delinqueen ha chiesto in SaluteSalute della donna · 1 decennio fa

dolore alla schiena?

Ciao a tutti! E' da due giorni che soffro di dolore alla schiena, lato destro in basso e di cistite (comparsa dopo) il medico ha escluso che possa trattarsi di una piccola colica, mi ha detto che è uno strappo (in effetti trafficando in casa mi sono fatta male ma il dolore è comparso dopo) cmq non riesco a stare sdraiata, l'unica posizione in cui mi fa meno male è seduta. Mi spiegate il perchè.

Grazie mille

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao,io ci "convivo" con vari dolori di skiena,pero' al contrario di te ,io sto meglio in piedi o sdraiata,da seduta sento maggior dolore. Nel mio caso è la zona lombare ad essere periodicamente sofferente,ed è dovuta spesso a posture sbagliate,tipo guidare o stare al pc troppo tempo,bhè nel tuo caso se è un episodio dovuto a uno strappo,tranquilla,con antiinfiammatiri e riposo guarirai presto!Auguri!

  • ?
    Lv 4
    4 anni fa

    Se soffri di sciatica puoi eliminare facilmente il dolore con questa soluzione http://curarelasciatica.teres.info/?vL47

    Il termine "sciatica" definisce un dolore più o meno intenso che viaggia lungo il nervo sciatico e le sue diramazioni, ovvero a livello di schiena, gambe e glutei. Si parla correttamente di sciatalgia per indicare l'infiammazione dello stesso nervo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Insieme al dolore cervicale la lombalgia è il mal di schiena più frequente (90 % dei casi). Può presentarsi in forma acuta o cronica e comparire bruscamente. Nella forma acuta il dolore consegue all’improvviso movimento di estensione del tronco, per esempio nell’atto di sollevare un peso da terra. Chi ne è colpito (si parla di "colpo della strega") riferisce la sensazione di uno "strappo" o di un "bruciore" tanto violento da impedire qualsiasi tentativo di "rimettersi dritti" (la persona spesso si presenta al medico piegata in avanti).

    Nella forma cronica invece il dolore è di vecchia data, magari intervallato da più o meno frequenti episodi di "colpo della strega". Di solito la persona indica delle posizioni del corpo che esacerbano (o diminuiscono) il dolore. Pressoché unanimamente la posizione che si assume in automobile, soprattutto durante lunghi viaggi, è quella più deleteria. Un altro sintomo che accompagna la lombalgia cronica è quello si "essere storti", cioè, guardandosi allo specchio (ma anche come sensazione) la persona riferisce di "pendere" da un lato (destro o sinistro). La ragione di tutto ciò è data da una reazione naturale di difesa della muscolatura della schiena che tende a proteggere la parte dolente contraendosi intorno, nel tentativo di tenere fermo il tratto della colonna colpito non permettendogli così ulteriori sollecitazioni.

    Nel mal di schiena causato da problemi muscolari viene prescritta ancora una volta la fisioterapia, applicata però con esercizi diversi e meno impegnativi di quelli utilizzati per la cura delle "cause ossee". Tuttavia nell’affrontare la correzione di queste cause è di estrema importanza studiare le posizioni che la persona assume durante la vita quotidiana (lavorativa e no) individuando le "scorrettezze" e le "fissità" di posizione per poi insegnare come operare le opportune modifiche. Infatti non tutti sanno che la parte lombare della colonna "sopporta" circa 25 chili di pressione quando si è sdraiati, 70 chili in posizione eretta e 120 piegandosi in avanti, circa 185 chili portando in questa posizione dei pesi e, per quanto possa sembrare incredibili, 250 chili se si sta seduti scorrettamente (come quando il tronco è flesso in avanti senza essere appoggiato a uno schienale!).

    Dunque è importante sapere come modificare le posizioni del corpo mentre si lavora e imparare a variarle per "scaricare" le pressioni prevenendo così il mal di schiena o diminuirlo quando si presenta.

    Nux vomica. E’ il rimedio più utile quando il dolore si presenta o si accentua soprattutto nella zona lombare nel tentativo di girarsi nel letto, quando è più forte alla mattina, migliora con il cammino, e la persona è ipersensibile alla luce, ai rumori, al vento (nel senso che con questi diviene facilmente irritabile).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.