta: più d'una. Intanto questa è mia: "Povero vecchio", attuale perchè si sta discutendo in parlamento di eutanasia ma in modo assai malo. Praticamente per non fare la legge, per non dare la facoltà di chiedere l'eutanasia. .POVERO VECCHIO Io sono un povero vecchio e porto la tazza alla bocca finisce... visualizza altro
    Migliore risposta: più d'una.
    Intanto questa è mia: "Povero vecchio", attuale perchè si sta discutendo in parlamento di eutanasia ma in modo assai malo.
    Praticamente per non fare la legge, per non dare la facoltà di chiedere l'eutanasia.

    .POVERO VECCHIO
    Io sono un povero vecchio
    e porto la tazza alla bocca
    finisce però in un orecchio
    poi cade e si rompe la brocca

    Io sono un vecchio malato
    inghiotto tre o quattro pasticche
    mi lavo col permanganato
    l'artrosi poi fa le ripicche

    Io sono un vecchio bavoso
    mi corico sul letto ortopedico
    la notte assai poco riposo
    a levarmi sarà il paramedico

    Io sono un vecchio noioso
    mi attacco a telefono amico
    un mezzo troppo costoso
    rimango a mirar l'ombelico

    Io sono un vecchio demente
    aspetto il giorno che passa
    domani ricordo più niente
    in testa frastuon di grancassa

    Io sono un vecchio assai stanco
    recarmi vorrei in farmacia
    trovar fra i prodotti da banco
    una bibita all'eutanasia.
    Giovanni

    A me piace Foscolo e riporto due sue poesie:
    IN MORTE DEL FRATELLO GIOVANNI
    Un dì, s’io non andrò sempre fuggendo
    Di gente in gente; mi vedrai seduto
    Su la tua pietra, o fratel mio, gemendo
    Il fior de’ tuoi gentili anni caduto:

    La madre or sol, suo dì tardo traendo,
    Parla di me col tuo cenere muto:
    Ma io deluse a voi le palme tendo;
    E se da lunge i miei tetti saluto,

    Sento gli avversi Numi, e le secrete
    Cure che al viver tuo furon tempesta;
    E prego anch’io nel tuo porto quiete:

    Questo di tanta speme oggi mi resta!
    Straniere genti, l’ossa mie rendete
    Allora al petto della madre mesta.

    ALLA SERA
    Forse perchè della fatal quïete
    Tu sei l’immago a me sì cara, vieni,
    O Sera! E quando ti corteggian liete
    Le nubi estive e i zeffiri sereni,

    E quando dal nevoso aere inquiete
    Tenebre, e lunghe, all’universo meni,
    Sempre scendi invocata, e le secrete
    Vie del mio cor soavemente tieni.

    Vagar mi fai co’ miei pensier su l’orme
    Che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
    Questo reo tempo, e van con lui le torme

    Delle cure, onde meco egli si strugge;
    E mentre io guardo la tua pace, dorme
    Quello spirto guerrier ch’entro mi rugge.

    Per la verità odio la sera e la notte, ma questa Foscolo la descrive proprio bene.
    In questa canzone, Musica di Andrea Lo vecchio; il testo è di Vecchioni, 1968, Sanremo
    https://www.youtube.com/watch?v=p1ip5oSL...
    26 risposte · 2 settimane fa
  • Postate qualcosa di.. poetico?

    Migliore risposta: Lo so, é banale ma non leggo mai poesie, anche se dovrei cominciare. Resta comunque mozzafiato Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale E ora che non ci sei più è il vuoto ad ogni gradino. Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio. Il mio dura tuttora, né più mi occorrono Le coincidenze, le... visualizza altro
    Migliore risposta: Lo so, é banale ma non leggo mai poesie, anche se dovrei cominciare. Resta comunque mozzafiato

    Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
    E ora che non ci sei più è il vuoto ad ogni gradino.
    Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
    Il mio dura tuttora, né più mi occorrono
    Le coincidenze, le prenotazioni,
    le trappole, gli scorni di chi crede
    che la realtà sia quella che si vede.

    Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
    Non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
    Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
    Le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
    erano le tue.

    E.Montale
    25 risposte · 3 settimane fa
  • Una parola che finisce con elli inerente al carattere??? Please?

    Per un sonetto autoritratto
    Per un sonetto autoritratto
    5 risposte · 2 settimane fa
  • A proposito di citazioni Leopardiane📚📄?

    Migliore risposta: Questa è la "mia" citazione. Ringrazio l'amica che me la inviò: "Sogliono essere odiatissimi i buoni e i generosi perché ordinariamente sono sinceri, e chiamano le cose coi loro nomi. Colpa non perdonata dal genere umano, il quale non odia mai tanto chi fa male, né il male stesso, quanto chi lo... visualizza altro
    Migliore risposta: Questa è la "mia" citazione. Ringrazio l'amica che me la inviò:

    "Sogliono essere odiatissimi i buoni e i generosi perché ordinariamente sono sinceri, e chiamano le cose coi loro nomi.
    Colpa non perdonata dal genere umano, il quale non odia mai tanto chi fa male, né il male stesso, quanto chi lo nomina.
    In modo che più volte, mentre chi fa male ottiene ricchezze, onori e potenza, chi lo nomina è strascinato in sui patiboli, essendo gli uomini prontissimi a sofferire o dagli altri o dal cielo qualunque cosa, purché in parole ne sieno salvi".
    5 risposte · 3 settimane fa
  • Cosa vi trasmette quest'immagine?

    Migliore risposta: Disperazione
    Migliore risposta: Disperazione
    5 risposte · 3 settimane fa
  • Che ne pe sate di questa frase?

    Eri il sorriso malinconico di un giovane spensierato, sei un'estate senza fine nel mio cuore
    Eri il sorriso malinconico di un giovane spensierato, sei un'estate senza fine nel mio cuore
    4 risposte · 2 settimane fa
  • Frase di Leopardi?

    "Ah signora, quello che lei crede sia una gobba, è la custodia delle mie ali." Che significa?
    "Ah signora, quello che lei crede sia una gobba, è la custodia delle mie ali." Che significa?
    5 risposte · 3 settimane fa
  • Sai scrivere poesie?

    Migliore risposta: No, so scrivere filastrocche.
    Migliore risposta: No, so scrivere filastrocche.
    5 risposte · 4 settimane fa
  • Domanda sulla poesia di Giacomo Leopardi?

    Con quale stato d'animo il poeta immagina l'infinito
    Con quale stato d'animo il poeta immagina l'infinito
    4 risposte · 3 settimane fa
  • Che ne pensate della mia poesia?

    Migliore risposta: potevi continuare con

    e se mentre mangio ti vedo alla finestra
    mi fo le pіppе e vengo nella minestra
    Migliore risposta: potevi continuare con

    e se mentre mangio ti vedo alla finestra
    mi fo le pіppе e vengo nella minestra
    5 risposte · 1 mese fa
  • Cosa ne pensi di questa poesia?

    Migliore risposta: Povera Layla...
    Migliore risposta: Povera Layla...
    5 risposte · 1 mese fa
  • Ragazzi ho bisogno stra urgente di voi, nel sonetto "Io m'ag(g)io posto in core a Dio servire di Iacopo da Lentini,?

    Qual'è il ruolo del poeta nei confronti di dio e della religione? e nei confornti della donna? Il motivo del "servizio", con cui si apre il sonetto, è di origine feudale ed è presente anche nel romanzo cortese-cavalleresco. Effettua un confronto tra le due concezioni e illustralo sinteticamente in... visualizza altro
    Qual'è il ruolo del poeta nei confronti di dio e della religione? e nei confornti della donna? Il motivo del "servizio", con cui si apre il sonetto, è di origine feudale ed è presente anche nel romanzo cortese-cavalleresco. Effettua un confronto tra le due concezioni e illustralo sinteticamente in circa 10 righe o 500 caratteri Raga ho per domani sto compito e mi mette il voto... sono in crisi mi aiutate? grazie in anticipo
    4 risposte · 1 mese fa
  • Poesia simile ad "A Silvia" di Leopardi?

    Il mio professore farà un futuro compito su un analisi di un testo di Leopardi, simile a quello di "A Silvia". Quale può essere?
    Il mio professore farà un futuro compito su un analisi di un testo di Leopardi, simile a quello di "A Silvia". Quale può essere?
    6 risposte · 2 mesi fa