Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

i testimoni di Geova dicono che dopo la morte non c'è nulla????

ma allora che Cristiani sono??? e a cosa serve tutto il tempo che loro spendono a "divulgare la verità" ( rompendo a volte anche un po' le scatole), se tutto finisce in circa 80 anni ??? (se si è fortunati...)

oppure ho capito male io....

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    cara lady la Bibbia cristiana non dice quanto tu affermi, cioè che dopo la morte non c'è la resurrezione e la comunione in Dio, forse tali concetti sono espressi nella vostra bibbia e in torre di guardia.

    Gesù, il nuovo adamo, è risorto e lui stesso ha detto che "ora" dove lui va noi non possiamo andare, ma che Lui "preparerà" un posto per noi. I testimoni di geova portano avanti le idee sadducee della non resurrezione, e di un paradiso a due piani, uno per i perfetti, l'altro per i sub-perfetti, cioè quelli che non meritano la comunione con Dio e che vivranno sulla terra...

    un motivo di più per essere felice di essere cattolico, ciao e buona vita

    "La WTS ha più volte affermato che la "Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture" è una traduzione che si basa fedelmente sugli scritti originali. Il problema è che non si trova un solo studioso accreditato che confermi tali affermazioni. Ecco ad esempio cosa ne pensa Ray Stedman: "Un accurato esame che va al di là dell'esteriore apparenza di erudizione dei traduttori, rivela un autentico miscuglio di fanatismo, ignoranza, pregiudizio e parzialità che viola ogni norma di critica biblica". Anche Anthony Hoekema non sembra averne una buona opinione: "La loro Traduzione del Nuovo Mondo non è una versione obiettiva della Bibbia in Inglese moderno, ma una traduzione di parte in cui molti degli originali insegnamenti della WTS sono stati introdotti di contrabbando""

  • 1 decennio fa

    ti risponde un ateo.

    Dicono che le persone RIPOSANO sino al giudizio universale, dopo di che verrano resuscitate e poste a giudizio con dio, per poi proseguire nella vita eterna.. il tutto perfettamente compatibile con il testo biblico.

    ciao!

  • 1 decennio fa

    La Bibbia rivela chiaramente cosa è la morte.

    Poco dopo aver saputo della morte di Lazzaro, Gesù disse: “Lazzaro, il nostro amico, è andato a riposare, ma io vado a svegliarlo dal sonno”. I discepoli pensarono che se Lazzaro stava semplicemente riposando le sue condizioni sarebbero migliorate. Gesù, perciò, disse loro chiaramente: “Lazzaro è morto”. (Giovanni 11:11-14) È chiaro che Gesù considerava la morte simile al sonno. Forse facciamo fatica a concepire la morte, ma sappiamo bene cos’è il sonno. Quando dormiamo bene non ci rendiamo conto del passare del tempo né di ciò che accade intorno a noi, perché siamo temporaneamente inconsci. Questo è esattamente ciò che la Bibbia dice della condizione dei morti. Ecclesiaste 9:5 afferma: “In quanto ai morti, non sono consci di nulla”.

    Gesù paragonò la morte al sonno anche perché, grazie alla potenza di Dio, i morti possono essere destati. Una volta Gesù entrò in casa di una famiglia sconvolta dal dolore perché la figlioletta era appena morta. “La fanciulletta non è morta, ma dorme”, disse Gesù. Poi si avvicinò alla ragazzina, le prese la mano, e lei “si alzò”: sorse dai morti. — Matteo 9:24, 25.

    In maniera analoga, Gesù destò dai morti il suo amico Lazzaro. Prima di compiere quel miracolo, però, consolò Marta, la sorella di Lazzaro, con le parole: “Tuo fratello sorgerà”. Marta rispose con fiducia: “So che sorgerà nella risurrezione, nell’ultimo giorno”. (Giovanni 11:23, 24) Evidentemente si aspettava che un giorno tutti i servitori di Dio sarebbero stati risuscitati.

    Ma sono qui per rispondere a Stefano Francesco che sembra che non riconosce che esistono due faccie su una medaglia;

    lo studioso ed ebraista israeliano Benjamin Kedar disse: “Nelle mie ricerche linguistiche relative alla Bibbia ebraica e alle traduzioni faccio spesso riferimento all’edizione che è nota come ‘Traduzione del Nuovo Mondo’. Nel far questo, trovo ripetute conferme della mia opinione secondo cui quest’opera riflette un onesto sforzo per giungere a una comprensione del testo che sia la più accurata possibile. Dando prova di una buona padronanza della lingua originale, essa rende in un’altra lingua le parole originali in maniera comprensibile senza deviare inutilmente dalla struttura specifica dell’ebraico. . . . Ogni espressione linguistica ammette una certa latitudine interpretativa e di traduzione. La soluzione linguistica adottata in ciascun caso particolare può quindi essere oggetto di discussione. Ma nella ‘Traduzione del Nuovo Mondo’ non ho mai riscontrato alcuna intenzione preconcetta di far dire al testo qualcosa che esso non contiene”.

    Dr. Jason BeDuhn: Perché il dottor BeDuhn usa la Traduzione interlineare del Regno nei suoi corsi universitari? Ecco la sua risposta: “In parole povere, è la migliore traduzione interlineare del Nuovo Testamento che esista. Sono uno studioso della Bibbia preparato, conosco i testi e gli strumenti usati oggi nel campo degli studi biblici e, fra parentesi, non sono un testimone di Geova. Ma so riconoscere una pubblicazione di qualità, e il vostro ‘Comitato di Traduzione della Bibbia del Nuovo Mondo’ ha fatto un ottimo lavoro. La vostra versione interlineare inglese è accurata e coerente fino al punto di costringere il lettore a prendere atto delle differenze linguistiche, culturali e concettuali esistenti fra il mondo di lingua greca e il nostro. La vostra ‘Traduzione del Nuovo Mondo’ è un’eccellente traduzione letterale che con la sua fedeltà al greco evita le interpretazioni tradizionali. Sotto molti aspetti è superiore alle traduzioni di maggior successo in uso oggi”.

    Tanti saluti.

    Fonte/i: Ragioniamo
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Commentate questo:

    "«Poiché ecco, io creo nuovi cieli e nuova terra, e le cose di prima non si ricorderanno più e non verranno più in mente." Isaia 65:17

    "Ma noi, secondo la sua promessa, aspettiamo nuovi cieli e nuova terra nei quali abita la giustizia." 2Pietro 3:13

    "«Ora, quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i santi angeli, allora si siederà sul trono della sua gloria. E tutte le genti saranno radunate davanti a lui; ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri. E metterà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. Allora il Re dirà a coloro che saranno alla sua destra: "Venite, benedetti del Padre mio; ricevete in eredità il regno che vi è stato preparato sin dalla fondazione del mondo. Poiché ebbi fame e mi deste da mangiare, ebbi sete e mi deste da bere; fui forestiero e mi accoglieste, fui ignudo e mi rivestiste, fui infermo e mi visitaste, fui in prigione e veniste a trovarmi". Allora i giusti gli risponderanno, dicendo: "Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare? O assetato e ti abbiamo dato da bere? E quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato? O ignudo e ti abbiamo rivestito? E quando ti abbiamo visto infermo, o in prigione e siamo venuti a visitarti?". E il Re, rispondendo, dirà loro: "In verità vi dico: tutte le volte che l'avete fatto ad uno di questi miei minimi fratelli, l'avete fatto a me". Allora egli dirà ancora a coloro che saranno a sinistra: "Andate via da me maledetti, nel fuoco eterno che è stato preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Poiché ebbi fame e non mi deste da mangiare, ebbi sete e non mi deste da bere, fui forestiero e non mi accoglieste, ignudo e non mi rivestiste, infermo e in prigione e non mi visitaste". Allora anche questi gli risponderanno, dicendo: "Signore, quando ti abbiamo visto affamato, o assetato, o forestiero, o ignudo, o infermo, o in prigione e non ti abbiamo soccorso?". Allora egli risponderà loro dicendo: "In verità vi dico: tutte le volte che non l'avete fatto a uno di questi minimi, non l'avete fatto neppure a me". E questi andranno nelle pene eterne e i giusti nella vita eterna»." Matteo 25:31-46

    Non c'è interpretazione....

    Alcuni si ostinano a voler credere a dottrine di uomini piuttosto che a Dio.

    Domanda per i testimoni di Geova: Voi credete nel battesimo nello Spirito Santo?

    Se sì perche non gli chiedete rivelazione sulla verità?

    "Allora Pietro disse loro: «Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo." Atti 2:38

    "Ma quando verrà lui, lo Spirito di verità, egli vi guiderà in ogni verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutte le cose che ha udito e vi annunzierà le cose a venire." Giovanni 16:13

    Che Dio vi benedica!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Per i Testimoni di Geova non c'è distinzione tra anima e corpo, con la morte c'è la dissoluzione poi, dopo l'Apocalisse, verranno richiamati in vita ad abitare la terra coloro che sono stati fedeli a Geova...cioè loro.

    Questo è il motivo per cui cercano di convertire quante più persone possibile.

    Almeno è questo quello che ho capito da alcune conversazioni con Testimoni di Geova.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.