Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

guerrjo ha chiesto in Auto e trasportiMoto · 1 decennio fa

cos'è una pinza radiale nei dettagli.............???

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Nel 2003 hanno fatto la loro apparizione diversi modelli di moto equipaggiati con le cosiddette pinze radiali dei freni.

    Il termine radiale descrive il modo i cui si fissano le pinze rispetto al raggio del disco dei freni.

    L'asse delle viti di bloccaggio passa per un raggio immaginario, il cui centro è lo stesso di quello della ruota, mentre nelle pinze convenzionali è collocato in posizione perpendicolare a esso.

    Il vantaggio di questa soluzione tecnica è una maggiore rigidità del complesso, che si traduce in una maggiore precisione e in un consumo più regolare delle pastiglie.

    In una pinza convenzionale, l'ancoraggio è su uno solo dei due lati della pinza: in questo modo, l'allineamento delle pastiglie dipende unicamente ed esclusivamente dalla rigidità della pinza.

    Con l'aumentare della rigidità, viene garantito l'allineamento con il disco, migliorando il contatto tra le pastiglie e disco e riducendo gli sforzi laterali.

    In una pinza con ancoraggio tradizionale, qualunque disassamento prodotto all'estremo della pinza si tradurrà in un importante squilibrio data la lunghezza del braccio della pinza

    Questa tecnologia non è nata per la motocicletta, ma proviene dal mondo dell'automobile, dove si sono sempre usate pinze con questo tipo di ancoraggio.vedi http://www.motoclub-tingavert.it/modules.php?pag=3...

  • 1 decennio fa

    La differenza tra una pinza con attacco radiale e una con attacco tradizionale è appunto.... l'attacco!

    Più precisamente in quella radiale le viti di fissaggio della stessa sono poste non trasversalmente rispetto alla moto (cioè parallele al perno della ruota) ma assialmente (ossia perpendicolarmente allo stesso), e questo si traduce in una maggiore rigidità del gruppo, trasferendo così l'intera forza quasi esclusivamente alla frenata e non in parte, come succede nelle tradizionali, alla deformazione del gruppo fodero forcella-pinza.

    Sostanzialmente il vantaggio è duplice: si ha una maggiore rigidita dell'attacco (vuol dire che a parità di sollecitazione si deformano meno) , ma sopratutto quando si deformano non si spostano dalla loro posizione teorica di lavoro. (teoricamente, ma molto meno di quelle tradizionali).

    In parole povere con gli attacchi tradizionali in frenata il gruppo attacco pinza si deforma e la parte della pinza più lontana dalle viti che la fissano tendende ad "allargarsi verso l'esterno" (passatemi i termini non troppo tecnici) spostando la pinza dalla sua superficie teorica di lavoro (quella a riposo), così la superficie delle pastiglie a contatto con i freni si riduce.

    Con l'attacco radiale, durante la deformazione la pinza tende a "ruotare" attorno all'asse delle ruote mantenendo una maggiore superficie frenante a contatto con il disco.

    Alla fine abbiamo pinze un pò più rigide (ma qui dipende moltissimo dai materiali delle pinze, degli attacchi e da come sono lavorate) quindi una frenata un pò più immediata, ma sopratutto frenano meglio nelle frenate + forti.

    La pinza ad attacco radiale è stata un' esigenza nata nelle competizioni dove capita di dover cambiare rapidamente i dischi dei freni , con una pinza radiale l' operazione di adattamento al diverso diametro dei dischi si effettua semplicemente sostituendo i distanziali che la fissano alla forcella.

  • 1 decennio fa

    sostanzialmente il vantaggio è duplice: si ha una maggiore rigidita dell'attacco (vuol dire che a parità di sollecitazione si deformano meno) , ma sopratutto quando si deformano non si spostano dalla loro posizione teorica di lavoro. (teoricamente, ma molto meno di quelle tradizionali).

    in parole povere con gli attacchi tradizionali in frenata il gruppo attacco pinza si deforma e la parte della pinza più lontana dalle viti che la fissano tendende ad "allargarsi verso l'esterno" (passatemi i termini non troppo tecnici) spostando la pinza dalla sua superficie teorica di lavoro( quella a riposo), così la superficie delle pastiglie a contatto con i freni si riduce.

    con l'attacco radiale, durante la deformazione la pinza tende a "ruotare" attorno all'asse delle ruote mantenendo una maggiore superficie frenante a contatto con il disco.

    alla fine abbiamo pinze un pò più rigide (ma qui dipende moltissimo dai materiali delle pinze, degli attacchi e da come sono lavorate) quindi una frenata un pò più immediata, ma sopratutto frenano meglio nelle frenate + forti.

    sostanzialemte non è nulla di determinante (a parte se si cerca la prestazione in questo settore)

    tratto da http://www.pompone.com/forum/forum/topic.asp?TOPIC...

  • 1 decennio fa

    sono le pinze che stringono qualcosa di circolare es le pinze che usi nei freni della macchina

  • 1 decennio fa

    Quella ke si usa nelle moto e negli scooter puppo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.