Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitici · 1 decennio fa

L'intelligenza politica di "baffino" ha innescato, gestito la crisi di Governo?

Pare proprio di si, questa volta"baffino" con un solo colpo ha preso ben cinque piccioni: ha dato un colpo alla sinistra diessina che stava per spaccare i D.S. e confluire nella sinistra e ha impedito che ciò avvenisse, ha dato una botta alla sinistra interna alla coalizione, ha tolto i Dico di mezzo, scomparsi dai 12 punti, per ora, galleggiano da qualche parte; ha coalizzato la sinistra dell'Udc rafforzando il centro Prodiano e, infine, ha dato una botta al centrodesrta evidenziando la sua divisione, più profonda della nostra, la forza di Casini e quindi l'incapacità attuale del centrodestra di esprimere un leader unitario e accettato dalla nomenklatura ecclesiastica che non vuole bandana premier. La sua analisi, questa volta non ha sbagliato di una virgola: sapeva benissimo che la chiesa non vuole bandana ne leader ne premier, sapeva benissimo che non ci sarebbero state elezioni anticipate e sapeva benissimo che il Governo Prodi ne sarebbe uscito rafforzato polticamente.

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    sarebbe quindi "baffino" il grande regista di questo teatrino?

    sarebbe un grande attore, oltre a un grande regista....

    a dire la verità, non riesco a credere che la mozione finocchiaro,

    non votata dal senato, fu messa lì apposta per far cadere il governo, per poi raccogliere pallaro e follini come salvaprodi,

    il tutto calcolato e progettato. credo invece che anche baffino

    fu sorpreso dalla bocciatura della sua intelligentissima politica

    estera, ma che poi sono comunque riusciti a raccogliere i voti

    necessari per continuare ad antiberlusconiare. per quanto riguarda il futuro partito democratico, penso che sia una missione

    impossibile, perché una parte considerevole dei DS andrà

    verso la sinistra radicale, e quello che resta dovrebbe unirsi

    ad una Margherita che finora non è stato in grado di diventare

    un vero partito, perciò due mezzi partiti, con quasi più dirigenti

    che iscritti, dovrebbero unirsi per diventare un grande partito? che schifezza, per allearsi con chi poi? la nuova DC?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    probabile che alcune conseguenze siano vere..

    ma che Dalema l'abbia fatto consapevolmente..mi sembra un po' esagerato...sarebbe un genio.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    è possibile interpretare a proprio piacimento qualsiasi evento.

    il giorno che su arcore ci sarà un diluvio lungo una settimana si dirà che d'alema cercava di disturbare le notti di berlusconi?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Apprezzando da molto tempo la scaltrezza e il savoir faire politico del baffetto (uno dei pochissimi vostri uomini che stimo, non foss'altro per l'intelligenza, dote non molto diffusa nel vostro schieramento) e non ho difficoltà a dare credito ad una teoria di questo tipo, posso solo osservare:

    - che il risultato ottenuto è assai scarso

    - che forse ha ottenuto l'effetto di riavvicinare Casini alla CdL

    - che far bannare i Dico è stata una sconfitta (seppure

    momentanea per lui)

    - che al primo contrasto con centro o estrema sinistra il governo

    ricade (tempo 8 settimane)

    Quanto alla leadership della CdL, ti ricordo che Berlusconi non si discute. Se anche dovessimo andare alle Primarie le STRAVINCEREBBE. E sapere che la Chiesa non gradisce Berlusconi non può che rendermela ancora più invisa.

    Cordialità

    Italy

    p.s.: levami una curiosità : meglio aspettare di averle.... cosa?

    (le ossa rotte alle prossime elezioni?)

    ;o))))))))))))

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.