• Perché chi si diploma col 100 va male all'università?

    Ho notato questa cosa. Ovviamente non voglio generalizzare, ma molti che andavano bene al liceo all'università non brillano. Di contro, studenti liceali "nella media" ottengono ottimi risultati all'università. Quali potrebbero essere le ragioni? È più facile essere raccomandati e cocchi dei prof... visualizza altro
    Ho notato questa cosa. Ovviamente non voglio generalizzare, ma molti che andavano bene al liceo all'università non brillano. Di contro, studenti liceali "nella media" ottengono ottimi risultati all'università. Quali potrebbero essere le ragioni? È più facile essere raccomandati e cocchi dei prof al liceo? È più meritocratica l' università?
    6 risposte · Università · 17 ore fa
  • Come diventare un INTERPRETE?

    Ciao a tutti Innanzitutto buon pomeriggio a tutti. Grazie per aver scelto di rispondere a questa domanda, ma arrivo subito al punto. Ho finito il liceo linguistico e ora ho l'intenzione di frequentare l'Università Ca' Foscari di Venezia per studiare l' Arabo e un'altra lingua di cui non sono... visualizza altro
    Ciao a tutti Innanzitutto buon pomeriggio a tutti. Grazie per aver scelto di rispondere a questa domanda, ma arrivo subito al punto. Ho finito il liceo linguistico e ora ho l'intenzione di frequentare l'Università Ca' Foscari di Venezia per studiare l' Arabo e un'altra lingua di cui non sono ancora sicura. Molte persone mi hanno detto che lo sbocco professionale più semplice e sicuramente più 'facilmente' raggiungibile dopo aver conseguito una laurea in lingue è quello dell'insegnante. Ora la mia domanda è questa: è davvero questo che mi aspetta? Il mio sogno é interpretare tra un medico e un paziente per esempio, ma non insegnare.... So che non é facile diventare interpreti, ma c'è una minima probabilità che io posso aspirarlo e trovare un lavoro? In questo caso mi rivolgo alle persone che sono diventate interpreti. Come ci siete riusciti? E come avete trovato un lavoro? Secondo voi oltre all' Arabo quale altra lingue mi può essere utile? Grazie a tutti in anticipo :) p.s solo COMMENTI seri!
    6 risposte · Università · 5 giorni fa
  • Cosa fare della mia vita?

    Ciao a tutti. Mi chiamo Antonio, ho 24 anni, mi sono laureato in fisioterapia lo scorso anno. Durante il percorso universitario non mi è quasi mai capitato di pensare a quello che volessi costruire nel post-laurea, preso com'ero dalle lezioni, dallo studio, dal tirocinio, dagli esami e infine dalla tesi. Il... visualizza altro
    Ciao a tutti. Mi chiamo Antonio, ho 24 anni, mi sono laureato in fisioterapia lo scorso anno. Durante il percorso universitario non mi è quasi mai capitato di pensare a quello che volessi costruire nel post-laurea, preso com'ero dalle lezioni, dallo studio, dal tirocinio, dagli esami e infine dalla tesi. Il mio percorso universitario è stato un susseguirsi continuo di eventi. E' risultato abbastanza brillante, pochi intoppi e chiusura nei tempi giusti. Ho iniziato ad avvertire una sensazione di malessere negli ultimi mesi prima della laurea. Malessere che derivava dal pensiero che pian piano si infilava nella mia mente: "mi laureo il 20, dal 21 che ne sarà di me?". E che si traduceva in tanta confusione. Il tempo è passato veloce, mi sono laureato col massimo dei voti, tanti auguri di rito ricevuti, regali, quiriquim e quaraquam svariati. Ma è stato in quei momenti che mi sono sentito davverso perso. Sono una persona abbastanza organizzata e che sa quello che vuole. Ma questa situazione era nuova. "La tua laurea ti permetterà di lavorare subito e di stare bene", mi ripetevano e continuano a farlo, praticamente tutti. Intorno a me però vedevo solo un gran casino, come se fossi narcotizzato e non riuscissi a riflettere su quello che doveva essere il da farsi. Inizio una ricerva di possibilità lavorative un po' di qui e un po' di lì. Nulla di realmente attraente ma si sa, alle prime armi bisogna accettare tutto: senza un'esperienza minima lontano non vai. Continua
    4 risposte · Università · 4 giorni fa
  • Domanda alpha test professioni sanitarie..?

    Salve, tempo fa comprai l alpha test per i test d ingresso di medicina.. solo che dopo alcune vicende ho deciso di dedicarmi a professioni sanitarie. Posso comunque studiare per quest ultime dal libro di medicina? o è sbagliato?
    Salve, tempo fa comprai l alpha test per i test d ingresso di medicina.. solo che dopo alcune vicende ho deciso di dedicarmi a professioni sanitarie. Posso comunque studiare per quest ultime dal libro di medicina? o è sbagliato?
    4 risposte · Università · 7 giorni fa
  • Cambiare scuola/sezione al secondo anno?

    Salve, i miei genitori è da un po' che vogliono farmicambiare sezione o scuola,perchè diconoche nella mia classe attuale si studia poco. Io però in classe mia mi sono trovata bene ed essendo molto timidahopaura di non riuscire a legare con dei compagni nuovi.. non so cosa fare, ho paura di non fare amicizia ma... visualizza altro
    Salve, i miei genitori è da un po' che vogliono farmicambiare sezione o scuola,perchè diconoche nella mia classe attuale si studia poco. Io però in classe mia mi sono trovata bene ed essendo molto timidahopaura di non riuscire a legare con dei compagni nuovi.. non so cosa fare, ho paura di non fare amicizia ma allo stesso tempo di non ricevere una buona preparazione!
    5 risposte · Scuole primarie e secondarie · 1 settimana fa
  • Posso bocciare a settembre per una sola materia?

    Buongiorno, frequento la terza alberghiero e sono stato rimandato unicamente a matematica col 4.... Ho frequentato i corsi di recupero ma ho ancora molti dubbi! Per questo vi chiedo se rischio di essere bocciato a settembre nonostante io abbia solo una materia sotto
    Buongiorno, frequento la terza alberghiero e sono stato rimandato unicamente a matematica col 4.... Ho frequentato i corsi di recupero ma ho ancora molti dubbi! Per questo vi chiedo se rischio di essere bocciato a settembre nonostante io abbia solo una materia sotto
    5 risposte · Scuole primarie e secondarie · 1 settimana fa
  • Si dice begli o bei amici?

    4 risposte · Parole e giochi di parole · 1 settimana fa
  • MI SERVE UN CONSIGLIO URGENTE! I miei genitori sono stanchi e non hanno voglia di ascoltarmi,mi date un consiglio voi? Quale facoltà SCELGO?

    Migliore risposta: Filosofia è una facoltà che si fa per propria cultura, non ha alcuna utilità alla società odierna, o almeno fuori dall'ambito della ricerca. Ma se pensi di poterti sostenere con la ricerca sbagli di grosso.
    Migliore risposta: Filosofia è una facoltà che si fa per propria cultura, non ha alcuna utilità alla società odierna, o almeno fuori dall'ambito della ricerca. Ma se pensi di poterti sostenere con la ricerca sbagli di grosso.
    4 risposte · Università · 1 settimana fa
  • Facoltà alternative a medicina?

    Salve, mi sono iscritto al test di medicina 2017. Nel caso non riuscissi ad entrare quale facoltà (senza test d'ingresso) potrei fare per non rimanere fuori un anno? Mi hanno consigliato biologia, biotecnologie, farmacia o chimica e tecnologia farmaceutica: però hanno tutte e quattro il test d'ingresso!!
    Salve, mi sono iscritto al test di medicina 2017. Nel caso non riuscissi ad entrare quale facoltà (senza test d'ingresso) potrei fare per non rimanere fuori un anno? Mi hanno consigliato biologia, biotecnologie, farmacia o chimica e tecnologia farmaceutica: però hanno tutte e quattro il test d'ingresso!!
    4 risposte · Università · 1 settimana fa
  • AIUTATEMI A SCEGLIERE,sono confusa!!!! Quale di queste DUE OPZIONE sceglieresti al posto mio?

    Migliore risposta: Ti direi di scegliere la tua passione più grande, se è filosofia, scegli quella. Riguardo all'impegno ti dico che qualsiasi scelta tu faccia dovrai studiare, studiare, studiare. Insomma anche se non hai le lezioni il tuo tempo libero lo passerai sui libri lo stesso. Questo non significa che non riuscirai ad... visualizza altro
    Migliore risposta: Ti direi di scegliere la tua passione più grande, se è filosofia, scegli quella.
    Riguardo all'impegno ti dico che qualsiasi scelta tu faccia dovrai studiare, studiare, studiare. Insomma anche se non hai le lezioni il tuo tempo libero lo passerai sui libri lo stesso. Questo non significa che non riuscirai ad avere dei ritagli per te o per vederti con gli amici, tutto dipende da come ti organizzi.
    Se tu studi giorno per giorno e non rimani indietro, puoi anche concederti sabato e domenica liberi. Comunque se tu parti già con quella "la mia priorità è il tempo libero" allora nessuna università fa per te. Anche perché si presuppone che l'università è una scelta e che quindi la fai per passione, è qualcosa che fai volentieri (poi vabbé, si sa che quando si tratta di studio anche la cosa più interessante ti viene a noia alla fine XD).

    Le lezioni poi non sei costretta a frequentarle tutte (è consigliabile ma non obbligatorio) perciò ti consiglio prima di andare a seguirle per vedere com'è, poi se ti accorgi che un prof spiega male (purtroppo a volte capita), ti fai lo studio da sola.
    4 risposte · Università · 1 settimana fa
  • La mia professoressa che tutta la scuola dice che è una malata mentale mi ha messo un debito che assolutamente non meritavo cosa posso fare?

    Migliore risposta: Un'altra dimostrazione che il sistema della scuola italiana fa SCHIFO. Purtroppo non c'è molto da fare, perchè il voto ormai ti è già stato confermato; tu chiedi cmq un colloquio col preside e l'insegnante in questione per poterne discutere. Se da questo colloquio non ne cavi fuori nulla, devi prendere... visualizza altro
    Migliore risposta: Un'altra dimostrazione che il sistema della scuola italiana fa SCHIFO.
    Purtroppo non c'è molto da fare, perchè il voto ormai ti è già stato confermato; tu chiedi cmq un colloquio col preside e l'insegnante in questione per poterne discutere.
    Se da questo colloquio non ne cavi fuori nulla, devi prendere provvedimenti più seri, come contattare il ministro dell'istruzione etc...
    Tu cmq chiedi colloquio con questa insegnante in presenza del preside, che forse si riesce a risolvere semplicemente così.
    6 risposte · Scuole primarie e secondarie · 2 settimane fa
  • Come fare a studiare 1600 pagine entro settembre?

    Ho deciso di dare questo esame pesante a settembre. Il tempo non manca, niente di pratico, solo roba teorica. Quante pagine al giorno dovrei studiare? E per quanto tempo al giorno?
    Ho deciso di dare questo esame pesante a settembre. Il tempo non manca, niente di pratico, solo roba teorica. Quante pagine al giorno dovrei studiare? E per quanto tempo al giorno?
    3 risposte · Università · 2 settimane fa
  • Come sono le ore di educazione fisica al liceo?

    Dal punto di vista pratico.
    Dal punto di vista pratico.
    4 risposte · Scuole primarie e secondarie · 1 settimana fa
  • Perché le lauree umanistiche sono così bistrattate?

    Migliore risposta: Ciao, secondo me é vero che, in linee generali, una laurea umanistica offre meno sbocchi lavorativi di una laurea in ingegneria o in medicina, ma mi sembra esagerato ridicolizzare le lauree umanistiche e dire che sono tutte facili. Innanzitutto bisogna distinguere tra facoltá e facoltá … una mia amica ha studiato... visualizza altro
    Migliore risposta: Ciao, secondo me é vero che, in linee generali, una laurea umanistica offre meno sbocchi lavorativi di una laurea in ingegneria o in medicina, ma mi sembra esagerato ridicolizzare le lauree umanistiche e dire che sono tutte facili. Innanzitutto bisogna distinguere tra facoltá e facoltá … una mia amica ha studiato lettere antiche e non mi sembra che fosse una facoltá molto facile.
    Dal punto di vista lavorativo é peró vero che é normalmente piú difficile trovare lavoro con una laurea in lettere antiche o beni culturali o filosofia rispetto ad una laurea in ingegneria o economia e commercio … le ragioni sono ovvie e le hanno giá illustrate gli altri utenti.

    Ma ció non vuol dire che un laureato in ingegneria ha il lavoro garantito, né che un laureato in una facoltá umanistica sia destinato a fare il disoccupato o il mantenuto!

    Il fatto é questo: molto spesso chi sceglie facoltá umanistiche lo fa seguendo uno di questi ragionamenti: “ho fatto il classico, perció faccio lettere”, “mi piace molto filosofia, perció mi iscrivo alla facoltá di filosofia”, “vado bene di inglese, quindi mi iscrivo a lingue straniere”. Insomma, lo fa in base alle materie che si studiano e non pensando al lavoro che vuol fare “da grande”. Quindi ci si ritrova con una laurea ma senza la piú pallida idea di che lavoro fare e si inizia a mandare il cv un po’ dappertutto… ricevendo ovviamente poche offerte, anche perché le aziende.
    Questo puó capitare ovviamente anche a laureati in ingegneria o in economia, ma ci sono molte piú aziende che cercano neolaureati in ingegneria o in economia rispetto a neolaureati in lettere antiche o lettere moderne o filosofia….

    Un ragazzo che sceglie una facoltá umanistica e che giá dal primo anno (o meglio… dalle superiori!) sa giá che strada vuol prendere, ha molte ma molte piú possibiltá di trovare lavoro rispetto a chi non ha la piú pallida idea su cosa vuol fare, perché puó iniziare giá ad arricchirsi il curriculum. Ti faccio degli esempi di miei amici e conoscenti che hanno trovato lavoro con una laurea umanistica

    Triennale in lingue (inglese e tedesco): una mia amica che ha fatto il classico e che a 16 anni ha deciso di volere diventare assistente di volo, ha fatto lingue. Presa la triennale ha fatto la ragazza alla pari in Spagna (per imparare lo spagnolo) e adesso lavora per la Lufthansa. Ha puntato sul tedesco (e non su altre lingue, come il portoghese e o il russo) perché é piú facile trovare lavoro per la Lufthansa che per compagnie russe o portoghesi/brasiliane. Lo spagnolo lo ha scelto perché aveva giá intenzione di trasferirsi in Germania e voleva imparare una terza lingua che fosse utile dal punto di vista turistico ma allo stesso tempo che potesse imparare velocemente (in massimo 6 mesi).

    Scienze della comunicazione: una mia amica che fin da piccola voleva diventare giornalista, dopo il classico si é iscritta a scienze della comunicazione e giá dal primo anno di universitá ha iniziato a scrivere per il giornalino del suo paese. Presa la triennale ha fatto un viaggio di un anno per il mondo (lavorando, facendo volontariato e svolgendo altre varie attivitá), ha scritto vari articoli (anche per Lonely Planet) e ha creato un blog. Adesso lavora come giornalista freelancer e ha abbastanza lavoro da potersi mantenere (che, in questo settore, non é poco!).

    Scienze della comunicazione: un’altra mia amica che ha fatto questa facoltá ha fatto Erasmus in Irlanda per imparare bene l’inglese. Per maturare esperienza lavorativa, ha fatto volontariato all’estero per due estati consecutive (tra il primo e il secondo anno e tra il secondo e il terzo anno). Presa la laurea si é immediatamente trasferita a Londra, dove ha fatto un corso per specializzarsi in marketing e dove ha fatto uno stage in una multinazionale. È poi tornata in Italia e ha praticamente trovato lavoro nel giro di un mese….. avrá avuto la “laurea delle merendine” ma parlava perfettamente inglese e a soli 22 anni aveva giá quasi un anno e mezzo di esperienza lavorativa in 3 paesi diversi.

    Lettere: una mia amica che ha studiato lettere per diventare insegnante ma che si é resa conto che é difficilissimo trovare lavoro in questo settore ha fatto dei corsi (non so bene quali!) per insegnare italiano come lingua straniera. Ha lavorato per un anno in Spagna e per 6 mesi in Argentina, ora é tornata in Italia e insegna italiano agli immigrati.

    Ovvio che questi sono tutti esempi di gente che é riuscita a trovare lavoro … potrei citarti una lista di amici che non ha trovato lavoro (alcuni con lauree umanistiche, altri con lauree scientifiche). Ma volevo farti vedere che se si inizia a pensare al proprio futuro quando si é all’universitá, e non dopo che ci si é laureati, si hanno molte piú possibilitá di trovare lavoro.
    7 risposte · Università · 2 settimane fa