Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Cristo è mai esistito o è invenzione del concilio di Nicea?

La denuncia a un parroco che affermava le verità cristiane è finita archiviata a Viterbo. Il querelante ha fatto ricorso al tribunale dei diritti umani a Strasburgo e questo ha imposto ai tribunali italiani di discutere la denuncia "Cristo è un falso storico, inventato a tavolino al concilio di Nicea nel 216 dc circa". Credo sia vero che il cristianesimo sia un falso finalizzato alla prevaricazione delle masse incolte, deviando la loro natura. Uno strumento di potere e di ricchezza basato su reati cm l'abuso della credulità popolare. Basterebbe qualche nozione scientifica per capire che gli dei sn inventati per plagiare le masse ignoranti e deboli. E voi?

Aggiornamento:

Trovate molte persone colte che sanno rispondere, i credenti mi sembrano un grege di pecore prive di ragione e cultura.

25 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sapete non solo il Cristo fu ucciso e pianto dalla madre, ma anche Jacco Zagreo su cui piangevano le pie donne, e Briomio, Dioniso squartato, Orfeo dilaniato, Adone squarciato e Osiride fatto a pezzi eTammuz morto. Il mito del Cristo è antichissimo e completamente copiato.

    Nel mito di Cerere e Core l'eucaristia eleusina onorava sia Cerere, dea del frumento, che Bacco/Dioniso, dio del vino, cioè si usava focacce di acqua e farina e si beveva vino, come il prete quando dice messa. I cristiani hanno adottato il simbolo del baccanale IHS, quello che oggi è inciso sull’ostensorio, secondo loro Costantino lo vide disegnato in cielo e lo lesse "In Hoc Signo Vinces", ma era il simbolo del baccanale. Il monogramma di Bacco, in Grecia, si scriveva IKTHYS e significa "pesce". Anche Bacco aveva il simbolo del pesce, ovvero del mare e anche lui portava una croce. Ma c'è di più. Il Dio Mitra indo-persiano fu il più gran concorrente di Cristo, e il cristianesimo vi attinse parecchio: Mitra nacque nel Solstizio d'inverno, esattamente il 25 Dicembre, era stato partorito da una vergine, aveva dodici discepoli e veniva soprannominato “il Salvatore”. In età ellenistica fu identificato con il figlio di Anahita "l'immacolata vergine madre del signore Mithras". La collina vaticana di Roma, consacrata a Pietro, la rocca del cristianesimo, era in precedenza consacrata a Mitra. Anche lui compì miracoli, fu sepolto in una tomba e resuscitò dopo tre giorni, festa che veniva ripetuta ogni anno, antesignana della Pasqua che si celebrava nella stessa epoca, fu identificato col leone e con l’agnello, fu chiamato il buon pastore, la Via, la Verità e l’Illuminazione, il Redentore, il Salvatore, il Messia, il suo giorno sacro era la domenica (Sunday), il giorno del Sole centinaia di anni prima della comparsa di Cristo, si celebrava tra i rituali l’Eucarestia o Cena del Signore, cioè una focaccia con farina e acqua, insomma l'ostia. Costantino, visto che le due religioni erano equivalenti nel rito e nel numero dei fedeli, chiese ai suoi ministri quale fosse più adatta come religione di stato, perchè come i mussulmani voleva concentrare i due poteri. Alla fine decisero per la cristiana perchè l'altra era misterica e più difficile da capire.

    Anche Horus, in Egitto, migliaia d'anni prima di Gesù, fu generato dalla vergine Iside, ovvero Isis-Meri, (come dire Maria) il 25 Dicembre, in una stalla; la sua nascita fu annunciata in oriente da una stella e fu assistita da tre saggi (come dire i tre magi). Horus bambino è spesso raffigurato in braccio a sua madre. Anche lui insegnò nel Tempio e superò tutti i maestri del Tempio di Ptah, fu battezzato all'età di 30 anni da "Anup il battezzatore"…come dire S.Giovanni il Battista che battezza il Cristo e fu chiamato la via, la verità, la luce, il messia, figlio unto del dio, il buon pastore, l’agnello di Dio, il Verbo, il figlio dell’uomo, il Pescatore, fu associato all’Agnello, al Leone ed al Pesce ("Icthys"), anzi fu simboleggiato da un pesce, che era peraltro il simbolo genitale della Grande Madre onorata in precedenza. Anche Horus ebbe 12 discepoli, compì miracoli e risuscitò un uomo chiamato El-Azar-us… come dire Lazzaro e non solo, perché camminò pure sulle acque. Di più? Si trasfigurò sulla cima di un monte, fu crocifisso, "Anup da una parte di Horus ed Aan dall'altra parte" come dire i due ladroni in croce affiancati, a Pasqua, al Cristo e come lui venne chiuso in una tomba e resuscitato. Fu chiamato la via, la verità, la luce, il messia, il figlio di dio, il figlio dell'uomo, il pastore di dio, l'agnello di dio, il verbo, il suo nome fu pure Iao, Iesu, il KRST... come dire Gesù Cristo. Il suo sopranome era Iusa (come dire gesù), ed era il prediletto figlio di Ptah, il Padre.

    Se non basta chiedete, ci ho studiato su per anni. Sul Cristo e sulle manipolazioni dei vangeli dei quali non solo non esistono gli originali ma solo copie di copie di copie rimaneggiate, tagliate e copiate senza pudore dalla Chiesa.

    Amen

  • 1 decennio fa

    guarda che l'unica cosa che e' stata inventata per plagiare le masse ignoranti non e' di certo ne' Dio ne' Gesu' Cristo.... e' la TV... e tu ne sei la prova piu' grande

  • 1 decennio fa

    Leggo poche idee ma confuse, a parte Rasha, che ci fa un bel resoconto. Documenti storici databili all’epoca in cui sarebbe vissuto Cristo non ne esistono, sono tutte versioni più tardive e passate per varie mani per cercare di far concordare i dati tra loro, cosa non riuscita del tutto perché esistono discrepanze anche tra i 4 vangeli del nuovo testamento. Quindi nessuna reale prova dell'esistenza di Cristo come personaggio storico e non sto qui a fare l'elenco delle fonti, chi naviga nel web le può trovare facilmente.

    Nel concilio di Nicea degli "esseri umani" decisero, per convenienza politica, di attribuire alla figura del Cristo attorno a cui ruotava un certo culto, natura sia divina che umana, dio fatto uomo in carne e ossa. Da questa decisione presa a tavolino derivano dogmi fondamentali della chiesa cattolica. Ognuno è libero di credere in quel che vuole, in Cristo, nella Fata Turchina e perfino in Vanna Marchi, però è matematico: se non esiste prova della esistenza di Cristo come uomo in carne e ossa la religione cattolica non può esistere, perché fondata sul nulla: dio non si è fatto uomo per salvare i credenti, il battesimo non purifica, nessuna vergine Maria ha partorito per opera dello spirito santo, durante la messa il pane e il vino tali rimangono, il papa non è infallibile ecc., insomma un bel castello di carte che crolla in un attimo…

    Sarebbe veramente la fine dell'oscurantismo e l'uomo sarebbe finalmente libero di svilupparsi secondo natura senza l'influenza nefasta dell'idea del peccato inculcata per millenni dalla chiesa.

  • 1 decennio fa

    Ciao, non lo citi ma tu ti riferisci a Luigi Cascioli:

    www.luigicascioli.it/ (in 4 lingue)

    Io sto leggendo il suo libro, "La favola di cristo" e sono pienamente d'accordo con lui, anzi lo ero già prima di leggerlo!

    :)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Se Cristo sia esistito o meno non me ne importa tanto, visto che anche la sua esistenza non significherebbe niente di soprannaturale, potrebbe esser stato un normale predicatore che diffondeva il suo messaggio di pace e di amore e poi ne è nata una teoria, una religione.

    Sui miracoli e le altre cose strane non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando di 2000 anni fa, non di ieri, e a quei tempi gli umani erano molto meno evoluti, bastava un nonnulla per far paventare al soprannaturale.

    Non so, come se oggi vedessimo un ubriaco vomitare e dicessimo "è il grande Dio che lo sta purificando dai peccati eliminando le sostanze del male".

    Non dimentichiamo che una volta si credeva in un dio per ogni evento naturale; il dio del vento, dell'acqua, del fuoco, della pioggia, della guerra, ecc. Oggi diciamo con grande presunzione che credevano in delle stron*ate, ma ogni cosa avviene in rapporto all'evoluzione della mente umana. Oggi noi crediamo magari in un'altra grande stron*ata, e magari fra altri 2000 anni se ci sarà ancora il mondo qualcuno dirà: "ricordi una volta credevano in Dio e nei miracoli, ah ah ah! "

  • 1 decennio fa

    Cristo è un personaggio storico realmente esistito, questo non lo ha mai messo in dubbio nessuno, neppure il più ateo degli storici.

  • gizmo!
    Lv 4
    1 decennio fa

    probabilmente e' esistita una figura storica che corrispondeva piu' o meno alle "caratteristiche" che, successivamente, sarebbero state attribuito a tale putativo "figlio di dio", e che si collocava tra altri "profeti" e "invasati dal divino" del tempo. diversi studiosi delle religioni, e del cristianesimo in particolare, hanno, nel corso degli ultimi trent'anni, ridimensionato il ruolo di questo ennesimo "portatore del verbo", pur non disconoscendo la sua comparsa nelle terre della narrazione successiva.

    bravo, hai avuto coraggio a postare questa domanda, anche se avresti dovuto aspettarti le repliche che hai ricevuto....

    concordo con te, dei, profeti e santi sono soltanto il frutto del pensiero arcaico, non ancora bilaterale, dell'umanita' bambina

  • Anonimo
    1 decennio fa

    e loro sono deboli

    la paura della morte è forte perciò fa comodo credere in qualcosa...

  • fzx53
    Lv 4
    1 decennio fa

    allora la risposta è lunga ed articolata:

    il primo concilio di Nicea definì la sustanzialità di Gesù detto il Cristo non la sua divinità che sarebbe stata assunta per dogma di fede,il concilio mise "ordine umano"(sbagliato o no non è pertinente alla risposta da dare) per la futura liturgia e concezione del Cristo ,ovvero era umano-divino e quanto era umano...ma non mise mai in dubbio la divinità di Gesù...se poi Gesù è stato un personaggio storico(ovvero il quesito da te richiesto) questo è fuori di ogni dubbio sopratutto da pochi anni in cui oltre alle pervenute testimonianze degli apostoli(sopratutto S.Pietro e San Paolo di cui sono rimasti testi riscontrabilissimi) e degli annali (tabularia)romani depositati e ritrovati e conservati in vari musei mondiali che riferiscono a margine la vicenda terrena della persona Gesù, vi è l'eccezionale ritrovamento di un documento di Diodoro Siculo

    che stabilisce l'avvenimento delle Nozze di Cana il primo e più complicato dei miracoli di Gesù.... Gesù è esistito e ha fatto quello che ha fatto....come è scritto nel Vangelo o come stabilito dalla chiesa? beh questa è un altra domanda...ma la storicità di Gesù è fuori di ogni ragionevole dubbio amico mio che ti piaccia o no a te e a chi lo mette in dubbio ed è impossibile rispondere meglio di così in poche righe...se vuoi andare a fondo alla materia esiste una cosa strana che, di solito, si chiama "LIBRO" si aprono si leggono e si ha una percezione esaustiva migliore che assumere notizie frammentarie e capziose su internet...e di questi libri ce ne vorranno molti, ma proprio tanti se vorrai capire almeno un pochino la persona storica di Gesù il mistero dei misteri...

  • 1 decennio fa

    Eccone un altro che vuole distruggere il cristianesimo convinto che Cristo non sia mai esistito. Bravo.

    Vuoi mettere? basta una palla inventata a Nicea, e si cambia tutto il mondo antico e si dura per duemila anni. Vabbè, uno può non essere d'accordo con la chiesa, che in taluni casi, non si mette manco a discutere, le verità di fede sono tali per chi vuole credere.

    In altri casi ce ne vuole proprio di stupidità, per pensare che non siano stati degli uomini realmente esistiti a creare dal nulla una credenza religiosa e a dargli tanto vigore, che si diffonde quasi all'improvviso in tutto il mondo dell'epoca, e poi rimane nei secoli.

    Puoi discutere se il personaggio carismatico chiamato Gesù il Nazzareno, sia stato uomo o figlio di Dio (la chiesa non ti obbliga a crederlo), non se sia esistito, assieme al suo gruppo di discepoli ed apostoli che continuò la sua opera. Non fosse esistito, chi avrebbe predicato quella fede? un uomo certamente, forse un nome diverso, insomma la propagazione della fede è opera di uomini reali, non c'era la televisone e nemmeno i cartoni animati all'epoca, non poteva essere virtuale il Cristo o chi per lui.

    Le parole e le opere di uno o più uomini sono alla base di ogni religione, facci caso (Maometto, Budda)

    E allora, e non vuoi credere allo Spirito Santo, devi pensare che Cristo fosse uomo di carne, con i suoi discepoli, predicatore, e carismatico, alla pari con Maometto e con Buddha, fondatori di religioni ancora più estese e personaggi storici.

    Poi i vari accidenti (miracoli parabole vangeli credenze ecc.) possono avere più o meno fondi di verità, o essere manipolati, ma l'opera carismatica del Nazareno, ed i suoi risultati nei secoli, confermano che sia esistito, eccome.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.