Perchè non si trova più in giro l'assenzio?

22 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    L'Assenzio è un liquore alcolico derivato da erbe quali i fiori e le foglie dell'assenzio maggiore (Artemisia absinthium), dal quale prende il nome.

    L'assenzio è noto per la popolarità che ebbe in Francia specialmente a causa dell'associazione con gli scrittori ed artisti parigini del Romanticismo alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX, fino alla sua proibizione nel 1915. La marca di assenzio più conosciuta nel mondo era la Pernod Fils.

    L'assenzio appariva o incolore o di tutte le sfumature della clorofilla, dal giallo tenue al verde smeraldo, ed ha un sapore complesso dovuto ad un perfetto bilanciamento degli aromi delle varie erbe. In aggiunta alle foglie di assenzio, esso contiene semi di anice verde (l'anice stellato raramente era utilizzato e solo in modeste quantità), semi di finocchio, issopo, melissa, artemisia pontica e diversi altri ingredienti che cambiavano da distilleria a distilleria quali angelica, menta, genepì, camomilla, coriandolo. È una falsità priva di fondamento quella secondo cui l'assenzio venisse in alcuni casi adulterato con oppio: non esiste alcun documento storico che lo confermi e nessuna ricetta storica che ne parli.

    L'assenzio è prodotto per macerazione e diretta distillazione degli ingredienti. Successivamente, qualora lo si desiderasse, lo si colora con un'ulteriore macerazione di erbe tra cui l'artemisia pontica, l'issopo e la melissa.

    Varietà meno pregiate di questa bevanda sono fatte per mezzo di essenze o olii mischiati a freddo nell'alcol.

    Il contenuto alcolico è estremamente elevato per permettere alla clorofilla di restare stabile il più a lungo possibile(tra il 45% ed il 75%). Non viene, di solito, bevuto "d'un fiato", ma viene consumato dopo un rituale abbastanza elaborato nel quale uno specifico cucchiaio scanalato contenente un cubetto di zucchero è posto sopra un bicchiere, la zolletta viene bagnata con poche gocce di assenzio, le viene dato fuoco per poi spegerla versandoci sopra una dovuta dose di acqua, fintanto che lo zucchero risulta diluito in proporzione che va da 3:1 fino a 5:1. Durante questo rituale, i componenti che sono insolubili nell'acqua emergono dalla soluzione e rendono scura la bevanda; quella opalescenza lattiginosa è sempre stata chiamata "louche" (parola francese il cui significato è losco, torbido).

    Storicamente, c'erano 4 varietà di assenzio: ordinario, semi-eccellente, eccellente, e superiore o svizzero, l'ultima delle quali aveva un tenore alcolico maggiore rispetto alle altre. Il miglior assenzio contiene dal 65% al 75% di alcol. È risaputo che nel diciannovesimo secolo l'assenzio, come molti cibi e bevande del tempo, era occasionalmente contraffatto da affaristi con rame, zinco, indaco, o altre sostanze coloranti per conferirgli il colore verde; questo non fu ovviamente mai fatto dalle migliori distillerie.

    La diceria che l'assenzio venisse spesso bevuto con gocce di laudano nasce per di più da esaltazioni dei media di rari casi storicamente documentati. Il laudano era davvero poco diffuso e solo tra chi se lo poteva veramente permettere, e questi erano soliti utilizzarlo ovunque capitasse (il più delle volte nel vino): è molto facile che questi lo mettessero anche nell'assenzio poiché l'assenzio era molto bevuto praticamente da tutti, ma questo non significa che l'usanza fosse così diffusa.

    La notevole popolarità che l'assenzio ebbe durante il XIX secolo (grazie anche a prezzi relativamente contenuti e accessibili a tutti i ceti) portò i produttori di vini, cognac e whisky a iniziare una vera e propria guerra contro l'assenzio, guerra che fu prontamente accolta dai governi per poter porre fine al diffuso alcolismo, piaga del XIX secolo francese.

  • 1 decennio fa

    Dalle mie parti raccogliamo direttamente la piantina, comune nei terreni salati, e facciamo un decotto. La concentrazione naturalmente determina l'effetto. In giuste quantità calma i dolori, se si esagera un po' ha degli effetti allucinogeni. La foglia ha un buonissimo profumo. Si possono mettere le puntine delle foglie in insalata. Per maggiori informazioni, contattami. Sono un buon botanico ed esperto nell'utilizzo delle piante. Ciò ti salva dai rischi che si possono correrre utilizzando piante od essenze che non si conoscono scientificamente.

  • 1 decennio fa

    si trova si trova..basta chiedere...cmq non esiste più l'assenzio vero e proprio..anche in repubblica ceca lo vendono quello per modo di dire "pacco".. gradazione alta sui 60 o 70 gradi però non è quello originale...perchè in teoria quello vero e proprio ti fa venire le allucinazioni...e di assenzio su una bottiglia ce ne metteranno una goccina...non penso che esista più ormai...dovremmo accontentarci di quello che si trova in giro..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il pernod che cos'é?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    io l ho bevuto in certi pub lo danno io l ho preso xo diluito xke era troppo forte e poi sa di liquerizia ke io odio...

    ci sono pure le caramelle all assenzio

  • 1 decennio fa

    in italia dovrebbe essere tornato legale..nella mia citta alcuni bar lo hanno

  • 1 decennio fa

    be insieme alla tormentilla non è una delle piante più tranquille al mondo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Pensa che proprio stamani, alla pasticceria dove faccio colazione, mi sono presa una bella tavoletta di cioccolata al latte aromatizzata all'assenzio....divina..........

  • 1 decennio fa

    L'Assenzio che puoi acquistare a Praga non è come l'Assenzio che si vendeva e beveva nel secolo scorso,di questo ha solo il nome ma molti lo credono l'autentico e hanno così la convinzione di bere un liquore proibito per legge.

  • Paola
    Lv 4
    1 decennio fa

    Si trova abbastanza facilmente... non so in Italia, ma in Svizzera lo trovi con una facilità incredibile. In Svizzera romanda (quella dove si parla francese) si chiama "la verte", per il suo colore verde chiaro. Ovviamente hanno cambiato la "ricetta" per poterla rendere legale. Anche quella ceca (a casa ho anche quella di Praga) non è più come quella che bevevano Baudelaire e Wilde.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    perchè l'hanno reso illegale per gli effetti che da. se vuoi comunque puoi andare a Parigi e in certi bar mezzi fuori regola e lo trovi...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.