promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Il possesso.... come lo giustificate?

Perchè questo strano "sentimento" è così radicato nella natura umana?

E perchè l'uomo tende ad estenderlo a qualsiasi cosa o persona rientri nel suo raggio d'azione?

Inoltre, specialmente nel caso in cui esso sia rivolto ad una persona, permane anche quando non c'è più nessun altro interesse.

Perchè?

22 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    secondo me ,si pensa di colmare quell'enorme vuoto, che si ha dentro, .... l'attaccamento alle cose materiali ,determina un incapacità di riempire il nostro spirito,che si colma solo con..sentimento , amore..... con il dare più che il prendere,....con la consapevolezza di essere destinati tutti verso qualcosa .........che non è corpo , ma è spirito ,anche il legame che abbiamo verso le persone della nostra vita ,quelle che sono state qualcosa per noi e che hanno in qualche modo lasciato un impronta nella nostra esistenza

    ci riporta alla solitudine interiore.....vogliamo credere che ancora ci appartengono per paura dell'ignoto ...

    un po come il cane ,che pur avendo la scodella ..piena.,nasconde l'osso sottoterra , ha paura del domani?...è istinto di sopravvivenza?' siamo esseri complicati

    metà istinto metà ragione,vogliamo conservare tutto quello che pensiamo ci appartenga, senza riuscire a capire che nulla è nostro ,nemmeno noi stessi..

    ciao predicatore.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    E' segno di insicurezza... si è sicuri solamente delle cose che si possono controllare... raramente riusciamo a concedere una piena fiducia...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    ... preferisco il "leasing"

    ciao Kerplan

    Fonte/i: magari "a vita" ma comunque in leasing
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Una volta stavo con una ragazza che mi rimproverava il fatto di non essere geloso. Ricordo un giorno mi disse: "Se tu non sei geloso di me e di quello che faccio, vuol dire che non mi ami". A questa affermazione la mia risposta fu: "Io non sono geloso per 2 motivi: 1) perchè ho fiducia in te. 2) perchè sono presuntuoso e penso che tu, un altro come me, non lo trovi facilmente, quindi sono sicuro che starai ben attenta a non perdermi." Lei fu soddisfatta della risposta e, dopo qualche anno, mi sposò pure.

    Perchè ho raccontato questo episodio? solo per dire che il senso del possesso è più forte nelle persone insicure, chi ha un briciolo di amor proprio e di sicurezza non ha bisogno di esercitare il possesso e di verifiche continue.

    ;-)

    Zio Elwood

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Il possesso è ingiustificabile. Io non sono di nessuno se non dei miei genitori che mi hanno creato. Essere posseduti è come perdere la nostra individualità e personalità. E ti dico che non esiste il possesso per natura umana, e non è neppure un sentimento è una debolezza. Non so se sia più facile avere il possesso di una cosa o persona piuttosto che condividere la cosa o lasciare che l'individualità della persona possedibile, scelga te. La verità che noi giustifichiamo il possesso con la conquista, ma tutti quanti siamo esseri umani e come tali non possiamo possedere nessuno, tanto in ogni caso la morte ci farà perdere tutto quello che abbiamo conquistato e sarà una morte terribile perchè saremo consapevoli di non poter godere più di quello che possedevamo, ma chi non possiede morirà libero da questa sofferenza e con un amore sano che gli ha riempito il cuore e lo ha reso felice.

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Credo dipenda molto dalla paura di essere abbandonati. Un concetto legato alla solitudine...Ed è vero ke permane anke dopo...Forse perkè in fondo, tutto ciò o coloro ke abbiamo amato, rimangono per sempre nel nostro cuore, anke se la vita va avanti...^-^

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Tempo fa riportai sul mio blog un brano tratto da un libro di Andrea De Carlo. Non lo riporto qui ma ... ne trascrivo solo un pezzettino:

    "Ci amiamo ma ognuno di noi appartiene a sé stesso, per questo ci desideriamo. Come si può altrimenti desiderare una cosa che si ha? Le persone non si possono possedere, si può solo averne l'illusione." ...

    Non avverto il senso del possesso anche se voglio bene. Il possesso invece lo sento per le mie cose, i miei oggetti, i miei ricordi. Sono gelosa dei miei momenti. Per il resto ... vivo e lascio vivere senza gelosie e impedimenti; non servono!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il possesso è ciò che ti rimane di cose o persone quando non sei più in grado di controllarle e manipolarle,

    sentimento fragilissimo esposto a tutte le intemperie

    troppo spesso confuso col potere

    sia da chi possiede sia da chi non ha un c azo

    meno pericoloso del potere ma servo ,onesto o disonesto

    poco importa, di quest'ultimo ,

    il possesso è il fantasma del potere.

    Diceva qualcuno ,la vera ricchezza non stà nel possedere ma nel controllare , cinico concetto che ha distrutto le ideologie socialiste le quali hanno combattuto solo il fantasma del potere (la proprietà) ma non sono state capaci di distruggere suo padre che ha perpetuato se stesso nei soliti con aspirazioni nobiliari falsamente ascetiche ,

    militari ,burocrati,magistrati ,polizia,culto della personalità

    così il potere ha rigenerato la sua ombra :il possesso

    il possesso è umano il potere è diabolico

    il possesso viene autorizzato dal posseduto ,il potere viene imposto con la violenza

    i molti che non giustificano il possesso troppo spesso giustificano e autorizzano il potere

    ma si sa : i vincitori vengono adorati ,e i perdenti derisi

    dal giardino delle delizie e la fontana delle verigini di answers

    con questa domanda stai passando nell'inferno musicale

    hieronymus bosch

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 7
    1 decennio fa

    Il possesso è il potere sulla cosa o sulla persona e si manifesta nello stesso modo della proprietà.

    Vogliamo possedere, perché in fondo, sappiamo che nulla ci appartiene......la persona amata può fuggire a gambe levate nel momento in cui non te lo aspetti, cosi vale anche per la nostra vita.

    Il possesso finisce sempre col perdere.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Non lo giustifico: prendo atto che talvolta sono possessiva e che al mondo ci sono persone che vivono per possedere, non per donare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.