promotion image of download ymail app
Promoted
ayanez80 ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

Rifflessione pomeridiana abitanti ..?

Nel 1492 Cristoforo Colombo è approdato in america! (Noi abbiamo scoperto loro... Non loro a noi!) Ebbene sbarcò convinto di essere in India, inece si trovava in America!!! Comunque.... dicevo sbarcò e vi trovò GLI AMERICANI.... nei suoi appunti scrisse, che incontrò gli indiani.... Da qui nasce il termine poi indiani d'america... ma erano americani la vera popolazione americana prima di subire tutto il colonialismo e tutte le influenze dei popoli.... GIUSTO?

19 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sì, l'America fu l'ultimo continente in cui arrivò l'essere umano: popoli nomadi che arrivarono dall'Asia centrale, attraversando a piedi lo stretto di Bering durante l'ultima grande glaciazione. Ci misero circa diecimila anni a scendere giù fino alla Terra del Fuoco, la punta più a sud dell'America meridionale. A partire da cinquecento anni fa cominciò l'emigrazione europea (probabilmente ci furono visite precedenti da parte soprattutto di alcuni navigatori vichinghi, ma senza conseguenze) e così cominciò il patatrack per chi era arrivato prima. La maggior parte dei nuovi arrivati erano avventurieri senza scrupoli, disperati disposti a tutto, religiosi perseguitati in patria che sognavano un posto dove poter vivere senza essere massacrati da prìncipi e papi. I primi furono Spagnoli, Portoghesi, Inglesi, Tedeschi, Francesi e Olandesi i quali cominciarono anche a importare dall'Africa migliaia di negri come schiavi (erano più robusti e resistenti dei nativi). Seguirono Irlandesi, Polacchi, poi Italiani e Cinesi. I nativi morirono quasi tutti, uccisi da quello che gli emigranti bianchi portavano con sé: epidemie, alcol, armi da fuoco e tanto, tanto odio, presunzione, intolleranza di tutti i tipi. Oggi ne restano pochi, chiusi in qualche riserva, come speci in via di estinzione. Intanto, gli altri, i discendenti dei colonizzatori bianchi che abitano negli Stati Uniti, sono terrorizzati dalla possibilità di nuove immigrazioni e pensano di costruire un muro. Che sia perché hanno una qualche lontana memoria di quello che furono loro stessi?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Nel 1492, nell'attuale Canada e USA vi erano popolazioni

    indiane e asiatiche come gli eschimesi dell'Alaska,

    quest'ultimi provenienti dallo stretto di Bering,

    poi nell'America del Sud vi erano popolazioni andine.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    le polpolazioni avevano i loro nomi: Maya, Atzechi e compagnia nel Sud, e le varie tribù di pellerossa nel nord.

    A chiamarli Americani ci abbiamo pensato noi dopo averli chiamati Indiani.

    Non avendo una coscienza nazionale ma tribale loro davano il nome solo alle tribù e alle terre...ma non al continente.

    quelli che adesso chiamiamo Americani sono tutto fuorchè Nativi d'America.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Forse penso di capire dove vuoi arrivare ( il tuo discorso è giusto ovviamente) ... vuoi dire che gli americani , essendo stati "scoperti" da noi, non capisci perchè il mondo li porta come esempio da seguire ? Che si credono i padroni del mondo e dello spazio? Che denigrano gli italiani in generale ?

    Mmmmm... se la mia intuizione è giusta, devo anche aggiungere che gli americani "scoperti" sono i NATIVI AMERICANI (pellerossa) , costoro purtroppo vivono nelle riserve, e gli americani odierni sono figli del mondo....di tutti i paesi e le razze che sono andate lì a colonizzarli e a sterminarli.......... e questo a causa di Cristoforo Colombo.... un italiano, poi ovviamente a seguire gli spagnoli etc etc etc

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Tutto quello che hai scritto è verissimo!!! Ciao :-)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Direi che è così se non mi son persa qualche pezzo di storia per strada!

    Comunque per quanto ne so furono gli Inuit (gli eschimesi per intenderci) ad arrivare in America prima di Colombo...anche se fu solamente con lui che la scoperta divenne poi nota a tutti!

    Ciao!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Riflessione corretta, sebbene è storicamente riscontrato che più di una popolazione (non solo gli Iscuit come già hanno scritto) era già arrivata nelle americhe (probabilmente anche qualche tribù normanna o vichinga) ma solo la grande gaff in pompa magna di Cristoforo Colombo ha reso tutto ufficiale.

    Guarda caso da quel giorno in poi si scoprirono tutti esploratori del mondo (vedi Magellano).

    Per quanto riguarda i poveri indiani d'america o nativi americani, beh, direi che tutti quanti e tu stesso avete ben chiaro quello che hanno subito (per alcuni le sventure non sono ancora finite...)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ma l'America( e quindi gli americani) non fu chiamata così dal nome dell'esploratore Amerigo Vespucci?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ok lui li chiamò indios.. ma erano popolazioni americane.. che poi dalgi storici sono state definite insieme a molte altre precolombiane, perchè vissute prima che gli europei approdassero sulle coste americane. La definizione indiani (indios alla spagnola appunto) ha generato un pochino di confusione...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Certo, ma siamo noi che abbiamo sterminato tutte le popolazioni che vivevano lì...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.