Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Ilaria A ha chiesto in Matematica e scienzeMedicina · 1 decennio fa

Chi mi sa rispondere???

Come si può contrarre una congiuntivite emorragica??? quali precauzioni si devono prendere nel caso in cui vi sia qualcuno che ce l'ha?????

Aggiornamento:

Ci tengo a precisare che non sono io ad avere il problema, ma una collega e tutti siamo preoccupati di poterla prendere.....

5 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    mi dispiace tnt per la vostra collega... spero che possa guarire presto e stare bene...

    io provo ad aiutarti, ma nn so se ne sarò capace...

    allora come tu penso che sai, la congiuntivite emorragica è

    caratterizzata da emorragie sottocongiuntivali presenti in alcune infezioni da adenovirus.

    Sintomi, segni e diagnosi

    Dopo una incubazione di circa 5-12 giorni, si presentano i sintomi di iperemia congiuntivale, secrezione acquosa, irritazione oculare e le palpebre al risveglio sono incollate. I sintomi divengono spesso bilaterali ma iniziano generalmente in un occhio. Molti pazienti hanno avuto contatti con persone affette da congiuntivite e/o con recente infezione delle alte vie respiratorie.

    La congiuntiva bulbare e tarsale è iperemica. Sulla congiuntiva palpebrale sono presenti follicoli linfatici. I linfonodi preauricolari sono spesso ingrossati e dolenti.

    Nelle congiuntiviti virali gravi, i pazienti lamentano fotofobia significativa e sensazione di corpo estraneo. Questi pazienti possono avere pseudomembrane di fibrina e cellule infiammatorie sulla superficie congiuntivale e/o infiammazione corneale focale. Anche dopo la risoluzione della congiuntivite, alla lampada a fessura possono essere visibili per due anni o più delle cicatrici corneali (da 0,5 a 1,0 mm). Queste occasionalmente possono provocare riduzione dell'acuità visiva e abbagliamento significativo.

    Sebbene possano essere impiegati terreni di coltura semplici, per l'identificazione e la crescita del virus responsabile di una congiuntivite sono necessarie colture tissutali speciali. L'infezione batterica sovrapposta è molto rara; se i sintomi di presentazione sono correlabili a una congiuntivite batterica, p. es., secrezione purulenta, l'occhio deve essere sottoposto a colture specifiche per batteri. Le secrezioni possono essere esaminate al microscopio e colorate con la colorazione Gram per identificare i batteri e con la colorazione Giemsa per determinare la risposta dei leucociti.

    Terapia

    La congiuntivite virale è altamente contagiosa e si trasmette con goccioline, veicoli d'infezione e inoculazione mano-occhio. Dopo aver esaminato il paziente, il medico deve lavarsi molto bene le mani e sterilizzare gli strumenti per evitare la trasmissione dell'infezione. Il paziente deve essere avvisato di lavarsi bene le mani dopo aver toccato gli occhi o le secrezioni nasali, per evitare di contagiare l'occhio non infetto e di evitare di condividere asciugamani o cuscini. Gli occhi devono essere continuamente puliti dalle secrezioni e non bendati. La congiuntivite virale è autolimitantesi, poiché dura una sett. nei casi lievi e fino a tre sett. nei casi gravi. Se la congiuntivite è provocata specificatamente da un virus, nessuna terapia è necessaria o disponibile. Se le caratteristiche cliniche sono compatibili con un'infezione batterica, il paziente deve essere sottoposto a terapia antibiotica locale, p. es., sulfacetamide sodica al 10% in collirio o trimetoprim/polimixina B qid per 7-10 giorni. Congiuntiviti gravi associate con pseudomembrane, visione ridotta da infiammazione corneale o cicatrici possono richiedere la somministrazione di corticosteroidi topici. Comunque, i corticosteroidi topici possono esacerbare un'infezione da herpes virus simplex, portando anche a ulcerazioni e perforazione corneale. L'uso a lungo termine dei corticosteroidi può portare al glaucoma e a una possibile cataratta. Il loro uso deve essere perciò iniziato e monitorizzato dall'oftalmologo.

    spero di averti chiarito qualche dubbio... auguri x la vostra collega

    ciao:)

  • ?
    Lv 5
    7 anni fa

    Ci sono dei sintomi specifici per la congiuntivite, questo test ti dà una mano ad identificarli :) http://goo.gl/Nl1sV7

  • nuxis
    Lv 4
    1 decennio fa

    Dovrebbe essere un virus. consultati con un buon oftalmico. Senz'altro si guarisce con gli antibiotici. Occhio, è contagiosa.

  • 1 decennio fa

    nn avevo mai sentitoo parlare di congiungivite emorragica... mi devo informare...cmq è contagiosa è ovvio che se siete stati attenti non rischiate nulla!!! un abbraccio alla tua amica

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    azz!!!!! ma cmq vai su paginegialle e cerca 1 buon medico

    Fonte/i: votami
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.