come funziona esattamente un hovercraft?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    l'Hovercraft (Veicolo a cuscino d’aria) è una Veicolo sostenuto da un cuscino d’aria e spinto da una o più eliche aeronautiche.

    La produzione dell’aria avviene tramite uno o più motori ed elica/che aeronautica/che. Nel caso di più motori, avrà un motore dislocato a prua (aria di sostentamento) ed a poppa (aria di spinta). Nel caso di motore unico di sostentamento e spinta si avrà un singolo motore dislocato a poppa , il motore trasmette la sua potenza in maniera diretta o indiretta ad una o più eliche aeronautiche ed una parte dell’aria viene convogliata tramite un tunnel al tubo o gonnella (gonnelle se frazionate in più parti) per il sostentamento creando l’effetto cuscino nella parte inferiore dello scafo, un’altra parte di aria verrà utilizzata per la spinta dello scafo in avanti. Le gonnelle solitamente sono fabbricate in tela rinforzata in Kevlar, rivestita di gomma o spalmate in teflon ed essendo sottoposte a ripetuti stress di attrito o elasticità, andranno sostituite se consumate o riposizionate se fuoriuscite dal proprio alloggiamento. Un buon hovercraft con una buona potenza di motore che crei abbastanza aria (pressione relativa) per il sostentamento, viaggia comunque anche se manca il 30% delle gonnelle.La direzionalità dell’ hovercraft è ottenuta tramite più timoni posizionati dietro il tubo (venturi) ovvero all’uscita dell’aria di spinta. I grossi hovercraft utilizzano eliche a pale reversibili per invertire il moto a basse velocità o nelle manovre di attracco. L’arresto o diminuzione di velocità dell’hovercraft avviene comunemente in maniera semplice ovvero arrestando il flusso d’aria di sostentamento e spinta (solitamente togliendo gas al motore) ed ottenendo un repentino attrito con la superficie percorsa, pur mantenendo le gonnelle gonfie, sarà comunque al pilota a valutare tale forza di attrito per calcolare la frenata oppure per gli esperti (codesta manovra abbisogna di più prove prima del perfezionamento) togliendo gas e girando a 180° su se stessi ridando gas non appena raggiunta la posizione contraria.

    L’Hovercraft galleggia, ma non per sempre allo stesso livello, lo scafo composto in due parti ingloba al suo centro del materiale galleggiante (sandwich), in effetti tra la coperta (o parte superiore dello scafo) ed il fondo (o parte inferiore dello scafo) solitamente si usa schiumare materiale idrorepellente ad alta galleggiabilità, rimane di fatto che il fondo è in parte “bucato” dai fori che permettono il passaggio dell’aria per il sostentamento, che in posizione di “sgonfio” o mancanza di cuscino, permettono all’acqua di entrare, la stessa comunque viene asportata all’esterno tramite la classica pompa di sentina. L’ Hovercraft in generale è considerato un mezzo anfibio in quanto è un mezzo di trasporto multi- ruolo che consente di muoversi sulla terra, sull’acqua, sul fango, sulla neve, sul ghiaccio e superare qualunque ostacolo di superficie relativamente alle misure ed alle motorizzazioni del veicolo adottato . L’ Hovercraft ha due grosse categorie di utilizzo, il diporto o uso dilettantistico compreso le gare di competizione ed il lavoro che comprende anche il soccorso. Bisogna comunque ben distinguere gli utilizzi e le motorizzazioni per avere un mezzo appropriato nella migliore condizione di sicurezza e di resa. Per Pilotare un hovercraft non si richiede molta abilità ed al momento per le cilindrate inferiori neanche la patente nautica ma occorre conoscere le regole fondamentali di come esso funziona insegnate da “professionisti” e non lasciate al fai da te.

  • 1 decennio fa

    Pensa che l'inventore dell'Hovercraft prese spunto per questa bellissima idea osservando un giorno la moglie che si asciugava i capelli con il casco casalingo, ossia una cuffia di plastica con un elastico intorno alla testa per coprire capelli e bigodini che si allunga in un lungo tubo, collegato al fono.

    Il funzionamento e' semplicissimo: una turbina spinge l'aria verso il basso, provocando al contempo una spinta verso l'alto che solleva tutto l'apparecchio. La sua prerogativa e' infatti quella di sollevarsi da terra permettendo di "volare" sull'acqua e sulla terra ad una altezza di circa 50/70cm.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.