Per gli obiettivi della politica?

tanti come me vorrebbero che di politica si parlasse più obiettivamente anche tra noi elettori.senza insultarsi,senza parlare solo di prodi mortadella e bandana berlusconi?che si discutesse dei problemi,come risolverli,senza fare della politica una stadio immaginario dove ognuno tifa la propria squadra costi quel che costi?

sono tanti quelli che leggendo fascisti,comunisti pensano:ma questi lo sanno che se non ci diamo una mossa,se non inizieremo a ragionare con concretezza soccomberemo tutti senza distinzione di colore?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Lo so. Il dibattito politico in Italia, da quello che si svolge in Parlamento a quello del "bar sport", è la migliore dimostrazione che gli italiani sono un popolo incapace di autogestirsi, vale a dire, incapace di far funzionare la democrazia. Ragionare sulle cose, presentare obiezioni e indicare possibili soluzioni sono cose che vanno oltre le capacità dell'italiano medio. Gli italiani, in gran parte, sono solo in grado di ragionare con la logica della tribù: tu della mia tribù buono, lui no mia tribù cattivo. C'è poco da lamentarsi dei politici: non fanno altro che rispecchiare il popolo bue che governano. Perché non affrontano i veri problemi? Semplice: agli italiani non interessa! Gli italiani preferiscono il battibecco, la scazzottata, le ingiurie. Tutto ciò che si eleva un pochino è troppo "british", troppo non-italiano.

    D'altra parte, la democraza in Italia non è autoctona, è un prodotto di importazione. Fosse stato per noi, saremmo ancora a scannarci o a seguire il dittatorello di turno.

    Baratterei volentieri la mia cittadinanza italiana con un cittadino dell'Honduras o del Bangladesh: povertà spaventosa, ma, quanto a dignità, mille volte meglio di noi!

  • 1 decennio fa

    I problemi possono avere soluzioni o non averne. In diecimila anni di storia, tutti i problemi che hanno una soluzione, sono stati studiati e risolti.

    Il problema di cui si occupa attualmente la politica italiana è: "Come lasciare irrisolti la maggior parte dei problemi giustificando così l'esistenza di persone preposte alla loro soluzione?".

    Come vedi anche in questo caso la soluzione è stata semplice e funziona egregiamente da parecchi anni.

    Per il resto, giusto due mie convinzioni: si governa un territorio, non il popolo che lo abita.

    Il disagio economico di un popolo è direttamente proporzionale all'iva o comunque alla parte di guadagno che viene persa contestualmente alla vendita.

  • 1 decennio fa

    presente

    e penso anche che la maggior parte parli per frasi fatte, di cose di cui non sa niente e nemmeno s'è presa la briga di informarsi

    diceva un tale che P*I=K e mi sa che aveva ragione

    (P=popolazione, I=intelligenza, K=costante)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.