brookite ha chiesto in Casa e giardinoFai-da-te · 1 decennio fa

Come si fà a stagnare un tegame di rame?

Vorrei provare a stagnare un vecchio tegame in rame senza portarlo dal fabbro. Chi mi sà dire come si fà o dove si possono trovare informazioni?

Aggiornamento:

si, sò saldare a stagno, conosco l'uso del decapante e ho anche il necessario.

Il mio dubbio era sulla tecnica per "stendere" lo stagno (non devo tappare un buco ma rivestire una superficie). Mi hanno detto che una volta fuso sulla superficie và "lucidato" con o degli stracci o come diceva qualcuno, della carta oleata.

4 risposte

Classificazione
  • Libero
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ti do un consiglio da uno del mestiere:

    Il tegame in rame si può stagnare, ma dipende da dove è bucato o rotto, perchè se lo devi usare ancora sarebbe meglio farlo fare ad uno del mestiere, in quanto se lo rovini, poi devi buttarlo.

    Comunque ti do la dritta: devi avere o farti lasciare un saldatore per stagno, di quelli che hanno almeno 300 W, oppure quelli che usano gli stagnini, con il gas che scalda il saldatore della stessa forma.

    Compri una bacchetta di stagno ,fai attenzione che ci sono anche quelle con percentuale maggiore di piombo, e poi devi comprare l'acido per fare da decapante, te lo consigliano done compri lo stagno, oppure puoi usare l'acido muriatico.

    Con un pennello, o meglio con un bastoncino, imbevuto di acido, bagni la zona dove devi saldare, fai attenzione perchè la zona dove bagni dovrà essere la sola zona dove deve aderire lo stagno, e se gocciola, ti macchia il rame.

    Poggi la punta del saldatore già caldo vicino all zona da saldare, e quando noti che la zona è abbastanza calda (facendo dei saggi ogni tanto con la punta deela bacchetta di stagno), poggi lo stagno tra la punta del saldatore inclinandolo a 45° e tra il rame. Noterai che lo stagno scorrerà sulla zona bagnata dall'acido, e devi interrompere di scaldare a seconda della quantità di stagno sufficiente per tappare il foro.

    Un altro consiglio, se non ti piace come esce la saldatura, ripassa subito appena raffermato lo stagno sopra con il saldatoe e modella lisciando a tuo piacimento. Inoltre se il rame prima di saldare è molto sporco di ossido, passaci un po di carta abrasiva fina o spugnetta metallica fino a farlo diventare del colore tipico.

    BUON LAVORO!

  • 1 decennio fa

    devi portarlo uniformemente ad una temperatura leggermente superiore a quella di fusione dello stagno,poi con movimenti rotatori fai aderire lo stagno,ke hai precedentemente immesso, su tt la superfice della pentola.fai raffreddare ed è fatta.ricorda di pulire perfettamente la pentola prima di queste operazioni.nn aver paura di far danni:se verra male puoi riprovare,basta riscaldare nuovamente la pentola.fammi sapere.

  • 1 decennio fa

    in sé non una operazione molto difficile il problema è che bisogna avere gli attrezzi adatti, comunque occorre delle barre di stagno una lampada a gas di quelle che usano gli idraulici per saldare i canotti degli scarichi un pennello per l' acido e poi fare colare lo stagno poco per volta sul tegame e tenere a portata di mano anche della carta oleata per lisciare lo stagno fino a che è ancora caldo e quindi stagnare tutto il tegame se proprio vuoi provare fallo prima su un tegamino piccolo o su un pezzo di rame e così ti potrai esercitare un po'. Ciao

  • Pirata
    Lv 4
    1 decennio fa

    Compra qualche barretta di stagno un saldatore potente e poi prova .....

    ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.