Come e quando si potano gli alberi?

Segui
  • Segui pubblicamente
  • Segui privatamente
  • Smetti di seguire
salve qualcuno conosce un sito dove spiega le tecniche di potature delle varie piante?
grazie.
Migliore rispostaScelta del richiedente
Il quando te lo dico, sempre quando la vegetazione è ferma, perciò da novembre a febbraio,.............. il come và visto non da internet, vicino alla pianta, spiegato da chi se ne intende e ha pratica, ogni specie di pianta è diversa, e nessuna pianta è uguale ad un altra, per cui spengi il compter e fai un giro in campagna a parlare con qualche agricoltore

Valutazione e commento del richiedente

4 su 5
non molto dettagliata ma molto sincera
  • Valuta
  • Commento

Altre risposte (8)

Valutata la migliore
  • Valutata la migliore
  • Meno recenti
  • Più recenti
  • Ale ha risposto 7 anni fa
    vai sul sito http://www.biopuglia.iamb.it/arboree/web...
    dipende se la piante è giovano o vecchia
    • Valuta
    • Commento
  • muzzu83 ha risposto 7 anni fa
    ye lo posso dire con certezza perchè o fatto x 2 anni il giardiniere.
    le piante sempre verdi e consigliabbile di potarli ad agosto quando fa molto caldo.invece le piante che si spogliano si potano in inverno mentre fa piu freddo .
    non prima perche se no le gemme nate gelano.il periodo ideale e da meta novembre a meta febbraio. se ai qualche pianta in particolare se vuoi mi puoi contattare e saro felice di darti suggerimenti.
    • Valuta
    • Commento
  • tascarotta ha risposto 7 anni fa
    la potatura delle piante non è così semplice, anche se cerchi in internet.bisogna avere almeno un minimo di pratica.(le piante da frutto)vanno potate nei mesi invernali,è ci sono svariate tecniche la più semplice è quella di tagliare i rami vecchi dal dorso è quelli che vanno all'interno della stessa pianta e lasciare quelli a dx e a sx del ramo (tipo ventaglio)(le perenne) da barriera,vanno potate sia in inverno che a primavera così anche le piante da fiore,come rose,buganville,ecc..ecc.non è facile ciao
    • Valuta
    • Commento
  • via®eggio ha risposto 7 anni fa
    www.giardinaggio.it
    www.ortoegiardino.it
    www.giardinaggiofacile.it
    Puoi selezionare il tipo di pianta e ti descrivono sia le cure che la manutenzione di ognuna anche perché il periodo di potatura è variabile da specie a specie.
    Ciao, ciao.
    • Valuta
    • Commento
  • Matt06 ha risposto 7 anni fa
    La potatura comprende numerose operazioni che vengono eseguite direttamente sullo scheletro o sulla chioma delle piante arboree per regolare la loro naturale capacità vegetativa e produttiva e conseguire il massimo rendimento economico.
    Per le piante da frutto la potatura è più impegnativa e complessa che per quelle ornamentali o da legno; essa tende infatti a raggiungere i seguenti obiettivi:
    — accelerare lo sviluppo dei giovani alberi in modo da raggiungere, entro il più breve tempo possibile, il completamento della struttura scheletrica e il superamento della fase improduttiva;
    — regolare l'equilibrio tra attività vegetativa e produttiva degli alberi adulti, in modo da rendere costante la fruttificazione, migliorare la qualità del prodotto e massimizzare la resa;
    — consentire una più agevole ed economica esecuzione degli interventi colturali.
    Per raggiungere questi obiettivi è indispensabile che gli alberi si trovino in condizioni fisiologiche tali da reagire tempestivamente e adeguatamente ai vari interventi di potatura; non meno importanti di questa sono perciò lecondizioni ambientali favorevoli, la predisposizione genetica delle piante e i criteri di fcrtilizzazione seguiti
    CI SONO VARI TIPI DI POTATURA:

    SCACCHIATURA: questa operazione consiste nell'asportare completamente i getti che derivano dallo sviluppo di gemme a legno situate in posizioni non udii all'economia generale della potatura. Essa viene generalmente applicata alle piante in allevamento.

    CIMATURA: questo intervento di potaturaverde consiste Dell'asportare l'apice dei germogli. L'operazione è molto delicata, avendo per oggetto organi in via di accrescimento e quindi fisiologicamente molto reattivi.
    Le conseguenze della cimatura sono diverse a seconda del momento in cui viene eseguita: la cimatura praticata precocemente su germogli vigorosi, quando il loro sviluppo è più intenso, provoca un arresto temporaneo della vegetazione, sopprime la dominanza apicale e induce lo sviluppo dei rami anticipati.
    Nei vigneti la cimatura viene spesso praticata per limitare lo sviluppo dei tralci che, accrescendosi eccessivamente, possono, con il loro portamento scandente, invadere gli interfilari e intralciare la periodici esecuzione delle operazioni colturali.
    Nel caso poi della raccolta meccanica la cimatura dei germogli uviferi è utile per agevolare e migliorare !a qualità del lavoro delle vendemmiatrìci.Questo tipo di intervento deve essere però eseguito tardivamente, quando cioè non da più luogo alla formazione di germogli anticipati e quando la eliminazione delle foglie non pregiudica più la nutrizione dei grappoli o la costituzione delle riserve.

    DECORTICAZIONE ANULARE : questa operazione consiste nell'asportare dal tronco, dalle branche o dai rami molto vigorosi un anello di corteccia alto qualche millimetro, allo scopo di arrestare il deflusso della linfa elaborata che cosi rimane a disposizione delle gemme, dei fiori e dei frutti presenti al di sopra del punto decorticato.
    La decorticazione anulare sì esegue quanto prima possibile a partire dal momento in cui le branche o il fusto sono «in succhio», cioè da quando il cambio entra in attività.
    La decorticazione anulare può essere vantaggiosa per le piante molto vigorose in cui si vuole favorire la differenziazione a fiore delle gemme, l'allegagione dei fiori e l'ingrossamento dei frutti. Occorre tuttavia non abusare di questa operazione per evitare un rapido esaurimento delle branche trattate e danni indiretti all'intero albera.
    La decorticazione anulare è anche occasionalmente applicata per sfruttare al massimo branche destinate a essere successivamente asportate in quanto male posizionate o soprannumerarie.
    Per rendere meno drastici gli effetti negativi di questa operazione si può ricorrere alla incisione anulare che consente una più rapida ricostituzione del sistema conduttore iloematicn.

    SFOGLIATURA: questo intervento consiste nell'asporlare parte delle foglie per favorire l'insolazione e l'arieggiamento dei frutti prossimi alla maturazione; quando è applicata nel vigneto è detta anche spampinaturti.
    In generale la sfogliatura eseguita in epoca appropriata migliora l'aspetto del prodotto; se invece e eseguita troppo precocemente è dannosa per la fruttificazione in atto e per la differenziazione a fiore delle gemme.
    Nel caso della vendemmia meccanica, la sfogliatura può agevolare il distacco degli acini e ridurre le perdile.

    INCISIONI LONGITUDINALI : questo intervento consiste nell'eseguire lunghi tagli longitudinali nella corteccia del fusto e delle branche allo scopo di ridurre la tensione dei tessuti che consegue all'accrescimento diametrale di tali organi, favorendo cosi il loro sviluppo.
    In realtà l'intervento, anche se provoca spesso un'immediata contrazione della corteccia lungo le incisioni, non determina poi alcun sostanziale aumento in spessore degli organi trattati, per cui non corrisponde alle aspettative che ne giustificherebbero l'esecuzione.

    TORSIONE: questo intervento consiste nel sottoporre i germogli eccessivamente vigorosi a flessione e a parziale rotazione sul loro asse per indebolirli .

    INFRANGIMENTO: questa operazione consiste nell'incrinare un germoglio o un ramò lasciando attaccata e pendente la sua porzione distale . Si tratta, in definitiva, di una operazione meno drastica di un taglio di raccorciamento. ;-)

    Fonte/i:

    sono giardiniere
    • Valuta
    • Commento
  • treno a vapore ha risposto 7 anni fa
    Prova in www.giardinaggio.it, e www.green target.it
    • Valuta
    • Commento
  • dicos0 ha risposto 7 anni fa
    Le piante si potano a gennaio, prima che riprendano a produrre foglie.

    Compra un libro di botanica e uno di agronomia, su emule puoi scaricarne qualcuno gratis.

    Nei negozi di giardinaggio i libri di potature costano pochissimo tra i 5 e i 10 Euro.

    La casa editrice EdAgricole vende libri a prezzo bassissimi tipo 30-50 Euro su argomenti che valgono veramente tanto e se ne trovano tantissimi usati.

    In bocca al lupo per la potatura, che pianta devi potare? Se sono alberi da frutto ho qualche video che ti spiega passo passo, se mi scrivi potrei darteli su msn.
    • Valuta
    • Commento
  • Jessy Jane ha risposto 7 anni fa
    Io ho notato che quest'inverno nella mia città (e nella provincia) hanno potato molte piante!
    Ti elenco alcuni siti riguardo le varie tecniche di potatura:
    http://www.viridalia.it/tecniche_potatur...
    http://www.gemeinde.meran.bz.it/giardine...
    Qui trovi tutte le info:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Potatura
    • Valuta
    • Commento
  • Sign In 

    per aggiungere la tua risposta

Chi sta seguendo questa domanda?

    %
    MIGLIORI RISPOSTE
    Iscritto dal:
    Punti: Punti: Livello
    Risposte totali:
    Punti questa settimana:
    Segui
     
    Smetti di seguire
     
    Blocca
     
    Sblocca