• Planezio Pietro e allievi (scuola elementare) hanno ricevuto, giorni fa, la richiesta di pubblicare i diplomi di laurea. Cosa aspettano?

    Migliore risposta: Planezio Pietro (con il multiaccount @ValerioNGC, che ha inserito un avatar con viso volutamente sfocato per timore di essere denunciato per furto di identità dal vero proprietario dell'immagine) ha scritto in questa sua... visualizza altro
    Migliore risposta: Planezio Pietro (con il multiaccount @ValerioNGC, che ha inserito un avatar con viso volutamente sfocato per timore di essere denunciato per furto di identità dal vero proprietario dell'immagine) ha scritto in questa sua domanda

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170417182327AAVe5Rb

    ""Poi a lui importa di scalare la classifica e di figurare come "serio studioso" di astrofisica, quindi anche un argomento sul quale pochi si andrebbero a informare va benissimo, ed è proprio perché in Rete si trova molta documentazione che lui la va a cercare, la copia con diligenza e poi ci mette "creativamente" qualcosa di suo. Ma tu pensi che @10KΩ abbia anche solo UN libro di astrofisica in casa? O che abbia seguito delle conferenze di astrofisica? Pensa a quando ha definito come Supernovae "LA" quelle del tipo "Ia" (Uno a): evidentemente non ne aveva mai neppure sentito parlare! E leggendo "Ia" su WEB, poiché la Elle minuscola in molti font è identica alla I (di Imola) maiuscola, che in realtà sta per il numero "Uno" nel sistema numerico Romano antico, lui MICA AVEVA CAPITO che tali supernovae si chiamano "Uno a".

    La domanda a cui ti riferisci è però relativa non alle Pulsar,
    ma ai Buchi Neri:

    "Che fine fanno i gas dei getti relativistici espulsi dai Buchi Neri (e dalle galassie di cui sono ospiti)?"

    https://it.answers.yahoo.com/question/in...

    E @10KΩ ammassa paragrafi su paragrafi copiati un po' qui e un po' li,
    anzi li DILATA per mostrare di non far un semplice copia-incolla, riempiendo la risposta di parole inutili e ridondanti, e se ci mette del suo solitamente inventa qualche "Belynata galattica". Se esamini le sue risposte la loro struttura è alquanto approssimativa e talvolta confusionaria, con una "organizzazione" che appare un po' ostica e per nulla adatta a una funzione di divulgazione. Infatti è evidentissimo che @10KΩ NON è tagliato per fare il divulgatore, anche perché NON CONOSCE REALMENTE gli argomenti di cui scrive! Anche la sua sintassi non è proprio impeccabile, soprattutto al di fuori delle frasi puramente copia-incollate. ""

    Planezio Pietro, io non voglio fare il divulgatore.
    Non voglio farmi 12 anni di galera come potrebbero infliggerli a te per aver svolto, privo, persino, dell'attestato di terza media, il divulgatore.

    Planezio Pietro, hai appena terminato di scontare una pena di oltre 5 anni, purtroppo , pene non riguardanti l'abusivismo di divulgatore scientifico ma per altri reati di matrice sessuale . Quelli (magistrati) che ti lasciano impunito, rendono costante la tua libertà e presenza nella società civile. Gli amici della Procura di Genova (spartisci con loro le minorenni con cui digerire la cena e i rituali esoterici nelle massonerie) sono causa di liti e diffamazioni in questa fogna di social network, il peggiore in lingua italiana sulle tematiche di astronomia, proprio per causa tua.
    Certamente di quello che succede qui ne diamo la colpa alla magistratura che non mette mai UN FINE alla tua presenza nelle istituzioni scientifiche e anche in questo social di mèrdà e ti concede liberta' assoluta di offesa, minaccia, diffamazine, denigrazione, frode, millantato credito, abusivismo professionale, falso ideologico e peculato.

    Ti sei mai chiesto cosa accadrebbe (cosa ti accadrebbe) se un Ispettore del Ministero dell'Istruzione, un magistrato, la Guardia di Finanza, i nuclei antifrodi indagassero sul tuo conto e sul tuo Manager (che ha le mani piene di polvere di banconote da 500€) a che conclusioni perverrebbero, nella fattispecie se indagassero sulla tua falsa qualifica e professione abusiva di Divilgatore scientifico e astrofisico "conferenziere" ? (quinta elementare circondato da ricercatori scientifici... qualcuno si rende conto di cosa accade da 24 anni ?).

    Anni di galera e soprattutto risarcire allo Stato 24 anni di professione illecita.

    Planezio, qui nessuno ti frega il posto di divulgatore. Molto semplicemente non sei un divulgatore e l'aver scritto in anonimo che tu non hai mai dichiarato di essere laureato (falso, lo hai sostenuto per 8 anni) E' AMMISSIONE DI COLPA. Io non oserei mai sostituirti, Finirei in galera per anni !.

    Io non oserei mai, in assenza di laurea in astronomia e cosrso triennale di astrofisica, pretendere di avere locandine marchiate Comune di Genova, con la mia foto, la qualifica di divulgatore scientifico e sbrodolare errori e scemenze nelle conferenze (nella tua ultima, Pallavicini ha collettato 1,7 milioni di euro da sponsor privati. Circolano troppi soldi per eventi inutili, redatti da un incompetente che sbaglia alle conferenze come sbaglia qui.
    Non oserei mai fingere di essere professore universitario di Cosmoogia se fossi privo delle lauree sopra indicate.

    Planezio, ti sei mai chiesto a quanti guai andresti incontro tu, insieme al panzone di 52 anni (nipote) che ti ha raccomandato per darti da mangiare, compresi diversi funzionari ministeriali, assessori e consiglieri del Comune ?
    Organizzatori del Festival della Scienza ?

    Anni di galera per tutti.

    La laurea di Planezio venne chiesta già 3 anni fa e non pervenne mai nessun titolo accademico da parte di lui e dei suoi falsi discepoli.
    Un V° elementare, deve essere trattato come tale.
    Quando sbaglia, lo spulciamo come lui voleva fare con noi e come tutt'oggi sta facendo, anche ben oltre questa sezione, a danno di alcune persone.
    11 risposte · Spazio e astronomia · 3 giorni fa
  • Quanto fa 5 meno 1 mezzo?

    6 risposte · Matematica · 20 ore fa
  • Ma in Italia la comunità astrofisica è solo a Genova?

    Migliore risposta: Cosa ? A Genova non esiste nemmeno un corso trienale di astrofisica. Il millantato credito che vedi nei motori di ricerca e nel social network di Yahoo è una truffa condotta da Planezio Pietro, insieme ad un vicedirettore università di Genova ad altri soci del circolo Astropolaris. Da molti anni, i personaggi... visualizza altro
    Migliore risposta: Cosa ?
    A Genova non esiste nemmeno un corso trienale di astrofisica.

    Il millantato credito che vedi nei motori di ricerca e nel social network di Yahoo è una truffa condotta da Planezio Pietro, insieme ad un vicedirettore università di Genova ad altri soci del circolo Astropolaris.

    Da molti anni, i personaggi succitati hanno reso indistinguibile il confine tra astrofili e astrofisici.
    Lo scenario si è complicato con l'assunzione a tempo indeterminato di Planezio Pietro nello staff di Yahoo.

    Per 10 anni (di cui solo i primi 5 passati in totale anarchia megalomane) ha finto di essere un astrofisico e di essere a capo di una comunità di ricerca scientifica universitaria (si è inventato personaggi fake come Mauro Maestripieri, Valerio, Valer, i piu recenti Lord Byron e molti altri). Non parliamo poi del Re dei fake @cipriano l'Argentino.

    Tutti inesistenti.
    Immagini e identità anagrafiche carpite da internet a insaputa degli autori.

    Come è potuto accadere tutto questo ?

    E' l'effetto di una tangentopoli genovese dove semi analfabeti come Planezio, vennero avviati in carriere di cattedre universitarie (Uni3-Genova) ed a ricoprire incarichi riservati a laureati in materie scientifiche, come l'Osservatorio Astronomico di Genova.

    Dopo la cricca locale genovese, grazie ad un parente, Planezio è entrato nello staff di Yahoo ed ha sponsorizzato la sua immagine abusiva di divulgatore scientifico e astrofisico (con la V elementare) per favorire i finanziamenti pubblici ai suoi corsi universitari, civici (Astropolaris) e per gli eventi pubblici pagati dal Fondo Sociale Europeo comeil Festival della Scienza.

    Planezio ha la V° elementare e non ha alcun titolo per rappresentare la comunità scientifica e per imporre con autoritarismo e offese i suoi scritti pubblicati come domande autopremiate in questa sezione come di altre, col nick principale @sesquiossidodip come i succitati
    @Mauro_Blazar
    @ValerioNGC
    @Lord Byron
    @tammy_17 e milioni di altri.

    Specifichiamo che a Genova non ci sono astofisici e la falsa comunità scientifica avente come Guru Planezio, non esiste.
    E' una simulazione per continuare a percepire buste paga per i corsi di cosmologia Universitari e civici.

    Non ha alcun titolo per farlo.

    Le responsabilità sono giudiziarie sia per il lato pubblico istituzionale che anche per Yahoo.

    Potrebbe un astrofisico dare risposte da somaro come alcune delle seguenti?

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170417160452AAun7qE
    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170417112709AAEahNz
    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170416172431AAzf2KD
    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170414124614AAKdh2A
    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170410180706AAE1Lyv
    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170405184742AAlcHGY
    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170405112431AAjHPQp
    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170401175413AAIa1jJ




    si tratta di pochi esempi in una strage abissale di errori.
    Comunita' astrofisica a Genova ?
    No, nemmeno un corso triennale.

    Ecco gli italiani astrofisici attuali e passati :
    https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Astrofisici_italiani
    http://www.media.inaf.it/2014/06/24/quattro-italiani-ai-vertici-dellastrofisica-mondiale/
    15 risposte · Spazio e astronomia · 6 giorni fa
  • 10punti al miglioree!!!!!!grazie in anticipo (mettete premio migliore cosi voto)?

    una piramide quadrangolare regolare ha il volume di 840cm e il lato di base 12. calcola l area della superficie laterale e quella totale della piramide. in una piramide quadrangolare regolare la somma di tutti gli spigoli misura 220cm;lo spigolo di base è 4/7 di quello laterale. calcola il volume Una piramide... visualizza altro
    una piramide quadrangolare regolare ha il volume di 840cm e il lato di base 12. calcola l area della superficie laterale e quella totale della piramide. in una piramide quadrangolare regolare la somma di tutti gli spigoli misura 220cm;lo spigolo di base è 4/7 di quello laterale. calcola il volume Una piramide retta ha come base un rombo in cui le diagonali sono una 3/4 dell altra e la loro somma é 112 cm l altezza é meta del perimetro della base.Calcola il volume della piramide
    4 risposte · Matematica · 18 ore fa
  • 2+2 ? 1+2 ?

    11 risposte · Matematica · 2 ore fa
  • Come si trova l'altezza del rombo?

    4 risposte · Matematica · 1 giorno fa
  • Ha senso (con tutta la documentazione reperibile in rete) per un sedicente esperto di astronomia chiedere il limite di magnitudine di un C14?

    Migliore risposta: Aggiornamento della buffonata spacciata per altissima astronomia di fisica ottica https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170416143401AA0ffvt Planezio Pietro (ValerioNGC) NOTO TRUFFATORE ITALIANO, cerca di correre ai ripari adottando i metodi che sono tipici di Planezio. Planezio , non sapendo + a quale... visualizza altro
    Migliore risposta: Aggiornamento della buffonata spacciata per altissima astronomia di fisica ottica https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170416143401AA0ffvt

    Planezio Pietro (ValerioNGC) NOTO TRUFFATORE ITALIANO, cerca di correre ai ripari adottando i metodi che sono tipici di Planezio. Planezio , non sapendo + a quale Santo appellarsi ha attinto dalle mie stesse fonti citando un richiamo di un vecchio professore di astronomia, ex consulente NASA, Bradley Shaefer, il quale ha scritto un articolo (non traducibile con google translator essendo una scansione non editabile di un libro) dove ritiene (avendo scoperto l'acqua calda) che gli algoritmi di calcolo magnitudinale delle ottiche di telescopi e cannocchiali risentono di variazioni biometriche individuali. MA GUARDA CHE SCOPERTA!!!. e che i limiti magnitudinali sono correlabili all'ingrandimento (LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA !!!).
    Anche la percezione della brillantezza di un Tv color risente di fattori biologici e biometrici individuali e risente delle regolazioni che ho imposto nel menu' del televisore. Chiunque puo' scoprire che aumentando l'ingrandimento riduco proporzionalmente il numero di sorgenti luminose inquadrate rendendo il fondo del cielo apparentemente piu' scuro e spingo il limite magnitudine a livelli piu' alti !!!. Poiche' l'industria ottica deve parametrizzare e standardizzare i propri prodotti acquistati da clienti che vivono in aree metropolitane o limitrofe, fortemente inquinate a livello luminoso, si rendono necessari quegli algoritmi statistici (descritti nella mia risposta e UNIVERSALMENTE ADOTTATI IN TUTTI I FORUM E WEB DI ASTRONOMIA AMATORIALE) che definiscono industrialmente un prodotto commerciale in base a condizioni urbane/sub urbane (siamo nell'ambito amatoriale non siamo sulle alture cilene).
    Nulla toglie che una magnitudine di + 15 sia definita per un sito osservativo collocato in una zona sub urbana (senza specificare il valore di ingrandimento adottato, che per i siti inquinati a livello luminoso deve aumentare !!!). I costruttori optano per le migliori condizioni ottimali nelle peggiori condizioni di inquinamento luminoso ....che spingono il limite magnitudinale delle loro ottiche verso i valori piu' appetibili dagli astrofili a discapito della porzione di cielo osservabile (le domande di Planezio vertono sempre su prodotti amatoriali, ricordiamocelo !!!).
    Un pirla che non adotta fonti alternative alle mie dimostra di essere quello che io sostengo essere. Un profano di 82 anni che utilizza google e bing per simulare esperti astronoi e fisici di ottica telescopica al servizio degli ammiratori di Planezio.
    Gli aggiornamenti di ValerioNGC rientrano nelle tattiche di attacco e demolizione delle risposte dei detrattori adottate da Planezio Pietro, dimostrando che Valerio=Planezio Pietro (privo di fonti documentali proprie).
    Per i restanti aggiornamenti della maxi sbrodolata di Planezio (ValerioNGC) egli ha praticamente attinto dai miei stessi web (a dimostrazione che non è un astrofilo ma un PIRLA che si finge esperto dai copia e incolla internet). Ha praticamente esteso la sua risposta dalle stesse fonti (che ho adottato io) ed ha commesso mastodontici copia e incolla dalle mie stesse fonti (il poveretto non ne ha, sono 10 anni che simula !!!).

    Ha copiato dalle mie stesse fonti ed ha fatto un risotto di risposta dove ha confuso le sensibilità ottiche dei sensori CCD con le proprietà ottiche dei telescopi (sono due cose distinte !!!). Un cialtrone che adotta le stesse fonti dell'utente che lo sminuisce puo' solo essere Planezio Pietro. Non esiste una comunità scientifica di astrofisici e fisici genovesi forgiata da Planezio. Esiste solo Planezio Pietro.

    ***********

    Se fai riferimento a questa domanda https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170416143401AA0ffvt
    presumo che il super esperto di astronomia sia l'alter ego di 18 anni (alter ego dell'82 enne Planezio Pietro) @Lord Byron, che ha in comune con il gemello piu' anziano (in realtà lo stesso 82enne) l'arroganza, la diffamazione seriale aggravata a danno di ex utenti rei di essere contro il crimine organizzato di cui il succitato è felicemente affiliato da anni, ...

    Passiamo alla domanda: Certo, è anomalo che @Elia (poi riciclatosi in Lord, nato già "imparato" come il suo maestro santone @sesquiossidodip, entrambi poliglotti, esperti di astrofisica, astronomia, ottiche di astronomia semi professionale, esperti di scienze politiche a sfondo nazi fascista... il primo brianzolo adottivo...fatto curioso dichiaratosi sardo in un profilo fake di 41 anni in netlog e altri social aventi come nick @sesquiossidodip, di anni 41 nato a Nuoro)... chieda se il Celestron (made in U.S.A. guarda caso) C14 abbia un limite magnitudinale visuale (magnitudine apparente stellare resa visibile a livello osservativo attraverso le ottiche Schmidt-Cassegrain).

    In rete vi sono diversi forum dove è chiaramente riportato il limite magnitudinale del C14 (limite teorico), indicato a 15.
    http://www.telescopedoctor.com/main.asp?cod=test/cassegrain/celestron-c14

    Ok che Lord Byron, nella totale simulazione multiaccount, debba chiedere all'amico di Planezio (ValerioNGC) la dritta del superesperto mondiale di ottiche telescopiche (ma quanto è influente la comunità scientifica genovese dei planezianti, sotto la chioccia Pallaviciniana...).

    Effettivamente non serve chiedere cose del genere (limite magnitudine C14).
    Queste domande sono trucchi per dare forma a queste logiche di sezione.

    1) Autopremiazione di ValerioNGC.
    2) Simulazione di un flusso incoming (di utenti che si fidano dei planezianti e che chiedono in Spazio e Astronomia quello che disertano in altri forum... chissà come mai le risposte competenti si trovano solo altrove, qui al massimo copia incolla o svarioni di ogni genere) che spiazza gli altri forum disertati (in realtà anche questa sezione è disertata... ma Planezio la popola di multifake).

    Si tenga presente che la determinazione (teorica) del limite magnitudinale visuale è facilmente calcolabile anche senza una scheda tecnica che riporti il limite massimo magnitudinale.

    Il calcolo si basa su alcuni parametri biometrici (sovente non raggiungibili dall'occhio umano nel mondo reale, ma indicativi per calcolare, con un certo grado di approssimazione, il limite magnitudinale di un telescopio semi professionale o amatoriale.
    L'apertura focale di un C14 è di 356 mm.
    La dilatazione teorica della pupilla dell'occhio umano in condizioni di buio assoluto dovrebbe attestarsi sui 7 mm (sembra che sia un limite difficilmente raggiungibile dall' occhio umano, 5 mm circa sono già ottimali).
    Nel rapporto del quadrato dell'apertura focale e della dilatazione biometrica della pupilla umana

    336^2/7^2 = 2304
    si ottiene il guadagno luminoso teorico dell'ottica telescopica.
    Considerando che la scala delle magnitudini è logaritmica in base 2,5, dobbiamo trovare l'esponente per ottenere il coefficiente del guadagno luminoso (sopra calcolato) di 2304 dall'elevazione di 2,5.
    Il valore è di poco superiore a 8 (circa 8,46)
    Facendo riferimento alla Scala del cielo buio di Bortle per un cielo sub-urbano (quindi piccoli centri abitati o vicinanza a centri urbani ma al di fuori di essi) abbiamo una magnitudine limite osservabile, nel cielo, di circa 5,5
    Sommando l'esponente calcolato a questo riferimento della scala Bortle (ovviamente variabile da località a località) otteniamo un 14 di magnitudine teorica.

    Questo calcolo ci fa capire che i parametri tecnici delle ottiche sono influenzati dalle condizioni di inquinamento luminoso (in condizioni ottimali con valore di scala Bortle di "cielo rurale" di circa 7, il limite teorico magnitudinale di un C14 potrebbe in via teoria, superare i 15).

    Senza un calcolo di questo genere non avrebbe senso chiedere quale sia il limite di magnitudine senza conoscere, prima, altre variabili.
    Come dimostrato, riferimenti di schede tecniche e metodi di calcolo sono facilmente reperibili in rete rendendo vana una domanda del genere.

    Il Planezio Pietro, per complicare le cose ha poi esteso la domanda al limite magnitudinale fotografico.
    La cosa è molto meno correlata all'ottica del Celestron e similmente di altri telescopi ma influenzata dalla sensibilità dei sensori CCD (un tempo le pellicole).
    Si detrae sempre il valore magnitudinale della scala Bortle a seconda del livello di inquinamento luminoso (quello che la bertuccia per pavoneggiarsi chiama "seeing"), nell'esempio di cui sopra ho adottato 5,5
    I parametri sono la sensibilità delle celle CCD + il tempo di esposizione + il diametro variabile del diaframma.


    Come vedete, con google diventiamo tutti falsi esperti (SPUDORATAMENTE FALSI) di ottiche telescopiche e astrofotografia (è la falsariga che segue il Planezio con qualche botta di kulo del circolo Astropolaris).

    @Mauro_Blazar, @Lord Byron e @ValerioNGC si sono guadagnati la reputazione di esperti nazionali ed oltre (con tanto di titoli universitari) senza essere mai esistiti e senza esserlo (il vecchio di 82 anni).

    Come avrete tutti notato, il saccente Planezio, non è capace di formulare metodi di calcolo teorico del limite magnitudinale "ambientale" di un C14.

    Un profano arriva la dove il mangia letame genovese non è capace di raggiungere pur simulando flussi di ammiratori che chiedono di ottiche telescopiche a lui ed ai suoi discepoli planezianti.
    Sono indizi che rivelano quanto sia facile spacciarsi per astronomi o astrofili di alta competenza.

    RIFERIMENTI/FONTI

    http://www.telescopedoctor.com/main.asp?cod=test/cassegrain/celestron-c14
    https://www.astronomia.com/forum/showthread.php?1743-Calcolo-Magnitudine-Limite-Teorica
    5 risposte · Spazio e astronomia · 6 giorni fa
  • Sesquiossidodip vorrei farti alcune domande, non sono Claudio?

    Sei un astrofisico? Hai insegnato all università? Sei genovese? Hai 72-73 anni? Che titolo di studio hai?
    Sei un astrofisico? Hai insegnato all università? Sei genovese? Hai 72-73 anni? Che titolo di studio hai?
    6 risposte · Spazio e astronomia · 2 giorni fa
  • Geometria !!
PER FAVORE AIUTATEMI GENTILMENTE PERCHÉ HO PRESO 4 E GIOVEDÌ FACCIO IL RECUPERO.VI PREGO AMICI ...?

    Geometria !! PER FAVORE AIUTATEMI GENTILMENTE PERCHÉ HO PRESO 4 E GIOVEDÌ FACCIO IL RECUPERO.VI PREGO AMICI ...?

    Vi prego aiutatemi ho già preso 4 e ho avuto la fortuna del recupero ..I problemi sono il numero 3/4/5 ....... Non so come si risolvono...Mi date tutti i suggerimenti e i consigli su come si svolgono questi tipi di problemi VI PREGO
    Vi prego aiutatemi ho già preso 4 e ho avuto la fortuna del recupero ..I problemi sono il numero 3/4/5 ....... Non so come si risolvono...Mi date tutti i suggerimenti e i consigli su come si svolgono questi tipi di problemi VI PREGO
    5 risposte · Matematica · 2 giorni fa
  • Per raggiungere Marte è più conveniente lanciare dalla Terra o dalla Luna?

    Migliore risposta: Planezio Pietro @sesquiossidodip sbrodola e delira in autopremiazioni farneticanti come quella in corso, disponibile a questo indirizzo https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170414124614AAKdh2A dove vomita compulsivamente farneticazioni matematiche prive di capo e di coda. La risposta che dovrei dare... visualizza altro
    Migliore risposta: Planezio Pietro @sesquiossidodip sbrodola e delira in autopremiazioni farneticanti come quella in corso, disponibile a questo indirizzo https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20170414124614AAKdh2A dove vomita compulsivamente farneticazioni matematiche prive di capo e di coda.

    La risposta che dovrei dare in questa domanda, dopo il delirio di Planezio, obbliga a dimostrare matematicamente con quale velocità si dovrebbe effettuare il trasferimento orbitale (dalla Luna), verso Marte, partendo dalla superficie lunare (e la valutazione se sia meno dispendioso, in termini energetici, dalla Luna o dalla Terra). Vedremo che i valori ottenuti sono completamente differenti da quelli inventati da Planezio e che lanciando una sonda dalla Luna si incrementa l'accelerazione iniziale (per effettuare un trasferimento orbitale) di circa il 16% in piu' dhe dalla Terra (dalla Luna si è costretti a ripetere la stessa procedura orbitale della Terra con accelerazioni in gioco maggiori). L'orbita di trasferimento finale vede la stessa velocità orbitale ma un Delta V maggiore se il lancio avviene sulla Luna...piu' sotto i dettagli.
    (la risposta contempla solo l'approccio base delle velocità orbitali di parcheggio e di trasferimento orbitale dalla Luna o dalla Terra, escludendo altri parametri quali il periodo T necessario per sincronizzare un punto di incontro tra pianeta e sonda).

    La velocità di trasferimento orbitale verso Marte (dalla Luna o dalla Terra), assunto un periodo compatibile con una "finestra di lancio" favorevole, è ovviamente indipendente dai rispettivi campi gravitazionali della Terra o della Luna.
    Poiche' dalla superficie un corpo celeste non è conveniente lanciare una sonda con una direzione radiale, si è obbligati ad una serie di manovre di trasferimento orbitale preliminare intorno al corpo celeste. Ottenuta un orbita stabile di parcheggio si effettua una nuova orbita di trasferimento verso Marte.
    Minore è la gravità di un pianeta/satellite minore è la velocità orbitale, e conseguentemente, anche il raggio orbitale di parcheggio (risparmi minimi, cio' che dissipa carburante sono le accelerazioni/decelerazioni).
    Il problema viene quando dobbiamo uscire dall'orbita di bassa quota e affrontare un'accelerazione (Delta V finale) che partendo dalla Luna sara' maggiore.
    La velocità di trasferimento orbitale, necessaria a descrivere parte dell'ellissi orbitale verso Marte, è invece correlata alla velocità di fuga dal campo gravitazionale del Sole, che in prossimità dell'orbita terrestre (rivoluzione della Terra intorno al Sole, quindi ad una distanza di valore prossimo ad 1 UA) si attesta ad un valore di poco superiore ai 42,42 km/s. La velocità orbitale ideale per orbitare intorno al Sole a tale distanza è 42,42 km/s / 1,414 = 30 km/s (la velocità indicata non è quella di fuga dal Sole ma l'unica velocità possibile perche' esso compia orbita planetaria di rivoluzione completa... questo è un elemento completamente ignorato da Planezio Pietro, che dimostra una notevole incompetenza nelle leggi della gravitazione universale e dei metodi di calcolo delle orbite aerospaziali all'interno del sistema solare).
    Il calcolo di 30 km/s deriva dalla considerazione che in qualsiasi caso la sonda è costretta ad orbitare, COMUNQUE, intorno al Sole, lungo un corridoio orbitale ellittico (per una lunghezza di circa 135,555°) molto simile alla rivoluzione terrestre intorno al Sole.

    La velocità dell'orbita ottimale da assumersi (nel nostro caso un' orbita di trasferimento), ha come metodo di calcolo il rapporto tra la velocità di fuga radiale rispetto al corpo centrale (il Sole) e la radice quadrata di 2 (1,414).
    V = Vf/1.414 .

    Al semiasse maggiore terrestre la Vf (radiale) dal Sole si attesta, dunque, a circa 42,42 km/s.

    Una sonda spaziale, dopo essersi "teoricamente" liberata dalla gravità terrestre (o lunare) dovra' (ANCHE PARTENDO DALLA LUNA) muoversi intorno ad un'orbita di trasferimento (simile a quella terrestre, cioe' di rivoluzione intorno al Sole) di circa:
    Vf/1,414 = 42,42 km/s : 1,414 = 30 km/s.
    Se l'orbita di trasferimento viene effettuata da una preesistente orbita bassa terrestre (circa 8 km/s) il valore cinematico risultate si attesta (adottando i vecchi modelli di calcolo delle missioni Apollo per il trasferimento orbitale verso la Luna) sui 32,966 km/s, ma il meccanismo di trasferimento orbitale è indipendente dal fatti che abbia origine dalla Luna o dalla Terra ed impone una ellissi intorno al Sole con velocità prossime (in genere si preferisce lievemente superiori) ai 30 km/s.

    La giustificazioni di tali velocità sono conseguenti all'ellisse di trasferimento orbitale dove si ingaggia, nella prima metà dell'orbita, una direzione di moto contraria al modulo di forza del campo gravitazionale del Sole. Una sonda esplorativa diretta verso Marte, pur non dovendo assumere velocità propulsive tali da abbandonare il sistema solare, deve affrontare un Delta V tale da attestare la sua velocità orbitale lievemente superiore a tale modulo.

    La stupidità (ed incompetenza) di Planezio Pietro è stato l'ignorare che anche partendo dalla Luna, la sonda debba ingaggiare una maggiore (in termini di Delta V e di spreco di propellente) accelerazione orbitale (rispetto all'orbita iniziale di parcheggio terrestre) per mettersi in orbita intorno al Sole !!! (a questo ci aggiungiamo i suoi valori di calcolo errati e inventati e un procedimento sbagliato).

    Ora, in questa sede, ed all'interno dei limiti di numero massimo di caratteri digitabili nell'Editor di Yahoo, non è concretamente possibile esporre il complesso ed esteso procedimento di calcolo kepleriano e newtoniano necessario, non tanto per calcolare la velocità Vo (velocità orbitale) iniziale per descrivere un 'ellisse alla Hohmann, ma per "mettere in quadratura" matematicamente tale velocità alle equazioni kepleriane e dell'energia di legame necessaria per effettuare un simile trasferimento orbitale, in modo tale che l'energia media dell'intera orbita debba essere la stessa al perigeo P e all'apogeo A (di Marte rispetto al Sole) dall'equazione 1/2 m V1^2 – k m / r1 = 1/2 m V2^2 – k m / r^2.
    Chi vuole studiarsi ed approfondire i procedimenti di calcolo (che da decenni le agenzie spaziali gestiscono tramite programmi eseguiti su calcolatori) puo' farlo a questo indirizzo https://www-spof.gsfc.nasa.gov/stargaze/Imars2.htm (puo' darsi che esistano in altre lingue siti analoghi anche piu' completi, quello indicato è cmq un valido riferimento orientativo).


    Le restanti scemenze di Planezio Pietro, nella risposta oggetto di contestazione... sono IGNORANZA in astrofisica, fisica, astrodinamica (malgrado vanti di essere la mente matematica piu' eccelsa al mondo).
    Qualsiasi sonda esplorativa venisse "lanciata" da un corpo celeste che non fosse la Terra (ma collocato, secondo le proprorzioni cosmologiche in gioco, in prossimità dell'orbita di rivoluzione della Terraintorno al Sole) assumerebbe le stesse velocità di trasferimento orbitale verso Marte. La sonda sarebbe costretta a rivoluzionare intorno al Sole (ellisse di trasferimento alla Hohmann !).

    Partire dalla Luna imporrebbe, oltremodo, un Delta V necessario per trasferire la sonda da un'orbita lunare di "parcheggio" verso l'ellisse orbitale definitivo nella direzione di Marte con differenziali cinematici maggiori.

    Per semplificare al massimo le cose, si faccia sempre riferimento al link https://www-spof.gsfc.nasa.gov/stargaze/Imars2.htm
    La velocità a bassa quota orbitale lunare "utile" (utilizzare come base di lancio la Luna impone criticità non indifferenti rispetto alla Terra. Sulla Luna si devono gestire le derive mareali gravitazionali esercitate dalla Terra) per una sonda esplorativa diretta verso altri corpi celesti è calcolabile con il reciproco della radice quadrata di 2 = 1,414 fratto la velocità di fuga newtoniana relativa al satellite.
    Partendo dalla Luna (cosa oggi impossibile):
    Vfuga Luna = 2.380 m/s
    V orbitale lunare = Vf/1,414 = 2.380 m/s / 1,414 = 1.683 m/s = 1,7 km/s
    Il Delta V imposto dalla Luna è prossimo se non superiore (rispetto a quello terrestre) ai 28,3 km/s (30 km/s - 1,7 km/s) contro i 22 km/s terrestri (30 km/s - 8 km/s) (l'orbita a bassa quota terrestre si attesterebbe a circa 8 km/s).
    Il risparmio iniziale di propellente (minore velocità orbitale di parcheggio, minore circonferenza orbitale) lo si sprecherebbe, ben oltre i vantaggi iniziali, partendo proprio dalla Luna, e/o, nella migliore della ipotesi, sarebbe equivalente, rendendo inutile tale logica che deve rendere conto della identica finestra di lancio terrestre. Anche lanciando la sonda quando la Luna si trovi interposta tra la Terra e Marte, non comporta significativi risparmi di carburante in quanto nello spazio il consumo piu' che in termini di distanza è in quello di accelerazioni/decelerazioni).

    Siamo lontani dal delirio scritto da Planezio Pietro, direi uno scenario completamente diverso, non solo in termidi di vantaggio energetico (irrilevanti) ma principalmente per la differenza di valori calcolati, che nel caso di Planezio, non tornano rispetto alla letteratura di riferimento.


    RIFERIMENTI/FONTI

    https://www-spof.gsfc.nasa.gov/stargaze/Imars2.htm
    http://www.phy6.org/stargaze/Imars1.htm
    http://www.phy6.org/stargaze/Imars2.htm
    22 risposte · Spazio e astronomia · 7 giorni fa
  • 10pt a chi mi aiuta?

    quanto misura approssimativamente l'area di una corna circolare avente diametro esterno 2m e diametro interno pari a 1m
    quanto misura approssimativamente l'area di una corna circolare avente diametro esterno 2m e diametro interno pari a 1m
    6 risposte · Matematica · 3 giorni fa
  • LA TERRA è PIATTA?

    https://www.youtube.com/watch?v=DruV-2eAo1I LA TERRA è PIATTA, COMA FA A MUOVERSI E PORTARE TUTTI I MARI CON SE, E IMPOSSIBBILE. come è possibile che "siamo tutti un pallone che giara, allora anche una mela attrae un altra mela we cosi via. ma NIO i miliatari ci stanno fregando, le forze americane per... visualizza altro
    https://www.youtube.com/watch?v=DruV-2eA... LA TERRA è PIATTA, COMA FA A MUOVERSI E PORTARE TUTTI I MARI CON SE, E IMPOSSIBBILE. come è possibile che "siamo tutti un pallone che giara, allora anche una mela attrae un altra mela we cosi via. ma NIO i miliatari ci stanno fregando, le forze americane per "vendere" piu mappamondi (n questo modo sono piu facili da fare lo possono vendere a prezzo maggiore). secondo voi come fa a stare la terra (SFERA????????) in un c artina se E UNA SFERA, ,l'unica spiegazione è che essa è 'piatta. se la terra si muovesse a 1700 km/h perché non veniamo spazzati via?
    13 risposte · Spazio e astronomia · 4 giorni fa
  • Anno luce?

    Quanto ci impiegherebbe la luce a percorrere un anno luce?
    Quanto ci impiegherebbe la luce a percorrere un anno luce?
    9 risposte · Spazio e astronomia · 1 giorno fa
  • Calcolare : (3-2-33)2 procedimento?

    6 risposte · Matematica · 4 giorni fa
  • Adesso in questa sezione di merd4 siete anche antisemiti ?

    Migliore risposta: Figlio di putt@na tu e quel trombone di 10k!!!! W la ****!!!
    Migliore risposta: Figlio di putt@na tu e quel trombone di 10k!!!! W la ****!!!
    8 risposte · Spazio e astronomia · 2 giorni fa
  • Calcolare : (3-2-33)2 procedimento?

    4 risposte · Matematica · 4 giorni fa
  • Differenza pollo e gallina?

    6 risposte · Agricoltura · 19 ore fa