Anonimo
Anonimo ha chiesto in Bellezza e stilePelle e corpoPelle e corpo - Altro · 1 decennio fa

sapete darmi informazioni su la Carnitina e la creatina?

e poi so ke si prendono in farmacia..c vuole qualke ricetta oppure devo solo presentarmi li e dire: Potete darmi della creatina?!

Aggiornamento:

o se conoscete altri stimolatori x mangiare..

Aggiornamento 2:

ma a ke servono in modo semplice..!!

Aggiornamento 3:

si avete parlato sotto il punto di vista "scientifico" ma in parole chiare e semplici???

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ....lascia perdere...puoi benissimo farne a meno.....

  • 1 decennio fa

    hanno gia'detto tutto e anche di piu'.....

  • 1 decennio fa

    La carnitina e la creatina sono componenti naturali della dieta,presenti negli alimenti di origine animale(carne,pesce).Favoriscono il processo di produzione di energia,incrementando la resistenza allo sforzo;in condizioni di affaticamento migliorano le prestazioni,attenuando lo stato di fatica.

    Si trovano in farmacia come integratori alimentari.Non so però se ci vuole la ricetta del medico,prova ad informarti in farmacia stessa.Ti consiglio di prendere SOHN ENERGY bustine effervescenti.

  • 1 decennio fa

    La carnitina è una molecola importante nel metabolismo degli acidi grassi.

    Le sue funzioni principali sono :

    trasportare gli acidi grassi dal citoplasma cellulare all'interno del mitocondrio, organello in cui avviene il processo di beta-ossidazione (ossia la sua trasformazione con produzione di energia)

    Mitocondrio

    modulare il metabolismo del coenzima-A, molecola anch'essa importante per lo svolgimento dei processi ossidativi

    La carnitina alimentare deriva ovviamente dagli alimenti animali: carne e pesce. L'organismo umano è comunque in grado di sintetizzarla a partire da metionina e lisina (due aminoacidi essenziali).

    Negli atleti si è osservato che la capacità del muscolo di ossidare gli acidi grassi è direttamente proporzionale ai suoi livelli intracellulari di carnitina. Poiché inoltre l'esercizio fisico può provocare una perdita di carnitina dal muscolo, la possibilità che l'atleta possa trovare giovamento da un supplemento di carnitina costituisce la logica conclusione di queste osservazioni.

    Il fabbisogno: nell'atleta è di 2 grammi al giorno. Un mese di supplementazione con 2 grammi al giorno in atleti sottoposti ad allenamenti regolari ha portato ad un incremento del 12% dei livelli intramuscolari di carnitina.

    La creatina (Cr) è la molecola che, arricchita da un gruppo fosforico, diventa "fosfocreatina" (Pcr), unica fonte di energia di pronto utilizzo per il muscolo (sistema anaerobico alattacido). Infatti, in caso di necessità, la liberazione del gruppo fosforico della fosfocreatina fornisce energia sufficiente a resintetizzare ATP, molecola a sua volta altamente energetica; la scissione dell'ATP nelle cellule muscolari (con perdita del gruppo fosforico) libera l'energia necessaria alla contrazione.

    Il fabbisogno giornaliero di un adulto è di 2 grammi al giorno e viene coperto da:

    50% tramite sintesi endogena (che avviene nel fegato e nel rene)

    50% tramite assunzione col cibo (250 grammi di carne contengono 1 grammo di creatina)

    La creatina viene poi trasportata attivamente all'interno della cellula muscolare.

    I riscontri sperimentali più rilevanti sono stati sino ad ora i seguenti:

    se aumenta la creatina nel muscolo aumenta anche la fosfocreatina

    l'enzima responsabile della trasformazione di creatina in fosfocreatina nel mitocondrio è "accoppiato" alla fosforilazione ossidativa: questo significa che quando questo processo è attivo occorre una minor quantità di ADP per avviare la produzione di ATP

    l'incremento del livello di Pcr nel muscolo induce un incremento delle doti anaerobiche alattacide, ma non ha effetti né sul sistema anaerobico lattacido né sulle doti aerobiche

    aumenta la risintesi di Pcr (la perdita di Creatina dal muscolo è dell'ordine del 3%), ed in tal modo i vantaggi risultano stabili

    la somministrazione di Creatina diminuisce i livelli di iperammoniemia da sforzo (minor degradazione di ATP e minor produzione di ammonio)

    La Creatina rende più "stabili" i livelli di ADP nel muscolo, in modo che non siano mai elevati (rifosforilazione continua). Si è inoltre evidenziato un ritardo nella comparsa di affaticamento durante serie ripetute di esercizi ad alta intensità.

    Esiste tuttavia un problema pratico legato alle alti dose necessarie per raggiungere un effetto: la creatina assunta viene infatti solo parzialmente assorbita; di quella assorbita parte viene metabolizzata al fegato e parte arriva al muscolo; di quella che arriva al muscolo infine solo una parte viene trasformata in fosfocreatina. Il fabbisogno dell'atleta oscilla tra i 2 - 3 grammi al giorno.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.