Io piango adesso,credetemi,ma non so voi?

Io piango i bambini di cana in libano,e il mondo sta guardando,e noi chiediamo perchè cresce l'oddio nel mondo,li hanno ammazzati,a sangue freddo e nessuno ha alzato il dito.

non so voi ma io piango,e piangero,per una generazione cancellata

Aggiornamento:

per jeff,ho cercato di fare molto,ma non ho potuto,se servono i fatti cominciamo da me da te da l'altro,ma subito,invece di stare qui a rispondere a vicenda.

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Libano: Save the Children, i bambini le principali vittime del conflitto

    I bambini stanno subendo le conseguenze più pesanti del conflitto in Medio Oriente. Sia in Libano che a Gaza si ritrovano intrappolati in zone dove mancano ospedali, assistenza sanitaria e acqua potabile. I bambini in Libano, Gaza ed Israele inoltre sono esposti al trauma generato dal violento conflitto.

    Gli attacchi alle infrastrutture sia in Libano che a Gaza hanno compromesso sia la fornitura di energia elettrica che dell’acqua potabile, con conseguenze dirette sui servizi sanitari in un momento in cui aumenta di giorno in giorno il numero di bambini feriti o malati.

    Oltre alla sempre maggiore carenza di medicine e assistenza sanitaria, di cibo e acqua, la situazione, a Gaza, è ulteriormente aggravata dagli effetti del blocco degli aiuti all’Autorità Palestinese.

    Organizzazioni partner di Save the Children, in Libano, sostengono che in alcuni attacchi, almeno il 50% di morti e feriti sono bambini, così come la maggior parte degli sfollati a seguito dei combattimenti, sono minori. Nella città di Saida c’è elettricità per sole 2 ore. Molte famiglie non possono raggiungere rifugi o aree più sicure perché le strade e i ponti sono danneggiati.

    Save the Children sta provvedendo a fornire cibo, latte per bambini, nafta e candele, coperte e materassi alle famiglie. Inoltre sta aiutando molti bambini a confrontarsi con il trauma legato alle devastazioni della guerra, attraverso attività di gioco e ricreative.

    La carenza di acqua ed elettricità sta colpendo anche i bambini della striscia di Gaza. Gli ospedali sono dipendenti da generatori che consumano grandi quantità di carburante, le cui scorte sono molto ridotte a causa dell’apertura limitata dei “crossing points” fra Israele e Gaza.

    Non essendoci quindi sufficiente energia per far funzionare i macchinari per potabilizzare l’acqua e per favorire il deflusso delle acque di scolo, è alto il rischio per i bambini di contrarre malattia, quali la diarrea.

    A Gaza Save the Children sta provvedendo alla distribuzione di cibo, kit igienici contenenti sapone, spugne, e materiale didattico di emergenza.

    Save the Children ha lanciato un appello di raccolta fondi:

    per aiutarci, clicca qui.

    Per ulteriori informazioni:

    Ufficio stampa Save the Children Italia

    Tel: 06.48.07.0023

    press@savethechildren.it

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Sono dispiaciuta quanto te , prego che tutto finisca al più presto

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Nel mondo ci sono centinaia di ingiustizzie, di bambini morti in maniera assurda, che muoiono x stenti e malattie.

    C'è gente che manda centinaia di milioni volontariamente x salvare qualche vita, io personalmente con un'organizzazzione privata avevo donato 5000 euro x i bambini di bosnia, morale l'organizzazzione è sparita con i soldi, ed era garantita dall'unicef... ora, con l'attuale esperienza, dico ..

    Io non manderò mai + soldi a nessuno, sono iscritto in un programma mondiale di adozzione a distanza e adozzione al mio domicilio, ovvero mi sono reso disponibile a ospitare in casa mia bambini orfani di guerra.

    I soldi me li chiedono sempre, ma bambini da adottare sia definitivamente o per un determinato periodo non me ne hanno mai offerti, ergo, la storia finisce sempre nel discorso SOLDI.

    Che i grandi del mondo la finiscano di coinvolgere banbini e anziani nelle loro battaglie contro i mulini a vento, è da loro che deve venire l'esempio, o meglio fare ogni sforzo xchè questo massacro di innocenti cessi all'istante!

    Posso dispiacermi e piangere x loro, ma sarò cinico o ingiusto, x quello che mi riguarada non posso fare altro e questop x colpa di altri uomini che approfittano delle sofferenze dei deboli e della bontà di chi dona un po di se stesso e del suo superfluo.

    Se ci fosse una colletta x trovare un modo per porre fine a tutte le guerre definitivamente ( ovvero per distruggere in un immenso rogo tutte le armi) venderei pure casa per fare la mia parte...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    anche questa è la guerra, non è una novità e appendere le bandierine con scritto "Pace" non basta...

    Se piangi significa che sei sensibile, che le cose non ti passano addosso, che hai una coscienza, e ti fa onore!!!!

    Putroppo sono state cancellate così tante generazioni...A chi fa i conti su quanta gente muore al minuto (mamma mia, che schifo!) voglio dire che i numeri non contano!!!!!!!!!!!!!!! Che muoia un bimbo o 10 milioni è la stessa cosa!!!!! Fare i calcoletti con la calcolatrice non è rimboccarsi le maniche ;.)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Anche io ho addosso una tristezza infinita per quello che è successo in Libano... Hai ragione, nessuno si è mosso per evitare tutto questo, oggi se ne è sentito parlare tanto, ma forse domani torneranno in prima linea le cazzate di calciopoli! Io eviterei di tirare in causa Dio, sono gli uomini gli artefici di questa tragedia... L' uomo non si ferma davanti a nulla pur di raggiungere i suoi scopi, o ubbidisce ciecamente ai suoi superiori senza essere in grado di ragionare con la sua testa... Magari riflettendo prima di agire si riuscirebbero ad evitare tante stragi inutili e assurde.

    Scusate lo sfogo, e perdonate se sono caduta nella retorica, ma è veramente quello che penso.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • molto d'accordo con jeff.....ci accorgiamo solo della morte di quelli che vediamo in tv, gli altri non ci interessano

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    ho visto il servizio al tg è mi ha fatto lo stesso effetto.. viviamo in un mondo schifoso...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Condivido e rifletto.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • jeff
    Lv 5
    1 decennio fa

    ma ora mi stai rompendo proprio i cosiddetti.

    Solo in etiopia muoiono 15 milioni di persone, che fanno 41095 al giorno che fanno 1712 all'ora, che poi sono 28 al minuto in pratica uno ogni due secondi.

    E tu ti sei svegliato che devi piangere per sti 60???

    ma son d'accordo con te che son bambini morti, ma cacchiarola pensa a tutto ciò che accade nel mondo, mi pare che la stai facendo un tantino grossa. Cos'è, dormivi e ti sei svegliato stamattina? benvenuto nel mondo dei grandi, Lavati la faccia e rimboccati le maniche. La gente che piange non serve a niente, servono fatti.

    Scusa eh se sono un po' crudo, però ci son dei limiti. Tutto ieri che muore gente dappertutto, ora tutti scandalizzati oggi.

    Ma finitela un po' va'...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Purtroppo c'è poco da fare o meglio poco possiamo fare noi gente comune.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.