selma542 ha chiesto in Animali da compagniaRettili · 1 decennio fa

Ciao a tutti, potreste per favore darmi qualche suggerimento su come poter tenere una tartaruga palustre?

Ho inenzione di adottare questa tartaruga palustre di circa 15 cm, per ora ha a disposizione un angolo di circa 1mq in cui ho provvisoriamente costruito due pozze d'acqua e una piccola casa piena di fogliame. Come cibo verdura frutta e mangime per tartarughe, ma è sufficiente?? Non voglio farla soffrire!

Da tre giorni mi sembra che non tocchi cibo, scusate ma sono ignorante in materia è normale?

grazie di cuore a tutti per ogni suggerimento valido che arriva.

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    cattività (teoricamente possibile in acquaterrari non riscaldati con una zona emersa pari ad un terzo di quella sommersa) è vietato.

    Chi possiede un bacino all'aperto, può tuttavia mettersi in contatto con le stazioni del Corpo Forestale, con le Associazioni protezionistiche o con le locali Amministrazioni Provinciali: vengono a volte organizzate campagne per la riproduzione in semi-libertà (senz'altro possibile in un ampia vasca da giardino) come supporto a popolazioni naturali, minacciate dalla crescente antropizzazione dell'ambiente.

    Nel caso si avesse la possibilità di costruire un laghetto vero e proprio, in giardino , questo lo si può realizzare in cemento, con appositi teli in Pvc o interrando contenitori già preformati in vetroresina o plastica.

    In ogni caso occorre prevedere, durante la costruzione, una riva dolce per consentire agli animali di uscire dall'acqua senza problemi e recintare per intero il laghetto (compresa una zona asciutta ben delimitata) per evitare possibili ed anzi probabili fughe.

    Onnivora, sebbene sia soprattutto carnivora. La dieta degli adulti è estremamente varia e praticamente tutta la piccola fauna acquatica può diventare loro preda, anche se in effetti, molto poco è ciò che viene catturato direttamente e tanto ciò che viene trovato occasionalmente (animali caduti in acqua ed annegati, pesci ammalati e moribondi, parti vegetali di piante acquatiche); contribuisce così validamente all’equilibrio naturale della locale ittiofauna.

    In cattività e in semilibertà accetta volentieri pesci e pezzi di carne e lombrichi, senza particolari problemi

    ciao buona giornata spero di esserti stata utile ciau ciau ciau ciau

  • 1 decennio fa

    Protetta grazie alle norme della Convenzione di Berna (che ne proibisce il commercio e la detenzione); la "Testuggine palustre europea" è l’unica specie acquatica presente in Italia.

    Onnivora, sebbene sia soprattutto carnivora. La dieta degli adulti è estremamente varia e praticamente tutta la piccola fauna acquatica può diventare loro preda, anche se in effetti, molto poco è ciò che viene catturato direttamente e tanto ciò che viene trovato occasionalmente (animali caduti in acqua ed annegati, pesci ammalati e moribondi, parti vegetali di piante acquatiche); contribuisce così validamente all’equilibrio naturale della locale ittiofauna.

    In cattività e in semilibertà accetta volentieri pesci e pezzi di carne e lombrichi, senza particolari problemi.

    Le testuggini palustri si nutrono esclusivamente sott'acqua, dove si sentono completamente a loro agio!

  • 1 decennio fa

    Prova a dargli dei lombrichi o le tarme della farina (le trovi nei negozi di caccia e pesca)

    Ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    cattività (teoricamente possibile in acquaterrari non riscaldati con una zona emersa pari ad un terzo di quella sommersa) è vietato.

    Chi possiede un bacino all'aperto, può tuttavia mettersi in contatto con le stazioni del Corpo Forestale, con le Associazioni protezionistiche o con le locali Amministrazioni Provinciali: vengono a volte organizzate campagne per la riproduzione in semi-libertà (senz'altro possibile in un ampia vasca da giardino) come supporto a popolazioni naturali, minacciate dalla crescente antropizzazione dell'ambiente.

    Nel caso si avesse la possibilità di costruire un laghetto vero e proprio, in giardino , questo lo si può realizzare in cemento, con appositi teli in Pvc o interrando contenitori già preformati in vetroresina o plastica.

    In ogni caso occorre prevedere, durante la costruzione, una riva dolce per consentire agli animali di uscire dall'acqua senza problemi e recintare per intero il laghetto (compresa una zona asciutta ben delimitata) per evitare possibili ed anzi probabili fughe.

    Onnivora, sebbene sia soprattutto carnivora. La dieta degli adulti è estremamente varia e praticamente tutta la piccola fauna acquatica può diventare loro preda, anche se in effetti, molto poco è ciò che viene catturato direttamente e tanto ciò che viene trovato occasionalmente (animali caduti in acqua ed annegati, pesci ammalati e moribondi, parti vegetali di piante acquatiche); contribuisce così validamente all’equilibrio naturale della locale ittiofauna.

    In cattività e in semilibertà accetta volentieri pesci e pezzi di carne e lombrichi, senza particolari problemi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.