Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeSpazio e astronomia · 1 decennio fa

Quando vedremo un salto di qualità nella propulsione spaziale ?

Quando i vettori spaziali viaggeranno molto più velocemente e di quanto , a fronte delle ricerche ora in atto su nuovi tipi di propulsione spaziale ?

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ci sono vari progetti in fare embrionale, tra cui anche uno del nostro Nobel Carlo Rubbia. E' un motore a propulsione nucleare che ha la proprietà di generare la forza grazie alla quale la naviella spaziale si sposta per mezzo dell'emissione di radiazione elttromagnetica da parte del combustibile nucleare presente a bordo (si pensi all'uranio). Il principio che permette alla navicella di spostarsi è quindi simile a quello delle vele solari.

    Poi sono allo studio anche motori ad antimateria, ma ancora in fase teorica visto che ne produciamo pochissima.

    Queste sono le chimere della ricerca spaziale, fino a quando non sostituiremo i vecchi motori non penso che andremo molto lontano...

  • 1 decennio fa

    Potresti buttare un occhio sul sito della associazione sviluppo propulsione spaziale (ASPS). Il loro lavoro è controverso ma se fosse fondato, e alcuni lo pensano, potrebbe avere sviluppi interessanti. Ovviamente te lo segnalo come curiosità per avere un panorama completo sull'argomento anche se su certe cose andrei coi piedi di piombo. Ciao.

  • elisir
    Lv 4
    1 decennio fa

    deep space one aggiorna la tua conoscenza sulla propulsione spaziale.

    vedi progetto meteora eros concluso con successo

    deep space one aggiorna la tua conoscenza

    sui salti di qualita'

    tra l'altro

    dove volete andare...

  • 1 decennio fa

    Quando si riuscirà a perfezionare l' attuale propulsione con motore a ioni.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Il vero salto di qualità lo si farà quando verrà messo a punto il motore ad antimateria, che può sprigionare un'enorme potenza con minime quantità di "combustibile". Il problema, oltre alla realizzazione tecnica del propulsore, è che attualmente è costosissimo produrla e costosissimo conservarla: potrebbe essere fatto, ma con costi di circa 100 MILIARDI di DOLLARI al milligrammo. Realisticamente quindi, si pensa che tale tecnologia possa essere applicata alle astronavi fra circa 200 anni.

    Ciao!

  • 1 decennio fa

    è molto difficile..xkè c'è un ostacolo molto difficile da superare cioè il tempo

    la vita di un uomo è troppo breve per poter raggiungere i corpi celesti + lontani..bisognerebbe creare propulsori molto potenti e tecnologici..speriamo..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.