Tata ha chiesto in SaluteSalute della donna · 1 decennio fa

Endometriosi: chi sa dirmi come si può guarirne?

Aggiornamento:

X Keinze 12:

Che cure hai fatto?

Cosa usi per alleviare i dolori?

Aggiornamento 2:

Io non ho questo problema. Ne soffre una mia amica che ha provato un sacco di cure, si è sottoposta a la paroscopia due volte, e diverse volte l'hanno "mandata in menopausa" però ancora soffre per i dolori. Lei ha 32 anni e ne soffre da 7.

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La scelta del tipo di terapia da praticare deve basarsi su diversi fattori:

    - le dimensioni, la localizzazione e l'estensione delle lesioni endometriosiche,

    - l' entità della sintomatologia,

    - l' età della paziente,

    - eventuale desiderio di gravidanza,

    - eventuale infertilità associata.

    In alcuni casi di endometriosi lieve, con scarsa sintomatologia, si può tenere una condotta di attesa, senza instaurare alcuna terapia, limitandosi ad eseguire dei regolari controlli periodici.

    Il dolore, se presente, può essere attenuato con l'uso di antidolorifici.

    In altri casi si può far ricorso a varie scelte terapeutiche, la cui adeguatezza va valutata in ogni singola paziente.

    Un concetto importante da tener presente è che, non essendo nota con certezza la causa dell' endometriosi, qualunque terapia venga praticata non si può avere la certezza di risolvere in maniera definitiva la malattia, ma si può ridurre la sintomatologia o favorire la fertilità. Pertanto spesso dopo la sospensione di una terapia medica, oppure qualche tempo dopo un intervento chirurgico, si può assistere alla ricomparsa della sintomatologia.

    Lo scopo della terapie mediche è di ridurre il livello di estrogeni in modo da porre un freno allo sviluppo dell' endometriosi. A questo scopo si fa ricorso all' uso di estroprogestinici combinati (ad esempio la pillola contraccetiva), del solo progesterone, del danazolo (derivato del testosterone) o di analoghi del GnRH (Gonadotropin releasing hormone).

    Con la chirurgia si cerca di asportare le lesioni tipiche dell'endometriosi (ad es. cisti ovariche o focolai di endometriosi sul peritoneo). In seguito all' intervento chirurgico si ha una regressione della patologia con sensibile attenuazione dei sintomi.

    Spesso, per prevenire eventuali possibili recidive dell' endometriosi, in seguito all' intervento chirurgico si propone un periodo di terapia farmacologica.

    La terapia chirurgica può essere attuata secondo due modalità di accesso:

    1. la laparoscopia (tecnica chirurgica meno invasiva, con accesso alla cavità addominale mediante strumentazione endoscopica) è un metodo meno invasivo rispetto alla laparotomia e offre molti vantaggi per la paziente: minori cicatrici chirurgiche sull' addome, più breve degenza ospedaliera, migliore decorso postoperatorio e più rapida ripresa delle attività lavorative.

    2. la laparotomia (tecnica chirurgica che prevede l' accesso alla parete addominale con tecnica tradizionale, che comporta quindi l' apertura della cavità addominale) è indicata in particolar modo in caso di endometriosi molto estesa, con importanti situazioni aderenziali che fissano tra di loro i vari organi addominali (utero, tube, ovaie e intestino). In presenza di tali situazioni può risultare molto difficile, se non impossibile, eseguire l' intervento per via laparoscopica.

    La chirurgia radicale, ossia l'isterectomia ed annessiectomia bilaterale e l'eliminazione delle lesioni endometriosiche, può diventare necessaria in caso di endometriosi severa e di lunga durata. Tuttavia la decisione di ricorrere a questo tipo di intervento deve essere valutata con molta attenzione: vi sono stati casi di persistenza della sintomatologia.

  • Anonimo
    4 anni fa

    Puoi curare facilmente le cisti ovariche grazie a questa soluzione http://miracolopercistiovariche.enle.info/?9idF

    Le cisti ovariche si sviluppano prevalentemente nelle donne in età fertile, e sono piccole sacche piene di liquido che possono svilupparsi all'interno o sulla superficie di un ovaio.

  • 1 decennio fa

    E' un ispessimento dell'endometrio si stratificano strati di cellule che oltre a rendere dolorissimo il ciclo hanno diverse controindicazioni, si opera in laparoscopia riducendo lo spessore oppure si assume la pillola in modo curativo evitando il ciclo mestuale. Non vi sono cure risolventi, in certi casi rende difficile la gravidanza, ma in altri no. Non so di che città sia la tua amica ma centri specializzati ospedalieri possono aiutarla a convivere con questa patologia

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non voglio fare quella che fa finta di saperne molto a riguardo....

    Ho trovato questo sito, credo che meglio di questo non possa trovare, ti do il link:

    http://www.endometriosi.it/

    Auguri!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • keinze
    Lv 7
    1 decennio fa

    vai al sito- salutedonna.it

    troverai molte informazioni--

    io ne soffro da sempre!!

    ho usato svariati farmaci---

    ma credo dovrebbe prescriverteli il tuo ginecologo--

    perché vanno dosati in base a degli esami clinici--e a l' età

    io ho 31 anni--e non vorrei farti prendere farmaci inadatti!

    comunque--non ho ancora risolto--nulla, perché ho trascurato il problema--

    non fare come me e vedrai che sarà tutto o.k.!

    un bacio---

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.