Sono assolutamente contro i fumatori perchè non hanno rispetto per chi hanno vicino...altri la pensano così?

18 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ci sono fumatori e fumatori, se un persona non ha rispetto per un non fumatore non è questione di fumo (almeno, non direttamente) ma della persona stessa in quanto maleducata.

    Se posso dire è anche una questione sociale, perdonate il mio esempio provocatorio; il fumo in pubblico (dannoso) è una cosa che seppur fastidiosa è accetta e normale, se uno invece esterna una peto (naturalissimo), anche finto, la gente inorridita si allontana e vieni alienato.

    Per quanto riguarda il tuo discorso noto però che molta gente non fumatrice preferisce incavolarsi "a distanza" lanciando occhiate minatorie all' ignaro e non consapevole fumatore , invece che chiedere dirattamente e con un minimo di cortesia se può spegnere la sigaretta/spostarsi un un luogo adatto.

    Fumatore o non fumatore , l'importante è comportarsi civilmente e con buon senso ambuedue le situazioni , nel caso che proprio quel tipo è maleducato, pazienza,ci sono legislazioni apposta che ti tutelano, e comunque nulla ti toglie il diritto di chiedere un luogo privo di fumo.

  • 1 decennio fa

    non credo sia esattamente così,sono fumatore, ma ho il massimo rispetto x le persone che mi stanno vicino.Do x scontato che come me sono in tanti non generalizziamo x favore.ciao

  • 1 decennio fa

    Come tutte le cose ci sono fumatori e fumatori,credo che fumare sia una scelta e che ci siamo persone che comunque fur facendolo non invadono il tuo spazio

  • 1 decennio fa

    Evidentemente hai conosciuto solo persone maleducate, oppure secondo te il fumatore è maleducato solo per il fatto che fuma, e questo è razzismo o intolleranza!

    Io sono stata fumatrice per 42 anni e nessuno al mondo può dire che non rispetto la gente.

    Quando era possibile fumare nei locali pubblici, mi è capitato di avere, come vicina di tavolo in pizzeria, una famiglia con bambini e padre e madre fumavano allegramente.

    Io ero indignata e non ho fumato fino a che non sono usciti.

    Questo è solo un episodio, ma ti dimostra che non tutti i fumatori mancano di rispetto agli altri.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Ti do' la mia versione, quella di un fumatore.....Ankio nn sopporto ki fuma nei locali pubblici (dove possibile) oppure spegne le cicche ovunque nn curandosi della sporcizia ke si crea, penso soltanto ke ci si possa rispettare a vicenda.

  • 1 decennio fa

    Il punto è che il rispetto dovrebbe essere reciproco...io sono fumatore ed ho rispetto per chi non fuma, non lo discrimino e riconosco il suo diritto a non respirare il mio fumo. Il problema è che mi pare dall'altra parte questo rispetto manchi del tutto....i non fumatori nella maggior parte dei casi si sentono persone migliori, ed applicano una discriminazione a priori nei confronti di chi fuma....a tutela dei non fumatori esistono leggi severe e giuste, a tutela dei fumatori no. Quindi mi pare di rilevare una mancanza di rispetto più da parte dei non fumatori nei confronti di chi fuma che non viceversa.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    da fumatrice ben educata mi permetto di obiettare e gradirei che tu correggessi il tiro perchè frasi come la tua mi offendono io potrei dire allora che ci sono molti non fumatori molto maleducati che potrebbero rivendicare il loro diritto ma conmolta + civiltà.Anche prima che entrasse in vigore la legge antifumo ho sempre evitato di fumare nei locali pubblici perchè non volevo che la gente si intossicasse per colpa di un vizio mio,non ho mai fumato in casa di non fumatori anzi erano loro che mi davano il permesso di farlo ma io piuttosto andavo a farlo fuori,non ho mai fumato in presenza di bambini nè di donne incinte,invece spesso mi è capitato,alla mia domanda se dava noia se fumavo(sempre prima della legge antifumo) di sentirmi rispondere molto maleducatamente. I cafoni stanno da una parte e dall'altra non ce lo dimentichiamo ma le classificazioni come la tua creano brutte ghettizzazioni.P.S.sto smettendo di fumare ma una volta che passerò dall'altra parte mi auguro di non diventare mai una non fumatrice isterica

  • 1 decennio fa

    Sarebbe più utile essere contro il fumo piuttosto che contro i fumatori. Visto che chi fa uso di droghe è considerato una vittima

    perchè non pensare lo stesso dei fumatori? Smettere è molto difficile. L'educazione e il rispetto degli altri è un'altra cosa.

  • 1 decennio fa

    Forse volevi dire "Sono assolutamente contro QUEI fumatori CHE non hanno rispetto..."

  • 1 decennio fa

    adesso basta ..tra un pò i fumatori diventeranno il capro espiatorio di tutti i malanni della terra...ok il fumo danneggia anche chi ci stà vicino cercheremo di fumare lontano dalle persone...... ma per favore basta con il trattarci da criminali

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.