Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCuriosità · 1 decennio fa

da cosa deriva l'espressione "OK"?

16 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Senti un po' cosa dice Wikipedia:

    Okay

    Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    La locuzione Okay, scritta più frequentemente OK o O.K. indica positività, o comunque un assenso. L'espressione, di origine statunitense, viene considerata la parola più usata in tutto il mondo[citazione necessaria].

    [modifica]Origine

    La prima apparizione certa dell'acronimo, nella forma "o.k.", risale al 23 marzo 1839 nel "Boston Morning Post".

    A dispetto della sua diffusione universale, non vi è la benché minima concordanza sulla possibile origine della locuzione. Ecco alcune delle ipotesi più comuni:

    potrebbe derivare dalla lingua dei Choctaw, una popolazione nativa americana, dove figurava la parola "okeh" con la stessa pronuncia e lo stesso significato

    secondo un'altra opinione, starebbe per "Oll Korrect", cioè "all correct" scritto deliberatamente in modo sbagliato per enfatizzarne il significato

    in lingua Bantu "uou-key" (trascrizione fonetica) sta per "certamente sì": l'espressione potrebbe così essere filtrata dalla lingua degli schiavi africani nell'uso americano

    prima delle elezioni presidenziali del 1840 a New York venne fondato l'O.K. Club, un circolo di sostenitori del presidente democratico Martin Van Buren, il cui nome alludeva a "Old Kinderhook", nomignolo del presidente dal suo luogo di nascita, Kinderhook, New York

    durante la Guerra di secessione americana, nei bollettini dal fronte, sarebbe stata usata l'abbreviazione 0K, cioè "zero (che si può anche pronunciare "O") killed", "zero uccisi"

    alcuni sostengono che OK sia semplicemente il contrario di KO , assegnandogli conseguentemente il significato opposto

    innumerevoli sono le teorie che riconducono la locuzione all'acronimo di un nome proprio, solitamente di una persona preposta al controllo di prodotti, trattative, contratti, elenchi o simili.

    In molti paesi occidentali, il gesto di O.K. è rappresentato dall'unione, a mo' di cerchio, del dito indice e del pollice.

    Fonte/i: Wikipedia, l'Enciclopedia Libera
  • 1 decennio fa

    Durante la guerra di secessione, quando tornavano le truppe ai loro quartieri senza avere nessun caduto, mettevano su una grande lavagna "0 Killed" (zero morti). Da qui proviene l'espressione " O.K." per dire va bene.

  • 1 decennio fa

    L'origine di questa popolare forma verbale risale probabilmente alle truppe statunitensi, durante la seconda querra mondiale. Quando un reparto andava in missione, al suo ritorno doveva segnalare le eventuali perdite umane. Nel caso in cui tutti i militari fossero rientrati alla base, il comandante faceva rapporto ai suoi superiori usando l'acronimo O.K. come abbreviazione di zero killed, ovvero "nessun (militare) ucciso". La sigla ha quindi incominciato ad assumere il significato di conferma positiva, equivalente al modo di dire "tutto va bene". Al contrario, la sigla K.O. è nata nel mondo del pugilato ed è l'abbreviazione della forma inglese knock out, che significa "fuori combattimento

    *

  • nippon
    Lv 5
    1 decennio fa

    Il termine pare essere nato in America nel lontano 1840, quando, durante la campagna elettorale, il comitato per la rielezione del presidente Martin Von Buren si definì Ok club, dalle iniziali del luogo di origine del proprio leader: il villaggio di Old Kinderhook.

    La spiegazione più comune fa risalire la parola a un errore di ortografia ad opera di Andrew Jackson. Questi avrebbe apposto al documento contenente l'assoluzione di un imputato la sigla ok come abbreviazione dell'espressione "oll kurrect" (anch'essa sbagliata).

    Altra spiegazione fa risalire la parola al 1932, quando il termine venne incluso tra i termini internazionali per le comunicazioni via radio. In seguito, le truppe statunitensi, durante l'ultima guerra, gli attribuirono il significato in codice "O Killed", cioè "nessuno ucciso".

    Fonte/i: "L'inglese per te" DeAgostini
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Caìgo
    Lv 7
    1 decennio fa

    Ci sono diverse interpretazioni...quelle più avvalorate sono:

    "All Correct" (storpiato in Oll Correct) pr dire ...tutto a posto.

    L'altra ipotesi (più recente) sarebbe di origine militare, ovvero "Zero Killed" zero uccisi....

  • Neo
    Lv 6
    1 decennio fa

    ecco a te la spiegazione

    http://it.wikipedia.org/wiki/Okay

  • 1 decennio fa

    Questo è ciò che riporta l'Accademia della Crusca:

    «Il 1840 fu negli Stati Uniti anno di elezioni presidenziali; candidati il signor Martin van Buren, democratico, e presidente in carica; e il generale Henry William Harrison, repubblicano. Si accese la solita lotta accanita e pittoresca, propria di queste elezioni americane. Il comitato che sosteneva la rielezione del Van Buren, dovendosi scegliere un nome com’è d’uso, pensò di adottare quello del paese nativo del candidato, Kinderhook, un villaggetto della valle dell’Hudson, nello stato di Nuova York; e si battezzò infatti Old Kinderhook Club; nome presto abbreviato in O.K. Club, e abbreviato ancora, per comodità di propaganda, in O.K. semplicemente. La prima riunione del comitato, tra quella gazzarra che è facile immaginare, si tenne il 24 marzo 1840, e in quel giorno, c’è da giurarlo, il cielo statunitense echeggiò di O.K. dall’uno all’altro oceano. Sigla facile, breve, martellante, divenne presto il simbolo e il grido di battaglia del comitato elettorale, e sonava, si capisce, come auspicio immancabile di vittoria. Divenuta insomma un felice motto augurale, questo significato ottimistico [si] mantenne perfino dopo la sconfitta del Van Buren, messo in minoranza come primo responsabile, almeno presso il popolo, di una grave crisi finanziaria che angustiava il paese. È la solita fortuna o sfortuna che si accompagna a certe parole: popolare come ormai era, questo O.K. dal linguaggio politico non tardò un minuto a passare in quello comune come formula di approvazione, di consenso; e divulgatosi presto in tutti i paesi di lingua inglese, invase durante la seconda guerra mondiale l’intera Europa, diffuso dalle truppe statunitensi, divenendo cosí d’uso internazionale. Del resto, già qualche anno prima, nel 1932, la conferenza delle telecomunicazioni di Madrid aveva adottato la sigla O.K. come segnale internazionale col significato di “sta bene”.»

    Si dice inoltre sia erronea, sebbene diffusa, l’etimologia secondo la quale O.K. deriverebbe da oll kurrect per all correct.

    Ciao

  • inblue
    Lv 6
    1 decennio fa

    sicuramente è la versione americana di 0 = zero K = killeds

    la versione Italiana è 0h kakkio ... quando Totti sbaglia un rigore a cucchiaio! :-)

  • 1 decennio fa

    dall'inglese "okay" !!

  • Carla
    Lv 7
    1 decennio fa

    okay in inglese=va bene in italiano.

  • Mostra altre risposte (6)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.