maroc
Lv 7
maroc ha chiesto in Politica e governoLegge ed etica · 1 decennio fa

le misure antiterrorismo sono una presa per i fondelli?

-negli aeroporti ti fermano se hai qualche liquido nel bagaglio a mano, e a volte non ti fanno nemmeno portare l'acqua ... perché pare che alcuni liquidi miscelati possano diventare una bomba.

ma se uno ha un flacone in tasca il metal detector mica suona.

(se è per questo a volte non suona nemmeno se hai un coltello)

-nei phone center bisogna lasciare un documento per collegarsi a internet, ma alle volte i gestori non lo chiedono nemmeno e cmq ci si può collegare in mille altri modi.

sono 2 esempi, ma le misure antiterrorismo servono davvero a qualcosa oltre che a farci credere che si stia facendo qualcosa? voi vi sentite più sicuri con queste buffonate?

13 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il decreto legge del 27 luglio 2005 è stato emanato considerando "la straordinaria necessita' ed urgenza di rafforzare gli strumenti di prevenzione e contrasto nei confronti del terrorismo internazionale, anche alla luce dei recenti gravissimi episodi con l'introduzione di ulteriori misure preventive e sanzionatorie"

    http://www.comunicazioni.it/it/index.php?IdPag=102...

    Leggendo il decreto possiamo vedere quanto si concentri su:

    il controllo dei cittadini stranieri e le misure da prendere nei loro confronti qualora si rendano responsabili di atti criminosi;

    il controllo del traffico telematico e telefonico;

    limiti alle attività concernenti uso e commercio di esplosivi;

    restrizioni relative alle attività di volo (brevetti e licenze);

    nuove norme di identificazione personale;

    procedure contro chi si macchia di reati di terrorismo;

    l'articolo 18, inoltre, prevede che, se il compito di controllo e sicurezza è di competenza degli organi di polizia, e' comunque consentito l'affidamento a guardie giurate dipendenti o ad istituti di vigilanza privata dei servizi di

    sicurezza sussidiaria nell'ambito dei porti, delle stazioni ferroviarie e dei relativi mezzi di trasporto e depositi, delle stazioni delle ferrovie metropolitane e dei relativi mezzi di

    trasporto e depositi, nonche' nell'ambito delle linee di trasporto urbano, per il cui espletamento non e' richiesto l'esercizio di pubbliche potesta' o l'impiego di appartenenti alle Forze di polizia."

    Mi soffermo sul problema della sicurezza nelle linee metropolitane e nello specifico della città di Roma perchè è una cosa che mi riguarda da vicino e che mi ha fatto riflettere dopo quanto successo alla stazione Termini, dove una donna è stata uccisa senza che i supereroi della sicurezza abbiano potuto fermare le assassine o si siano resi conto in tempo di quanto stava succedendo.

    Infatti la società che gestisce le linee metropolitane (a seguito di gara pubblica) si serve di un istituto incaricato dei servizi di vigilanza, finalizzati alla sicurezza dell’utenza e alla tutela del patrimonio aziendale.

    http://www.metroroma.it/MetroRoma/HTML/IT/Azienda/...

    Fra l'altro, da quanto si può leggere, la stazione termini è considerata una delle zone a maggior rischio e quindi sottoposta a costante controllo e monitoraggio, allo scopo di "consentire un pronto intervento in caso di anomalie"

    ...

    Prendere ad ombrellate una persona e lasciarla per terra non è considerata un'anomalia?

    In cosa consistono le anomalie prese in considerazione? Presentarsi ai tornelli con un bazooka di 2 metri, una tanica di benzina da 50 litri, una mazza da baseball e uno striscione con su scritto "giorno di ordinaria follia"?

    Tutto questo per darti la mia risposta: si, le misure antiterrorismo sono una buffonata, si concentrano prevalentemente sul controllo degli immigrati, come se a piazzare una bomba in un treno debba essere per forza di cose un immigrato senza documenti e con le caratteristiche "sospette" di cui sopra.

    Dopo quello che è accaduto a quella povera ragazza non mi sento affatto sicura, e non mi riferisco solo al terrorismo, ma al fatto che in questo paese regna la superficialità sempre e comunque.

    Penso alle metropolitane londinesi, dove al minimo sospetto fermano i treni e fanno uscire i passeggeri dalle gallerie, penso al senso civico degli inglesi che ti puntano gli occhi addosso se posi una borsa per terra e ti tengono d'occhio fino a quando non si assicurano che l'hai ripresa in mano e non l'hai abbandonata per terra.

    Da noi non bastano le telecamere in ogni angolo delle stazioni, non bastano 8 monitor nei box office, dove i vigilantes dovrebbero seguire tutti i movimenti dei passeggeri ed "intervenire tempestivamente" come previsto dal regolamento.

    Se le due assassine di Termini fossero state due turiste di passaggio, due persone mai identificate, due semplici sconosciute, a quest'ora sarebbero agli arresti?

    Io non sono cosi fiduciosa.

    Ciao :-)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    me lo chiedo anch'io... e temo che se mi risolvo la domanda la risposta non mi piacerà affatto...

  • elly
    Lv 6
    1 decennio fa

    Queste "misure" non servono ad altro che a far perdere tempo a chi viaggia con la coscienza a posto. Un terrorista trova comunque il modo di colpire, se vuole, aggirando qualsiasi norma.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sono norme che servono a mettere paura al cittadino ed allo stesso tempo dargli la sensazione che si stia facendo qualcosa per la sua sicurezza. E' tutta una messa in scena , come lo e´stato l'attacco alle torri gemelle , gli attacchi con l'antrace, la guerra in Irak e cosí via , solo che lo sapremo ufficialmente solo tra 30 o 40 anni , cioé quando tutti i punibili saranno giá sottoterra...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    anche secondo me servono solo per far vedere che fanno qualcosa per noi ma in realtà non servono a niente!

    Anche alle Iene hanno fatto vedere che uno è salito col coltello, si può fare di tutto tranne che avere liquidi, ma siamo pazzi, bisogna fare le cose con intelligenza non solo per far vedere che non siamo scemi, perchè lo siamo purtroppo!

  • Ramiel
    Lv 4
    1 decennio fa

    E' bella pure quella norma che afferma che è possibile portare accendini, o se no non si fumano più le sigarette quando si è scesi dall'aereo. Ma ROTFL!!!!

  • 1 decennio fa

    sono tutte misure precauzionali messe in pratica per far stare più tranquilli i cittadini ma totalmente inutili al fine di proteggerci dal terrorismo... le azioni terroristiche vengono progettate anni prima che avvengano ed i terroristi li abbiamo in casa da anni, aspettano solo i segnali.

    non aggiungo altro per non essere insultato

  • ACHEO
    Lv 5
    1 decennio fa

    Credo che alcune misure siano importanti, altre invece solo per far vedere che si sta facendo qualcosa e nello stesso tempo per tenere alto l' allarmismo generale.

    Ciao!!!!

  • 1 decennio fa

    Forse alcune di queste misure non sono proprio utilissime, a me ad esempio è capitato che mi facessero lasciare una bottiglia di profumo che avevo dimenticato in borsa... peccato che ne avevo comperato un'altra (piena) e ce l'avevo nella tasca dei jeans.. e naturalmente nessuno se ne è accorto.

    Se queste misure fossero così necessarie come dicono, dovrebbero dare a chi fa i controlli i mezzi per poterli fare davvero

  • 1 decennio fa

    Più che altro dovrebbero piantarla doi creare allarmismo!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.