Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Quando sei distante persino da quelli come te...?

In questo momento, mi sento distante nel pensiero, persino di fronte a persone spirituali, che stimo comunque!

Questa riflessione nasce dopo aver risposto alla domanda di Neo sui trapianti( e non condivido assolutamente certi pensieri cosi' drastici, perche' qui c'e' in gioco la vita di tante persone che aspettano un trapianto)!

Mi accorgo davvero..che la mia verita' , anche se non e' sicuramente assoluta, sono disposta a viverla anche da sola...e' talmente importante viverla, che neppure la solitudine del pensiero, puo' corromperla!

Vi capita di sentirvi cosi'?

Da una parte c'e' la malinconia di non condividere cio' che senti, dall'altra..c'e' la consapevolezza di non poter tradire, neppure per "amicizia" spirituale, cio' che non senti!

e' strano questo stato.. Angie

Aggiornamento:

No Alchimista! la solitudine non e' uno stato spirituale che viene bramato..non e' neppure naturale!

E' semplicemente..una constatazione dei miei sentimenti...un leggermi senza bugie!

Sono disposta alla solitudine ( del pensiero..non della persona..)e a viverla fino in fondo! ;-) Angie

19 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ho letto il tuo appasionato e dettagliato intervento sull'argomento dell'espianto. Tu hai esperienza diretta da offrire ma ho notato che qui c'è poca voglia di leggere e di riflettere su ciò che viene scritto. Per me sei stata preziosa perchè hai spiegato bene la differenza tra il sistema francese e quello italiano ed hai fugato dubbi che mi erano venuti. Vedi quindi che non hai scritto invano.

    Circa la solitudine, bisogna accettarla e conviverci "Ognuno è solo sul cuore della terra trafitto da un raggio di sole. Ed è subito sera.."

  • 1 decennio fa

    ..siamo distanti quanto un pensiero personale che l'io ha...

    ..siamo vicini quanto un battito d'Amore della nostra anima..

    P.S.

    ...la vita.. quale vita?

    ....morire è realmente morire? ..o risvegliarsi alla Vita da un Sacro Sogno?

    ...vivere è realmente Vivere cercando resistendo al ciclo naturale, anche degenerativo, del corpo per dare la possibilità all'anima di fare presto una nuova esperienza ricominciando con un nuovo corpo?

    ....per quale aspetto dell'essere umano è un problema lasciarsi andare e abbandonarsi al flusso della vita?

    ...la bellezza della vita è tentare di sopravvivere facendo di tutto per non morire fisicamente?

    ..o celebrare con amore e consapevolezza anche un solo minuto di esistenza di vita umana?

    ....chi si sente strano sorella? l'io o il Sé?

    ..non siamo mai stati soli.. non lo siamo e mai lo saremo..

    ...ma per sentirlo ci dobbiamo rivolgere verso l'interno..

    ..che il mio abbraccio dal cuore ti riempia l'anima di Luce..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Cadere nel tranello "sono d'accordo/non sono d'accordo" è tipico della mente.

    E' una trappola e basta.

    E scatena una reazione a catena che ci infogna nel giudizio/pregiudizio dal quale è difficile poi uscire, perché non ci si accorge di tutto ciò.

    E' una cosa subdola.

    Alla fine, per sentirci tranquilli, "estraiamo dal cilindro" una soluzione tutta mentale, tipo la tua, o altre... comunque una conclusione che ci metta il cuore in pace.

    "IO sono fatto così... ", ecc.

    Ma IO chi?? E' sempre la solita illusione di essere separati gli uni dagli altri.

    La maggior parte dei pensieri che riteniamo nostri, in realtà non sono affatto nostri.

    E' un meccanismo che scatta spessissimo, ma ce lo dimentichiamo.

    Per esempio. La domanda sui trapianti è stata stravolta.

    Alla fine è diventata un dibattito pro/contro i trapianti, invece di spiegare come possa una persona risvegliarsi d auno stato ritenuto irreversibile.

    Tutti andavano a guardare chi la pensava o meno come loro...

    E qui su Answers ci caschiamo quasi sempre tutti.

    Ma rilassiamoci.... è tutto un gioco (e non parlo di Answer)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il tuo errore, è pensare che il pensarla diversamente sia un motivo di distacco, perché?

    io ho amato per anni una ragazza con cui in comune avevo poco, anche tra le cose importanti, eppure i sentimenti non ci hanno mai abbandonato.

    non pensare che avere un idea tutta tua significhi dove essere sola, perché allora sei tu che vuoi stare sola nelle tue idee.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Constatare la solitudine è faticoso, viverla in modo costruttivo e coerente lo è ancora di più ma è solo nella solitudine e nell'abbandono che si trova la vera libertà di spirito per contunaure a vivere in coerenza con l'Amore.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    indipendentemente dagli altri e dal loro stato d'animo... in questo momento (che è solo passeggero) hai scelto di sentirti distante (o forse l'hai solo constatato) perchè credi fortemente nella tua verità.

    (potresti sottovalutare che la verità è soggettiva e quindi discutibile, ma forse non ti va perchè ti sei attestata dietro la tua).

    la verità va cercata investigata spiegata in qualche modo e solo poi sostenuta difesa anche a costo della vita...

    sai chi è un genio?

    colui che percorre strade mai percorse da uomo prima di lui.

    un pioniere.

    se ti senti così nel tuo pensiero, allora dimostralo e combatti per difenderlo, anche se perdi per strada chi sino ad allora ti è stato vicino...

    saluti dalla terra del fuoco

  • 1 decennio fa

    Se tu parlassi di me ,risponderei cosi':

    Ancora e sempre con te, mai contro di te.

    Non sempre si puo' essere completamente in sintonia, talvolta ci si aiuta vicendevolmente , talvolta ci si rincorre,qualche volta ci si sente lontane ,ma

    e' allora che l'Amicizia prende il volto della Conoscenza e della Consapevolezza...Cioe' della Crescita.

    Ogni idea e' meritevole di essere seguita e difesa, ma questo non significa che le altre idee siano catalogabili come nefande oltre al fatto che nessun inghippo ideologico puo' separare coloro che hanno un unico obiettivo.

    Non puo' e non si puo' permetterlo.

    Continueranno a fare predazione d'organi, continueranno i trapianti ,i successi e i rigetti.

    La Realta' non cambia e le verita' nostre anche se difformi ci faranno crescere e ci porteranno alla Verita' , potrei essere io a comprendere di avere sbagliato, non mi sentiro' per questo peggiore, ma felice di avere avuto la possibilita' di imparare.

    Anche se qualche volta usiamo parole diverse,siamo molto piu' simili di quello che si puo' vedere.

    Non mi sento distante da te,solo perche' ritengo valida una teoria che tu non condividi.

    Un abbraccio, con stima.e affetto!

  • 1 decennio fa

    Ma certo cara Angie, credo di comprendere bene ciò che intendi...

    Se mi capita? ^^

    Io vivo così...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La solitudine è il prezzo della libertà.

    (però, leggendo la tua opinione sui trapianti, sono perfettamente d'accordo con te)

  • 1 decennio fa

    non aver paura portare avanti le tue idee, anche da sola e contro tutti.

    vale di più una battaglia da sola con una forte convinzione dietro, che un milione di oche che ripetono senza senso qua qua qua.

    ma sii coerente con te stessa, perchè questo è quello che conta:

    essere te stessa fino in fondo.

    E poi non sentirti così sola, perchè la tua idea, se valida, ti accompagna e può facilmente propagarsi proprio perchè valida.

    ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.