unodue
Lv 4
unodue ha chiesto in Arte e culturaArte e cultura - Altro · 1 decennio fa

Avete un salotto in casa? Da cosa deriva la parola salotto?

auguri a tutti cari amici

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ti riporto lo zingarelli:

    FLESSIONE

    ¤salotto

    [da sala (1); 1521]

    s. m.

    1 Stanza, generalmente arredata con particolare cura e fornita di divano e poltrone, con funzioni di ricevimento, conversazione e sim.: ricevere qlcu. nel salotto; passare in salotto | Salotto buono, spec. un tempo, quello arredato bene, particolarmente adatto alle grandi occasioni; (fig.) Nel linguaggio giornalistico, gruppo esclusivo di persone o aziende: il salotto buono della finanza italiana | (est.) Insieme dei mobili che costituiscono l'arredamento di tale stanza: un salotto rosso; comprare un salotto nuovo; cambiare il salotto.

    2 (est.) Riunione mondana, culturale, artistica o sim. che ha luogo in un'abitazione privata: salotto letterario; il salotto della signora è sempre ben frequentato; tiene salotto ogni venerdì; fa parte di uno dei migliori salotti della città | Chiacchiere da salotto, discorsi frivoli, superficiali | Fare salotto, intrattenersi conversando su argomenti futili | (est.) Insieme delle persone che abitualmente partecipano a tali riunioni: è molto conosciuta nei salotti.

    || salottino, dim. | salottuccio, dim.

    FLESSIONE

    ¤sala (1)

    [dal longob. sala ‘abitazione, sala’. V. ted. Saal; av. 1292]

    s. f.

    1 Locale ampio e spazioso in edifici pubblici e privati, destinato ad usi di rappresentanza, riunione e sim.: sala da pranzo, da ballo, da ricevimento; fai accomodare gli ospiti in sala | Sala d'aspetto, nelle stazioni, uffici, ambulatori e sim., quella destinata alla gente in attesa | Sala da tè, locale all'interno di un bar dove si viene serviti al tavolo; SIN. Tea-room | Sala di consultazione, negli istituti archivistici, locale in cui il pubblico è ammesso alla consultazione dei documenti | Sala di convegno, locale di ritrovo e di svago nelle caserme | Sala corse, locale pubblico per scommesse sui risultati delle gare ippiche | Sala giochi, locale attrezzato con videogiochi, biliardini e sim. | Sala di lettura, nelle biblioteche, quella riservata alla lettura e alla consultazione dei libri richiesti | Sala professori, destinata ai docenti di una scuola | Sala macchine, ampio locale ove si trovano motori, spec. su navi | Sala operatoria, negli ospedali, quella in cui hanno luogo le operazioni chirurgiche | Sala di proiezione, sala cinematografica, adibita soprattutto a visioni di film per scopi tecnici o commerciali | Sala scarto, nei lanifici, reparto nel quale si esegue la cernita delle lane | Sala di scherma, d'armi, palestra destinata all'insegnamento e alla pratica della scherma | Sala stampa, locale in cui i giornalisti scrivono e trasmettono al giornale i propri servizi, allestito nelle sedi di certe istituzioni pubbliche o in occasione di manifestazioni.

    2 Pubblico di una sala di spettacoli: la sala proruppe in applausi.

    3 †Casa di campagna (sign. presente in toponimi come Sala Biellese, Sala Bolognese o Sala Consilina).

    || saletta, dim. (V.) | salettina, dim. | salone, accr. m. (V.).

  • 1 decennio fa

    Deriva da sala, parola lomgobarda che significa "abitazione, dimora".

    Ciao.

  • 1 decennio fa

    W il vocabolario!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.