Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

  1. Tutte le categorie
  2. Società e culture
  3. Mitologia e folclore

Mitologia e folclore

Scopri

  • 6
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    per quali motivi un rito non funziona?

    buonasera a tutti,premetto che non sono molto esperta ma l'argomento mi incuriosisce,chiesto un rito di riavvicinamento mi sono sentita rispondere che non si può fare perché non funzionerebbe.

    posto che apprezzo la sincerità perché avrebbero potuto accettare l'incarico per guadagnare,mi piacerebbe capire i motivi per i quali un rito a priori si può dire che non funzionerà.

    5 risposte4 sett fa
  • 15
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Esistono fate, elfi, gnomi e folletti? ?

    Ciao a tutti! Sono sempre stata affascinata dal mondo di queste creature dei boschi. C'è chi è scettico e chi sostiene di averli visti... Voi cosa ne pensate? Mi piacerebbe avere i vostri pareri a riguardo :) 

    15 risposte3 mesi fa
  • 6
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Voglio farmi leggere i Tarocchi, potete dirmi il nome di una seria cartomante?

    Potete dirmi il nome di una brava cartomante dove posso farmi leggere i tarocchi?

    10 risposte3 mesi fa
  • 9
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Conoscete una brava cartomante?

    Ciao a tutti, sono appassionata di cartomanzia, mi potete consigliare una brava cartomante a Torino o comunque in zona, anche Genova potrebbe andare bene.

    Grazie

    8 risposte3 mesi fa
  • 3
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
  • 5
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    egizi !? aiuto?

    chi era osiride  e che cosa rappresenta il suo mito???

    5 risposte4 mesi fa
  • 4
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
  • 4
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    dove devo cercare?

    cerco un real vampire che mi trasformi io sono a milano..

    5 risposte5 mesi fa
  • 12
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    raffigurazioni di re artù nel mondo?

    sto facendo una ricerca su re artù come nella basilicaa di san nicola, cattedrale di otranto e al duomo di modena. mi servono altre raffigurazioni.

    ne sapete GRAZIE

    5 risposte7 mesi fa
  • 16
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    libri e altre fonti per la mitologia greca?

    ultimamente mi sono incuriosita su tutto quello che riguarda witchcraft e spiriti guida ecc...vorrei informarmi di più sulla mitologia greca proprio perché ho saputo che molti patrons sono divinità greche. Non so molto a riguardo, e se un giorno un mio spirito guida fosse collegato proprio alla mitologia greca vorrei poterne riconoscere i segni e i comportamenti. Sapete dirmi se ci sono libri o preferibilmente fonti online specifiche, sennò mi consigliate di informarmi sulle divinità in generale? Grazie!

    6 risposte8 mesi fa
  • 5
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
    Attachment image

    Cosa rappresenta questa statuina?

    Salve,di recente mi è stata donata questa statuina,volevo sapere se rappresentasse qualcosa o qualcuno la statuina in questione è questa :

    6 risposte8 mesi fa
  • 7
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Rituali/Ritualista in gamba?

    Risposta preferita:

    Una che conosce veramente l’ arte della magia è senza dubbio la Maga bianca! La trovi al : 3421528657 . Lei fa dei veri e propri percorsi di risveglio , io ne ho fatti 2 e ho trasformato la mia vita! Ti spiega tutto , filma tutto e ti insegna anche tantissime cose , oltre ai riti , vai a fare proprio un percorso alkemico, ti scioglie tutti i problemi  che hai e ti tira fuori tutto il tuo potenziale oltre a crearti anche una grande protezione. lei non si publicizza , non è in nessun sito , da lei ci si arriva col passaparola , per parlarci l’ unico modo è chiamare al numero che ti ho fornito , lei non comunica proprio su internet (le altre “maghe bianche” che trovi in giro non è lei) , è una persona molto competente in svariati settori e onesta ! Non ti illude , è concreta  ti fa uno studio approfondito e ti trova la soluzione reale al tuo problema . In questo post trovi le recensioni (anche di anni a dietro) di altre persone :

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    Sono certa che una volta conosciuta non te ne pentirai e non la molli più nemmeno tu! Cmq non risponde na agli sms , ne dopo le 20 e ne di domenica . Buona fortuna!

    8 risposte9 mesi fa
  • 5
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Rituali di magia? Cartomanti?

    Risposta preferita:

    Dipende da cosa una persona crede: se si parte a priori senza una concezione di destino, si rifuta totalmente l'idea di predestinazione ed entità superiore, queste pratiche si riterranno inattendibili. In caso contrario, ovviamente, no.

    Posso solo parlare per esperienza personale. Da anni, oramai, consulto i tarocchi, ma solo per la sottoscritta. Tali carte, comunque, non prevedono il futuro, ma suggeriscono situazioni e comportamenti da tenere. Quindi diffida di coloro che affermano che i tarocchi riveleranno anche la minuzia più recondita del tuo avvenire. Ritornando al discorso precedente, comunque, ho verificato più volte che i consigli dei tarocchi si sono rivelati preziosi in date situazioni, anche abbastanza impreviste. Di conseguenza, ci credo.

    Non credo, però, nei cartomanti che offrono il loro servizio a pagamento, moderato o elevato che sia.

    Chi sente di poter decifrare i tarocchi non richiede compensi, ma presta la propria opera solo per elevazione personale e per aiutare il prossimo. Quindi occhio alle truffe.

    7 risposte9 mesi fa
  • 16
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Perché alcuni percepiscono il soprannaturale e altri no?

    Risposta preferita:

    È possibile che certe persone siano dotate di un potere, o meglio, una capacità sensoriale molto elevata, che trascende dal piano materiale.

    Per gli animali, ad esempio, il discorso è diverso: loro sono parte integrante della Natura, percepiscono le energia e i cambiamenti della stessa in maniera diretta, senza intermediazioni.

    Non credo, però, possano vedere chiaramente qualcosa che esula dalla materia, bensì sentirlo a livello interiore.

    L'istinto e la percezione animale sono di gran lunga più sviluppate di quelle umane, non "sedate" dalla necessità di trovare una risposta logica a tutto.

    Per questo, in momenti in cui l'uomo abbatte le difese razionali, riesce ad avvicinarsi maggiormente alla vera essenza delle cose.

    Concludo dicendo che qui non troverai risposte definitive e ti invito a non accettare per buono ciò che tutti noi scriviamo. Rifletti attentamente e decidi tu in cosa devi e vuoi credere.

    L'ultimo consiglio, se mi è concesso elargirlo, è di non cadere mai nel fanatismo, sia esso scettico od "osservante". Mantieni sempre la mente aperta a nuove dimostrazioni, materiali o spirituali che siano.

    4 risposte10 mesi fa
  • 35
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda
    Attachment image

    Mito mitico 🧿 ?

    Risposta preferita:

    Flegonte riporta una lettera di un tale Arrideo, “incaricato dell’amministrazione di Anfipoli”, città della Macedonia, diretta al re Filippo; tale lettera racchiudeva a sua volta l’epistola inviata ad Arrideo da un suo subalterno, di nome Ipparco, che aveva pensato bene di informarlo riguardo agli avvenimenti prodigiosi avvenuti in città. Cos’era successo? È sempre Proclo a rivelare che la protagonista del racconto, Filinnio, figlia di Demostrato e Carito di Anfipoli, era morta poco dopo essersi sposata con un tale Cratero (forse, secondo un topos patetico, il giorno stesso delle nozze). Poco meno di sei mesi dopo la morte era tornata in vita e, durante la notte, aveva cominciato a frequentare un giovane di Pella, Macate, che risiedeva come ospite nella casa dei genitori di lei. La ragazza non gli aveva rivelato la sua vera identità, dicendo solamente di essere lì all’insaputa dei familiari; tra i due giovani c’era stato anche uno scambio di anelli e nel corso di una notte di passione Filinnio aveva lasciato presso l’amato anche la propria “fascia pettorale”. E proprio nel bel mezzo del secondo di questi incontri notturni tra i due giovani, innamoratisi l’uno dell’altra, inizia la parte conservata del "Libro delle Meraviglie".

    La testimonianza di Proclo, fondamentale per inquadrare il brano di Flegonte, era stata segnalata già dall’Hemsterhuys agli inizi del XVIII secolo; fu solo alla fine del secolo successivo con Rohde, tuttavia, che la comunità scientifica ne prese definitivamente atto, ponendo fine a tutta una serie di curiose speculazioni sulla città nella quale si svolgevano i fatti, variamente e vanamente identificata con Tralle, Ipata (città tessalica famosa per le stregonerie, celebrata da Apuleio) e, infine, nell’interpretazione di Goethe, Corinto. Se vari dettagli possono essere recuperati per il tramite di Proclo, molti altri restano purtroppo oscuri; si è molto speculato, per esempio, su quale potesse essere il rapporto di Macate con i suoi ospiti, Demostrato e Carito: li conosceva in precedenza? Come è stato notato, dal momento che ignora la morte di Filinnio e non sa nemmeno che si tratta della figlia dei padroni di casa, si può supporre che le relazioni del giovane di Pella con la famiglia di Anfipoli non fossero particolarmente strette; sicuramente non aveva mai visto prima la ragazza. Il parallelo con le altre storie di revenants del "Libro delle Meraviglie", spesso 

    caratterizzate da un’atmosfera di mistero e inesplicabilità, e soprattutto il confronto con racconti simili provenienti da varie tradizioni popolari, lasciano sospettare che non necessariamente Filinnio dovesse aver già conosciuto in vita il giovane di cui si innamora: è stato sostenuto, per esempio, che la morte prematura, appena dopo il matrimonio, l’avesse lasciata, per 

    così dire, affamata d’amore, e che questo ne avesse causato il ritorno.

    Nel prosieguo della storia, comunque, i genitori si appostano fuori dalla porta della foresteria ma l’indomani non riescono a sorprendere la misteriosa ragazza. Per usare le parole di Flegonte, “al sorgere del sole avvenne che la ragazza, per volontà divina o per caso, se ne andasse senza essere vista, e che Carito, quando fu sopraggiunta, si crucciasse per averla mancata.” All’indomani, Macate viene interrogato e si stabilisce che la notte seguente farà in modo che i genitori possano incontrare la fanciulla, in modo da chiarire la faccenda una volta per tutte. Filinnio arriva ed i genitori si precipitano sulla scena. “Demostrato e Carito arrivarono in un lampo, ed avendola vista, inizialmente ammutoliti ed attoniti per lo sconvolgente spettacolo, levarono un alto grido e si precipitarono verso la figlia. Allora Filinnio disse loro: ‘Madre e padre, come siete stati ingiusti a negarmi di stare per tre giorni con l’ospite nella casa paterna, senza che facessi nulla di male! Per questo, voi sconterete la vostra invadenza (polypragmosyne) con un nuovo lutto, ed io tornerò al luogo che mi è stato assegnato, giacché non sono giunta qua senza la volontà degli dèi.’ Detto questo, divenne cadavere all’istante, ed il corpo giaceva steso sul letto sotto gli occhi di tutti.”  

    Alla seconda morte di Filinnio, nella casa scoppia un grande tumulto, e ben presto la notizia si diffonde in tutta la città di Anfipoli; e il giorno successivo, quando viene ispezionata la tomba nella quale avrebbe dovuto giacere la ragazza, la si trova vuota – salvo che sul letto funebre sono appoggiati due doni che la fanciulla aveva ricevuto da Macate. Per citare Flegonte: "Quando aprimmo la cripta, nella quale erano posti tutti i membri della famiglia quando morivano, sugli altri catafalchi apparvero stesi i corpi, e le ossa di coloro che erano defunti da più tempo; invece su quello dove era stata deposta e seppellita Filinni trovammo solamente appoggiati l’anello di ferro, che apparteneva all’ospite, e la coppa dorata, che aveva preso da Macate il primo giorno.” 

    Immediatamente vengono decisi riti e sacrifici per purificare la città; il corpo della fanciulla viene rimosso e trasferito fuori dai confini del territorio (forse per essere bruciato), ed il giovane ospite, 

    comprensibilmente sconvolto, si uccide. Così si conclude la storia di Filinnio e Macate, che costituisce forse la prima elaborazione letteraria a noi nota di un motivo folklorico, quella della "morta innamorata”, diffuso in molte epoche e culture, fino ad arrivare all’epoca contemporanea.

    Anche Lucy Westenra, uno dei personaggi più memorabili del "Dracula" di Stoker, muore giovanissima, alla vigilia del matrimonio: tornerà come una voluttuosa e feroce vampira che, prima di finire impalata dal vampirologo Van Helsing, cercherà di sedurre e uccidere il fidanzato Arthur.

    Entrambe queste figure sono "morte che ritornano", per quanto Lucy sia sicuramente più minacciosa. Ma tra le due molto probabilmente c'è un legame: la più mite Filinnio, infatti, in età moderna era stata spesso citata come esempio di inquietante cadavere posseduto dal demonio in vari manuali per inquisitori e raccolte di storie di spettri. Da lì il personaggio era stato recupera e rielaborato, facendolo diventare il prototipo della perfetta vampira, che poi ispirò tutta la produzione letteraria successiva, compreso il "Dracula" di Stoker. 

    13 risposte11 mesi fa
  • 7
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Ma esiste Satana?

    Risposta preferita:

    PER CONQUISTARE IL MONDO SATANA SI É NASCOSTO

    Dice Baudelaire: « Il capolavoro di Satana è di aver fatto perdere le sue tracce e d'aver convinto gli uomini che egli non esiste ». Eppure senza la presenza di Satana resta inspiegabile tutto il male che c'è nel mondo, come senza la presenza di Dio resta inspiegabile tut­to il bene che c'è.

    Hanno cominciato col negare Satana gli atei, i positivisti, i razionali­sti; hanno finito col negarlo una buona quantità di teologi e, natural­mente, dietro di loro una immensa quantità di cattolici. Scrive don Vil­la: « La teologia del post-concilio, purtroppo, si è svuotata dei suoi tradi­zionali contenuti per diventare sempre piú una forma di antropologia vagamente spiritualistica. I teologi moderni, cioè, hanno "abbracciato" il mondo in una resa pressoché totale. Una teologia nell'uomo e per l'uomo. Non c'è piú posto per i diavoli e l'inferno. A stento essi trovano il posto per Dio e per Cristo. Freud e Marx sono stati assunti al rango di quasi Padri della Chiesa ».

    Tra i responsabili di queste « teorie erronee, che non possono non turbare lo spirito dei fedeli », un posto di primo piano spetta a P. Her­bert Haag, noto teologo e già professore dell'università di Tubinga, e consulente della Conferenza Episcopale Tedesca. Haag, infatti, pubbli­cò, qualche anno fa, un libro dal titolo Commiato dal diavolo, che gli ha procurato, però, severe sanzioni da parte della Congregazione per la Dottrina della Fede.

    « L'uomo moderno ha tolto di mezzo Satana e il suo regno. La cosa avvenne in modo curioso. Si è cominciato col metterlo in ridicolo; poi, a grado a grado, se ne è fatta una figura comica... Alla base sta, origina­riamente, un sentimento cristiano: l'ironia dell'anima redenta contro il "signore" di un tempo ».

    Senonché questo ludibrio di credente è divenuto riso nel miscreden­te; ma questo serve pure alla causa di Satana; in nessun posto, infatti egli domina con maggior sicurezza come là dove gli uomini ridono di lui.

    « Satana, quindi ha paura solo di essere conosciuto. Le epoche, infat­ti, in cui riesce a farsi dimenticare, sono proprio quelle in cui lui trionfa con una presenza attiva » (Chiesa viva n. 138).

    L'offensiva di Satana ha questo obiettivo: rovinare il progetto di Dio facendo perdere gli uomini per i quali Dio ha tutto creato, si è fatto uo­mo e si è fatto crocifiggere.

    6 risposte11 mesi fa
  • 5
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Pikachu è realmente esistito?

    Risposta preferita:

    Purtroppo no. 😂

    Qualche anno fa ho chiesto a mio padre: "Non sarebbe bello se i Pokemon esistessero davvero"? 😄

    5 risposte11 mesi fa
  • 2
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Avete paura dei Fantasmi?

    Risposta preferita:

    Si devono temere i vivi, senza dubbio, questi e non altri.

    Tuttavia, tecnicamente, un fantasma non è un morto, non è un vivo. Un fantasma è una "risonanza", uno "spettro" appunto.

    Si potrebbe parlare di una sorta di riflesso, di eco. Un residuo di ciò che era, un tempo, un vivente. Un eco generato, vuol la tradizione, da una forte emozione, quindi solitamente da un evento rilevante, disarmonico, che spezza prematuramente l'energia della vita.

    Vuole sempre il folclore che di rado un fantasma voglia realmente spaventare, men che meno far del male.

    Al contrario, ha un solo scopo: liberarsi dal vincolo che lo tiene àncorato al mondo dei viventi, al mondo della materia. Un qualcosa di lasciato incompiuto, solitamente da ricercarsi nell'evento che lo ha generato.

    Non a caso siam soliti cercare fantasmi li dove sappiamo essere avvenuti fatti di difficile sopportazione morale.

    Poniamo come esempio un omicidio. È un qualcosa che il più degli esseri umani non concepisce o che trova deprecabile e terribile, che ci smuove nella coscienza, nell'intimo ed è una possibilità che spaventa e allontana.Inoltre la nostra coscienza ha un modo abbastanza strano di dimostrarcelo: ci spaventa. Ci manda segnali e il nostro subconscio collega ogni esperienza e sensazione a quel preciso evento, avvalorando così la convinzione di aver percepito ciò che in realtà, ovviamente, non è.

    Ecco come nascono i fantasmi.

    5 risposte11 mesi fa
  • 7
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Secondo voi DIO esiste o non esiste?

    Risposta preferita:

    Sì, ma non fate la stessa domanda, nei secoli!

    8 risposte11 mesi fa
  • 3
    Voti positivi di tutte le risposte in questa domanda

    Esiste per davvero il Mostro di Loch Ness?

    Risposta preferita:

    Quello del mostro di Lochness è forse uno dei misteri più conosciuti, relativi a leggendari mostri primitivi.

    Il lago di Lochness è uno dei tre più grandi presenti nel Great Glen nel Nord della Scozia. La leggenda del mostro di Lochness ha origine con la testimonianza di alcuni abitanti che dichiararono di aver visto nuotare a pelo dell'acqua uno strano animale di cui avevano distinto solo il lungo collo ed il corpo ovale. In seguito a queste testimonianze vi furono diversi studiosi che si appassionarono al caso facendo una serie di prove tramite il sonar per rivelare la presenza del mostro lacustre, ma senza fortuna. Lo studio dell'area rocciosa intorno al lago svelò la presenza di una gigantesca caverna formatasi sotto il livello dell'acqua, dove fu ipotizzato vivesse Nessie (questo il nome che fu dato al mostro con il passare del tempo) .La spiegazione data alla presenza di questo mostro lacustre coinvolge alcune teorie evolutive che ipotizzano che Nessie altro non sia che una creatura di tipo preistorico. Sfortunatamente, il caso del mostro di Lochness attirò anche qualche "furbetto" che realizzò una delle foto più famose del mostro, utilizzando un modellino da lui costruito. A tutt'oggi continuano le testimonianze sugli avvistamenti della leggendaria creatura di cui non si può affermare con certezza né l'esistenza né l'assenza; tuttavia è bello continuare ad amare la leggenda che ha fatto del Lago di Lochness un posto molto suggestivo, ispirando storie e film.

    5 risposte12 mesi fa
Chiedi