Come fà una persona a sapere di aver ereditato un immobile?

Se il proprietario di un immobile muore e ha dei figli, come funziona la procedura per l'eredità di questo? Come fanno tutti i figli a sapere di aver ereditato l'immobile dei genitori....devono firmare qualcosa? E' possibile che un immobile sia ancora intestato a un defunto?

Aggiornamento:

E' possibile vendere l'immobile senza che uno dei figli ne possa sapere qualcosa?

6 risposte

Classificazione
  • Q.R.
    Lv 5
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Premesso che si è "morti" solo se ESISTE UN CORPO, va da se che la morte del "de cuius", è constatata da un medico ( ospedale o di famiglia ) . Questo medico, ha l' obbligo di comunicarlo al Comune entro 24 ore annotando data ed ora del decesso, controfirmata da testimoni..

    Il Comune aggiorna l' ufficio anagrafico e trasmette ( tramite il C.F. ) a tutti gli enti pubblici,

    tra i quali la G.di F.

    La G.di F ( o i carabinieri ) trasmettono a Banche e NOTARIATO

    Conti correnti, immobili, cassette di sicurezza, tutto insomma, vengno "bloccati" e segue un inventario.... ENTRO 6 MESI DAL DECESSO SI APRE LA SUCCESSIONE.

    Il tempo è necessario alla ricerca di tutti gli eredi.

    Per fare una successione si ricercano TUTTI GLI EREDI procedendo per ordine: 1° grado Cioè DIRETTI ( figli o padre ) , 2° grado ( nipoti o nonni ) , ecc....

    TUTTI GLI EREDI ( aventi diritto ) DEVONO FIRMARE PER ACCETTAZIONE o RINUNCIA.

    Fonte/i: ag. immobiliare e consulente.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Con il testamento?

  • le'
    Lv 6
    9 anni fa

    si apre la successione del decuius- poi dipende se e' in comunione di beni con la moglie o no

    comunque il primo erede e' sempre la moglie poi i figli - metti comunione di beni la moglie che e' gia' proprietaria del 50% diventa del 75 e i figli del 25% di differenza metti 2 figli 12.5 a testa (cosi' e' capitato a noi) alla morte poi della mamma i 2 figli diventano al 50% e come logica dovrebbero dividere insieme le cose ma di norma ci sono sempre litigi e baruffe quindi e' meglio andare a sorteggio. per legge entro 6 mesi dalla morte del decuius se e' rimasto solo bisogna chiudere immediatamente con atto di morte l'abbonamento alla televisione luce ecc. mentre se rimane 1 dei 2 coniugi si fara' piu' avanti il tutto-per il dettaglio aggiuntivo non e' possibile vendere l'immobile perche' sono tutti eredi se non c'e' un atto di vendita- peraltro la banca stessa blocca il conto bancario fino al rilascio agli eredi della somma rimasta ma qui e' meglio prima che la banca intervenga ritirare il piu' possibile e lasciare poco perche' vanno pagate delle tasse-noi non lo sapevamo e abbiamo pagato non poco- in caso di figli illegittimi e' tramite il notaio che si puo' procedere alla legittima ecc. come pure se un genitore non vuole fare erede un figlio non puo' perche' ha diritto della legittima....comunque informati sempre da un notaio .... ciao

    Fonte/i: prassi di eredita' in famiglia in comunione di beni e 2 figli-
  • ANDREA
    Lv 7
    9 anni fa

    Deve essere aperta la successione e tutti gli eredi devono fare l'accettazione

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Se c'è questo sospetto, e sai dove dovrebbe essere l'immobile, puoi fare una visura al Catasto: indicando le generalità del defunto e il Comune dell'immobile, usciranno tutti i beni a lui ancora intestati. E' gratuito o al massimo ti chiedono pochi centesimi per la stampa.

    A quel punto, si dovrà fare la pratica di "successione", nel quale vanno indicati, tramite certificati, tutti i parenti che potrebbero ricadere nell'eredità: naturalmente, se ci sono coniuge e/o figli, il discorso finisce li.

    Se invece non sai dove potrebbe avere un immobile il "de cuius" (il defunto), ma tu credi che ci sia qualcosa, dovresti rivolgerti ad una agenzia di pratiche di questo tipo (meglio che un Notaio, che te lo farebbe pagare molto di più, di solito)

    Tranquillo che nessuno potrebbe vendere un'immobile, senza aver consultato tutti gli aventi diritto. Un Notaio, appena vede che un'immobile è stato acquisito per eredità, verifica bene che sia stata fatta correttamente la successione, altrimenti può uscire anni dopo un avente diritto e mettere tutto in discussione.

    Mi è capitato di vedere un notaio fare una successione (cioè passare la proprietà dei beni dal defunto agli eredi) ad un solo figlio, accontentandosi di una dichiarazione di questo che diceva che "l'altro figlio rinunciava alla sua parte". Ovvio che quell'immobile sarà invendibile, fino a che non ci sarà una vera dichiarazione. Ma un notaio serio (e di solito lo sceglie l'acquirente e cercherà di tutelare il suo cliente, non il figlio disonesto) all'atto dell'acquisto potrebbe verificare anche se ci sono i presupposti, tipo se l'altro iglio avesse ricevuto, ad esempio, un altro appartamento, in modo da compensare la rinuncia.

    Altrimenti, non solo l'erede defraudato può rivolgersi dopo anni e riavere il suo bene, ma addirittura i suoi eredi!

    Esempio: il fratello A convince il fratello B a firmare un foglio che "rinuncia alla sua parte di eredità". Dopo un anno muore B e i suoi figli si rivolgono alla giustizia per avere la loro parte di eredità del nonno, perchè il padre non poteva "regalare" la sua eredità al fratello A, privandone i figli.

  • 9 anni fa

    Bisogna fare tutta la procedura. Certo, ci vogliono anche delle firme.

    Si, p possibile anche quello che hai chiesto nell'ultimo domanda. Fino a quando nessuno provvede a fare il procedimento di eredità l'immobile rimane intestato al defunto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.