• Se tu FOSSI in un salotto LETTERARIO📖📕📚?

    Dove si incontrano artisti, scrittori, pittori e intellettuali,con chi avresti il piacere di discorrere ? Io , in questo momento, con Mark Tawain e Henry James,le due facce della Letteratura Americana. E tu?
    Dove si incontrano artisti, scrittori, pittori e intellettuali,con chi avresti il piacere di discorrere ? Io , in questo momento, con Mark Tawain e Henry James,le due facce della Letteratura Americana. E tu?
    15 risposte · 2 giorni fa
  • Esattamente, PERCHÉ il TEMA del TRADIMENTO è RICORRENTE in pressoché QUALSIASI LIBRO di QUALSIASI EPOCA STORICA?

    Aprite a random un qualsivoglia romanzo scritto e/o ambientato in un periodo storico a caso... QUALSIASI libro (o quasi) voi possiate scegliere, troverete in esso almeno un riferimento/accenno ad un tradimento di coppia, eventualmente anche solo di personaggi minori. Ecco: perché questo fenomeno riesce.... visualizza altro
    Aprite a random un qualsivoglia romanzo scritto e/o ambientato in un periodo storico a caso... QUALSIASI libro (o quasi) voi possiate scegliere, troverete in esso almeno un riferimento/accenno ad un tradimento di coppia, eventualmente anche solo di personaggi minori. Ecco: perché questo fenomeno riesce. all’incirca, passatemi questo termine assolutamente improprio ed indegno, ad “accomunare” praticamente tutta la letteratura mondiale, trascendendo epoche e periodi storici, nonché aree geografiche e regioni di provenienza, società e culture ecc? Si, ok, ovviamente è impossibile paragonare/confrontare i grandi capolavori della letteratura con tutte le altre illeggibili ciofeche esistenti, però. alla fine, “il tema del tradimento” è affrontato da entrambe le categorie... Ok, dai, avete capito cosa voglio chiedervi. Illuminatemi, Grazie ^_^
    9 risposte · 3 giorni fa
  • Che ne dite di questa idea per un romanzo gotico?

    Migliore risposta: Acc...mi hai rubato l idea...peccato perché sarebbe stata geniale. Pazienza ripiegheró sul mio piano B: la storia di un mago con gli occhiali e una cicatrice a forma di zeta sulla fronte destinato a combattere contro un cattivo senza naso. Che te ne pare? Originale vero?
    Migliore risposta: Acc...mi hai rubato l idea...peccato perché sarebbe stata geniale. Pazienza ripiegheró sul mio piano B: la storia di un mago con gli occhiali e una cicatrice a forma di zeta sulla fronte destinato a combattere contro un cattivo senza naso. Che te ne pare? Originale vero?
    6 risposte · 3 giorni fa
  • Libri o film?

    Sapete libri o film in cui adolescenti fanno uso di stupefacenti e vengono salvati dall'amore?
    Sapete libri o film in cui adolescenti fanno uso di stupefacenti e vengono salvati dall'amore?
    6 risposte · 1 settimana fa
  • Cosa odiate dei libri, tipo il modo in cui vengono scritti, la trama?

    Migliore risposta: Non sopporto i libri con personaggi piatti, quando sono solo stereotipi, solo nomi su un foglio e anzi che agire secondo la loro personalità e si piegano al volere dello scrittore e della trama. Non sopporto i libri poco realistici, e con questi non intendo quelli inverosimili.Possono anche esserci draghi e asini... visualizza altro
    Migliore risposta: Non sopporto i libri con personaggi piatti, quando sono solo stereotipi, solo nomi su un foglio e anzi che agire secondo la loro personalità e si piegano al volere dello scrittore e della trama.

    Non sopporto i libri poco realistici, e con questi non intendo quelli inverosimili.Possono anche esserci draghi e asini volanti ma devono avere la loro logica. Ogni cosa che accade deve avere un motivo plausibile e non semplicemente 'perché se no la storia non va avanti'

    Non supporto quando il protagonista si salva il cúlo all'ultimo secondo per semplice cavillo/ botta di fortuna.

    Non sopporto i protagonisti perfetti.

    Non sopporto i libri che raccontano e non mostrano, scritti come se fossero una sceneggiatura. Questo non vuol dire che voglio un eacconto prolisso, ma un libro non è solo avvenimenti e dialoghi, è anche ambientazioni, introspezione...voglio che evochi l'atmosfera , voglio sentire il sapore
    della storia.
    17 risposte · 2 settimane fa
  • Quale prezzo dovrebbe avere un libro per non essere considerato costoso?

    Migliore risposta: Tutto sommato i prezzi dei libri mi sembrano abbastanza equi. Un tascabile Einaudi/Feltrinelli/Mondadori(etc.) lo paghi dai 7 ai 12 euro circa. Una prima edizione con copertina rigida (nel caso in cui la casa editrice ne facesse uso) lo paghi in media sotto i 20 euro. Un Adelphi in media 18, 22 euro, ed è forse un... visualizza altro
    Migliore risposta: Tutto sommato i prezzi dei libri mi sembrano abbastanza equi.
    Un tascabile Einaudi/Feltrinelli/Mondadori(etc.) lo paghi dai 7 ai 12 euro circa.
    Una prima edizione con copertina rigida (nel caso in cui la casa editrice ne facesse uso) lo paghi in media sotto i 20 euro.
    Un Adelphi in media 18, 22 euro, ed è forse un po' alto ma paghi anche la qualità della stampa/carta (un paio di euro in meno sarebbe l'ideale)
    Insomma, il linea generale non mi appare un'immoralità il prezzo dei libri.
    Ovvio che, se come per i film o la musica, li trovi facilmente scaricabili, qualsiasi prezzo sopra il 'gratis' sembrerà troppo.
    Ma io sono per il giusto prezzo del valore aggiunto: l'oggetto (per ma musica, vedi i vinili, è del tutto giustificato; per i film decisamente meno)
    11 risposte · 2 settimane fa
  • Mi consigliereste...di approfondire l'argomento 📖📕📚?

    Mi consigliereste...di approfondire l'argomento 📖📕📚?

    Migliore risposta: Melville (e altri autori) fanno esattamente l’effetto che dice Pavese (è una definizione che commuove). Ho letto molta letteratura americana, prosa e poesia; la amo. Per quanto riguarda la poesia, ti consiglio questo testo (il curatore è Carlo Izzo): "Poesia americana 1850-1950"; sono tre volumetti... visualizza altro
    Migliore risposta: Melville (e altri autori) fanno esattamente l’effetto che dice Pavese (è una definizione che commuove).
    Ho letto molta letteratura americana, prosa e poesia; la amo.
    Per quanto riguarda la poesia, ti consiglio questo testo (il curatore è Carlo Izzo):
    "Poesia americana 1850-1950"; sono tre volumetti meravigliosi che racchiudono tutti i più grandi poeti di quel periodo. Io li ho, e sono completamente consunti e spaginati, per le centinaia di volte che li ho sfogliati.
    Dentro troverai la Dickinson, Lee Masters, Frost, Pound, Sandburg, il mio adorato Cummings e tantissimi altri.
    Gli scrittori di cui ho letto praticamente tutto sono: Bernard Malamud,
    Philip Roth, Henry James (il più “europeo” di tutti: era naturalizzato inglese, mi viene difficile considerarlo americano), Palahniuk, Hemingway, Truman Capote , James Cain, Toni Morrison, Cormac McCarthy.
    Il posto d’onore (per ragioni di cuore) va a Henry James e Philip Roth, ma tutti quelli che ho citato lo meriterebbero.
    Ci sono anche autori che non toccano in nessun modo le mie corde (Faulkner, Wallace - che detesto -, Carver e qualche altro).
    Non ti consiglierei mai McCarthy o Palanhiuk o Ellis (pur piacendomi molto, specialmente McCarthy, che raggiunge vette inarrivabili): potrebbero disgustarti per la loro violenza e crudezza.
    Di Roth, mai e poi mai ti direi di leggere “Lamento di Portnoy”.
    Ti consiglio, invece, “Pastorale americana, “La macchia umana”, e “Patrimonio – Una storia vera”.
    Per come ti conosco, potrebbero poi piacerti (tanto) Henry James (soprattutto “Piazza Washington” e “Ritratto di signora”) ed Edith Wharton (“L’età dell’innocenza”).

    Ti lascio questi versi da un sonetto di Cummings:
    "un vento ha spazzato via la pioggia e spazzato
    via il cielo e via tutte le foglie,
    e gli alberi rimangono ritti. Anch'io credo d'aver conosciuto
    l'autunno troppo a lungo
    (e che cosa hai da dire tu
    vento vento vento - hai amato qualcuno
    e hai tu il petalo di qualche luogo nel cuore
    punto dall'estate sonnolenta?".
    7 risposte · 2 settimane fa
  • Libro preferito?

    12 risposte · 2 settimane fa
  • Mi potreste consigliare dei libri da leggere?

    6 risposte · 2 settimane fa
  • Un buon libro da leggere con un messaggio di fondo importante? Un po' filosofico e culturale?

    Migliore risposta: 'Confessioni di un artista di mèrda', di Philip K. Dick (il suo unico libro 'non di fantascienza', bellissimo) Non è particolarmente filosofico e men che meno culturale, ma è una lucida riflessione sul come certe donne hanno il potere di condurre l'uomo allo sbrocco o, peggio, alla... visualizza altro
    Migliore risposta: 'Confessioni di un artista di mèrda', di Philip K. Dick (il suo unico libro 'non di fantascienza', bellissimo)
    Non è particolarmente filosofico e men che meno culturale, ma è una lucida riflessione sul come certe donne hanno il potere di condurre l'uomo allo sbrocco o, peggio, alla follia.
    Insomma, tra una riflessione e l'altra fa anche abbastanza ridere (uhm...)
    6 risposte · 2 settimane fa
  • Ciao, devo vendere una casa. Qualcuno ha qualche suggerimento?

    Migliore risposta: Ciao,
    se sai già valutazione e hai un buon canale di vendita ti consiglio un buon servizio fotografico d'interni!
    Sapevi che delle buone fotografie facilitano la vendita del 40%? :)
    Migliore risposta: Ciao,
    se sai già valutazione e hai un buon canale di vendita ti consiglio un buon servizio fotografico d'interni!
    Sapevi che delle buone fotografie facilitano la vendita del 40%? :)
    5 risposte · 2 settimane fa
  • Preferisci stare tra tanti amici o tanti libri?

    Migliore risposta: Bellissimi i libri per L ‘ amor di Dio... ma le persone sono insostituibili.
    Migliore risposta: Bellissimi i libri per L ‘ amor di Dio... ma le persone sono insostituibili.
    9 risposte · 3 settimane fa