Principessa ha chiesto in Arte e culturaFilosofia · 1 decennio fa

Ma siamo veramente liberi...?

.........o siamo solamente liberi di scegliere le nostre catene?

Aggiornamento:

é una domanda filosofica bloccopeccatore..guardala da un altro punto di vista la domanda

19 risposte

Classificazione
  • DrEvol
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Essere Liberi

    Che cosa significa essere liberi? Significa poter scegliere tra cio' che e' possibile e non tra cio' che e' impossibile.

    Se uno dice, non ho la liberta' di scegliere di essere contemporaneamente a New York e a Roma, quindi non sono libero; oppure, non sono libero perche' non ho potuto scegliere da chi sono nato, dove sono nato, la lingua che parlo, il colore degli occhi, la mia altezza, le mie caratteristiche somatiche e genetiche. Ma se avessi avuto questo tipo di liberta' avrei avuto anche la liberta' di creare o distruggere l'universo, quindi sarei un essere sopranaturale, magico, che non segue le leggi della natura, ma le fa lui, ed egli le comanda a piacer suo!

    La liberta' mistica che diamo al Creatore dell'Universo esiste esclusivamente nella nostra fantasia e nel nostro desiderio. E' ovvio che non tutto quello che desideriamo e' razionale semplicemente perche' esiste nella nostra mente. Credere o non credere in Dio non ci assolve dalla responsabilita' di controllare se quello che pensiamo e diciamo e' logico o semplicemente il prodotto di fantasia da favole.

    Questo errore del concetto di liberta' e' anche l'errore che fecero Schopenhauer, Kant e centinaia di altri filosofi illustri della storia dell'umanita'. Questi filosofi credettero di usare la ragione logica semplicemente rigettando il misticismo religioso, ma assumendo l'ugualmente illogico misticismo laico.

    La liberta' non e' liberta' di scegliere l'impossibile, non e' la capacita' di essere magici. Se oggi l'uomo e' libero di volare, non lo deve alla magia, lo deve all'accumulazione della conoscenza attraverso i secoli. Per millenni l'uomo ha sognato di trovare il modo di spostarsi nell'aria come fanno gli uccelli. Ci riusci' soltanto recentemente grazie alle conoscenze scientifiche. Questo e' un esempio di liberta' che gli animali non posseggono.

    La nostra liberta', dunque, sta nella nostra capacita' di distinguere il possibile dall'impossibile. Questa capacita' concettiva e' il nostro libero arbitrio, quello che ha permesso all'uomo di abbandonare le caverne e ipotizzare altri modi di vivere. Gli animali non possono ipotizzare. Soltanto il nostro cervello e' specializato per questa funzione e quindi soltanto noi abbiamo la liberta' che gli animali non hanno.

    Ipotizzare e' importante, purche' quello che speriamo di poter fare non contraddica le leggi della natura e sia coerentemente logico. L'ipotesi che l'uomo potesse conquistare la capacita' di volare si tradusse in realta' soltanto quando l'uomo scopri' e imparo' ad utilizzare le leggi della fisica, della chimica, la legge gravitazionale, il rapporto tra peso di un oggetto e velocita' e dopo aver inventato la tecnologia dei vari tipi di motore. Tutte queste cose non sono il prodotto della magia, ma della conoscenza della realta'.

    Fantasticare, invece, non e' ipotizzare, e' mistificazione della realta'. Se crediamo di poter scegliere, di avere la liberta' di scegliere cose magiche lo possiamo fare non ipotizzando ma desiderando di poter miracolosamente contraddire le leggi della natura. Questa liberta' ,naturalmente, non ce l'abbiamo perche' non esiste.

    La natura per essere comandata deve essere obbedita.

    Francis Bacon

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Interessante domanda, e io ti rispondo con un'altra domanda. Il destino esiste? Se il destino esistesse non saremmo "liberi" ma solo intrappolati in questa vita finta che ci spinge continuamente verso le nostre scelte già fatte e digerite. Se invece non esistesse allora saremmo davvero "liberi", liberi di fare le nostre scelte e di soffrire o gioire per gli sbagli, le opportunità giuste.

    Liberi di essere noi stessi nell'anima e nel corpo.

    Ma forse, prima di risponedere alla tua domanda dovremmo chiederci: cosa vuol dire essere liberi?

  • 1 decennio fa

    Le persone credono di essere libere..ma sono solo libere di crederlo! (Jim Morrison)

  • 1 decennio fa

    no nn credo che siamo liberi del tutto...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    In questi giorni ho letto l. a. finestra rotta di Deaver. Te lo consiglio perchè, anche se è un romanzo, parla della raccolta di informazioni personali. Del resto con carte fidaty, cellulare, bancomat, carta di credito, telepass, tesserino sanitario ecc... siamo già abbastanza sotto controllo.

  • 6 anni fa

    La domanda sulla nostra libertà sorge spontaneamente a causa dell'insoddisfazione.Questo non in una visuale pessimistica della vita, ma proprio a causa del fatto che in quanto esseri umani siamo continuamente spinti al nostro miglioramento.E nel momento in cui la nostra in-finita volontà di miglioramento si scontra con la nostra finitezza, allora ci chiediamo "siamo liberi?".Ma a questo punto non può che sorgere una seconda domanda, che troppo spesso la filosofia pre-suppone. Cosa è la libertà?Vi sono due possibilità.O siamo causa incausata, ovvero agiamo non mossi da qualcos'altro, ma questa sebbene essendo una libertà perfetta è in realtà una libertà casuale, agiremmo immotivatamente;oppure agiamo per dei motivi che possono risalire indietro nel tempo fino alla nostra nascita o in profondità fino al nostro DNA, ma a questo punto non possiamo definirci liberi.La questione rimane purtroppo priva di risposta, anche se la scienza e la logica suggerirebbero una mancanza di libertà.

  • 1 decennio fa

    Ma finiamola con queste domande assurde! Secondo te viviamo sotto dittatura? C'è qualcuno che ti obbliga ad andare in bagno quando lo decide lui? Non hai da mangiare, da bere, non puoi camminare per strada, girare in auto, ridere, giocare?! C'è qualcuno che te lo vieta? C'è qualcuno che ti vieta di parlare ed esporre le tue idee? Non mi pare! Fatti un giro in Darfhur, ecco forse lì potrebbe mancarti davvero la libertà!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    probabilmente, a mio parere, siamo troppo liberi, sarebbe bello se "qualcuno" pensasse a tante delle ns. incombenze quotidiane lasciandoci solo il gusto di scegliere ciò che più ci piace, invece come dici tù abbiamo solo libertà di scelta per le ns. catene, mai libertà di scelta per i momenti felici che, al contrario delle catene, sono sempre più rari

  • Mary V
    Lv 4
    1 decennio fa

    la libertà bisogna conquistarsela.....ognuno di noi ha la propria libertà, ma a volte siamo circondati da persone ke limitano la nostr libertà e questo nn è giusto!!!!ognuno di noi ha il diritto di avere una propria libertà e di gestirsela cm e qnd vuole

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E comunque in entrambi i casi, rimaniamo liberi.

  • 1 decennio fa

    personalmente credo che noi possiamo scegliere se essere o meno liberi. la maggior parte delle volte infatti si preferisce rinunciare alla propria libertà in funzione dell' ordine, della sopravvivenza e soprattuto della felicita.

    PS ti consiglio di leggere , se posso, "il mondo nuovo" . personalmente è un libro che mi ha fatto molto riflettere sul principio di libertà

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.