_aspen_ ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 1 decennio fa

cip per viaggi di animali domestici?

so che per poter viaggiare all'estero gli animali domestici devono avere cip e tatuaggio. Vale anche per i voli in italia? se no, deve avere qualcos'altro oltre al libretto con le vaccinazioni? vale sia per cani che per gatti?

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Non ci sono regole particolari in materia sanitaria per viaggiare con il proprio animale in Italia. E' necessario che gli animali siano sottoposti alle vaccinazioni di routine, inoltre è sempre opportuno portare con sé il libretto sanitario per ogni evenienza. Per andare in Sardegna però è necessaria anche la vaccinazione antirabbica, poiché tale regione è indenne da questa malattia. In caso di dubbi sarà opportuno chiedere informazioni e consigli al veterinario di fiducia su eventuali misure specifiche per la sicurezza degli animali. Inoltre ricordiamo che se viaggiate in automobile è necessario, in particolare se il vostro animale è un cane, prevedere delle soste per consentire all'animale di espletare le necessità fisiologiche e di bere.

    Tutte le compagnie aeree consentono, in genere, il trasporto di cani e altri piccoli animali ma ciascuna adotta regole diverse per cui prima di metterci in viaggio è sempre opportuno programmare ed informarsi con largo anticipo (ad esempio sui voli Alitalia può essere imbarcato solo un animale per ogni classe e/o sezione di cabina).

    Al momento della prenotazione dovremo comunicare alla compagnia aerea la presenza del nostro amico a quattro zampe. Se la località di vacanza è all'estero dovremo inoltre informarci sulle formalità in vigore nel paese di destinazione: ad esempio in certi Stati l'introduzione di un animale prevede un periodo di quarantena che può arrivare fino a tre mesi (in questo caso forse è meglio evitare a Fido questa traumatica esperienza!).

    Come regola generale il nostro cane dovrà essere vaccinato contro le principali malattie e, per ogni evenienza, è opportuno portarsi dietro oltre al libretto sanitario anche un certificato che attesti lo stato di buona salute.

    Tutte le compagnie aeree consentono che i cani di piccola taglia viaggino al nostro fianco, in cabina, purché custoditi in gabbie col fondo impermeabile (tali gabbie devono avere dimensioni adeguate per consentire alle bestiole di muoversi comodamente).

    Se invece il peso del nostro cane più quello del contenitore supera i 10 kg., l'animale dovrà viaggiare nella stiva: sarà imbarcato dallo scalo merci e viaggerà all'interno di apposite gabbie messe a disposizione dalla compagnia aerea (se possiamo, evitiamogli questa esperienza!).

    Per quanto riguarda il costo di trasporto: per i cani che viaggiano in cabina la tariffa per i voli nazionali è di L. 30.000, per i voli internazionali la tariffa è dell'1,35% della tariffa piena; per gli animali che viaggiano nella stiva la tariffa dipende dal peso e dal luogo di destinazione; in tutti i casi il pagamento si effettua in aeroporto, al momento della partenza.

    Dal 1° Ottobre 2004 tutti i cani, gatti e furetti che debbono essere movimentati al seguito di viaggiatori in ambito comunitario ed in provenienza dai Paesi terzi debbono :

    essere muniti di passaporto come da Regolamento (CE) 998/2003

    essere identificati tramite sistema elettronico (trasponditore-microchip)

    essere stati sottoposti a vaccinazione antirabbica in corso di validità

    Gli Stati membri possono autorizzare la movimentazione in ambito comunitario dei cani gatti e furetti di età inferiore ai tre mesi, non vaccinati, purchè siano muniti di passaporto e abbiano soggiornato dalla nascita nel luogo in cui sono nati, senza entrare in contatto con animali selvatici che possono essere stati esposti ad infezione o purché siano accompagnati dalla madre da cui sono ancora dipendenti.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao, la mia gatta ha il cip perché ha dovuto viaggiare dal Portogallo alla Svizzera... credo che per viaggiare nella stessa nazione non é necessario...

    Secondo me vale comunque la pena di farlo perché é come una carta d'identitá dell'animale e quindi dopo averglielo messo é esclusivamente tuo e quindi puó essere utile anke nel caso in cui l'animale si perda o venga rubato, puó essere rintracciato.

    Lo si puó far mettere sia nei gatti ke nei cani.

    Io ti consiglio di farglielo mettere perché puó essere veramente utile in futuro.

    Baci!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io non ho mai viaggiato con animali, ma la mia vicina di casa si portava il suo cane da milano in calabria e viceversa... l'ocorrente sono il libretto del veterinario e le vaccinazioni per quanto riguarda l'italia. per l'estero mi sa che ci vuole anche tatuaggio e cip informati, anche il tuo veterinario lo dovrebbe sapere

  • 1 decennio fa

    devono avere passaporto microcip libretto vacinazioni e 1mese prima di partire fargli una vacinazione antirabbica obbligatoria. Per il tatuaggio penso che non lo fanno più perchè adesso mettono il microcip al mio gatto hanno fatto così ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • devono avere passaporto microcip libretto vacinazioni e 1mese prima di partire fargli una vacinazione antirabbica obbligatoria. Per il tatuaggio penso che non lo fanno più perchè adesso mettono il microcip al mio cane hanno fatto così ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.