xiaoyu_ve ha chiesto in Mangiare e bereCucina e ricette · 1 decennio fa

Ricette con in mezzo nomi di pianeti/stelle ecc???

Tra amici c'era una mezza idea di organizzare una cena a tema astronomico (con visione dal telescopio annessa)...e quindi per il menù cercavamo qualche ricetta nel cui nome ci fosse qualche pianeta ecc!!

Dall'aperitivo al dolce, va bene qualsiasi cosa!!

Grazie ciaooo!!

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Tagliatelline della Luna Piena

    Ingredienti :

    Per la pasta:

    5 uova

    500 gr. di farina

    5 pizzichi di sale

    Per il condimento:

    300 gr di petto d'oca affumicato (va bene anche il

    petto di tacchino affumicato)

    100 gr. di uvette

    1 c.no di zucchero

    30 gr. di pinoli

    5 cucchiai di olio d'oliva

    scamorza affumicata

    Ricetta :

    Tagliatelline:

    impastare le uova con la farina ed il sale fino ad ottenere un impasto omogeneo e poroso, che stenderai a sfoglia. Arrotolare la sfoglia su se stessa e tagliarne delle striscioline che metterai ad asciugare su un canovaccio pulito.

    Intanto metti una pentola capiente colma d'acqua sul fuoco. Mentre le tagliatelline si asciugano prepara il condimento in questo modo: prendi una padella con fondo antiaderente del diametro di 40 cm. circa, versavi l'olio. Riempi una ciotola di vetro con acqua calda, scioglici il c.no di zucchero e immergici le uvette per circa 20'. Taglia il petto d'oca a

    piccoli pezzi, fai scaldare la padella con l'olio, aggiungici il petto d'oca e lascia insaporire a fuoco lento.

    Quando il petto è leggermente rosolato, strizzare le uvette senza gettare l'acqua, unire le uvette al petto e insieme i pinoli. Lasciare insaporire a

    fuoco lento, aggiustare di sale. Se il condimento tende ad asciugare, aggiungere lentamente l'acqua delle uvette.

    Quando l'acqua nella pentola arriva ad ebollizione, salare e far cuocere le tagliatelline. Scolare le tagliatelline al dente, versarle nella padella,

    alzare il fuoco, grattugiarvi sopra circa 30 gr. di scamorza, mescolare lentamente. Prendere un coperchio che copra perfettamente la padella, lasciare che le tagliatelline formino una crosticina. Prendere un grande piatto di portata rotondo e gira la "Luna Piena" come fosse una frittata.

    Quando è ancora calda tagliala in 4 spicchi e servi!

    2) Riso venere con gamberetti e zucchine

    • Crostacei: gamberetti sgusciati congelati 200 gr • Erba cipollina: 1 cucchiaio

    • Olio: extravergine d'oliva 4 cucchiai • Riso: Venere 300 gr

    • Scalogno: 1 • Vino: bianco 1 bicchiere

    • Zucchine: 2

    Il riso Venere è un riso integrale dal colore viola scuro quasi nero con un gusto particolarissimo e un profumo di pane appena sfornato.

    La colorazione è naturale perché il pericarpo, la pellicola più esterna, ha il colore dell'ebano.

    Originario della Cina dove fino all’ottocento veniva coltivato solo per l'Imperatore e la sua corte, viene oggi coltivato in alcune zone della Pianura Padana.

    Il suo nome, dedicato alla Dea dell'Amore, deriva dal fatto che nell'antica Cina veniva considerato altamente afrodisiaco.

    Fate bollire il riso Venere per 18/20 minuti in abbondante acqua salata. Nel frattempo tritate lo scalogno e fatelo appassire in un 4 cucchiai d’olio d’oliva extravergine, e aggiungete i gamberetti senza scongelarli.

    Non appena si saranno scongelati aggiungete le zucchine tagliate a pezzi abbastanza grossolani, e del dado vegetale.

    Scolate il riso Venere e fatelo saltare aggiungendo un bicchiere di vino bianco.

    Fate sfumare il vino e pochi istanti prima di togliere il riso dalla fiamma aggiungete l’erba cipollina tritata finemente. Servite ben caldo condendo con un filo d’olio crudo

    cia0 :-)!!

  • 1 decennio fa

    RAVIOLI DI STELLE IN ARAGOSTA

    Per la pasta:

    • 250 g di farina

    • 3 uova

    • 1 cucchiaio di olio

    • sale

    Per il ripieno:

    • 1 coda di aragosta surgelata di 250 g

    • mezza cipolla

    • mezza costola di sedano

    • mezza carota

    • alloro

    • timo

    • 1 uovo

    • vino bianco secco

    • la mollica di un panino

    • latte

    • 1 ciuffo di prezzemolo

    • 2 cucchiaio di grana grattugiato

    • olio

    • burro

    • sale e pepe

    Per la salsa:

    • 200 g di salsa di pomodoro

    • prezzemolo

    Prepara un trito con:

    la carota, il sedano e la cipolla, falli appassire in una casseruola con mezza noce di burro, unisci mezzo litro di vino e uno di acqua, il timo, 1 foglia di alloro, una presa di sale e qualche grano di pepe. Porta a ebollizione, immergi all'interno l'aragosta e fai cuocere, con il coperchio per 15 minuti.

    Prepara la pasta con gli ingredienti sopra indicati, quindi ...:

    lavorala fino a renderla elastica, forma una palla e coprila con un telo.

    L'aragosta:

    fai sgocciolare l'aragosta, dividila a metà nel senso della lunghezza e togli la polpa; tritala, trasferiscila in una terrina e aggiungi la mollica del panino bagnata nel latte, strizzata e sbriciolata, il grana, l'uovo, un cucchiaino di olio, uno di prezzemolo tritato, sale e pepe.

    Dividi la pasta in 2 parti:

    poi stendila con il matterello e forma 2 sfoglie sottili. Su una di esse distribuisci i mucchietti di ripieno, copri con l'altra sfoglia e, con uno stampino a forma di stella, ritaglia i ravioli. Fai cuocere per 5-7 minuti in acqua bollente. Scalda la salsa di pomodoro con una presa di sale, versala sui ravioli scolati, mescola delicatamente, cospargi con abbondante prezzemolo tritato e completa, se vuoi, con qualche grano di pepe verde.

  • lomaz
    Lv 4
    1 decennio fa

    aperitivo:gamberi di venere in salsa lunare

    primo: gnocchetti di saturno

    secondo :spiedini orione con insalata celeste

    dolce :via lattea ovvero gelato alla vaniglia e mandorle tritate.

    il vino spaziale ovviamente

  • 1 decennio fa

    i dolci potrebbero essere i "pan di stelle"!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.