Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Paola ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

Qual è la causa?

quale può essere la causa di un ipertiroidismo in un'adolescente ?

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    lo so:

    L’ipertiroidismo (tirotossicosi) è la sindrome clinica causata da un eccesso di tiroxina (T4) oppure di triiodotiroxina (T3), o di entrambi. Le cause principali nell’uomo sono adenoma maligno alla tiroide, gozzo maligno multinodulare, e tiroidite subacuta.

    I sintomi più evidenti nell’uomo sono la perdita di peso ( spesso accompagnata da un appetito notevole), affaticamento, indebolimento, iperattività, irritabilità, apatia, depressione, poliuria e sudorazione. Inoltre, nei pazienti si possono presentare una varietà di sintomi come palpitazioni e aritmia (specialmente fibrillazione atriale), dispnea, infertilità, calo del desiderio, nausea, vomito, e dissenteria. Nella vecchiaia, questi classici sintomi potrebbero non comparire e potrebbero presentarsi solo con l’affaticamento e la perdita di peso.

    Come altri disordini autoimmuni collegati alla tirotossicosi, un’associazione tra una disfunzione tiroidea e la miastenia gravis è stata riconosciuta. La disfunzione tiroidea, in questa condizione, è spesso autoimmune e circa il 5% dei pazienti con la miastenia gravis ha anche l’ipertiroidismo. La miastenia gravis raramente si evolve dopo il trattamento della tiroide e la relazione fra le due cose è ancora sconosciuta. Alcune manifestazioni neurologiche molto rare che sono riportate essere dubbiosamente associate con la tirotossicosi sono pseudotumore cerebrale, sclerosi laterale amiotrofica e una sindrome come Guillain-Barré.

    Ipertiroidismo e agenti disaccoppianti Uno degli effetti primari negli ipertiroidei è la stimolazione della calorigenesi. A livello del mitocondrio, arrivano NADH+ e FADH2, che devono essere riossidati per poter essere nuovamente utilizzati. La riossidazione degli enzimi avviene con il trasporto di elettroni che prevede il passaggio di elettroni e protoni dal NADH+ fino all'ossigeno O2 che viene ridotto a O= con formazione di acqua,in seguito al rilascio di acqua si ha anche il rilascio di energia. Nella matrice mitocondriale sono presenti anche protoni, portati dal NADH H+, i protoni utilizzano l'energia liberata dalla reazione di ossido riduzione per formare un gradiente protonico per pompare all'esterno protoni, contro il gradiente di concentrazione. Si effettua riduzione di ossigeno e sintesi di acqua nella membrana interna del mitocondrio, vicino al citocromo ossidasi è presente un enzima che si chiama adenosina trifosfato sintasi (ATP sintasi), formato da due monomeri, F1 e F2, uno dei due monomeri è un canale per protoni. I protoni ripassando attraverso questo canale liberano energia che viene utilizzata dal secondo monomero che così è in grado di sintetizzare energia come ATP. Quando si verifica iper produzione di ormoni tiroidei T3 e T4 essi si comportano da agenti disaccoppianti, infatti essi stimolano la produzione di una proteina che si chiama TERMOGENINA, la quale forma un canale che fa rientrare i protoni nella matrice, così l'energia liberata non è convertita in ATP ma dissipata sotto forma di calore.

    La diagnosi avviene tramite un esame del sangue, misurando il livello di T4 nel sangue. Alti livelli di T4 nel sangue sono considerati indicativi per (...continua...). Se l’indice di sospetto è basso, molti medici preferiscono misurare l’ormone stimolatore della tiroide (TSH). Se il TSH è inibito, ci potrebbe essere una produzione incontrollata di T4, mentre un TSH normale generalmente regola le disfunzioni tiroidee. Misurare anticorpi specifici, come anticorpi anti-recettore-TSH nelle malattie metaboliche, può contribuire alla diagnosi. Può essere richiesta addizionalmente una scintigrafia

    Le modalità di cura principali e generalmente accettate per la cura dell’ipertiroidismo nell’uomo sono:

    per rimuovere l’intera tiroide o una parte di essa) non è usata estensivamente perché la maggior parte delle forme comuni dell’ipertiroidismo sono curate abbastanza efficacemente con il metodo dello iodio radioattivo. Comunque, pazienti che non possono tollerare i medicinali per una ragione o per un’altra, o pazienti che rifiutano lo iodio radioattivo, optano per un intervento chirurgico. La procedura è relativamente sicura, (...continua...).

    • cura con lo iodio radioattivo

    Lo iodio radioattivo viene somministrato oralmente (sia come pillola, sia come liquido) in un’unica volta per asportare una ghiandola iperattiva. Lo iodio somministrato per una cura di asportazione è diverso dallo iodio usato in un controllo. Lo iodio radioattivo viene somministrato dopo un controllo dello iodio di routine, e viene determinato l’assorbimento di iodio per confermare l’ipertiroidismo. Lo iodio radioattivo viene assorbito dalle cellule attive nella tiroide e le distrugge. Da quando lo iodio viene solo prelevato dalle cellule della tiroide, la distruzione è locale, e non ci sono effetti collaterali di diffusione con questa terapia. L’asportazione con lo iodio radioattivo è stato usato con successo per oltre 50 anni, e le sole ragioni principali per non usarlo sono la gravidanza e l’allattamento.

    Spesso, a causa della difficoltà di assumere la dose corretta, il trattamento risulta in condizioni opposte – ipotiroidismo. Comunque, questo è abitualmente curato con facilità con l’assunzione di levotiroxina, che è una forma sintetica pura del T4.

    • Tirostatici – farmaci che inibiscono la produzione degli ormoni della tiroide, tali come il metimazolo (Tapazole®) o PTU (propiltiuracile)

    Se in trattamenti farmacologici viene usata una dose troppo massiccia, i pazienti possono sviluppare sintomi di ipotiroidismo. L’ipotiroidismo è anche un risultato molto comune dei trattamenti di chirurgia o di radiazione come è difficile determinare quanta ghiandola della tiroide dovrebbe essere rimossa. In questi casi può essere richiesta l’integrazione di levotiroxina.

    BUON NATALE

    PS SONO STATO IL PIù COMPLETO.BACI

  • ?
    Lv 5
    7 anni fa

    Ciao, ti consiglio questo articolo: "Tapazole e aumento di peso corporeo" http://goo.gl/xg7U6Q

  • Lalli
    Lv 5
    1 decennio fa

    niente di grave, assolutamente.

    E' solo stress, e spesso si risolve spontaneamente crescendo.

  • Auguro a tutti BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO

    by The Black Pearl

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    problemi alla tiroide, bisogna andare dal medico e lui vedrai ke x prima cosa ti ordina di fare gli esami del sangue xchè si capisce tt da quello

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.