Caesar ha chiesto in Scuola ed educazioneCuriosità · 1 decennio fa

Secondo voi perchè i beduini del sahara indossano capi di lana?

Perchè i beduini indossono lunghi abiti di lana che coprono anche gli occhi?

17 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Da vecchie reminescenze delle superiori... la lana dovrebbe essere l'unico tessuto che mantiene la temperatura corporea senza farla alterare notevolmente.

    Facendo una breve ricerca infatti: "La lana è il pelo che ricopre la pelle della pecora, la isola dal freddo e dal caldo, mantenendo costante la temperatura del corpo... "

    e ancora: " La fibra di lana è composta dalla cheratina, una sostanza simile a quella dei capelli. La lana ha un’altissima proprietà isolante, grazie al cuscinetto d’aria formato dalle ondulazioni della fibra. Più la lana è fine e ondulata, maggiore è il suo potere di isolamento termico. La lana è la fibra più igroscopica, perché assorbe una quantità di umidità pari al 30% del proprio peso, senza sembrare bagnata. Assorbe il vapore acqueo evitando al corpo il contatto con l’indumento bagnato e resiste allo sporco per la sua superficie idrorepellente. La fibra di lana è elastica, ingualcibile, perciò molto resistente all’usura."

  • 1 decennio fa

    la lana è da secoli un perfetto isolante termico

  • 1 decennio fa

    Per non prendersi colpi si calore; si proteggono dal calore esterno isolandosi con la lana ; il corpo è a 37°C , fuori arriva di giorno a 50°C ; non devi far entrare il calore all' interno.

  • wakab
    Lv 4
    1 decennio fa

    [mammamia chissà se arrivi fin qui]

    LANA è fornita da capre pecore e cammelli

    ... cotone o lino NON CRESCONO nel deserto

    la LANA è molto isolante (coibente)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    I vecchi contadini dicevano che quello che ripara dal freddo ripara anche dal caldo, quindi...

  • ?
    Lv 5
    1 decennio fa

    Le mille qualità della lana

    Una fibra di lana al microscopio assomiglia al tronco di una pianta tropicale.

    La sua struttura esterna infatti è un rivestimento di scaglie sovrapposte fra loro come le tegole di un tetto, fatte di una sostanza proteica detta cheratina. Quasi la stessa sostanza presente anche nei capelli e nelle unghie.

    Sotto il rivestimento esterno le cellule formano una struttura detta a mattoni e calce, perché ricorda molto da vicino quella dei muri.

    Struttura che rende la fibra molto robusta. Alcune lane di minor finezza, oltre alla cuticola esterna e alla corteccia interna, contengono un midollo centrale molto poroso; la fibra che ne risulta è più leggera e assai più gonfia, ed è chiamata medullata.

    La lana è la fibra più igroscopica che esista, è cioè in grado di assorbire vapore acqueo fino a un terzo del suo peso senza dare la sensazione di bagnato. Questo succede perché la fibra è come posta di aminoacidi in grado di attrarre e incorporare molecole di acqua nella struttura della fibra stessa, a differenza per esempio della spugna, che ha un assorbimento di natura capillare.

    Con clima umido o in caso di intensa sudorazione la lana attiva un processo di traspirazione per cui assorbe l'umidità e la restituisce all'ambiente: un capo di abbigliamento in lana assorbe momentaneamente il sudore e poi lo trasferisce all'esterno, fornendo così una termoregolazione.

    Un cappotto di lana, se esposto a temperature fredde, comincia ad assorbire umidità e anziché raffreddarsi aumenta di 2-3 gradi la sua temperatura: questa reazione ritarda fino a 4 ore il raffreddamento del tessuto, dando modo al corpo umano di adattarsi gradualmente alla nuova situazione ambientale.

    La lana ha un potere di assorbimento così elevato, perché non ci sono, per esempio, asciugamani di lana? Semplice: la lana assorbe solo il vapore acqueo, non l'acqua, e quindi è idrorepellente. La materia cerosa e grassa che riveste le fibre e che non viene eliminata neppure dai solventi usati nel lavaggio a secco, rende la lana repellente ai liquidi.

    La lana si rivela più resistente allo sporco, soprattutto alla polvere. Ciò è dovuto alla sua scarsa elettricità statica: cioè ne accumula poca e di conseguenza attira poca polvere. Sono proprio le scaglie che rivestono le fibre di lana a impedire che la polvere penetri a fondo: un trucchetto che serve alla pecora per non sporcare il suo pelo.

    Ma la principale caratteristica della lana è quella è di tenere caldo, cioè di avere un elevato potere di isolamento termico. Ma, qui sta la straordinaria qualità della lana: l'isolamento è possibile sia contro il freddo che contro il caldo.

    I beduini del deserto sopportano di giorno le temperature più elevate del mondo e di notte il freddo del deserto proteggendosi con un barracano di lana. E le pecore, poverine, non sentono caldo, così avvolte come sono da chili di lana? Pare di no.

    Basti pensare che, per un esperimento, alcune pecore vennero coperte con mantelli neri, sotto un sole cocente e temperature che sfioravano i 100 gradi. Eppure nessuna di loro mostrò il benché minimo segno di cedimento.

    L'isolamento termico di un tessuto è in sostanza la quantità di aria che le sue fibre riescono ad intrappolare: più aria catturano, maggiore è il potere isolante.

    Mediamente un tessuto per l'abbigliamento si compone per tre quarti di aria e per un quarto di fibra, mentre in una coperta di lana si trova solo un 10 per cento di fibra contro un 90 per cento di aria.

    Le scaglie della lana di cui parlavamo all'inizio danno alla fibra una certa ruvidezza e con i loro interstizi ne aumentano la superficie. II risultato è che le fibre di lana riescono a immagazzinare e a trattenere una maggiore quantità di aria. Ecco spiegata l'indifferenza delle pecore al caldo come al freddo e la preferenza degli uomini del deserto per gli indumenti di lana.

    La lana possiede un elevato potere ignifugo: prende fuoco con difficoltà, non propaga la fiamma, sviluppa poco calore e poco fumo. Ma soprattutto non si scioglie, evitando così pericolose ustioni da materiale incandescente.

    Per questo motivo sono in genere di lana i tessuti d'arredamento che rivestono aerei, treni, pullman, cinema e locali pubblici. I tessuti destinati a questi usi sono sottoposti da alcuni anni a uno speciale trattamento basato sull'impiego di zirconio/titanio, che ne aumenta il potere ignifugo.

    La lana è essenziale anche per tutti quelli che hanno a che fare con il fuoco (vigili del fuoco, addetti agli altiforni, corridori automobilisti): indossano tute trattate in modo da proteggerli.

  • Per proteggersi dal caldo e dal sole.

  • 1 decennio fa

    perkè secondo loro se si vestono molto pesanti soffrono meno il caldo...

  • 1 decennio fa

    La lana è un ottimo isolante termico, mantiene la temperatura del corpo a livelli accettabili.

    Ciao

  • 1 decennio fa

    Perchè la lana è un isolante, e la lana tiene la temperatura del corpo che avvolge costante.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.