Corredo matrimoniale?

Ciao a tutti! Vorrei sapere se esiste ancora l'usanza del corredo matrimoniale. Se sì, per un uomo come deve essere composto. Grazie per le risposte

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Nel passato lo sposo non sosteneva spese per l'abbigliamento della moglie per tutto il primo anno di matrimonio ed era quindi la famiglia della sposa che forniva gli abiti, la biancheria e gli accessori. L'usanza del corredo ormai sta decadendo. Tradizionalmente é la famiglia della sposa che deve comprare la biancheria per la casa e quella personale della donna. Oggi invece, è direttamente la sposa che sceglie il corredo per la propria casa. Dovrà quindi comprare la biancheria necessaria. In teoria totale ci vorrebbero dodici pezzi per tutti i capi della casa a seconda dell'uso. La donna dovrà, in base alle proprie esigenze, decidere la quantità esatta. Scegli la biancheria per il letto, adattandola all'arredo della futura casa. La tradizione di un tempo, che imponeva lenzuola bianche in lino pesante ricamate a mano e bianche lisce, senza decori, è ormai sostituita dai suggerimenti modaioli e da capi firmati. Ora, i grandi marchi propongono linee decorate con motivi fantasia o più classiche in tinta unita. Ci vorranno completi delle lenzuola matrimoniali, delle coperte di lana, almeno un piumino, almeno un copripiumino con federe, almeno una trapunta e una coperta di piqué bianca. Per quanto riguarda la biancheria da bagno compra un set di asciugamani (grandi, medi, piccoli di spugna), alcuni asciugamani medi e piccoli di lino, dei tappetini e degli accappatoi. Per la biancheria da tavola occorrono tovaglie di cotone o di lino, stampate e in tinta unita; un mollettone, un set all'americana e un po' di centrini per il vassoio e per il carrello portavivande. Infine per la biancheria da cucina ricordati di acquistare un asciugapiatti di misto lino, un asciugabicchieri di lino per i bicchieri che non vanno in lavastoviglie, un asciugamani di spugna, alcuni grembiuli da cucina e delle presine. In teoria l'unica cosa che dovrebbe portare l'uomo sono i suoi vestiti e i suoi effetti personali.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io sto in toscana ma la mia mamma e' di origini campane... a me il corredo lo hanno iniziato da quando ho fatto la cresima, e siamo due femmine e un maschio... nn ti dico quanti soldi hanno buttato via per cose che nn useremo mai... ma la mia mamma lo ha fatto anche a mio fratello... fortunatamente piu esiguo di quello mio e di mia sorella... addirittura le pentole a mio fratello ahahhahahah oh se c'e qualcuna che se lo piglia... fatevi avanti donneeeeeeeeeee

  • Anonimo
    1 decennio fa

    purtroppo questa tamarrata è ancora diffusa, ma ti parlo di noi del sud.

    per me è una cosa assurda.

    l'uomo deve dare la casa, la donna i mobili, la mamma di lei il corredo per il letto.

    ma per carità!

    allora se lui mi può offrire un'appartamento in affitto di 60 mq che faccio, non lo sposo? e poi le lenzuola le scelgo io, e magari i mobili si possono pagare a metà.

    usanze stupide e classiste, questo sono.

  • 1 decennio fa

    Si esiste ed è anche molto diffuso. Solitamente l'uomo deve portare la casa...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    perkè si usa ancora?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    L'usanza del corredo matrimoniale esiste tuttora, anche se sta pian piano scomparendo. Generalmente la donna dovrebbe fornire la biancheria per la casa e per se stessa mentre all'uomo spetterebbe l'acquisto della casa!

    Ma fortunatamente i tempi sono cambiati e l'acquisto della casa e di tutto l'occorrente per iniziare la nuova vita insieme viene sostenuto sia dall'uomo e che della donna la quale, ormai finalmente non solo moglie e madre ma anche lavoratrice come e talvolta più del marito, contribuisce alle spese nella stessa misura del compagno.

    Personalmente mi sono sempre opposta all'idea. Dal momento che generalmente il corredo viene inizato quando la futura moglie è ancora bambina, la sventurata si ritroverà uno stock di biancheria "stantia" e magari tutta pizzi e merletti che per quanto belli e preziosi possano essere sono poco funzionali e molto meno carini della biancheria "moderna".

    Non sono sposata ma convivo il che, sebbene molti non sono d'accordo, non è poi molto diverso, e al momento dell'allestimento della casa ho scelto e comprato il "corredo" con il mio ragazzo, è stato bello e divertente e siamo sicuri che tutto quello che abbiamo risponde ai nostri gusti.

  • 1 decennio fa

    si usa ancora? mia mamma me ne ha parlato come di una cosa di tanto tempo fa. credo sia un retaggio della nostra cultura contadina dove si dava molta importanza alla dote e alla "roba" e non certo alle affinità elettive...

    ciao

  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    Beh che io sappia era una vecchia usanza dei nostri genitori. Sinceramente non so se da qualche parte ancora si usa, mi piacerebbe saperlo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    una usanza ancora in voga in alcuni paesi del sud italia

    e in nordafrica e mediooriente

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.