Essere cattolici è "di destra" o "di sinistra"?

Il Vangelo predica la cura dei poveri e critica ferocemente le caste abbienti dell'epoca, per prima quella sacerdotale. Tutto questo è storicamente "di sinistra".

Il Vangelo invita a migliorare le condizioni anche materiali dei poveri, ma nel modo più sommesso possibile, cioè senza imbracciare fucili, rivoluzionare leggi, usi e costumi delle società e confiscare beni (insomma, lasciando a Cesare quel che è di Cesare), ma sulla base del solo pacifico volontariato degli uomini di buona volontà, i cui sforzi basteranno perché Dio li moltiplicherà. E questo assoluto rispetto delle norme costituite è storicamente "di destra".

Voi Cattolici, oggi, come vi sentite, più di destra o più di sinistra?

Voi atei di sinistra, riconoscete nei cattolici comunanza di intenti e sola diversità di strumenti?

Voi atei di destra, riconoscete nei cattolici comunanza di strumenti e sola diversità di intenti?

29 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Scusate, ma quando non si riesce a parlare la stessa lingua, non si potrà neanche mai comprenderci (la famosa babilonia delle lingue, che non vuol dire bulgaro piuttosto che swahili). La chiesa non deve fare 'partitica', e non politica che è una parola nobile e che letteralmente vuol di 'essere a favore della gente' (dei cittadini). Tutti gli uomini e le donne 'devono' essere politici per vivere assieme e trovare di comune accordo le regole più giuste per farlo. Nascono così i vari 'partiti'. Se c'è una cosa che si può obbiettare alla chiesa non è quella di essere politica, ma quella di pendere troppo verso alcuni precisi 'partiti', già derogando in effetti alla prima regola di un pastore, cioè quella di non curare le pecore salvate (quelle che lei crede salvate) per andare alla ricerca di quelle perdute (quelle che per lei sono perdute). Gesù stesso è il politico perfetto e ci spinge, attraverso il Vangelo in una proposta di continuo coinvolgimento nei fatti umani e nella condivisione di tutto ciò che abbiamo a disposizione. E questo lo si può fare solo attraverso gli strumenti che ci siamo inventati e che abbiamo a disposizione: attraverso l'uomo 'politico', intendendolo come uomo appassionato ai problemi dell'umanità e alla ricerca, insieme agli altri, del bene comune e non certo solo di qualcuno o di una sola parte della società. E' chiaro che si devono fare dei distinguo: i tradizionalisti saranno più di destra ed eventualmente innovatori rispetto ad un'idea liberale e un po' più capitalistica. I riformisti, i modernizzatori, saranno più di sinistra, forse perchè più dinamici e protesi maggiormente verso il futuro, più che al mantenimento nudo e crudo di tradizioni, riti e pensieri. Va da sè che in ogni caso ognuno di noi ha anche il dovere civico di andare a votare, ed è giocoforza che ciascuno opterà per il partito che più si avvicina alla sua idea di società. Ciò è perfettamente normale. C'è però da dire un'ultima cosa. Sono sopratutto le religioni che spesso si sbilanciano malamente e senza alcun diritto nel farlo, nell'ideologìa di un partito. E' per questo che ci sono cattolici di tutti i tipi. Ma se si fosse o si tentasse di essere solo cristiani, concretizzando il meglio possibile la Parola di Dio, allora sarebbe inutile dirsi di destra o di sinistra, si sarebbe solo di Dio.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io sono un cattolico di sx che si discosta però dai dogmi e dai diktat della kiesa che io non reputo porti avanti il vero verbo di Gesù.

  • 1 decennio fa

    Una volta c'era il centro ma ora è Z.T.L.

    Bisogna per forza o andare a destra o a sinistra!

    Questione di gusti..

  • OLAF
    Lv 6
    1 decennio fa

    Essere Cristiani non è essere di destra nè di sinistra ma di sopra, ossia del cielo.

    Ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' il gioco che riesce a fare la chiesa dalla presa di Porta Pia........nella chiesa ci sono i focolarini, comunione e liberazione, l'azione cattolica ...... sono varie anime che ci sono dentro l'equivalente delle correnti nei partiti.

    In sostanza non si possono vedere tra queste associazioni, ma quando il papa chiama si presentano tutte e ad ognuna la sua parte di potere viene data ............ e' e sara' cosi per sempre ...... dobbiamo trasferire il vaticano in un'altro stato solo cosi saremo davvero liberi .......... i cattolici sono per definizione dei furbastri ........secondo te e' maipossibile che indipendentemente dal governo al potere, se c'e' un'inagurazione, ci siano i carabinieri e anche un bel cardinalotto ? ....... i carabinieri okkei, ma il cardinalotto ? ........ a lavorare.

  • Speriamo che la fede finisca prima o poi di mescolarsi con le ideologie politiche e che i fedeli smettano di fare politica.

    Prima si diceva potere temporale e potere spirituale. Oggi invece si parla di magma ideologico: ognuno tira in ballo le idee che piu' gli fanno comodo al momento.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    date a cesare quel che è di cesare a Dio quel che è di dio.

  • Marxx
    Lv 6
    1 decennio fa

    Di centro :-(

    ps : i cacciatori sparano sia da destra che da sinistra :-(

  • ?
    Lv 6
    1 decennio fa

    io sono a. di sx.

    riconosco nei cattolici una certa attenzione per i bisognosi, ma un'attenzione più che altro "formale" e rivolta ai soli bisognosi credenti... oppure, disponibili alla conversione o convertiti, come nel caso dei missionari.

    Forse non è così dappertutto...

  • La chiesa cattolica è un partito vero e proprio ormai :-(

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Credo che poltica e religione siano due ambiti nettamente distinti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.