Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiFerrovie · 1 decennio fa

carrozze intercity...?

allora....la mia domanda è un po complicata se nn sì è del mestiere....cmq...vorrei sapere quanti posti ha una carrozza uic z1 di seconda classe...visto che in teoria dovrebbe averne 66 ma io l'altro giorno mi ricordo di avere visto uno scompartimento cn i sedili numerati dal 110...e poi che significa uic z1? grz 1000

...

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Allora, come ti hanno già csritto, la numerazione dei posti va in ogni scompartimento dall'1 al 6, con la 1a cifra che indica il n° di scompartimento. Quindi abbiamo 11-12-13-14-15-16-21-22-23 ecc. fino a 116. (in 2a classe, in 1a si arriva a 96)

    La sigla UIC-Z1 sta ad indicare la tipologia di vetturastandardizzata a livello internazionale. La standardizzazione è riferita alle dimensioni e forma della cassa e al n° di finestrini; inoltre molto spesso si tratta di vetture atte al serviio internazionale, e quindi dotate di convertitori elettrici che permettono alle utenze elettriche dio bordo (luci, riscaldamento ecc.) di funzionare anche con tensioni di alimentazione (provenienti dalla condotta REC, direttamente collegata alla locomotiva e quindi alla rete di alimentazione)diverse. La sigla Z1 sta ad indicare invece il singolo modello di vettura standardizzata. Esistono infatti divesri tipi di carrozze standard, costruite a partire dagli anni '50. Le prime vetture standard sono state le UIC-X, realizzate per la prima volta in Germania nel 1956 e costruite in oltre 4200 esemplari anche in Italia, tra il 1966 e il 1991 (sono le vetture per treni EXP, con 10 scmp. in 1a e 12 in 2a). Poi ci sono gli UIC-Y, di progettaxzione francese, risalenti a fine anni '50. In Italia sono stati costruiti solo una 20ina di UIC-Y, nel 1961. Infine, nel 1975, è stato presentato il tipo UIC-Z, dii progettazione congiunta italo-tedesca (i 3 prototipi, costruiti in Italia, erano misti 1a/2a classe: 2 di essi sono oggi vetture diagnistiche, il 3o è a Castelfranco V. in attesa di deolizione presso la ditta FERVET). Gli UIC-Z furono realizzati in 100 esemplari tra il 1977 e il 1979 (30 1e e 70 2e). Nel 1985, il progetto, in Italia, è stato aggiornato, dando vita al tipo UIC-Z1, realizzato fino al 2003 in oltrre 1000 esemplari (764 di 2a, 119 di 1a, 80 di 2a con posto disabili, 30 vetture pilota e 42 bagagliai).

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Hanno quei numeri perchè i posti sono numerati decina per decina per ogni scompartimento. Quindi c'è quello coi posti 64,65,66 poi in quello successivo 74,75,76, per quello che si arriva a 110,e non si utilizzano tutti i numeri visto che i posti per scomparto sono 6. Lo stesso vale anche nelle carrozze senza scompartimento. Comunque i posti totali a sedere sono indicati sulle fiancate delle carrozze vicino alle indicazioni di peso a vuoto e a carico, e della massa frenata. UIC sono delle normative internazionali ferroviarie che stabiliscono degli standard nelle attrezzature ferroviarie, la scritta UIC ci dovrebbe essere su tutte le carrozze e aguardare bene c'è anche impressa sulle rotaie e sugli scambi. Spesso nelle carrozze oltre alla scritta UIC c'è la scritta RIC che fa riferimento sempre a regolamenti internazionali specifici per far circolare le carrozze all'estero.

  • 1 decennio fa

    non lo so!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :-D

  • 1 decennio fa

    non sono del mestiere, però posso suggerirti che sull'intercity ci sono sempre le cifre dall'1 al 6...cioè, nel primo scompartimento ci sono i posto 1-6, nel secondo 11-16, nel terzo 21-26...perciò se ci sono 11 scompartimenti in una carrozza i numeri vanno dall'1 al 116 (no, scusa, 106!) ma i posti sono 66! Spero di esserti stata d'aiuto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.