massaggio ayurveda?

chi di voi conosce questo massaggio?

a che principi si ispira e come andrebbe affrontato?

ciao a tutti.

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La nostra giornata è scandita da ritmi incalzanti in cui risulta oltremodo difficile trovare il giusto equilibrio tra spirito e materia; molto spesso è il nostro corpo stesso a darci dei segnali causati dallo stress: ci spingiamo allora verso la ricerca di quella pace interiore in cui la tradizione orientale e la tradizione occidentale si fondono per ritrovare l'anelato benessere psico-fisico.

    La tradizione orientale propone massaggi rigeneranti che vanno a versare balsami sull'anima grazie all'ayurveda, mentre quella occidentale si ispira spesso a trattamenti a base di erbe che traggono energia dalla terra. Nascono così dei bagni a base di vino, (quelli allo champagne sono una vera e propria "cura di bellezza"), all'olio di fiori d'arancio, all'olio di enotera ed i tradizionali bagni di fieno e all'olio fossile.

    Ayurveda é piú di un momento di relax - Ayurveda significa "conoscenza della vita". Essa trova le sue radici nell'India di 5000 anni fa ed insegna all'uomo a vivere nella consapevolezza. Nell'uomo, come in tutto l'universo, esistono le tre forze della natura - Vata, Pitta e Kapha - sinonimi di movimento, trasformazione e stabilitá. Solo quando queste si trovano in equilibrio tra loro, l'uomo trova la salute ed un profondo benessere.

    Abhyanga, è un massaggio ayurveda praticato con preziosi oli vegetali piacevolmente riscaldati (solitamente olio di sesamo, di jojoba, di girasole). Aiuta a lenire lo stress, favorisce il sonno, purifica e nutre la pelle ed i tessuti e rafforza il sistema immunitario. Da un punto di vista psicologico, rende più consapevoli e aiuta a risolvere alcune sfide karmiche camminando più decisi verso la luce evolutiva.

    Kerala é un massaggio ayurvedico Abhyanga piú complesso che rilassa l'individuo e che riesce a "curare" le anime serie e intransigenti, donando loro un élan vital con quel sorriso energetico che serve per affrontare la vita: si dice che la città di Kerala abbia una tradizione nell'arte del massaggio risalente al 600 prima di Cristo.

    Alcuni massaggi ayurvedici attivano il metabolismo: Udvarthana consiste in un peeling a base di un impasto di oli e di erbe ad azione esfoliante e nutriente che dona vitalità e Garshan che viene eseguito con guanti in seta grezza possiede un azione stimolante anche per il sistema linfatico.

    Shirodara, è la pratica più profonda e più piacevole tra i trattamenti consigliati in Ayurveda. Si inizia con un massaggio profondo con un olio. Successivamente si versa un filo di olio a temperatura corporea sulla fronte sulla zona del terzo occhio con un flusso costante e regolare. L'olio caldo come un filo di luce scende e avvolge il capo di colui che si sottopone, il quale entra in uno stato particolare di benessere e di serenità.

    Questa pratica agisce da subito provocando un rilassamento profondo, che contribuisce a calmare e a schiarire la mente, e può essere utile per ottenere ottimi risultati in caso di stress. Può anche influire beneficamente sulla concentrazione, la sicurezza e l'autostima. Può essere utile per eliminare profonde emozioni represse. L'Ayurveda ritiene che la pratica dello Shirodhara contribuisca a promuovere ojas (la vitalità essenziale del corpo). Lo scopo è quello del benessere totale, rafforzando il sistema nervoso e riequilibrando il sistema ormonale.

    Da sempre l'interazione tra i quattro elementi dona il benessere totale: acqua, terra, fuoco, aria significano anche alchimia.

    Il massaggio bioenergetico Tai-Yang, conosciuto e praticato dai cinesi fin dall'antichità, si basa sui meridiani, ossia i canali di scorrimento dell'energia vitale, e i punti di agopuntura attraverso la digitopressione e un'ampia varietà di manipolazioni. Il tutto finalizzato a ristabilire l'equilibrio yin-yang.

    Il trattamento prevede massaggi che toccano:

    testa e volto, torace e addome, schiena e regione lombare/sacrale,arti inferiori e superiori.

    I benefici che ne derivano sono:

    armonizzazione del Sistema Nervoso (effetto anti-stress)

    rafforzamento del sistema immunitario

    miglioramento della circolazione del sangue

    alleviamento dei dolori

    miglioramento dell'elasticità delle articolazioni

    tonificazione dei tessuti.

    Gli specifici disturbi che possono venir trattati naturalmente con questo metodo sono tra l'altro:

    dolori cervicali

    dolori alla schiena e alle articolazioni

    disturbi generici dovuti a tensione e stress

    Anche la nostra tradizione occidentale, però può vantare dei trattamenti rigeneranti. Tra questi, i bagni ritempranti. I bagni più divertenti sono sicuramente quelli a base di vino, per non dire quelli allo champagne in vasca di rame: il perlage agisce sulla pelle donandole lucentezza e morbidezza assolute . Il bagno crema al burro di capra: ispirato alla tradizione, la crema al burro di capra garantisce l'apporto di sali minerali e di vitamine importanti. I profumati oli che impreziosiscono il bagno rendono la pelle soffice e neutralizzano l'odore.

    Il bagno all'olio di fiori d'arancio, agrumi che rigenerano la pelle con la vitamina c e la rassodano con un'azione anti depressiva, il bagno all'olio di enotera per chi tende alla pelle secca: questo bagno, è composto da una mistura di oli e di creme pregiate. Dopo averlo spalmato con l'essenza cremosa, il vostro corpo verrà avvolto in un morbido tessuto non-tessuto. Potete poi prendere dolcemente sonno, mentre l'olio, mischiato alle creme, sviluppa il suo effetto: pura idratazione e pelle morbida come il velluto!

    Ritrovare il benessere grazie alla forza dell'acqua arricchita di particolari principi attivi: le terapie con fanghi, idromassaggi, alghe e i bagni con sali del Mar Morto sono particolarmente consigliabili per chi soffre di disturbi circolatori, stanchezza, tensioni muscolari, disturbi del metabolismo, dolori articolari e vertebrali, spossatezza e sono molto utili ai fini dell'eliminazione delle tossine. sono particolarmente efficaci anche nei trattamenti anticellulite e contro le neurodermatiti.

    Più tradizionali invece i bagni di fieno ed i bagni all'olio fossile che rappresentano un'antica tradizione contadina.

    Si usa il fieno del primo taglio, preferibilmente quello di alta

    montagna,piu´ricco di sali

    minerali,microelementi, amidi, tannino, olio eterico, un insieme di erbe, arbusti,piante alpine dove si mescolano artemisia, achillea, rannucolacee, veronica officinale,primule,fiori ed altre specie di piante, essiccate fermentano con produzione di cumarina, mentre la flora bacillare si attiva. Per il bagno si procede cosí: alcune ore prima il fieno viene messo in un cestello particolare con acqua e portato ad una temperatura di 50* C. Si prepara il lettino ad acqua, provvisto di materassino che copre tutta la parte superiore.Con questo viene riempito di acqua e portato alla temperatura di 40* C che resterá costante per tutto il periodo del bagno.

    Il paziente si adagia sopra, viene ricoperto col fieno caldo su tutto il corpo ; un telo avvolge il tutto.

    Il bagno dura circa 30 minuti prima e durante il trattamento vengono controllati, pressione arteriosa, frequenza cardiaca e temperature.

    Dopo il bagno un periodo di relax di 15 minuti.

    L'olio fossile tirolese fu scoperto nel 1902 all'interno di una vallata nel massiccio del Karwendel. Da allora lo schisto viene lavorato dalla stessa ditta ancora col metodo antico ed utilizzato per la preparazione di soli prodotti terapeutici. Lo schisto viene prelevato dalle cave e distillato a bassa temperatura.

    I bagni con questa sostanza aumentano sensibilmente la circolazione del sangue e sono indicati contro tutte le malattie reumatiche. Aiutano anche le infiammazioni delle vene, ascessi, congelamenti, gotta e per le infezioni piogene cutanee superficiali.

    Durata del bagno 20 minuti

    L'uomo nella sua totalità diventa ancora più consapevole delle proprie potenzialità proprio grazie alla concentrazione su se stesso ricercando quel benessere assoluto che solo l'equilibrio tra corpo e mente riescono a dare: la "giusta via di mezzo" tra occidente ed oriente si rivelerà l'arma vincente!

    Dove poter scoprire questi preziosi preziosi trattamenti orientali dell'ayurveda:

    Dolasilla - Tale luogo, presso l'Hotel Adler di Ortisei (www.adler-hotel.com), prende il nome dalla principessa delle Dolomiti, giovane e bella che sul capo portava la Rajeta, un gioiello con poteri magici.

    Massaggio bio-energetico Tai Yang eseguito in esclusiva secondo la scuola tradizionale cinese presso www.rundegg.com.

    Tra i migliori bagni di fieno www.passomontecroce.com e al www.hoteldulac-riva.it

    Le idroterapie come i bagni all'olio fossile si possono scoprire presso l'Hotel Emmy di Fiè allo Sciliar sulle Dolomiti www.hotel-emmy.com;

    I bagni allo champagne www.klosterbraeu.com .

    Gli altri bagni particolari presso l'Hotel Erica di Nova Ponente Alto Adige (www.erica.it) e all'Hotel Hohenwart ( www.hohenwart.com).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.