Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeChimica · 1 decennio fa

che cosa è il bilanciamento di una equazione chimica?

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il bilanciamento è un processo matematico con il quale,a partire da una reazione teorica riusciamo a calcolare esattamente(quantitativamente) la stechiometria della reazione,ovvero il valore esatto delle moli delle specie chimiche che entrano a far parte della stessa,siano esse ioni,molecole o atomi.

    Alla base del bilanciamento c'è la legge della conservazione della materia,ciò che compare tra i reagenti deve comparire tra i prodotti(ovviamente sotto un'altra forma)...in poche parole nulla si crea nè si distrugge..

    Inoltre dall'analisi di questi dati si può facilmente calcolare il numero di elettroni che vengono scambiati,e di conseguenza individuare(nel caso delle ossidoriduzioni) quale specie si è ossidata(ha aumentato la propria carica parziale cedendo elettroni) e quale si è ridotta(ha diminuito la propria carica accettando elettroni).

    Nella pratica questo serve a prevedere la resa di una qualsiasi reazione,e proprio questo calcolo fa in modo che si scelgano le quantità giuste di reagenti,e da un punto di vista economico è di fondamentale importanza per scegliere quale deve essere il reagente in eccesso(solitamente quello più economico).

  • 1 decennio fa

    In pratica devi contare gli atomi di ogni elemento sia a destra che a sinistra. ( cioè dei reagenti e dei prodotti di reazione ) Se il numero è uguale allora l'equazione è bilanciata sennò devi mettere un numero davanti ad un certo elemento che si moltiplica per quello già presente e ricontrollare se dopo questa operazione gli atomi corrispondono. Non so se hai capito... è un po' difficile da spiegare!! Ma vedrai che poi è quasi divertente =)

    Un piccolo trucco... per controllare gli atomi segui questa scaletta: Metalli - Non metalli - Ossigeno - Idrogeno.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il bilanciamento di un equazione chimica è una serie di ragionamenti ke devi fare affinkè si siano le stexxe sostanze e la stexxa quantità di sostanze da una parte e dall'altra dell'equazione xkè niente si crea e niente si distrugge almeno x le reazioni chimiche questo....

  • 1 decennio fa

    un equazione è bilanciata quando c'è lo stesso numero di protoni sia a destra sia a sinistra...

    es: CS2 + 3 Cl2 = CCl4 + S2Cl2

    come vedi il num 3 davanti al cloro è necessario altrimenti gli ioni cloro a destra sono più di quelli disinistra...capito..non è difficile basta prenderci la mano...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    I coefficienti stechiometrici cioè i numeri che in un' equazione chimica sono scritti in grande davanti alle formule delle sostanze, sono molto importanti per il chimico in quanto necessari allo svolgimento di calcoli e alla risoluzione di problemi. E' quindi necessario imparare a calcolare i coefficienti stechiometrici adeguati ad ogni equazione chimica. Questa operazione si chiama bilanciamento dell' equazione chimica e.solo quando l'equazione chimica è bilanciata rappresenta correttamente la reazione chimica. Cerchiamo di riflettere su questo concetto. Osserviamo la seguente equazione chimica non bilanciata.

    N2 + H2 NH3

    Un'equazione chimica non bilanciata è come una ricetta senza dosi; nel nostro caso l'equazione ci dice che facendo reagire azoto e idrogeno si otterrà un composto chiamato ammoniaca ma non ci informa sui rapporti numerici esistenti tra le specie chimiche coinvolte. Se raffiguriamo l'equazione chimica non bilanciata con delle particelle ci accorgamo subito che c'è qualcosa che non va.

    Infatti mentre a sinistra della freccia abbiamo in tutto 2 atomi di idrogeno, a destra se ne contano 3; allo stesso modo a sinistra troviamo 2 atomi di azoto mentra a destra ce n' è 1 solo. Nelle reazioni chimiche gli atomi non si creano e non si distruggono (ricordiamo la costanza della massa e quindi degli atomi nelle reazioni), ma semplicemente si dispongono in maniera differente rispetto alla situazione iniziale. Sicuramente l'equazione scritta sopra non sta rappresentando correttamente la realtà. Cerchiamo allora di bilanciarla tenendo presente che:

    Un'equazione chimica è bilanciata quando ogni elemento è presente a sinistra e a destra della freccia con lo stesso numero di atomi.

    Nel nostro caso il primo passo da compiere è di scrivere un 2 davanti alla formula del prodotto in modo da bilanciare l'azoto (2 atomi a sinistra e 2 a destra).

    N2 + H2 2 NH3

    Ora a destra ci sono 6 atomi di idrogeno (2 molecole contenenti 3 atomi ciascuna) e per bilanciarli è necessario scrivere un 3 davanti alla molecola dell'idrogeno (3 molecole costituite da 2 atomi ciascuna = 6 atomi in tutto)

    N2 + 3H2 2NH3

    Ora l'equazione è correttamente bilanciata e mi indica che con 1 molecola di azoto reagiscono 3 molecole di idrogeno per dare 2 molecole di ammoniaca

    alcune equazioni chimiche non hanno bisogno di bilanciamento in quanto considerando il coefficiente stechiometrico 1 sottinteso davanti alle formule sono già corrette. Negli altri casi bisogna procedere, come nell'esempio trattato, un passo dopo l'altro, iniziando a sistemare i coefficienti stechiometrici delle specie chimiche più complesse (quelle contenenti un numero maggiore di elementi chimici), per poi continuare con quelle più semplici.. Non esiste però un criterio assoluto nel modo di procedere; è solo tramite l' esercizio che si acquista la necessaria dimestichezza.

  • kaysha
    Lv 6
    1 decennio fa

    Il bilanciamento di un'equazione chimica consiste nel mettere dei valori numerici davanti ai vari composti per far si che nei reagenti e nei prodotti i vari elementi siano presenti nella stessa quantità.

  • 1 decennio fa

    in ogni reazione chimica ci deve essere lo stesso numero di molecole di una sostanza sia tra i reagenti che tra i prodotti, dato che la materia non si crea e non si distrugge, quindi si devono mettere degli "indici stechiometrici" (si chiamano così) che bilancino, appunto, il numero di queste molecole.

    ti faccio un esempio:

    tu sai che idrogeno e ossigeno combinati insieme danno acqua.

    H + O = H20

    però devi tenere conto del fato che H e O sono molecole biatomiche, ovvero vanno sempre legati a due a due, quindi

    H2 + O2 = H20

    ma come puoi notare, ci sono due ossigeni tra i reagenti e uno solo tra i prodotti, per cui devi supporre che si formino DUE molecole d'acqua.

    pertanto

    H2 + O2 = 2 H20

    ma c'è ancora un problema: tra i reagenti ci sono due idrogeni e tra i prodotti ce ne sono quattro. allora mettiamo anche un 2 davanti all'idrogeno.

    2 H2 + O2 = 2 H20

    adesso è bilanciata: 4 H nei reagenti e 4 nei prodotti, 2 O nei reagenti e 2 nei prodotti.

    il bilanciamento è semplicemente questo.

    spero di essere stata chiara, se c'è qualcosa che non hai capito dimmelo.

  • 1 decennio fa

    una equazione chimica e' bilanciata quando il numero dei protoni ed elettroni dei vari elementi si equivalgono---CIAO!!!

    ballerina e' piu' esatta di me'!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.